10°

22°

Parma

Protesta con malore in banca. "Bis" in tribunale

Protesta con malore in banca. "Bis" in tribunale
Ricevi gratis le news
5

Sdraiata per terra, sul pavimento gelido della banca, per ottenere, dopo quasi cinque anni di attesa, il pagamento di «un'importante somma di denaro». La definisce così, senza entrare nel dettaglio, S.S. di 41 anni, la donna che ieri mattina, insieme alla madre 73enne, ha deciso di protestare davanti alla sede della Cariparma Crédit Agricole e che oggi ha replicato davanti al Tribunale.

 

Oggi la protesta è stata ripetuta nell’atrio del tribunale di Parma e nei prossimi giorni le due donne potrebbero riproporre la scena nelle filiali cittadine dell’istituto bancario, responsabile - secondo le accuse mosse dalle protagoniste della vicenda - di non mettere in pagamento una fideiussione sottoscritta nel 2004 a garanzia della cessione di una agenzia di viaggi che era di proprietà di S. S. La donna ha mostrato la sentenza del Tribunale di Parma (datata 24 gennaio 2009) con la quale si decideva di dare seguito al pagamento, senza che però la banca eseguisse quanto sancito nel dispositivo del giudice. «Sono sola con una bambina piccola e finora ho vissuto dei miei risparmi - ha spiegato la donna -. Ho diritto a ricevere quei soldi, ma non capisco perché, nonostante una sentenza a mio favore, non sia stata ancora pagata». Secondo Cariparma, invece, il contenzioso è ancora in corso e «a fronte di un originario provvedimento giudiziario che bloccava il pagamento della fideiussione, è stata emessa dal tribunale una sentenza di inefficacia di tale provvedimento. E contro tale sentenza una delle parti è già ricorsa in appello. La banca si adeguerà a quanto verrà stabilito dalla sentenza d’appello».

LA CRONACA DI IERI. Per prima cosa, le due donne si sono messe di fronte al palazzo della Cariparma di via Cavestro, dove l'anziana si è sdraiata per quarantacinque minuti dentro la banca mentre la figlia urlava tutta la propria rabbia contro l'istituto di credito, colpevole, secondo la testimonianza della donna, di non sbloccare il pagamento di una fideiussione in suo favore - per un valore di circa 60 mila euro più gli interessi - bloccata ormai dal 2004. Terminata la protesta in via Cavestro, madre e figlia si sono spostate nel palazzo della banca che si affaccia su piazza Garibaldi.

Qui, un'auto della polizia ha identificato le due donne, lasciandole libere di continuare la loro protesta, che dalla piazza si è immediatamente rispostata in via Cavestro, per terminare attorno alle 11. Alla base della disperazione della donna c'è una storia di pagamenti mai riscossi, e il tutto ha inizio nel 2004, quando S.S. vende un'attività commerciale a un acquirente che, pagata la prima rata, non procede con il pagamento di una fideiussione, avviando addirittura una causa contro la donna.

A questo punto, il tribunale di Parma, il 14 luglio 2004, stabilisce che il pagamento della fideiussione deve essere bloccato. E così è stato fino al 24 gennaio 2009 quando, terminata la causa, lo stesso tribunale dava il via libera a Cariparma per il pagamento. Ma la donna è ancora in attesa dei soldi. «Quel denaro mi serve - dice disperata -. Sono sola con una bambina». A stretto giro di posta è arrivata anche la posizione ufficiale di Cariparma: «La vicenda riguarda un contenzioso ancora in corso fra due parti, nel quale la banca è stata coinvolta come fideiussore di una delle due parti.  A fronte di un originario provvedimento giudiziario che bloccava il pagamento della fideiussione, è stata emessa dal tribunale una sentenza di inefficacia di tale provvedimento. E contro tale sentenza una delle parti è già ricorsa in Appello. La banca si adeguerà a quanto verrà stabilito dalla sentenza d'Appello».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giorgio Russo

    14 Aprile @ 14.42

    fanno bene a manifestare contro la banca che deve pagare ma tergiversa.

    Rispondi

  • lupo

    10 Aprile @ 10.03

    federico..se ti avvicini te lo dico in un orecchio che cosa non tollero io....e ti faccioa nche un augurio....

    Rispondi

  • Emanuela

    09 Aprile @ 22.23

    Si, è vero, sarà pure una sceneggiata, però le banche quando devono prendere i soldi sono sempre puntuali e non sgarrano di un giorno, ma quando li devono dare si aggrappano a qualsiasi cavillo pur di non darli! Sono sempre dell'idea che le banche siano degli "strozzini autorizzati" è inutile nasconderlo e siano pure la causa della crisi economica! La penso così.

    Rispondi

  • Federico

    09 Aprile @ 19.47

    Che sceneggiata napoletana!! Queste cose non le tollero!

    Rispondi

    • Cesare

      10 Aprile @ 00.29

      Prova un po' a metterti un attimo al suo posto. D'altra parte se il Tribunale ha disposto il pagamento, sembra avere anche ragione.

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

55 offerte di lavoro

LAVORO

55 nuove offerte

Lealtrenotizie

Via libera della Giunta al progetto esecutivo di valorizzazione e recupero del limite Nord-Est del Parco Ducale. Sarà demolito il muro su viale Piacenza. Stanziati 1.281.000 euro

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

2commenti

Regione

Bagarre sulla chiusura dei punti nascita

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

5commenti

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

ricoverato al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

SALUTE

Dire addio ai malanni di stagione seguendo semplici suggerimenti

tg parma

Cassa di espansione sul Baganza: il progetto Video

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

9commenti

Monticelli

Obbligo di firma, ma scappa con scooter rubato

1commento

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

1commento

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

SPORT

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

Calcio

Spareggi Mondiali: Italia con la Svezia

SOCIETA'

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»