20°

34°

baby gang

Aggressione a uno studente al parco: 19enne dai domiciliari al carcere

Insieme ad un amico aveva tentato la rapina al Falcone e Borsellino

emergenza baby gang

emergenza baby gang

7

Dalla denuncia (per tentata rapina in concorso aggravata, lesioni, percosse e minacce) alla condanna ai domiciliari (per il furto di un'auto) in poche ore. E adesso per il 19enne ecuadoregno, autore insieme ad un amico dell'aggressione a uno studente al parco Falcone e Borsellino, si sono aperte le porte del carcere. Lo ha annunciato questa mattina il procuratore capo Gerardo Laguardia, e presumibilmente la misura di custodia cautelare in via Burla è stata decisa tenendo conto della possibile reiterazione del reato.

L'episodio che ha avuto come vittima uno studente 15enne del Bertolucci risale alla fine di novembre. Di sabato mattina il ragazzo aveva attraversato il parco  in sella alla sua bici diretto a scuola ma era stato bloccato da due ragazzi con la faccia da duri. «Scendi dalla bici, la vogliamo noi. Dacci anche il cellulare», avevano ringhiato quei due giovani, di poco più grandi. Per fortuna però, in quel momento, era arrivato un altro ragazzo. Anche lui studente del Bertolucci. Ma più grande e soprattutto allergico alla prepotenza: «Lasciatelo stare, non fategli niente», aveva intimato mettendosi in mezzo. Ne era scaturito un parapiglia con cazzotti e spintoni. I due balordi alla fine però se ne erano andati a mani vuote e gli studenti avevan chiesto aiuto. Il più piccolo, pesto e terrorizzato, era stato accompagnato al Pronto soccorso; mentre l'altro, il diciottenne, anche se scosso, era entrato in classe. Dove, poco dopo, era stato ascoltato da due agenti delle Volanti che avevano subito iniziato le indagini. Risultato: nella galleria Polidoro, alle spalle di via Mazzini, i poliziotti avevano ermato due giovani: un diciassettenne romeno e un diciannovenne ecuadoregno. Per loro era scattata una denuncia per tentata rapina in concorso aggravata, lesioni, percosse e minacce. Ma l'ecuadoregno due sere dopo era andato oltre con il tentativo di furto di un'auto in via Savani: condanna a sei mesi ai domiciliari. E ora le sbarre del carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • aristide torchia

    16 Dicembre @ 09.49

    Lo sconcerto di questo grave episodio dello studente 15enne del liceo Bertolucci , è la grave indifferenza che questa città ha mostrato nei confronti di questo episodio e di questo ragazzo. Gia' dall'aggressione il quadro dello spessore di solidarietà di questa città è stato chiaro: le persone passavano, e lui pur invocando aiuto, nessuno è intervenuto, se non un solo ragazzo della stessa scuola, che impavido, è intervenuto salvandolo da questi 2 miserabili delinquenti. Forse è il caso di proporlo per il Premio Sant’Ilario. Altro punto: Il bel sindaco grillino, non ha speso una parola di conforto nei confronti di questo ragazzo, ne ha preso un atteggiamento di condanna nei confronti dell'accaduto, ma non si trattava probabilmente di un suo parente, figuriamoci poi l'assessore alla sicurezza......... Terzo punto: La chiesa, nella figura del vescovo, non ha fatto nessuna affermazione di condanna nei confronti di questi giovani delinquenti, ne ha preso una posizione, forse non vive in questa città. Di questi 2 delinquenti, uno dopo molti giorni, è stato "accompagnato in carcere" anche per altri reati che ha commesso, e dell'altro il 17enne rumeno non si sa nulla: probabilmente è a piede libero, ancora capace di picchiare o di derubare qualcuno dei nostri figli o dei nostri nipoti. Poi leggo sulla gazzetta che il delinquente di origine equadoregna 19enne , ha 2 avvocati che lo difendono, perchè probabilmente solo 1 è insufficiente. Chi paga questi avvocati? Cari concittadini, probabilmente ancora non abbiamo capito adeguatamente cio che è successo e che sta succedendo intorno a noi, questi delinquenti vanno fermati, e non perché sono stranieri o italiani, ma perche sono delinquenti. Stanno distruggendo la nostra libertà, la nostra sicurezza e la nostra dignità di cittadini. Non abbiamo paura di denunciare, perchè come diceva il grande GIOVANNI FALCONE la paura ci ammazzerà tutti i giorni. aristide torchia

    Rispondi

  • Betti

    13 Dicembre @ 23.06

    un futuro garantito

    Rispondi

  • fgs68

    13 Dicembre @ 20.00

    Anch'io sono una mamma preoccupata, nei giorni scorsi mio figlio quinidicenne all'uscita da scuola (ITIS di Via Toscana) alle h. 13,30 circa è salito sull'autobus n. 7 che da Via Toscana va verso la Ghiaia, quando è stato circondato da 5 ragazzi dell' Est che hanno iniziato a dargli calci nella pancia al punto da farlo scendere dal mezzo.. mi chiedo, ma è possibile che l'autista non abbia visto niente, non ci sono le telecamere sugli autobus?! .. purtroppo anche a Parma c'è molta "OMERTA' " tutti vedono, ma non dicono nulla.. Un mese fa circa, sempre mentre aspettava l'autobus, è stato travolto da una ventina di ragazzi che lo hanno fatto cadere e quindi calpestato, anche in quell'episodio, mio figlio era "SOLO" in mezzo a tanti.. E' mai possibile che nel 2013 si debba aver paura ad andare a scuola.. Fino ad ora gli è andata bene, è tornato a casa impaurito e dolorante, spero che episodi di questo genere non avvengano più, ma soprattutto che ci siano più controlli da parte delle Forze dell'Ordine e che i "delinquenti" abbiano pene più severe.

    Rispondi

  • Piergio

    13 Dicembre @ 16.57

    Non c'è niente da riabilitare, correggere anche se hanno 17 e 19 anni sono persone che creano e sempre causeranno solo problemi. Peccato siano protetti loro dalla legge e non un tranquillo ragazzo di 15 anni. Siamo destinati a soccombere in quanto senza leggi adeguate ed incapaci di difenderci ....

    Rispondi

  • p

    13 Dicembre @ 16.28

    Bene cosi questo balordo impara a stare al mondo

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Esplode bomboletta di panna: colpita al petto muore modella blogger

francia

Esplode bomboletta di panna: colpita al petto muore modella blogger

elefantino che rincorre gli uccelli

natura

L'elefantino che rincorre gli uccelli Video

Daniel Day-Lewis (60 anni): "Basta film vado in pensione"

Hollywood

Daniel Day-Lewis (60 anni): "Basta film vado in pensione" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Si fa presto a dire Lambrusco

"ROSSO FRIZZANTE"

Si fa presto a dire Lambrusco. Lo speciale

di Chichibio

Lealtrenotizie

Consiglio dei ministri: stato emergenza a Parma e Piacenza per crisi idrica

siccità

Consiglio dei ministri: stato emergenza a Parma e Piacenza per crisi idrica - Caldo in aumento (Video)

Pomodoro in difficoltà: preoccupati agricoltori e trasformatori (Leggi)

SALA BAGANZA

Le fiamme divorano il deposito di una disossatura: due vigili del fuoco feriti Video

Salvata la fabbrica vicina. Dipendenti al lavoro nello stabilimento produttivo 

Gaione

Ladri in camera da letto, anziana finge di dormire

4commenti

via della salute

La banda degli scooter torna in azione. Ma stavolta è costretta a fuggire Foto

6commenti

tg parma

La città vissuta su una carrozzina: Scarpa e Pizzarotti in giro con Anmic Video

coppia

Celebrata la prima unione civile a Castelnovo Sotto: Andrea è di Parma

SPETTACOLI

Il «Sogno» inaugura l'Arena del Due

GIOVANI

Servizio civile, pochissime adesioni e il bando sta per scadere

3commenti

Paura

Fidenza: incendio in un appartamento, cinque intossicati

tragedia

Sorbolo: 40enne muore dopo una partita di calcetto Video

parma

Cercano di scipparla sul Ponte Italia: 20enne ferita

3commenti

gazzareporter

I topi d'auto stavolta scelgono via Abruzzi

SONDAGGIO

Nel Parma in B preferireste rivedere Cassano o Gilardino? Votate

11commenti

I COMMENTI

Maturità, la prima prova? «Fattibile. Matematica e quizzone sono le bestie nere»

BEDONIA

Estate, risorgono i paesi disabitati

1commento

PARALIMPIADI

Ciclismo, la nuova sfida di Righetti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Da Romano», qualità a conduzione famigliare

di chichibio

ITALIA/MONDO

teramo

Dottoressa accoltellata a morte: il presunto killer si è ucciso

mafie

La Dna: 'Ndrangheta stabile in quasi tutte le Regioni.E in Emilia patto con altre organizzazioni criminali"

SOCIETA'

GUSTO

I tortelli diversi: ecco le ricette

1commento

la ricetta

La ricéta p'r i tordéj d'arbètta in djalètt Pramzàn

SPORT

tg parma

Il Parma in ritiro a Pinzolo dal 20 luglio al 3 agosto Video

Moto

Max Biaggi resta in ospedale, altra operazione

MOTORI

novità

Volkswagen Arteon, salutate l'ammiraglia

TECNOLOGIA

L'auto? La proveremo sul divano. Parola di Ford