21°

Parma

Torna il blocco del traffico del giovedì

Limiti alla circolazione entro i viali di circonvallazione

Torna il blocco del traffico del giovedì
Ricevi gratis le news
13

Ritorna il blocco del traffico del giovedì, dalle 8,30 alle 18,30 del 23 gennaio, entro i viali di circonvallazione. Il divieto è esteso alla auto Euro 3 ed Euro 4. Il provvedimento rientra nell’ambito delle azioni messe in atto in base all’accordo di programma siglato tra Comune di Parma e Regione Emilia Romagna volto a tutelare la salute pubblica con particolare riferimento alla qualità dell’aria. 

L’anello interessato alla chiusura è compreso all’interno dell’area delimitata dalle seguenti strade: viale Bottego, Barriera Garibaldi, viale Mentana, Barriera della Repubblica, viale San Michele, piazza Risorgimento, stradone Martiri della Libertà, viale Berenini, Ponte Italia, piazza Marsala, viale Caprera, piazzale Barbieri, viale Vittoria, piazzale Santa Croce, via Kennedy, viale Pasini, viale Piacenza e ponte delle Nazioni.

Si potrà usufruire dei parcheggi Toschi e Goito, percorrendo via IV Novembre, viale Toschi, viale Berenini, via Camillo Rondani e borgo Salnitrara.

LE DEROGHE PRINCIPALI. Anche per il blocco di giovedì 23 gennaio valgono le seguenti deroghe:
Car pooling – è prevista la possibilità di circolare per i mezzi con a bordo 3 persone se omologati a 4 o più posti, e con almeno 2 persone se omologati a 2/3 posti. Via libera alla circolazione per i veicoli alimentati a metano/gpl. Possono circolare gli autoveicoli ad alimentazione elettrica o ibrida. Car sharing - E’ consentito l’utilizzo dell’auto condivisa e vale la deroga per gli ultra settantenni.

Circolazione ammessa anche per i mezzi di emergenza e di soccorso, oltre ai mezzi di per la sicurezza pubblica, taxi, gli autoveicoli diretti ad alberghi della città, mezzi ufficialmente adibiti al trasporto dei portatori di handicap e mezzi privati con a bordo portatori di handicap in possesso di apposito contrassegno.

Sanzioni. In caso d’inosservanza delle disposizioni dei provvedimenti è prevista la sanzione amministrativa di 163 euro, con la possibilità di beneficiare di una riduzione della multa pari al 30%. pagando la multa entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notificazione del verbale della violazione al codice della strada che prevede il pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria. 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • xxl

    23 Gennaio @ 18.38

    nilus75

    ieri sul sito del corriere c'era un articolo sulle micropolveri in pianura e un esperto diceva che i blocchi alle auto non servono a nulla... allora perchè continuare??? solo per rendere ancora più difficile la vita dei cittadini o forse è per fare cassa nei giorni in cui c'è poco traffico e quindi si incassa meno?

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    23 Gennaio @ 16.55

    @Marialuigia: perchè è limitato anche l'assessore, che riconosce che il provvedimento è assolutamente inutile, ma non ha il coraggio di rinunciare alle sovvenzioni regionali...

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Gennaio @ 15.31

    LA DOMANDA , POSTA IN QUESTI TERMINI E SENZA MALIZIOSI SOTTINTESI , E' RAGIONEVOLE . Allora bisognerebbe cominciare verificando se la premessa è vera , cioè se la differenza dei dati dell' inquinamento dell' aria a Parma rispetto alle altre Città , è costante e statisticamente significativa , e non aneddotica. E' un lavoro relativamente lungo perchè bisognerebbe analizzare i dati di tutta la Regione per un congruo periodo di tempo, ed omologare le diverse variabili . Non so se si potrà riuscire ad arrivare ad una risposta conclusiva.

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    23 Gennaio @ 13.50

    @marialuigia è semplicissimo da spiegare: perché siamo amministrati da persone che non arrivano a capirlo, o se ci arrivano, preferiscono continuare con i provvedimenti INUTILI, pur di non perdere le sovvenzioni regionali.

    Rispondi

  • tiziana

    23 Gennaio @ 12.57

    No , la mia domanda non sottintende nessuna risposta. Mi chiedo veramente perché proprio Parma sia la città più inquinata della Emilia Romagna e non solo. Spessissimo i valori sono più alti di quelli riscontrati a Milano. Consideriamo anche che la centralina di riferimento per il traffico urbano è rimasta quella di Via Montebello, non più quindi quella posizionata in una strada a ben più alta congestione di traffico. L'autostrada e la via Emilia sono ugualmente tangenti e secanti le città emiliane. Allora, ripeto, da dove arriva la PARTICOLARE criticità di Parma? Forse potremmo partire da questa domanda per poter affrontare in modo costruttivo questo enorme problema che potrà solo aumentare nei prossimi anni.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza

PGN FESTE

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Stop ai disel euro 4 ed altre misure emergenza per la qualità dell'aria da domani venerdì 20 fino a lunedì 23 ottobre

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi

6commenti

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

1commento

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

tg parma

Prostituzione, arrestato un rumeno ricercato

Fermato in patria, indagato a Parma

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

1commento

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

3commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

4commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

LUTTO

In duomo a Fidenza l'ultimo saluto a Luca Moroni

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

1commento

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

salute

L'Università di Parma studia la chirurgia contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

2commenti

Parma Marathon

Raccolta fondi per la famiglia del runner morto

Un'iniziativa per i familiari di Luigi Liuzzi

AIDEPI

Paolo Barilla: "Industria bistrattata per debolezza politica"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

NOSTRE INIZIATIVE

Da oggi le foto di tutti i remigini delle scuole di città e provincia

ITALIA/MONDO

MODENA

Otto anni all'aggressore del primario Tondi

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

Tg Parma

Affare Parma - Desports: la Cina apre gli investimenti esteri Video

PARMA

Tra i premiati Sport Civiltà nomi noti e giovani promesse Video

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

MOTORI

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compattodi Seat in 5 mosse Foto

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»