-6°

Parma

Gcr, nuovo allarme sull'inquinamento: "Diciotto giorni di aria infetta"

L'associazione annuncia: "Summit straordinario da Folli per enti e associazioni"

Gcr, nuovo allarme sull'inquinamento: "Diciotto giorni di aria infetta"
7

L'associazione Gestione Corretta Rifiuti (Gcr) lancia ancora una volta l'allarme sull'inquinamento dell'aria. Dati alla mano, Gcr fa notare che ieri è stato il diciottesimo «di aria infetta», con un picco nel valore delle pm10 nonostante il blocco del traffico. «Domani summit straordinario dall'assessore Folli per enti e associazioni», aggiunge Gcr, secondo cui bisogna cambiare stile di vita, mettere la salute al primo posto delle priorità e far diventare l'inquinamento «un reato come tanti altri». L'associazione invoca un summit con le altre città padane, per trovare soluzioni al problema. 

Ecco il comunicato di Gcr: 

 

Il regalo di Natale per la città di Verdi è un amaro acuto negativo: diciotto giorni di aria infetta.
Anche la fine settimana ha confermato il trend ambientale negativo, surclassando ogni record di durata del mal d'aria. Ieri, giornata di fermo parziale del traffico, picco a 93 microgrammi.
Da 18 giorni respiriamo una miscela cancerogena, come è stata classificata dallo Iarc, l'istituto tumori di Lione branca dell'Oms.
Le poveri sottili come veleni silenziosi che minano la salute dei cittadini.
I Pronto Soccorso che registrano incrementi significativi di accessi con sintomi legati all'apparto respiratorio e cardio circolatorio e la stessa situazione viene registrata dagli ambulatori dei medici di base.
E' una guerra tra inquinamento e salute e dobbiamo scegliere una volta per tutte da che parte stare.
Domani summit straordinario dall'assessore all'ambiente del Comune di Parma Gabriele Folli per enti e associazioni. Saranno presenti anche i sindacati dei commercianti, gli enti sanitari e di controllo, i rappresentanti dei cittadini che si occupano di ambiente.
La situazione è davvero tragica.
Perché le soluzioni non sono a portata di mano.
E' urgente un cambiamento profondo del nostro vivere.
Rimettere al primo posto la salute come carta necessaria di ogni tipo di sviluppo e di crescita.
Senza salute, senza ambiente pulito, il resto è sudore sprecato e inutile.
Serve che Parma si appelli ad un summit del bacino padano per varare misure di sistema, chiedendo al Governo misure straordinarie come in caso di calamità naturale, perché questa, pur non essendo naturale, è calamità pura, semplice e spietata.
Interrompere le fonti di emissione.
Studiare tutti i punti sul territorio dove ci sono imponenti inquinamenti e procedere alla loro bonifica, riduzione, chiusura se necessario.
Inquinare deve diventare un reato come tanti altri.
Da denunciare e reprimere per legge, in modo efficace e immediato.

Associazione Gestione Corretta Rifiuti e Risorse di Parma - GCR

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Daniele

    17 Dicembre @ 08.58

    concordo pienamente con il signore/a anonimo del 16/12/2013 17.56...l'inceneritore centra poco o nulla...20 giorni di sforamento ci sono sempre stati anche negli anni passati non c'è vento la pianura padana è una "buca" dove l'aria ristagna (e per questo c'è anche la nebbia...) e pertanto l'inquinamento che produciamo ce lo teniamo finchè non cambia il meteo!occorrerebbero sistemi di trasporto più efficienti (non i rottami che usa la tep) corse più frequenti che coprano tutto il territorio e collegamenti tra le provincie (perchè io che lavoro in territorio piacentino ho come sola alternativa alla macchina il treno e non esiste un solo bus che colleghi le 2 province???)!Poi quelli del GCR mi fanno sempre più pena..propongono un bel tavolo di dialogo ma non hanno idee se non chiudere qualche altra fabbrica...domandina...cosa pensate di far mangiare alla gente?aria fritta???si però sicuramente sarà più pulita.....mah....

    Rispondi

  • Vercingetorige

    16 Dicembre @ 17.56

    L' "IMPIANTO DI UGOZZOLO " DA' UN CONTRIBUTO PRATICAMENTE IRRILEVANTE ALL' INQUINAMENTO ATMOSFERICO , CHE , COMUNQUE , E' UN PROBLEMA SERIO, MA LE CUI PRINCIPALI CAUSE SONO ALTRE. L' inceneritore è stato solo usato come speculazione propagandistica da persone che lo hanno sfruttato per vincere le Elezioni Comunali , anche se poi , nei fatti , ne sono uscite sconfitte , e , purtroppo , non si sono fatte scrupolo di speculare su chi il cancro ce l' ha davvero. LA GENESI DEL CANCRO , PER QUEL CHE SE NE SA, E' MULTIFATTORIALE , cioè una cellula , per trasformarsi in mostro assassino , deve fare diversi passaggi , in diversi tempi e col contributo di diversi fattori. Ma è inutile parlare di queste cose con gente che conosce solo trombette e pentolacce e non sa distinguere uno studio scientifico da un dépliant pubblicitario.

    Rispondi

  • Betti

    16 Dicembre @ 17.04

    non si può bloccare il traffico senza prima aver riformato il sistema di trasporti pubblici. Il servizio Tep è assolutamente insufficiente sia come qualità sia come quantità delle corse.

    Rispondi

  • Ba

    16 Dicembre @ 16.36

    "Interrompere le fonti d'emissione" ? E' semplice: perchè per prima cosa non chiudete l'impianto cancerogeno di Ugozzolo ??? non dico che prima di questo tumorificio c'era molta differenza ma credo che non c'erano tanti allarmi nei media a causa dell'inquinamento....è inutile fare blocchi del traffico e la raccolta differenziata se non si spegne prima quel mostro!!!!!!! Perchè nessuno ne parla più ??? Cittadini, vogliamo fare qualcosa per fermarlo una volta per tutte ?

    Rispondi

  • LUCIFERO

    16 Dicembre @ 15.56

    il blocco del traffico totale è l'unica soluzione...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

VIABILITA'

Cascinapiano, i residenti: "Chieste strisce pedonali e più luci: inascoltati"

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: un ferito grave

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

1commento

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

DOPPIO ENRICO VIII

Sorpresa al Regio: Spotti recita "muto", Zanellato canta

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali Foto

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

14commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

4commenti

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

19commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

14commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video