19°

QUESTURA

"Bottini" trovati in casa a tre albanesi: in due riconoscono gioielli e orologi rubati

Grazie alle immagini diffuse da Gazzetta e TvParma i legittimi proprietari si sono rivolti alla polizia

Poliziotti con la refurtiva

Poliziotti con la refurtiva

4

 

La refurtiva sta a mano a mano ritrovando i suoi legittimi proprietari: grazie alle immagini riportate dalla Gazzetta di Parma e da TvParma, due persone hanno riconosciuto parecchi degli oggetti sequestrati nei giorni scorsi in Oltretorrente a casa  di un albanese. Nell'abitazione dell'uomo - G.E., 24 anni, denunciato per ricettazione insieme ai connazionali P.M., 25 anni, e G.V., 22 - i poliziotti della Sezione Antirapine della Mobile hanno trovato durante una perquisizione alcuni orologi, gioielli (alcuni in bigiotteria), una macchina fotografica professionale e due pc portatili. Mentre i due pc e alcuni orologi sono ancora alla ricerca del loro proprietario, un residente nella zona di via Venezia ha riconosciuto i gioielli, la  macchina fotografica professionale, e gli orologi che gli erano stati rubati a luglio insieme ad alcune coperte. Quella sera i ladri erano riusciti a forzare una finestra, ad introdursi nell'abitazione e a mettere tutto a soqquadro in cerca del bottino. 

Esperienza analoga a quella vissuta da un abitante della zona della stazione ferroviaria, che ha riconsociuto nelle fotografie diffuse dalla polizia i gioielli e cinque degli orologi di marca (per un valore di alcune decine di migliaia di euro) che gli erano stati rubati all'inizio di novembre. In questo caso i topi d'appartamento avevano approfittato dell'assenza dei proprietari per entrare in casa forzando il vetro della porta balcone.

Grazie alla collaborazione con gli organi di stampa, le nuove risultanze investigative sono state comunicate all'autorità giudiziaria, con richiesta di decreto di restituzione della refurtiva riconosciuta dalle vittime. Ora i tre albanesi, già indagati per ricettazione in concorso, devono rispondere della ricettazione in concorso di refurtiva proveniente da furti in abitazione.

 

HA IL TELEFONO RUBATO A UNA COMMESSA: DENUNCIATA PER RICETTAZIONE


Il 6 marzo una commessa di un negozio del centro hadenunciato alla Questura il  furto del proprio  I – phone 4 avvenuto all’interno del negozio dove lavora.
Gli investigatori della Sezione Antirapine hanno richiesto alla Procura della Repubblica un decreto di acquisizione dei tabulati telefonici delle utenze utilizzate in seguito sul telefono rubato.
L’analisi dei tabulati ha permesso di accertare che, dopo una settimana, sul telefono rubato era stata inserita la sim intestata a L. S., 33 anni, residente in Puglia.
In seguito la donna è stata rintracciata e convocata negli uffici della Squadra Mobile, dove risultava essere ancora in possesso del telefono oggetto di furto.
La donna, che ha riferito di averlo acquistato per la somma di 80 euro,i n una strada di Rimini, da un extracomunitario che non conosce, è stata  indagata in stato di libertà per il reato di ricettazione,
il telefono è stato sequestrato ed in seguito restituito alla commessa parmigiana.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • renzo

    07 Dicembre @ 10.55

    Quindi tutti coloro giovani e meno giovani che se ne stanno andando dall'Italia per cercare lavoro,non sono bravi e buoni elementi.

    Rispondi

  • Maurizio

    06 Dicembre @ 18.55

    Filippo, a parte che nessuno lo ha mai detto che dei delinquenti fanno quello che dici tu, per il resto quel partito ha ragione, sai in tempi di crisi ancora adesso i contadini fanno fatica a trovare vaccari italiani, aziende con lavori faticosi fanno fatica a trovare lavoratori italiani (conosco una piccola fonderia che periodicamente cerca dipendenti, bene mai un italiano che si presenti a fare domanda...). Io comunque modificherei due leggi sia sul lavoro che sul codice civile o penale che sia, la prima obbligherei chi è iscritto alle diste di disoccupazione o è in cassa integrazione deve essere obbligato ad accettare il lavoro temporaneo che gli viene proposto pena la decandenza del contributo economico. La seconda legge riguarda il reato di ricettazione, questi due sono stati denunciati per ricettazione perchè hanno in casa oggetti rubati ma potrebbe anche essere (io ho le mie idee e credo anche voi, meglio non esprimerle per non avere / creare problemi ma credo ci siamo capiti) che queste persone siano gli autori del furto, bene io farei una legge dove tu vieni denunciato per ricettazione solo se indichi e provi chi ti ha venduto il prodotto altrimenti sei tu il responsabile del furto e sono fatti tuoi, la galera te la fai te.

    Rispondi

  • filippo

    06 Dicembre @ 17.17

    e pensare che ci sta un partito ( senza fare nomi) che dice che questi pagano le pensioni, fanno i lavori, sono migliori di noi..ect.,.mai una espulsione in questa città diventata insicura come mai nella storaira

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Parma

Grave un pedone investito alla Crocetta

Via Imbriani

Vende 1.600 dosi in pochi mesi: condannato a 4 anni

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

2commenti

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

13commenti

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

1commento

tg parma

Formaggio contraffatto: 27 indagati, l'inchiesta coinvolge Tizzano e Torrile Video

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

3commenti

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CALCIO

Buffon a quota 1000

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

CONCERTO

Mario Biondi al Regio, voce e ricordi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

TREVISO

19enne uccide la ex: era incinta di sei mesi

MILANO

"Ho rotto il femore a un'anziana per allenarmi": primario accusato di lesioni

SOCIETA'

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

Luca Donadel

"La verità sui migranti": il video che fa discutere il web

5commenti

SPORT

F1: SI PARTE

Il calendario 2017 e le dirette tv

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano