12°

Parma

Gcr, nuovo allarme sull'inquinamento: "Diciotto giorni di aria infetta"

L'associazione annuncia: "Summit straordinario da Folli per enti e associazioni"

Gcr, nuovo allarme sull'inquinamento: "Diciotto giorni di aria infetta"
Ricevi gratis le news
7

L'associazione Gestione Corretta Rifiuti (Gcr) lancia ancora una volta l'allarme sull'inquinamento dell'aria. Dati alla mano, Gcr fa notare che ieri è stato il diciottesimo «di aria infetta», con un picco nel valore delle pm10 nonostante il blocco del traffico. «Domani summit straordinario dall'assessore Folli per enti e associazioni», aggiunge Gcr, secondo cui bisogna cambiare stile di vita, mettere la salute al primo posto delle priorità e far diventare l'inquinamento «un reato come tanti altri». L'associazione invoca un summit con le altre città padane, per trovare soluzioni al problema. 

Ecco il comunicato di Gcr: 

 

Il regalo di Natale per la città di Verdi è un amaro acuto negativo: diciotto giorni di aria infetta.
Anche la fine settimana ha confermato il trend ambientale negativo, surclassando ogni record di durata del mal d'aria. Ieri, giornata di fermo parziale del traffico, picco a 93 microgrammi.
Da 18 giorni respiriamo una miscela cancerogena, come è stata classificata dallo Iarc, l'istituto tumori di Lione branca dell'Oms.
Le poveri sottili come veleni silenziosi che minano la salute dei cittadini.
I Pronto Soccorso che registrano incrementi significativi di accessi con sintomi legati all'apparto respiratorio e cardio circolatorio e la stessa situazione viene registrata dagli ambulatori dei medici di base.
E' una guerra tra inquinamento e salute e dobbiamo scegliere una volta per tutte da che parte stare.
Domani summit straordinario dall'assessore all'ambiente del Comune di Parma Gabriele Folli per enti e associazioni. Saranno presenti anche i sindacati dei commercianti, gli enti sanitari e di controllo, i rappresentanti dei cittadini che si occupano di ambiente.
La situazione è davvero tragica.
Perché le soluzioni non sono a portata di mano.
E' urgente un cambiamento profondo del nostro vivere.
Rimettere al primo posto la salute come carta necessaria di ogni tipo di sviluppo e di crescita.
Senza salute, senza ambiente pulito, il resto è sudore sprecato e inutile.
Serve che Parma si appelli ad un summit del bacino padano per varare misure di sistema, chiedendo al Governo misure straordinarie come in caso di calamità naturale, perché questa, pur non essendo naturale, è calamità pura, semplice e spietata.
Interrompere le fonti di emissione.
Studiare tutti i punti sul territorio dove ci sono imponenti inquinamenti e procedere alla loro bonifica, riduzione, chiusura se necessario.
Inquinare deve diventare un reato come tanti altri.
Da denunciare e reprimere per legge, in modo efficace e immediato.

Associazione Gestione Corretta Rifiuti e Risorse di Parma - GCR

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Daniele

    17 Dicembre @ 08.58

    concordo pienamente con il signore/a anonimo del 16/12/2013 17.56...l'inceneritore centra poco o nulla...20 giorni di sforamento ci sono sempre stati anche negli anni passati non c'è vento la pianura padana è una "buca" dove l'aria ristagna (e per questo c'è anche la nebbia...) e pertanto l'inquinamento che produciamo ce lo teniamo finchè non cambia il meteo!occorrerebbero sistemi di trasporto più efficienti (non i rottami che usa la tep) corse più frequenti che coprano tutto il territorio e collegamenti tra le provincie (perchè io che lavoro in territorio piacentino ho come sola alternativa alla macchina il treno e non esiste un solo bus che colleghi le 2 province???)!Poi quelli del GCR mi fanno sempre più pena..propongono un bel tavolo di dialogo ma non hanno idee se non chiudere qualche altra fabbrica...domandina...cosa pensate di far mangiare alla gente?aria fritta???si però sicuramente sarà più pulita.....mah....

    Rispondi

  • Vercingetorige

    16 Dicembre @ 17.56

    L' "IMPIANTO DI UGOZZOLO " DA' UN CONTRIBUTO PRATICAMENTE IRRILEVANTE ALL' INQUINAMENTO ATMOSFERICO , CHE , COMUNQUE , E' UN PROBLEMA SERIO, MA LE CUI PRINCIPALI CAUSE SONO ALTRE. L' inceneritore è stato solo usato come speculazione propagandistica da persone che lo hanno sfruttato per vincere le Elezioni Comunali , anche se poi , nei fatti , ne sono uscite sconfitte , e , purtroppo , non si sono fatte scrupolo di speculare su chi il cancro ce l' ha davvero. LA GENESI DEL CANCRO , PER QUEL CHE SE NE SA, E' MULTIFATTORIALE , cioè una cellula , per trasformarsi in mostro assassino , deve fare diversi passaggi , in diversi tempi e col contributo di diversi fattori. Ma è inutile parlare di queste cose con gente che conosce solo trombette e pentolacce e non sa distinguere uno studio scientifico da un dépliant pubblicitario.

    Rispondi

  • Betti

    16 Dicembre @ 17.04

    non si può bloccare il traffico senza prima aver riformato il sistema di trasporti pubblici. Il servizio Tep è assolutamente insufficiente sia come qualità sia come quantità delle corse.

    Rispondi

  • Ba

    16 Dicembre @ 16.36

    "Interrompere le fonti d'emissione" ? E' semplice: perchè per prima cosa non chiudete l'impianto cancerogeno di Ugozzolo ??? non dico che prima di questo tumorificio c'era molta differenza ma credo che non c'erano tanti allarmi nei media a causa dell'inquinamento....è inutile fare blocchi del traffico e la raccolta differenziata se non si spegne prima quel mostro!!!!!!! Perchè nessuno ne parla più ??? Cittadini, vogliamo fare qualcosa per fermarlo una volta per tutte ?

    Rispondi

  • LUCIFERO

    16 Dicembre @ 15.56

    il blocco del traffico totale è l'unica soluzione...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

GAZZAFUN

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

La canzone di Libera contro la mafia dei ragazzi dell'Udu e dei pensionati Cgil

Tg Parma

Studenti e pensionati nella canzone di Libera contro la mafia

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Gli Harlem Globtrotters stregano il Palaraschi (1986)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Controlli congiunti della polizia municipale e ispettori Ausl: sequestrati alimenti in cattivo stato di conservazione in un esercizio commerciale

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

1commento

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

3commenti

Parma

Sfondano la vetrina della concessionaria Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

2commenti

Tg Parma

Parco Ducale sempre più insicuro Video

1commento

Tg Parma

Smog, per tre giorni consecutivi Pm10 fuori norma Video

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

4commenti

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

PARMA

Inseguimento nella notte a San Pancrazio: un uomo abbandona l'auto e fugge

Dopo l'alt dei carabinieri, un africano alla guida di una Peugeot 307 è fuggito a fari spenti a tutta velocità

2commenti

Traffico

Strada chiusa per recuperare il camion incidentato

La provinciale Parma-Mezzani

LUTTO

Addio a Gianmaria Piccinini, fonico del Regio e tifoso del Parma Video

PARMA

Black Friday: sale la febbre per gli sconti Video

CALCIO

Il Parma verso Carpi con un ballottaggio per il "vice Calaiò" Video

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

4commenti

PARMA

Centro Antiviolenza, aumentano le donne che chiedono aiuto: 265 quest'anno

Sono aumentate rispetto al 2016 le vittime di violenza che si sono rivolte all'associazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

POLIZIA

Donna uccisa in un parco a Milano

GENOVA

Omicidio a Sestri Levante: ucciso un artigiano

SPORT

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

IL COMPLEANNO

I settant'anni di Nevio Scala

1commento

SOCIETA'

SALUTE

Quando il design aiuta le mani impacciate Gallery

Francia

Ustionato al 95%, vive per il trapianto di pelle dal gemello

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery