Parma

Maxibolletta - Il Comune: "Nessun pagamento, trattativa in corso con il gestore" - AltraPolitica: "Rendere noti i tabulati di tutta la giunta"

Maxibolletta - Il Comune: "Nessun pagamento, trattativa in corso con il gestore" - AltraPolitica: "Rendere noti i tabulati di tutta la giunta"
Ricevi gratis le news
24

Il Comune di Parma «non ha pagato nulla», e un ridimensionamento dei costi per traffico dati è possibile.
L'Amministrazione Comunale della città emiliana interviene nella vicenda delle bollette stratosferiche accumulate dal cellulare di servizio dell’assessore alle Politiche scolastiche Giampaolo Lavagetto. Per «sgombrare il campo da possibili fraintendimenti» il Comune ha ribadito che l’addebito (90.000 euro, ndr) «non è ancora stato riconosciuto dall’Ente come dovuto e conseguentemente non è stato autorizzato alcun tipo di pagamento e, in ogni caso, nessun pagamento verrà effettuato se non saranno accertate una corretta tariffazione e un corretto utilizzo dell’utenza».
L'Amministrazione poi ha confermato che è in corso con il gestore telefonico «un approfondito confronto in merito all’aspetto tecnico della vicenda e, contestualmente, per ridefinire l'ammontare delle bollette, anche alla luce di una trattativa già in corso tra il gestore e gli enti locali dell’Emilia- Romagna per un consistente ridimensionamento della tariffa applicata al traffico dati».

ALTRAPOLITICA - Oggi sulla vicenda della maxibolletta è tornato anche il movimento AltraPolitica. Ecco il comunicato:

In merito alla vicenda delle bollette telefoniche relative all’utenza dell’assessore Lavagetto non possiamo non rilevare come lo stesso abbia sostenuto sulla stampa locale che tali bollette non sono riferibili unicamente al proprio numero di cellulare, bensì al complesso delle utenze assegnate ai membri di giunta. Se così fosse,  è necessario che il Sindaco Vignali renda noti al consiglio comunale i tabulati telefonici non solo dell’assessore Lavagetto ma dell’intera giunta Comunale, con la specifica delle utenze di ogni membro di giunta per il periodo agosto 2008 - gennaio 2009. Riteniamo infatti che su questa vicenda, assai poco confortante e al momento molto confusa,  debba essere fatta piena chiarezza nell’interesse dei cittadini, offrendo alla cittadinanza gli elementi per poter valutare la vera entità del problema, le responsabilità di ciascuno e l’eventuale maggiore aggravio di spesa, non giustificato da problematiche tecniche, a carico della collettività.

Maria Teresa Guarnieri
Paolo Pizzigoni
Altra Politica

E ora spunta la candidatura Buzzi

GLI SVILUPPI DI IERI

Sulle maxi bollette accumulate del cellulare di servizio di Gianpaolo Lavagetto, la Procura di Parma ha aperto un fascicolo d'indagine.  L'inchiesta è stata aperta dopo che il Comune di Parma ha segnalato, con una comunicazione ufficiale in Procura, l'"anomalia" riguardante i costi di utilizzo del cellulare dato in uso all'assessore. Il procuratore, per "atto dovuto", ha così avviato l'inchiesta. "Faremo tutti gli accertamenti necessari", ha detto Gerardo Laguardia, precisando però che al momento nessuno risulta indagato. L'ipotesi di reato è quella di peculato.  In seguito a questo atto, la Procura potrà controllare i tabulati del traffico telefonico senza l'autorizzazione dell'interessato.

Al numero telefonico del cellulare di servizio dell'assessore alle Politiche per l'Infanzia e candidato alla presidenza della Provincia per il Pdl erano stati addebitati 90mila euro di connessione "wap" in riferimento al periodo compreso da agosto 2008 al gennaio 2009. Il Comune di Parma aveva chiesto chiarimenti al gestore che aveva confermato gli importi. Lavagetto dal canto suo aveva sostenuto che il problema era  dovuto ad una «errata configurazione del telefonino» di cui  non era al corrente.

Lavagetto oggi pomeriggio ha tenuto una conferenza stampa per spiegare la sua posizione e difendersi dalle accuse a lui mosse. L'assessore ha detto che secondo lui tutta la vicenda delle bollette telefoniche è una «non notizia» che sarà chiarita. Lavagetto non nasconde il suo sospetto di un attacco politico e si dice «assolutamente e totalmente tranquillo, perché il Comune non sborserà un euro che non sia dovuto. Sarà chiarito che è un errore tecnico».
Durante la conferenza stampa, Lavagetto ha sottolineato che la cifra di 90mila euro riguarda le utenze di tutti gli assessori. Un'anomalia è stata riscontrata nella sua utenza ma la compagnia telefonica non avrebbe risposto alle richieste dei dati da parte di Lavagetto. L'assessore dice di essere stato informato soltanto 6 mesi dopo che il problema si è verificato. La sua amarezza è dovuta a questo e al fatto che «il sindaco non mi risponde» quando lui cerca di chiedere spiegazioni e di chiarire.
La concomitanza della polemica con la sua candidatura alle elezioni provinciali, per Lavagetto è tutt'altro che una casualità. Finora «nessuno mi ha attaccato per il mio programma elettorale. Ho ricevuto solo attacchi personali». A chi gli chiede se resti in lizza, lui risponde che «io sono il candidato del Pdl nazionale». E per quanto riguarda il Pdl locale? «Chi tace acconsente». Non manca una critica all'opposizione, che secondo lui dovrebbe criticare l'Amministrazione comunale per i tempi lunghi con cui ha comunicato questo problema. «Credo che il bersaglio sia sbagliato».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gigi

    15 Aprile @ 01.37

    scusate la mia ignoranza: ho acquistato questo computer ed essendo in garanzia dovevo telefonare ad un numero della serie 'calda', fatto il numero una voce metallica mi invitava ad inserire il fatidico 'pin'. Non essendone in possesso chiamai il 187 e dopo varie peripezie un tecnico mi chiese di inviare un fax con richiesta scritta e firmata, rinunciai. Acquistai un biglietto della lotteria e cercai di telefonare ad uno dei numeri per partecipare ai vari giochi, stessa risposta ed è la medesima se voglio fare lo 0769 (collegamento con mattina). Devo denunciare la telecom per mancanza di libertà nell'uso di un mezzo di comunicazione? Forse non mi arriveranno maxibollette?!?

    Rispondi

  • Ubiratan

    11 Aprile @ 18.51

    Noi cittadini dobbiamo pagare fino all'ultima goccia,invece questo signore ha il barbaro coraggio di accampare delle scuse puerili cambiando versione ogni giorno!!Ritirati e chiedi scusa a noi cittadini di Parma!Vai a casa!

    Rispondi

  • laura

    11 Aprile @ 14.51

    Le ipotesi in questa vicenda sono 2: una è che dopo la prima bolletta di 14.000 euro il Lavagetto e la ragioneria del Comune abbiano ritenuto congrua la spesa autorizzando l'assessore a proseguire nella folle escalation di costi a nostro carico,o che l'asessore stesso avvisato di quanto stava accadendo abbia proseguito per incapacità tecnica nell'utilizzo del telefonino a buttare soldi dalla finestra. Alla luce di quanto sopra,mi domando chi sarebbe tanto folle da affidare la Presidenza della provincia a un tale soggetto!

    Rispondi

  • riccardo

    11 Aprile @ 10.03

    Lavagetto almeno abbia la dignità di dimettersi in modo da fare chiarezza sull'episodio...comunque parecchia gente non ti voterà più dopo la serie di scuse e versioni che hai detto in questi giorni.

    Rispondi

  • gianluca

    10 Aprile @ 18.32

    devo pagare le bollette di luce, gas, acqua e telefono. Probabilmente sono vittima di un errore. Queste mie bollette li devono pagare i cittadini di Parma. Datemi i tabulati.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Tom Schumacher è il produttore della versione musical di "Frozen"

Stati Uniti

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Le ex Luigine continueranno ad esistere anche in futuro, la gestione passerà a Proges

tg parma

Le ex Luigine continueranno a esistere. La gestione passa a Proges Video

meteo

Parma, allerta a livello giallo

1commento

Castell'arquato

Aggredisce moglie e figlio con chiave inglese: trasportati in fin di vita al Maggiore

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse Il video del blitz

lettera aperta

Elezioni, le cinque richieste di Pizzarotti ai candidati

4commenti

viale bottego

Fiamme in studio dentistico: evacuato tutto il palazzo. Due intossicati Foto

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

16commenti

TRAFFICO

Tamponamento risolto sulla tangenziale nord. Il traffico scorre

furti

Svaligiate le sedi delle associazioni per i disabili. E allora, "Caro ladro ti scrivo..."

1commento

tg parma

Parmigiano 60enne prestanome per una banda di ladri dell'Est Video

salute

Vincere il tumore: la testimonianza di tre parmigiani

Bonifica Parmense

Parte il progetto che metterà in sicurezza Bocca d'Enza

CURIOSITA'

Il colore del cartello è sbagliato: Langhirano diventa... provincia (o regione) Foto

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

UNESCO

Città Creative per la Gastronomia: il progetto entra nel vivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

2commenti

GAZZAFUN

Ex rimpianti e non: riconosci questi giocatori del Parma?

ITALIA/MONDO

SAN POLO D'ENZA

Operazione Copper Field: sgominata la banda del rame

Giustizia

Gli stupratori di Rimini "come iene sulla preda"

SPORT

tg parma

Gazzola: "Abbiamo piena fiducia nel mister" Video

6commenti

sport

La discesa d'Oro di una favolosa Sofia Goggia Foto

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

EDUCAZIONE

Femmine, maschi e gli stereotipi che ingabbiano

MOTORI

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato