21°

35°

QUESTURA

"Bottini" trovati in casa a tre albanesi: in due riconoscono gioielli e orologi rubati

Grazie alle immagini diffuse da Gazzetta e TvParma i legittimi proprietari si sono rivolti alla polizia

Poliziotti con la refurtiva

Poliziotti con la refurtiva

Ricevi gratis le news
4

 

La refurtiva sta a mano a mano ritrovando i suoi legittimi proprietari: grazie alle immagini riportate dalla Gazzetta di Parma e da TvParma, due persone hanno riconosciuto parecchi degli oggetti sequestrati nei giorni scorsi in Oltretorrente a casa  di un albanese. Nell'abitazione dell'uomo - G.E., 24 anni, denunciato per ricettazione insieme ai connazionali P.M., 25 anni, e G.V., 22 - i poliziotti della Sezione Antirapine della Mobile hanno trovato durante una perquisizione alcuni orologi, gioielli (alcuni in bigiotteria), una macchina fotografica professionale e due pc portatili. Mentre i due pc e alcuni orologi sono ancora alla ricerca del loro proprietario, un residente nella zona di via Venezia ha riconosciuto i gioielli, la  macchina fotografica professionale, e gli orologi che gli erano stati rubati a luglio insieme ad alcune coperte. Quella sera i ladri erano riusciti a forzare una finestra, ad introdursi nell'abitazione e a mettere tutto a soqquadro in cerca del bottino. 

Esperienza analoga a quella vissuta da un abitante della zona della stazione ferroviaria, che ha riconsociuto nelle fotografie diffuse dalla polizia i gioielli e cinque degli orologi di marca (per un valore di alcune decine di migliaia di euro) che gli erano stati rubati all'inizio di novembre. In questo caso i topi d'appartamento avevano approfittato dell'assenza dei proprietari per entrare in casa forzando il vetro della porta balcone.

Grazie alla collaborazione con gli organi di stampa, le nuove risultanze investigative sono state comunicate all'autorità giudiziaria, con richiesta di decreto di restituzione della refurtiva riconosciuta dalle vittime. Ora i tre albanesi, già indagati per ricettazione in concorso, devono rispondere della ricettazione in concorso di refurtiva proveniente da furti in abitazione.

 

HA IL TELEFONO RUBATO A UNA COMMESSA: DENUNCIATA PER RICETTAZIONE


Il 6 marzo una commessa di un negozio del centro hadenunciato alla Questura il  furto del proprio  I – phone 4 avvenuto all’interno del negozio dove lavora.
Gli investigatori della Sezione Antirapine hanno richiesto alla Procura della Repubblica un decreto di acquisizione dei tabulati telefonici delle utenze utilizzate in seguito sul telefono rubato.
L’analisi dei tabulati ha permesso di accertare che, dopo una settimana, sul telefono rubato era stata inserita la sim intestata a L. S., 33 anni, residente in Puglia.
In seguito la donna è stata rintracciata e convocata negli uffici della Squadra Mobile, dove risultava essere ancora in possesso del telefono oggetto di furto.
La donna, che ha riferito di averlo acquistato per la somma di 80 euro,i n una strada di Rimini, da un extracomunitario che non conosce, è stata  indagata in stato di libertà per il reato di ricettazione,
il telefono è stato sequestrato ed in seguito restituito alla commessa parmigiana.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • renzo

    07 Dicembre @ 10.55

    Quindi tutti coloro giovani e meno giovani che se ne stanno andando dall'Italia per cercare lavoro,non sono bravi e buoni elementi.

    Rispondi

  • Maurizio

    06 Dicembre @ 18.55

    Filippo, a parte che nessuno lo ha mai detto che dei delinquenti fanno quello che dici tu, per il resto quel partito ha ragione, sai in tempi di crisi ancora adesso i contadini fanno fatica a trovare vaccari italiani, aziende con lavori faticosi fanno fatica a trovare lavoratori italiani (conosco una piccola fonderia che periodicamente cerca dipendenti, bene mai un italiano che si presenti a fare domanda...). Io comunque modificherei due leggi sia sul lavoro che sul codice civile o penale che sia, la prima obbligherei chi è iscritto alle diste di disoccupazione o è in cassa integrazione deve essere obbligato ad accettare il lavoro temporaneo che gli viene proposto pena la decandenza del contributo economico. La seconda legge riguarda il reato di ricettazione, questi due sono stati denunciati per ricettazione perchè hanno in casa oggetti rubati ma potrebbe anche essere (io ho le mie idee e credo anche voi, meglio non esprimerle per non avere / creare problemi ma credo ci siamo capiti) che queste persone siano gli autori del furto, bene io farei una legge dove tu vieni denunciato per ricettazione solo se indichi e provi chi ti ha venduto il prodotto altrimenti sei tu il responsabile del furto e sono fatti tuoi, la galera te la fai te.

    Rispondi

  • filippo

    06 Dicembre @ 17.17

    e pensare che ci sta un partito ( senza fare nomi) che dice che questi pagano le pensioni, fanno i lavori, sono migliori di noi..ect.,.mai una espulsione in questa città diventata insicura come mai nella storaira

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Si suicida Chester Bennington, cantante dei Linkin Park

NEW YORK

Si suicida Chester Bennington, cantante dei Linkin Park

Barbara Weldens

Barbara Weldens

FRANCIA

La cantante Barbara Weldens muore folgorata durante un concerto

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

Torino

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

Abbraccio tra il padre e Solomon

Delitto San Leonardo

Abbraccio tra il padre e Solomon

Accoglienza

Ecco la giornata dei profughi

Varsi

Colto da malore, grave il sindaco Aramini

CAMPIONI

Emanuele, Filippo e Matteo, i ragazzini d'oro

Personaggi

Dal Crazy Horse alla laurea

Felino

Soldi nelle slot invece che ai figli: condannato

Scurano

Il camionista: «Così ho evitato una tragedia»

Lesignano

Migranti nell'ex caseificio a Mulazzano: il sindaco minaccia le dimissioni

Giorgio Cavatorta ha scritto al ministro dell'Interno

Tg Parma

Delitto di via San Leonardo: Solomon a Parma incontra il padre Video

Delitto

Papà Fred si racconta: tra il dolore infinito e la forza dell'amore

6commenti

IL CASO

Ramiola, taglia i cavi per far tacere le campane

ANTEPRIMA GAZZETTA

Fred Nyantakyi resterà a vivere in città: "Parma non lo lasci solo" Video

COMUNE

Un caso di dengue a Parma: disinfestazione in via Imbriani e al Barilla Center

Tecnici in azione per tre notti

ParmENSE

In arrivo il caldo record, fiume Po sempre più in basso Video

Guardia di Finanza

Fa sparire 135mila euro destinati ai creditori: nei guai imprenditore parmense

1commento

cantiere

Via Mazzini, parte la riqualificazione dei portici Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

GIALLO

Molotov contro centro migranti a Modena

VENEZIA

L'incendio di Londra: mille persone al funerale di Marco, morto assieme a Gloria

SPORT

PARMA CALCIO

Luca Siligardi, nuovo bomber: "Bel gruppo. La serie B? Imprevedibile" Video

TOUR

Sull'Izoard vince Barguil, Aru in difficoltà: scivola al quinto posto

SOCIETA'

l'emendamento

Cellulare alla guida: ritiro immediato della patente fino a 6 mesi

10commenti

telefono azzurro

Telefono e social, i bambini "inchiodano" gli adulti Video

MOTORI

TOYOTA

Yaris GRMN, dal Nurburgring la Yaris più potente di sempre

DAIMLER

Mercedes, "richiamo" volontario per 3 milioni di motori diesel