-1°

Parma

Metropolitana all'esame finale

Metropolitana all'esame finale
Ricevi gratis le news
12

Il lungo e complesso iter burocratico, avviato nel 2002 e partito formalmen­te con la stesura del primo progetto preliminare nel marzo del 2004, per la realiz­zazione della metropolitana di Parma sta ormai per arrivare al­la sua fase conclusiva. Entro aprile, infatti, il progetto defi­nitivo (quello illustrato nel gra­fico a fianco) dovrà essere ap­provato dalla Conferenza dei servizi in corso a Roma, per poi, entro fine maggio, essere sotto­posto al vaglio del Cipe, il Co­mitato interministeriale per la programmazione economica, per ottenere l'approvazione de­finitiva. Un'approvazione che, se arriverà, farà partire entro l'autunno i lavori per la realiz­zazione della linea che, se non ci saranno imprevisti, dovreb­bero concludersi nel 2013.
 Il progetto definitivo, oltre a re­cepire le numerose prescrizioni a suo tempo decise dal Cipe a fronte del progetto preliminare, ha portato ad alcune varianti del tracciato, ma anche a significa­tive migliorie dei dettagli, in par­ticolare per quanto riguarda l'impatto ambientale dell'opera durante i lavori e l'organizzazio­ne funzionale delle stazioni, ri­dotte rispetto a quelle origina­riamente previste per favorire la velocità commerciale dei convo­gli della metropolitana stessa. 

Sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola, due pagine a cura di Gian Luca Zurlini, con interviste a politici ed esperti, e con le opinioni dei parmigiani, divisi sulla realizzazione dell'opera 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mauro

    12 Aprile @ 22.47

    la metropoliotana a parma! ohe della gazzetta mettete le emoticons che valgono piu' di mille discorsi. pero' visto che ancora non ci sono, due paroline le dico "spero non si faccia mai" speriamo che ci siano tanti di quegli imprevisti da far fallire l'idea di quella pletora di megalomani che l'hanno avuta.

    Rispondi

  • zappino

    12 Aprile @ 21.27

    Riccardo & company continuano a battere il tasto costi/benefici ma sarebbe bene che si mettessero in zucca che nessuna metro può funzionare con il solo prezzo dei biglietti. La spesa deve essere sostenuta invece da tutti i cittadini, a fronte degli innegabili vantaggi che andranno a beneficio della collettività, vale a dire: notevole decongestionamento del traffico, riduzione dell'inquinamento dell'aria, riduzione dei tempi di spostamento delle persona. Se pensate che tutto questo valga poco allora siete veramente miopi. Inoltre la metro a Parma avrà maggior senso se pensata come collegamento con il territorio della Provincia, con prolungamento (in superficie) a NORD almeno fino a Colorno e a SUD fino Laghirano, come avviene in Francia tra città e sobborghi..

    Rispondi

  • riccardo

    12 Aprile @ 20.21

    La Metro, oltre a non poter essere sostenibile, da un esame di costi/benefici, ci creerà notevoli disagi nella circolazione quotidiana...disagi creati dal complesso dei numerosi cantieri super attrezzati, dal momento che per mettere in opera la realizzazione, serviranno gru, ruspe, camion, trivellatrici, talpe, escavatrici...mezza città devastata, deviata e cantierizzata . No grazie...A Parma dobbiamo sostenere l'uso della bici città come Trento hanno pedonalizzato il centro storico che è chiuso al traffico, quasi tutti circolano in bicicletta, a piedi o con i mezzi pubblici ben serviti. Se le strade fossero più sicure molte persone abbandonerebbero volentieri l'auto. Stessa cosa in Germania, Olanda, etc...

    Rispondi

  • reginaldo

    12 Aprile @ 18.46

    esatto Parma è come nel 1960 è va bene così!!!!! quanto credete che aumenterà il traffico nei prossimi anni????? basta limitarlo (ma farlo veramente non con i soliti permessi e pemessini taroccati) e far funzionare quello che abbiamo. La metro non la userà quasi nessuno e sarà solo un costo oltre ad essere per anni un disagio alla fine verrà dismessa perchè i costi di manutenzione diventeranno insostenibili io vi invito ad essere realistici non è un problema di innovazione sarà un problema in più per i nostri figli che già ne avranno tanti. Nella vita bisogna anche capire quando un progetto seppur affascinante come idea a volte non sia sostenibile

    Rispondi

  • Corrado

    12 Aprile @ 18.19

    Chi ha poca lungimiranza si scandalizza ogni volta che avviene un cambiamento che sul momento appare inutile, ma che invece sarà indispensabile nel prossimo futuro. A causa dell'aumento del traffico veicolare privato, il trasporto urbano in Parma ha tempi di percorrenza simili a quelli del 1960, se non peggiori. Chi vuole incrementare il trasporto pubblico con più mezzi di superficie dimentica che la città di Parma ha un tessuto urbano non adatto a tali mezzi e poco adatto al traffico in generale. Come hanno già optato molte città nordeuropee (vedi Germania) la soluzione metropolitana permette collegamenti veloci salvando la stuttura storica della città. (...Ma sono pienamente d'accordo con chi segnala che tuttora molti non pagano il biglietto dell'autobus.)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

LUDOPATIA

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto di Nicola Riccò

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La sfida degli anolini: ecco quali sono i più buoni a Parma

In gara dieci gastronomie della città

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5