15°

commercio

Piccole violazioni, Confesercenti fa appello al Comune: "Passi dalle multe alla diffida"

L'associazione: "Applichi la legge regionale: è norma di civiltà per sistemare in modo rapido piccole anomalie che possono sempre capitare"

Conferenza stampa della Confesercenti

Conferenza stampa della Confesercenti

0

 

Applicare la legge regionale che prevede la possibilità da parte dei Comuni di adottare diffide amministrative al posto delle multe, per quegli esercizi commerciali e pubblici esercizi che si rendano responsabili di piccole violazioni amministrative. A chiederlo è Confesercenti di Parma, supportata in questo dall'Amministraziohne provinciale. La legge regionale in questione è quella dell'aprile dell'anno scorso, che però in Emilia Romagna finora solo il Comune di Forlì ha applicato, emanando un regolamento che disciplina l'applicazione delle diffide.
In pratica, grazie a questo nuovo strumento legislativo, nel caso di accertamento di una violazione (ad esempio la mancata esposizione di alcuni cartelli, oppure l'occupazione di suolo pubblico in misura maggiore rispetto al consentito), il Comune può emettere una diffida, con la quale ordina all'attività commerciale di mettersi in regola entro un determinato periodo di tempo, e solo in caso ciò non avvenga scatta la multa. Attualmente, invece, la multa è automatica. «Una norma intelligente e di civiltà - l'ha definita il direttore di Confesercenti Luca Vedrini - che permette di sistemare in modo rapido e senza conseguenze per gli esercenti tutte quelle piccole anomalie che possono sempre capitare nella complessa gestione di un'attività commerciale».

Il comunicato di Confesercenti

Questa mattina i dirigenti di Confesercenti e della Provincia di Parma si sono incontrati per informare e portare alla luce una norma regionale che sarebbe importante applicare sul nostro territorio per favorire commercianti e consumatori.
Si tratta dell'applicazione della DIFFIDA AMMINISTRATIVA, Legge Regionale del 24.05.2013, una nuova disciplina che in caso di infrazione di pubblici esercizi, commercianti e artigiani prevede un avvertimento prima di passare alla vera e propria sanzione.
La nuova disciplina stabilisce una procedura innovativa che prevede un invito formale a sanare un'eventuale posizione irregolare, entro un preciso limite di tempo, prima di attuare procedimenti sanzionatori. Attualmente non è ancora stata applicata nei Comuni di Parma e provincia per questo motivo Confesercenti si è fatta portavoce di questa norma perché possa divenire uno strumento effettivo e di aiuto a imprese e commercianti.
«E' importante che i Comuni di Parma e provincia interpretino questa norma come una modalità di concreto ausilio per gli operatori e la rendano effettiva anche sul nostro territorio» ha evidenziato Pier Luigi Ferrari, Vicepresidente della Provincia di Parma e Assessore alle Attività Produttive.
«Un atto di civiltà che aiuta le imprese a mettersi in regola senza essere immediatamente multate con sanzioni insostenibili – ha dichiarato il direttore di Confesercenti Luca Vedrini - Si tratta per lo più di irregolarità dovute a dimenticanze o a un eccesso di regolamentazione che a volte può causare lacune nella sua piena attuazione. Grazie a questa norma gli esercizi hanno un tempo prestabilito per conformarsi alla regola, dopodiché si passa alla sanzione vera e propria».
Un modo efficace di responsabilizzare le imprese e una garanzia in più anche per i consumatori sull'effettivo adeguamento alle regole da parte degli esercenti.
«Abbiamo voluto portare all'attenzione delle amministrazioni questa legge perché riteniamo essere, insieme alle semplificazioni burocratiche che da tempo portiamo avanti, un sostegno importante alle piccole e medie imprese per aiutarle in questo momento di grave difficoltà e chiediamo che venga applicata a Parma e provincia. La Regione ha dato questo strumento importante: attiviamolo!» ha concluso Stefano Cantoni, funzionario Confesercenti Parma.
La diffida è valida una sola volta per lo stesso tipo di irregolarità e si applica per lo più per sanzioni amministrative come ad esempio l'esposizione della cartellonistica, le fioriere e occupazione suolo pubblico, comunicazione di orari o apertura ecc. non per casi di attività svolte senza autorizzazione, licenza, concessione, permesso o nulla osta.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

3commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

parodia con Parma/Karma canzone vincitrice sanremo

parodia

Si sorride con il prosciutto di Parma in "salsa" Occidentali's Karma Video

Aereo intercettato sui cieli della Germania

germania

Il pilota non risponde: volo di linea scortato da jet da guerra

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Sexy allenamento di Jessica Immobile: boom di clic 

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Finto malato e assenteista, infermiere condannato

CORTE DEI CONTI

Finto malato e assenteista, infermiere condannato

Sicurezza

Blitz nelle cattedrali del degrado

FISCO

Condomini, è guerra contro le scadenze impossibili

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

A TEATRO

«Mar del Plata», il rugby contro la dittatura

Fidenza

Concari, quando la medicina è una missione

Salso

Righe blu, e la mezz'ora gratis?

CCV

Ventuno progetti per Parma

calcio

Cerri, che gioia il gol in A

Collecchio

Rapina alla Cariparma: giallo sui colpi di arma da fuoco. Video: l'arresto dei ladri

Il servizio del Tg Parma: la testimonianza di un giovane - Video

CULTURA

Tahar Ben Jelloun a Parma: "Più educazione per sconfiggere l'Isis"

Palazzo del Governatore gremito

anteprima GAZZETTA

Pomeriggio di paura a Collecchio Video

GAZZAREPORTER

Degrado in Oltretorrente Foto

Un lettore racconta con le immagini una passeggiata abortita

LEGA PRO

Parma- Samb 4-2: il film del match Video

Via Mazzini

Le baby gang fanno paura: negozianti sotto assedio

11commenti

Parma

Trasporti, gara a BusItalia. Tep all'attacco: "Verificheremo se l'assegnazione è legittima"

Offerte eccessivamente al ribasso - dice la Tep - possono poi avere pesantissime ripercussioni sul servizio, sugli utenti e sui lavoratori

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

4commenti

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

SINISTRA

Dal Pci a Sel, la storia delle scissioni Video

Cremona

Napalm artigianale per incendiare la discoteca "rivale": denunciati due giovani

1commento

SOCIETA'

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

1commento

IL CINEFILO

Ecco due film "Molto belli" Video

SPORT

Vietnam

Rigore inesistente: la squadra resta immobile per protesta

ATLETICA

"Ayo" Folorunso vince i 400: guarda la straordinaria rimonta Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

nuovo kit

Mercedes Classe A Next, un passo più avanti