12°

stazione

Allarme pedofilo: ma era un giovane cinese rimasto "bambino"

La vicenda ricorda il film con Pozzetto "Da grande". E alla fine la Polfer ha tirato un sospiro di sollievo

Allarme pedofilo: ma era un giovane cinese rimasto "bambino"
Ricevi gratis le news
4

Per alcune ore è stato allarme pedofilo, in stazione. Ma poi - in una vicenda che ricorda il film con Pozzetto "Da grande", dopo i controlli e avendo finalmente di fronte a sè il "sospetto", gli agenti della Polfer hanno tirato un sospiro di sollievo.

L'episodio risale a giovedì pomeriggio, quando una viaggiatrice ha contattato la Polizia Ferroviaria di Parma raccontando che intorno alle viaggiatrice che segnalava che alle 12.50, la figlia di 5 anni  era stata avvicinata da un giovane cittadino cinese, che le aveva fatto un complimento, l’aveva presa per mano per alcuni istanti e poi si era allontanato frettolosamente per salire a bordo di un convoglio diretto a Pontremoli.

Per prima cosa sono stati allertati  i colleghi di Pontremoli, inoltrando la descrizione del soggetto fornita dalla giovane madre ed estrapolata dalle immagini del sistema di video sorveglianza della stazione. Ma, considerato che nel frattempo il convoglio era giunto a destinazione, del giovane non c'era traccia. Salvo continuare la "caccia" e trovarlo poco dopo alla stazione di Parma, dove era probabilmente tornato in treno.
"Dalla visualizzazione delle immagini, il “gesto” dello straniero non appariva particolarmente allarmante ma, al contrario, poteva apparire come una forma di cordiale “complimento” che l’adulto aveva fatto alla minore . spiega la Polfer in una nota -. Tuttavia, non conoscendone le esatte intenzioni, gli agenti hanno posto in essere tutta una serie di controlli che permettevano di individuare il ragazzo ll’interno della stazione ferroviaria di Parma"
Accompagnato in ufficio, sprovvisto di documenti, il giovane non ha proferito parola e non ha risposto alle domande fatte dall'interprete di lingua cinese appositamente convocato.  L’impressione, da parte degli agenti, in base a quanto riferito loro dall’interprete stesso, era che ci si trovasse di fronte ad una persona affetta da problemi di natura psichica e soprattutto di una persona avente età cerebrale inferiore a quella effettiva.

Solo grazie alla sua sottoposizione a rilievi dattiloscopici ed alla successiva acquisizione dei precedenti AFIS, gli agenti sono riusciti a dargli un nome e a capire che era destinatario di una segnalazione di scomparsa, denunciata dalla madre il giorno stesso dopo che il ragazzo, allontanatosi da casa a Milano, non era mai arrivato al centro diurno dove è sottoposto a quotidiana terapia farmacologica. Una terapia in assenza della quale il giovane, affetto da uno stato intellettivo subnormale, risulta attratto dai bambini non per compiere nei loro confronti atti violenti ma semplicemente perchè li considera suoi coetanei.

Considerato il quadro venutosi a delineare, il giovane è stato quindi accompagnato in una struttura a disposizione dei medici curanti milanes preventivamente  contattati.
E finalmente, dopo tutti gli acecrtamenti, gli agenti della Polfer hanno tirato un sospiro di sollievo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • xxl

    21 Dicembre @ 18.30

    nilus75

    ... ma poi pure i matti dagli altri paesi??? non ci bastano i nostri da curare?.?

    Rispondi

  • Vercingetorige

    21 Dicembre @ 16.17

    Scusate , ma la bambina di cinque anni era sola in stazione ?

    Rispondi

  • Vercingetorige

    21 Dicembre @ 16.16

    E' GIA' STATA DISPOSTA PER LEGGE ANCHE L' ABOLIZIONE DEGLI OSPEDALI PSICHIATRICI GIUDIZIARI , POPOLARMENTE DETTI "MANICOMI CRIMINALI". Avrebbe già dovuto essere in vigore , ma si è rinviata almeno fino a primavera 2014 in attesa dell' attivazione di "strutture alternative", che, comunque, non so dove siano. E' comunque anche vero che i manicomi , di "ospedale" , avevano poco. C' era un ambiente di emarginazione che "cronicizzava" i ricoverati , i quali , una volta entrati , avevano scarse probabilità di uscire per il resto della loro vita. Un posto in cui spesso non si curavano ammalati , ma si isolavano persone ritenute moleste dai benpensanti . Ci sono stati internati entrati in manicomio da bambini e rimasti lì , per tutta la vita, fino alla morte. La grande maggioranza degli psicopatici non è pericolosa , però qualcuno c' è , e la chiusura dei manicomi criminali non mi lascia del tutto tranquillo. Ci sono alcune vere belve lì dentro..................

    Rispondi

  • xxl

    21 Dicembre @ 13.49

    nilus75

    scenta intelligente chiudere i manicomi... farli funzionare. era roba da matti?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

GAZZAFUN

Cani e gatti: sai tutto su di loro?

La canzone di Libera contro la mafia dei ragazzi dell'Udu e dei pensionati Cgil

Tg Parma

Studenti e pensionati nella canzone di Libera contro la mafia

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

SEMBRA IERI

Gli Harlem Globtrotters stregano il Palaraschi (1986)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso: Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani

VELLUTO ROSSO

Giorgio Pasotti dagli spot del Mulino Bianco al Pezzani Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Controlli congiunti della polizia municipale e ispettori Ausl: sequestrati alimenti in cattivo stato di conservazione in un esercizio commerciale

San Leonardo

Carne e pesce scaduti: denunciato il titolare di un negozio di alimentari

Inflitte anche multe per oltre duemila euro

1commento

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

4commenti

CARABINIERI

Coltivano marijuana in casa: coppia agli arresti domiciliari a Colorno

Due 37enni sono stati arrestati in flagrante: sequestrate piante e 180 di marijuana in essiccazione

3commenti

ospedale

Ortopedia: ecco le nuove sale operatorie

Sono dotate delle più moderne attrezzature. Vaienti: «Più qualità e più sicurezza»

Parma

Sfondano la vetrina della concessionaria Boselli e rubano quattro moto nuove

Intervento della polizia in via La Spezia

2commenti

Tg Parma

Parco Ducale sempre più insicuro Video

1commento

LUTTO

Addio a Gianmaria Piccinini, fonico del Regio e tifoso del Parma Video

Tg Parma

Smog, per tre giorni consecutivi Pm10 fuori norma Video

1commento

PARMA

Inseguimento nella notte a San Pancrazio: un uomo abbandona l'auto e fugge

Dopo l'alt dei carabinieri, un africano alla guida di una Peugeot 307 è fuggito a fari spenti a tutta velocità

2commenti

Traffico

Strada chiusa per recuperare il camion incidentato

La provinciale Parma-Mezzani

PARMA

Black Friday: sale la febbre per gli sconti Video

CALCIO

Il Parma verso Carpi con un ballottaggio per il "vice Calaiò" Video

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

5commenti

PARMA

Centro Antiviolenza, aumentano le donne che chiedono aiuto: 265 quest'anno

Sono aumentate rispetto al 2016 le vittime di violenza che si sono rivolte all'associazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi di Berlino. Cosa sconta la Merkel

di Domenico Cacopardo

LETTERE

Il primo posto è di Mattia

5commenti

ITALIA/MONDO

spagna

Italiano ucciso in una rissa a Barcellona

MILANO

Ladro ucciso: l'oste pubblica le sue ricette per pagarsi il processo

1commento

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Milan e Atalanta, pari per la Lazio: tutte qualificate

IL CASO

Violenza sessuale: 9 anni a Robinho, ex del Milan

SOCIETA'

SALUTE

Quando il design aiuta le mani impacciate Gallery

Francia

Ustionato al 95%, vive per il trapianto di pelle dal gemello

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery