-2°

Maltempo

Corniglio: preoccupazione per la frana di Curatico, chiusa la strada comunale di Signatico

Si alza il livello dei torrenti, ponte di Sorbolo chiuso per alcune ore nella notte

Foto di Anna Rita Melegari

Il torrente Parma ingrossato

Ricevi gratis le news
1

Il maltempo continua a creare problemi nel Parmense.
Dopo gli interventi di ieri in località Rividulano, nel Cornigliese desta preoccupazione la frana di Curatico, che rischia di inghiottire la strada comunale in direzione Signatico. Da stamattina questa strada è chiusa al traffico. 

Chiuse la Bedonia-Tornolo all'altezza di Anzola e la Calestano-Berceto a Casaselvatica, dove nei giorni scorsi è stata fatta saltare la guglia di pietra che incombeva sulla provinciale. 

A Sorbolo, il ponte sull'Enza è stato chiuso per alcune ore nella notte, fra le 23,30 circa e le 4. Questa mattina il livello del torrente è sceso e non ci sono problemi per la viabilità: il ponte è aperto. 

 

IL PO E' SOTTO CONTROLLO. Le precipitazioni degli ultimi giorni e l’apporto di diversi affluenti "hanno provocato un innalzamento dei livelli del fiume Po nel suo corso mediano e terminale, da Casalmaggiore fino al Delta". La piena si mantiene su livelli di ordinaria criticità (tra il livello 1 e il livello 2 di criticità) da Casalmaggiore verso valle, mentre nelle aree a monte si attesta per il momento su livelli di criticità assente. Lo rileva l’Agenzia interregionale per il fiume Po (Aipo), che prevede una conferma della piena su livelli di criticità ordinaria anche nei prossimi giorni. Il colmo dovrebbe transitare all’idrometro di Boretto domani mattina e a quello di Borgoforte nel pomeriggio/sera di domani.
L'Aipo raccomanda prudenza e attenzione nelle aree golenali aperte, che potranno essere interessate dalla presenza di acqua, e in generale nelle aree prossime al fiume. La situazione è monitorata dalla sala centrale del servizio di piena di Aipo a Parma e dai tecnici sul territorio, in collaborazione con tutti gli enti interessati. Nel frattempo, continua il massimo sforzo dei tecnici Aipo nelle operazioni di chiusura della falla apertasi lungo l’argine del Secchia a nord di Modena.



Maltempo nel Parmense: la cronaca di domenica 19 gennaio 

Il maltempo che imperversa sul Nord Italia - dove si contano danni e dispersi - ha colpito anche il Parmense. 

 

Attorno alle 19,15 la provinciale Tizzano-Corniglio è stata chiusa - per essere riaperta circa due ore dopo - nel tratto che porta a Carobbio. In località Rividulano (Corniglio) piante sono cadute sui cavi dell'alta tensione. I tecnici dell'Enel sono intervenuti e il tratto di strada è stato riaperto attorno alle 21. 
La zona resta comunque monitorata anche per controllare una frana a monte. 

Sabato sera due sottopassi sono stati chiusi a Parma, in tangenziale sud (all'altezza di via Budellungo) e fra tangenziale nord e via Emilia Ovest: la riapertura è avvenuta solo nelle prime ore della domenica. 

Ponte sull'Enza chiuso per alcune ore a Sorbolo, dopo un innalzamento del torrente oltre gli 11 metri. «Sott'acqua» nel paese della Bassa i giardinetti.
Anche il torrente Parma si è ingrossato. 

Intanto la Bonifica dell'Emilia Centrale fa sapere di aver acceso altre quattro idrovore, oltre a quelle attivate nella notte fra sabato e domenica, in tre province.
Dice il comunicato della Bonifica: 

E’ fortissima piovosità in corso anche da oltre 24 ore in diverse zone delle province di Reggio, Modena e Parma. Al Cerreto, ad esempio, da inizio evento ad ora (18,30 di domenica, ndr) sono caduti ben 271 mm di pioggia, 66 a Castelnovo Monti, 38 a Reggio Emilia. In poche ore, per altro, in diverse zone si è assistiti a rovesci temporaleschi anche sulle zone di pianura tra Modena e Reggio facendo registrare piogge nell'ordine di 40 – 50 millimetri in poche ore. La piovosità dell’Appennino ha contribuito a generare le piene di Enza e di Secchia, quella di pianura a riempire i canali di scolo “di un vastissimo comprensorio – spiega Marino Zani, presidente dell’ente consortile – che è al di sotto del livello degli argini e necessita del lavoro dell’uomo per potere restare al sicuro. Purtroppo la mancanza di freddo e di neve sta causando questa vastissima discesa dell’acqua a valle contribuendo a ingrossare fiumi e canali. L’acqua di pianura solo con idrovore e persone possiamo allontanarla. Ringrazio tutto il personale che, a partire dalla notte di sabato, si è attivato”.

Sono una ventina le persone al lavoro in queste ore. “Infatti – entra nel dettaglio Domenico Turazza, direttore del Consorzio - gli effetti sulla rete scolante dei canali consortili sono stati immediatamente percepiti ed è stato necessario attivare due idrovore al Torrione a Gualtieri, e ben otto pompe a San Siro, in Comune di San Benedetto Po. In serata si sono accese anche due a Mondine (Moglia) e due a Boretto. Questo perché continua a piovere e le previsioni non promettono nulla di buono: in vista della notte dobbiamo allontanare più acqua possibile. Complessivamente il volume sollevato corrisponde all'incirca a 150 metri cubi al secondo; ogni ora allontaniamo 540 milioni di litri d’acqua dal comprensorio”.
Il personale della bonifica è all’opera presso la sede di Reggio Emilia - dove ha sede la centrale operativa del telecontrollo, e presso i principali nodi idraulici, dove si sta seguendo l'evolversi della piena dalla prime ore di questa mattina e, in alcuni casi, dalla notte appena trascorsa”. Solidarietà al limitrofo comprensorio del Consorzio di Bonifica del Burana, in queste ore gravemente colpito dalla rottura dell’argine destro del Secchia che ha causato inondazione a Modena e Bastiglia. 
Il servizio del TgParma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Selene

    20 Gennaio @ 13.00

    Un piccolo ma spero utile suggerimento a chi ha l'incombenza e la responsabilità di chiudere il ponte di Sorbolo per emergenze: mettere magari un cartello sulla provinciale per Sorbolo appena fuori Parma in modo che il grosso del traffico di Parma possa scegliere fin da subito quale strada prendere invece di dover poi fare la "comoda" deviazione su strade arginali molto confortevoli.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

6commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

PADOVA

Azienda non riusciva a trovare 70 operai: dopo l'appello 5mila domande

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPORT

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande