11°

Parma

Mercoledì 8 aprile: la lunga giornata dei volontari parmigiani

Ricevi gratis le news
0

dal nostro inviato Marco Federici

«Quando torniamo in casa? Eh mamma, quando?». Ci sono i bambini da far giocare. Luigi e Paolo Iannacone del Seirs di Parma tornano bambini pure loro e disegnano su un guanto gonfiato, una faccia sorridente. Gian Luigi, Agnese e Vincenzo, che piccoli li sono davvero, si divertono a trovare le somiglianze. Un galletto, no uno di questi tipi strani con la cresta…. Sì ho vinto io. Ma poi va a finire che non si distraggono troppo.

Domande strazianti «La nostra casa, mamma, c’è ancora? E tu come lo sai che c’è ancora?». Le domande partono a raffica, sempre. Se anche volessero dimenticare, ci sono le scosse continue a ricordargli la natura matrigna che si annida sotto le loro rocce. Piccole e grandi frustate, come quella dell’altra sera, intorno alle otto, quando sembrava che persino la montagna si mettesse a danzare. Nella tenda da campo al centro ricreativo di Villa Sant’Angelo ci sono le volontarie che i più piccini se li prendono per mano e ovattano le spiegazioni della tragedia. Lo stesso fanno a San Demetrio, a tre chilometri di distanza, Stefania Pelosio, che organizza un torneo di pallavolo dietro l’altro, e Anna Sozzi, che fa la psicologa volontaria, ma anche di professione in una comunità di disagio psichico a Salsomaggiore.

Lo stress come compagno «Anche gli adulti sono sotto stress - dice - e le continue scosse non aiutano a tornare alla normalità. Ciò può provocare danni che si prolungano nel tempo e che si possono trasformare in apatia, depressione, ansia e persino dare sfogo a fenomeni di alcolismo». La tendopoli allestita dalla colonna della protezione civile dell’Emilia Romagna brulica fin dal mattino: i 270 sfollati di Villa Sant’Angelo che hanno dormito sulle brande, si sono risvegliati all’alba, in mensa ci sono caffè e thè caldi, merendine, succhi di frutta. Gli sguardi persi, gli occhi rossi e gonfi: si piange per le vittime, diciassette amici e parenti morti, e si piange perché il terremoto non molla la presa, anche nella notte ha sferzato le sessanta tende del campo.

Quaranta volontari I quaranta volontari di Parma - sui duecento che arrivano da tutta la regione - si mettono in moto: li aspetta un'altra giornata difficile. Si capisce subito, una donna si sente male nel campo, e un’altra va portata a Lanciano: ci pensano i volontari Anpas di Salso e di Noceto. Si va da una parte all’altra, secondo i bisogni, che difficilmente si prevedono. Riccardo Berti, 37 anni, anche lui volontario Anpas di Noceto, è invece sull’ambulanza che va all’Aquila, all’ospedale da campo allestito davanti a quello inagibile della città, per recuperare farmaci. «Non ci hanno fatto passare per il centro storico - racconta - ma anche la parte nuova della città è disastrata. Parecchi degli edifici recenti sono lesionati: si vedono grosse crepe un pò ovunque».

I sacchi di iuta A L’Aquila, la sera prima, c’era stato anche un altro volontario di Parma, Alberto Panizzi. Ha portato i sacchi di iuta per i cadaveri: è entrato nell’obitorio improvvisato alla scuola finanzieri sott’ufficiali dove più di duecento corpi erano stesi sul pavimento. Se gli chiedi un’impressione si schernisce e con una mano si tappa gli occhi. Stefano Camin si piazza al centro operativo misto di San Demetrio. Gabriele Perotti, volontario di Fidenza che lavora a Parma nel commerciale, si attiva per organizzare in Municipio, uno dei pochi edifici rimasti in piedi a Villa Sant’Angelo, il centro operativo del paese.

L'ultima scossa Ma i dipendenti ancora non se la sentono di entrare, troppo recente l’ultima scossa, troppo forte per non avere paura di altri atri crolli. Lì davanti, le vecchie case intorno alla piazzetta non ci sono più, come bombardate da un «caccia», il fianco della chiesa ha uno squarcio da dove potrebbe entrare il muso di un’auto.

L'allestimento del centro «Sono da capire - dice Perotti - domani allestiremo il centro dentro una tenda in uno spiazzo all’aperto: apriremo anche una farmacia da campo. E' un servizio basilare: tra qualche giorno la gente si rivolgerà alle loro istituzioni per sapere cosa fare, chiedere ciò di cui hanno bisogno. In quel momento noi volontari dobbiamo fare da filtro: dobbiamo dare una prima risposta alla gente per evitare reazioni rabbiose». Nell’altra piazzetta appena fuori dal paese, c’è chi vorrebbe essere più operativo, vorrebbe essere ancora più utile alla gente di quell’Abruzzo che ancora sanguina.

Il coordinamento «A Lucoli ci dicono da stamattina presto che non ci sono assistenti sanitari - dice Daniele Guareschi - se non vogliono mandare noi, mandino altri volontari preparati, ma facciano qualcosa. Il problema è che in questi frangenti manca un coordinamento, manca un referente che distribuisca i compiti». Parte una squadra della Lombardia da qualche altro paese lì intorno: «Visto, cosa ci voleva? - aggiunge il medico anestesista, Romano Paolucci e la caposala, Mariella Savi, entrambi del Seirs -. Siamo qua e vogliamo renderci utili alla gente. C’è solo la voglia di aiutare chi è in difficoltà dal momento che abbiamo le competenze professionali e le strumentazioni adeguate. Siamo qui per questo».

(Sulla Gazzetta di Parma in edicola due pagine di servizi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

Ruspe al lavoro sull'Enza: via al ripristino dell'argine

ALLUVIONE

Ruspe al lavoro sull'Enza: via al ripristino dell'argine

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

Colorno

Il libraio Panciroli: «Mai vista tanta acqua in Reggia»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

AVEVA 52 ANNI

Langhirano piange Tarasconi, per anni gestore del bar Aurora

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

MALTEMPO

Corniglio, staffetta solidale nelle stalle

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS