21°

31°

Tv Parma

Servizi educativi e tariffe. È scontro anche in tv

Confronto fra rappresentanti delle famiglie e della Giunta comunale. Acceso dibattito ad Agorà sui costi di nidi e materne

La trasmissione di Agorà di ieri sera si è parlato di asili

La trasmissione di Agorà di ieri sera si è parlato di asili

14

 

Risorse pubbliche che scarseggiano, famiglie che fanno sempre più fatica ad arrivare a fine mese. E anche a permettersi di mandare i figli al nido e all'asilo. Si è parlato di servizi educativi comunali e di relativi costi ieri sera su Tv Parma ad «Agorà», la trasmissione di approfondimento condotta da Luca Sommi, in cui è andato in onda lo scontro fra i rappresentanti delle famiglie e dell'opposizione e, dall'altra parte, della giunta comunale.
Filippo Bertozzi e Massimo Armillotta, del Comitato delle famiglie di Parma, hanno parlato di «sopruso» a proposito dell'abolizione del quoziente Parma, che permetteva di ridurre le rette: un'abolizione avvenuta «contrariamente a quanto promesso nel programma del sindaco». Hanno replicato il vicesindaco Nicoletta Paci e l'assessore ai Servizi sociali Laura Rossi. «Il Comune la sua parte la fa - ha detto la Paci -. Il quoziente Parma è un vantaggio economico che purtroppo può cessare nel momento in cui non si è più in grado di sostenerlo. Il Comune sostiene comunque il 75% della spesa complessiva delle rette, alle famiglie resta il 25%. La tariffe sono aumentate perché l'alternativa sarebbe stata quella di chiudere alcuni servizi. E comunque ricordo che per i redditi più bassi molti hanno avuto una leggera diminuzione delle tariffe».
«Capiamo le esigenze delle famiglie che fanno fatica ad arrivare a fine mese - ha detto la Rossi - ma dobbiamo ricordarci che le risorse sono limitate e che dobbiamo sostenere anche famiglie in situazioni di vera e propria povertà e famiglie in situazioni di disperazione totale».........L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

Guarda la puntata di Agorà

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo Bertozzi

    30 Gennaio @ 22.19

    @maurizio: se e' come dici, concordo. Anche sulla tua chiosa, anche se non mi sembra particolarmente attinente a quello di cui si sta discutendo.

    Rispondi

  • Maurizio

    30 Gennaio @ 19.06

    Filippo, quei soldi non riguardano la promozione di un servizio, riguardano l'implementazione del servizio stesso, nuove postazioni, nuovi mezzi ed evidentemente se è un servizio che funziona è giusto che lo si ampli. Le soluzioni a mio parere per uscire sono solo la piazza, a noi manca il senso civico, per una sciochezza all'estero, parlando di paesi evoluti e democratici come noi ci deifniamo, tutti si dimettono, quì tra assoluzioni, cumuli di poltrone, nessuno si fa da parte e se uno lo fa ecco che gli si da un'altra poltrona, sempre le stesse persone e sempre lo stesso magna magna

    Rispondi

  • bichouk

    29 Gennaio @ 21.46

    Penso invece che l'analisi di Filippo sia perfetta..il problema che se il servizio andrà avanti in questo modo per altri tre anni è destinato ad implodere:le rette per le coppie che lavorano sono insostenibili e maggiori in molti casi di quelle delle strutture private,per le coppie nullafacenti, che inspiegabilmente hanno la priorità nelle graduatorie d'accesso,le rette sono irrisorie e spesso non pagate con regolarita...morale:quelli che pagherebbero vengono tagliati fuori così le entrate diminuiranno inesorabilmente..

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    29 Gennaio @ 20.51

    @maurizio: 1) la notizia dei 140.000€ per il mktg e la comunicazione del car sharing era riportata, senza successive smentite, in un articolo della Gazzetta di inizio gennaio; 2) sulla Scuola Europea, se non ricordo male non era solo una denuncia della minoranza, ma anche degli amministratori della partecipata del comune in carico della questione che, a seguito della mancata ratifica del loro accordo da parte di Pizzarotti, si sono dimessi; 3) chi non ha consegnato i documenti necessari per ottenere le agevolazioni non ha scuse, e io non gliele ho mai date, ne' li ho mai citati, pur non credendo che siano tanti come dici tu; 4) io non ho mai scritto (leggi meglio) che gli amministratori hanno detto che le famiglie numerose devono arrangiarsi: e' un dato di fatto, visto che hanno azzerato tutte le agevolazioni; 5) io di soluzioni in tasca non ne ho, non sta a me averne visto che non mi sono candidato al governo di niente, ma comunque ritengo che l'abolizione dell'imu che pagavano i proprietari, per introdurre la trasi (o come si chiama) che pagheranno anche gli inquilini, e' stata una vera porcata (un sentito ringraziamento ai parlamentari del governo attuale che l'hanno votata: sicuramente, come dici tu, costringera' i comuni ad alzare ulteriormente le tasse o le tariffe)

    Rispondi

  • Maurizio

    29 Gennaio @ 17.22

    Filippo, la parola comunicare è diversa dalla parola destinare, che siano stati spesi 140 mila euro di comunicazione per il carsharing è una tua invenzione, poi per quanto riguarda la scuola europea bisognerebbe anche spiegare il motivo per cui sono stati spesi, se chi vi era prima ha iniziato a far costruire senza copertura economica è lui il colpevole non gli altri, è stato raccontato di inerzia amministrativa perché lo ha detto un consigliere di minoranza senza provare nulla e senza rendere pubblici i documenti che aveva promesso di rendere pubblici. Sul discorso scec hai ragione da vendere, senza contare il fatto che nonostante sulla carta sia un’operazione lodevole, in pratica si traduce in un assist a chi volesse truffare tanta gente. Sono esperti di internet? Bene potevano inviare sconti via mail coinvolgendo i dipendenti comunali, facendo tutto in casa senza bisogno di promuovere nulla. Non ho sentito poi una parola sul fatto che tanti si lamentano perché pagano la retta piena ma dimenticano di dire che non hanno consegnato la documentazione isee per avere gli sconti, scusa ma se io ho diritto a pagare meno e non consegno i documenti sono cavoli miei se pago al massimo, non posso pretendere che il comune sappia quanto guadagno. Per il resto mi sembra che si chieda senza ascoltare e questo si vede da tuoi numerosi punti dove fantastichi che gli amministratori avrebbero detto che chi ha tanti figli deve arrangiarsi in sostanza. Poi visto che tu hai la soluzione in tasca potresti spiegare dove si andranno a recuperare le minori entrate da trasferimenti in futuro? Te lo dico io, dall’aumento delle tasse sulla casa (prima e sconda, altro che imu abolita…) fino ad uno 0,8….

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpa italiana inguaia Ivanka,dal giudice per plagio

GOSSIP

Scarpa italiana inguaia Ivanka, dal giudice per plagio

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie

gossip parmigiano

Elisabetta Gregoraci al Win City fa il pieno di selfie Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

La presentazione dei volumi in vendita in abbinamento con la Gazzetta di Parma

NOSTRE INIZIATIVE

Da ovest a est il meglio degli itinerari in montagna

Lealtrenotizie

Registrato un caso di chikungunya in città: disinfestazione in corso

sanità

Un caso di chikungunya in città: disinfestazione in corso in due vie Video

degrado

Maxi raid vandalico in via Toscana con il catrame: vetrine e auto imbrattate, gomme tagliate anche alle bici

3commenti

polizia

Furto al Bar Squisjto ad Alberi di Vigatto

VIOLENZA

Ancora risse davanti alla stazione

4commenti

polizia

Torna all'Esselunga per un altro furto (di supercalcolici): denunciato un 22enne

2commenti

L'AGENDA

Una domenica da vivere nella nostra provincia

Noceto

Addio a Petrini, titolare dell'Aquila Romana

MAMIANO

I padroni sono alla sagra di San Giovanni, e i ladri tentano il colpo

CRIMINALITA

Monticelli, automobilista insegue gli scippatori in viale Marconi

1commento

Sant'Ilario d’Enza

Ladro aveva in auto del parmigiano rubato, sarà donato alla Caritas

Notato dai Cc vicino a supermarket, aveva precedente specifico

1commento

SERIE B

Mercato: Lucarelli domani annuncia il suo futuro

Bedonia

Fontane chiuse, scoppia la polemica

DRAMMA DI TORINO

Panico collettivo: parla la psicologa

Presentazione

Croce rossa, un secolo e mezzo in un libro

Abitudini

Auricolari, quando il rischio si corre a piedi

1commento

baseball

Parma concede il bis: è doppietta contro il Novara

Finisce 3-1: lanciatore vincente Rivera, salvezza per Santana, 3 su 4 di Deotto. La corsa per i play off continua

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Il partito dell'astensione e del disinteresse

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

caldo

Al Nord arrivano i temporali. Ieri caldo percepito 49° a Ferrara (41° a Parma)

gran bretagna

Newcastle, auto su folla dopo preghiere, feriti

SOCIETA'

il disco

“Amused to death”, ha 25 anni il disco di Roger Waters

ferrovie

Lavori sulla Bologna-Rimini, sabato 24 e domenica 25. Ripercussione sui collegamenti con la Riviera Romagnola.

SPORT

Moto

Valentino Rossi da leggenda ad Assen, battuto Petrucci

CALCIO

Gli azzurrini battono la Germania e volano in semifinale

MOTORI

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande

MINI SUV

Citroën: C3 Aircross in tre mosse