10°

18°

IL CASO

Volontari Auser, i sindacati: "Non vanno certo sotto la parola spreco...."

Critiche al Comune da Bertoletti e Bussandri: "L'unico in provincia a contestare questi piccoli rimborsi"

Nonni-vigili dell'Auser

Nonni-vigili dell'Auser

8

 

" Siamo d’accordo che sia necessario tagliare gli sprechi nell’Amministrazione pubblica, ma noi crediamo che i volontari anziani siano quanto di più lontano ci sia dalla parola “spreco”, proprio perché assicurano un servizio altrimenti impossibile da garantire, e perché sono un esempio di solidarietà fra le generazioni di cui la città ha bisogno". A dirlo sono Massimo Bussandri e Paolo Bertoletti segretari generali di Cgil e Spi, che criticano il Comune.

"Il servizio dei volontari dell’Auser, e in generale di tutti gli anziani che si impegnano attivamente per gli altri, è un servizio di cui tutta la città ha bisogno - scrivono -. L’attività dei nonni vigili, così come l’opera dei volontari Auser nelle biblioteche ha una lunga tradizione, il cui valore è riconosciuto dalle famiglie, dalle scuole, dalle istituzioni e dai cittadini. Ora però questa tradizione rischia di scomparire a seguito di una situazione di stallo fra Comune di Parma e Auser."

"Le associazioni di volontariato della terza età hanno un duplice valore: permettono a tanti anziani di partecipare attivamente alla vita della loro città e di essere utili per gli altri, e allo stesso tempo contribuiscono a garantire servizi integrativi alla cittadinanza a costi bassissimi. - continuano -Dietro le cifre dei rimborsi spese che ora il Comune (l'unico Comune di tutta la provincia) contesta, ci sono migliaia di ore di servizio dei volontari, come nel servizio Filo d'Argento, a completo carico dell'associazione.
I nonni vigili per piccolissimi rimborsi di pochi euro, con pioggia, sole o freddo, erano davanti alle scuole, negli orari prefissati, per garantire la sicurezza ai bambini e ai genitori. Per oltre venti anni hanno assicurato questo servizio. Adesso, invece, a causa della diatriba fra Comune di Parma e Auser sui rimborsi spese, sono impiegati parzialmente gli agenti della polizia municipale, togliendo così ore alla loro regolare attività di copertura del territorio, con disagi segnalati da parte delle famiglie degli studenti, che non trovano più un servizio capillare come quello garantito in passato dai nonni vigili. L’ultima novità è che non è stato rinnovato il contratto neanche con gli anziani che prestavano il loro servizio in biblioteca. Siamo d’accordo che sia necessario tagliare gli sprechi nell’Amministrazione pubblica, ma noi crediamo che i volontari anziani siano quanto di più lontano ci sia dalla parola “spreco”, proprio perché assicurano un servizio altrimenti impossibile da garantire, e perché sono un esempio di solidarietà fra le generazioni di cui la città ha bisogno".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio

    13 Gennaio @ 19.53

    Io se è vero che trai i rimborsi spese ci sono vestiti e tutto il resto andrei fino in fondo, sono stati i nonni vigili o i dirigenti? Se qualcuno ha preso questi rimborsi e ci sono gli scontrini è facile andare a verificare il colpevole, lo si trova allora e lo si denuncia alla magistratura

    Rispondi

  • Immanuel

    12 Gennaio @ 23.45

    Scusate, ma è un servizio utile quello fatto dai volontari. Adesso non mettiamo in discussione certe cose. A parte Harris che è talmente di parte che non si riesce più ad ascoltarlo, ma stefano mi stai parlando degli anni 70 ... 40 anni fa !!! C'erano in giro 3 macchine in confronto ad oggi... e proprio perché oggi ci sono in giro orde di persone che diventa necessario qualcuno che controlli e metta on po' d'ordine. Tanto più che se non ci vanno i volontari mandano (dove possono) i vigili.

    Rispondi

  • Stefano

    12 Gennaio @ 09.08

    reinard.alfa@gmail.com

    Personalmente credo che se ne possa fare a meno di questi volontari. Si potrebbe fare come facevo io con tutti i miei coetanei ai tempi della scuola, si andava a scuola da soli, i nostri genitori ci educavano a attraversare sugli attraversamenti pedonali dopo avere guardato bene a destra e sinistra. Non è difficile insegnare una cosa del genere, lo garantisco, e non mi reputo un genio. Solo che al giorno d'oggi si vedono , specialmente nell'orario delle scuole, orde di persone che attraversano ovunque nonostante abbiano le strisce a pochi metri, a partire dai genitori. Quindi penso che tutti i cittadini per bene non debbano continuare a pagare per questa maleducazione dilagante, ma anzi, che si multino i genitori che per primi sbagliano. P.S. io e tutti i miei compagni andavamo alle elementari non accompagnati, anche con la neve, e parlo degli anni 70 non dell'800

    Rispondi

  • HARRIS

    11 Gennaio @ 23.55

    Chi contesta l'applicazione di una legge da parte del comune si merita ancora Vignali, Ubaldi e compagnia bella. HARRIS

    Rispondi

  • Immanuel

    11 Gennaio @ 22.59

    Io non ho ancora capito quale fosse il costo totale di questi volontari Auser che ha fatto scattare il blocco del servizio (e se qualcuno mi indica un articolo o qualche riferimento sarei molto grato). Vedo però dei commenti in giro che mi lasciano senza parole. Stregatta, ad esempio, dice sul serio? A Parma facciamo schifo perché invece di pagare (e volentieri) anche il servizio davanti alle scuole ci approfittiamo dei volontari? Ho capito bene?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Operaio "infedele": usa copia delle chiavi per tornare in farmacia a rubare

langhirano

Operaio "infedele": usa copia delle chiavi per tornare in farmacia a rubare

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

11commenti

Parma Calcio

D'Aversa: "Ognuno di noi deve migliorare se stesso, ne gioverà la squadra" Video

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

tg parma

Amministrative 2017, il centrodestra sceglie Laura Cavandoli Video

viabilità

Afflusso alle fiere e due incidenti: lunghe code al casello e verso Baganzola

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno i controlli dal 27 al 31 marzo

carabinieri

"Adescato" e rapinato in stazione: due arresti

2commenti

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

2commenti

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

1commento

foto dei lettori

Se un arcobaleno abbraccia un castello Foto

Crisi

Copador, lunedì sciopero di due ore e presidio

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

napoli

Tredicenne violentato per anni da "branco" di 11 minorenni

2commenti

IL CASO

Mandano alla madre la tessera sanitaria della figlia scomparsa

3commenti

SOCIETA'

Lutto

Morto l'economista Giacomo Vaciago. Fu sindaco di Piacenza

Medicina

La maggior parte dei tumori è dovuta al caso

SPORT

f1

Australia: nelle libere Hamilton vola, Raikkonen quarto

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery