21°

focus

Nidi e materne, che salasso le rette massime

Per le fasce intermedie agevolazioni in linea con quelle dei capoluoghi di provincia vicini

Nidi e materne, che salasso le rette massime
44

 

Il «caro-retta» per gli asili nido e le scuole per l'infanzia nel comune di Parma fa molto discutere nelle ultime settimane, soprattutto da quando sono arrivate le prime bollette che hanno reso operativi gli aumenti decisi dalla giunta Pizzarotti lo scorso anno. Incrementi che, soprattutto nel caso delle scuole per l'infanzia, hanno di fatto raddoppiato l'onere mensile a carico delle famiglie cui viene applicata la retta massima, che di certo in molti casi non possono essere definite ricche. 

E allora siamo andati a confrontare le rette con quelle applicate nelle città capoluogo a noi più vicine. E il paragone un primo risultato lo dà subito: le tariffe massime che da quest'anno vengono applicate nei nidi e nelle materne comunali di Parma sono le più alte in assoluto fra quelle delle città vicine a noi. Un «primato» che Parma ha conquistato da quest'anno, e che invece in passato non aveva mai avuto. Più articolato è invece il discorso se si guarda ai vari scaglioni tariffari, che sono attivati in modo molto diverso da comune a comune, anche se sostanzialmente all'interno delle varie fasce del cosiddetto reddito Isee (Indicatore situazione economica equivalente) non ci sono forti differenziazioni...........................L'inchiesta sulla Gazzetta di Parma in edicola

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio

    04 Febbraio @ 08.08

    Beh veramente parli di 140 mila euro di marketing sprecati dall’amministrazione pizzarotti per promuovere il bike sharing quindi non è proprio un’accusa corretta e quando avrai tempo di leggere tutto vedrai che il progetto tra l’altro, se è lo stesso, è stato implementato ma capisco che bisogna tirare acqua al proprio mulino e la colpa non è tua ma di chi ha scritto una cosa palesemente errata, il giornalista non sei tu, o almeno anche se lo fossi l’articolo non è tuo. Appunto poi ha fatto una cavolata a lasciar cadere quei finanziamenti magari avrà anche capito di aver fatto una stupidata anche perché poi il progetto finanziato lasciato cadere (ma se non ricordo male ci furono mancanze anche durante la gestione Ciclosi, uno che sembra non abbia lavorato particolarmente nell’interesse della città) mi pare lo abbia ripreso anche se non so con quali fondi. Concludo andando fuori tema, se c’è una persona che dovrebbe avercela con pizzarotti quella sarei io perché con le precedenti giunte per lavoro mangiavo od organizzavo cose dove non pagavo mai, dove loro non pagavano ma pagavate voi cittadini di Parma, invece adesso le cose sono cambiate, vedi sindaco e assessori che vengono loro a pagare di tasca propria, ecco un’altra cosa che da fastidio a molti, non si riesce più a guadagnare, poco tra l’altro, come una volta…

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    03 Febbraio @ 22.28

    @maurizio: adesso sto partendo per lavoro e non ho tempo di andarmi a spulciare delibere e determine, ma ti ringrazio per le fonti. Visto che pero' io non avevo sindacato sul fatto che il progetto partisse da Pizzarotti piuttosto che da Vignali (e che, tra l'altro, se non ricordo male, mi pare che Pizzarotti avesse proprio gia' "sprecato" come dici tu fondi ministeriali per un progetto di colonnine di rifornimento per le auto elettriche...), allora mi confermi che i 140.000€ di mkgt e comunicazione, che io riportavo e che secondo te mi ero inventato dal nulla, esistono?!

    Rispondi

  • Maurizio

    03 Febbraio @ 17.22

    Guarda ti do il link del comune di parma dell’ultima delibera da consiglio (http://www.comune.parma.it/notizie/news/MOBILIT%C3%80+E+TRASPORTI/2014-01-02/Linstallazione-approvata-dalla-Giunta-con-una-spesa-prevista-di-216000-euro.aspx), ecco che non sono soldi cittadini ma del ministero che parma avrebbe altrimenti perso (comunque sempre colpa dell’amministrazione, se avessero perso i fondi ecco levarsi le accuse di incompetenza) ma soprattutto che pizzarotti non ha fatto nulla di nuovo perché è un progetto vecchio di qualche anno che va a compimento. Se poi vuoi proprio ritrovare i 140 mila euro di marketing in merito puoi benissimo andarti a leggere la determina dirigenziale 1525 del dicembre 2012 dove potrai leggere tutti i passi e si scoprirà che il progetto parte da lontano quando pizzarotti non era nemmeno sindaco e probabilmente non pensava nemmeno a candidarsi, vignali era ancora in carica e nulla si sapeva degli scandali, si scopre poi che al dicembre 2012 il comune ha incassato dei soldi per quel progetto, secondo te meglio investirli in altro? Ma soprattutto, si sarebbero potuti utilizzare per altri scopi? La differenza alla fine sta su quel che si legge, a mio parere ha ancora maggior valore un documento ufficiale rispetto ad un articolo di un giornalista

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    03 Febbraio @ 12.31

    @Maurizio: l'ho trovato, ma non grazie ai tuoi arguti suggerimenti, visto che una semplice ricerca su google, sul sito della GdP e su quello del Comune l'avevo già fatta, senza risultati. Non perché non ci fosse, ma perché non si trattava di car, ma bensì di bike sharing: mi ero confuso, ma la sostanza non cambia. Comunque, visto che non mi piace esser contraddetto da chi, per portare acqua al suo mulino, continua imperterrito a far finta di non capire che MAI, prima del dibattito televisivo della settimana scorsa, nessuno dell'attuale giunta aveva ammesso che di fatto le rette erano aumentate per tutti (anziché solo per gli ISEE oltre i 36.000€), cito testualmente l'articolo uscito sulla GdP il 5/1/14, a firma r.c. e titolato "Rette degli asili: Agnetti replica ai 5 Stelle": "...Ho appreso infatti da un servizio trasmesso su TV Parma che per le nuove postazioni di bike sharing in città sarebbe prevista una spesa di 140.000 euro "per attività di comunicazione e marketing"". La notizia, inserita in uno scambio di opinioni tra Agnetti e l'attuale giunta, non mi risulta esser stata smentita (come sarebbe senz'altro successo se non veritiera): quindi lascio ai lettori il giudizio su chi, fra noi due, riesce a comprendere quello che legge. PS: adesso che ti sei chiarito, almeno siamo allineati sul blocco del traffico...

    Rispondi

  • Maurizio

    03 Febbraio @ 10.12

    Se blocco dev’essere che valga per tutti ma non per i residenti che non possono uscire di casa non vuol dire che io sia d’accordo perché ho sempre detto ovunque che i blocchi sono inutili, che si deve agire sui riscaldamenti a gasolio veri responsabili dell’inquinamento (infatti i valori di pm10 si registrano in via monte bello dove ci sono tanti condomini con riscaldamento centralizzato a gasolio e dove spesso in inverno si sta in maglietta corta in casa perché c’è troppo caldo, di contro ci sono anche casi di bambini che si ammalano facilmente causa temperature alte in casa), che si fanno solo per prendere soldi dalla regione così come afferma questa amministrazione. Riguardo gli asili a me cambia poco perché io purtroppo sono in un altro comune, se fossi a parma pagherei meno, ho un isee molto basso (reale, calcolato con tutti i risparmi, appartamento di proprietà, mutuo, 2 stipendi normali) ma pago di più e non mi lamento formando comitati e scrivendo, anche insultando, come si usa fare adesso dove addirittura un dipendente comunale unico iscritto di un sindacato si permette di scrivere parlando di disagi facendo credere che i problemi coinvolgano tutti…. Tu non puoi dire che gli aumenti sono stati negati quando in occasione di questi aumenti un assessore ha affermato che ci sono stati, capisci adesso? Riguardo l’articolo è facile trovarlo, scrivi se non sul sito gazzetta anche su google le parole “aumento postazioni car scharing gazzetta di parma” e troverai l’articolo desiderato…. Forse è impossibile da trovare perché non esiste nei termini in cui lo interpreti tu

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito"

gossip

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito" Foto

Le 10 foto con più like nella storia di Instagram

social

Le 10 foto con più like nella storia di Instagram: dominio Beyoncé e Selena Gomez 

Scocca l'ora di nove bellissime 50enni:  Cindy Crawford

L'INDISCRETO

Riuscireste a dire di no a queste nove bellissime 50enni?

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Pedone investito in via Spezia: è grave

incidente

Pedone investito in via Spezia: è grave

Lutto

Trovato morto in casa l'avvocato Alberto Quaini

36a giornata

Super Santarcangelo, Feralpi incredibile rimonta (sulla Reggiana). Foggia in B

Sprint secondo posto: domani Albinoleffe-Pordenone e Padova-Ancona (ore 20.30) e Parma-Sudtirol (ore 20.45)

eventi

Mostra del fumetto: il Wopa come...Wonderland Gallery

cibo on the road

Castle Street Food, continua l'assedio a Fontanellato Gallery

lega pro

D'Aversa: "Ora deve tornare a scattare la scintilla dell'entusiasmo" Video

1commento

FORNOVO

Pochi iscritti alle elementari, è polemica

LANGHIRANO

Il comandante dei vigili: «Massese pattugliata»

3commenti

gazzareporter

Un lettore: "Ma i vigili controlleranno anche le Harley Davidson?"

2commenti

SORBOLO

Quegli attori anti-truffa che educano i cittadini

Finto carabiniere

Truffati altri due anziani

l'agenda

Una domenica tra feste di primavera, aquiloni e treni storici

Lavori pubblici

Ecco il rinato «Lauro Grossi»

EMILIAMBIENTE

Massari: «Piena fiducia nel cda»

cadute

Incidenti in moto a Noceto e Berceto, grave una 46enne di Salso Video

Sanità

Visite «bucate», arrivano le prime multe

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

I vecchi partiti? Meglio di oggi

2commenti

EDITORIALE

Francia: l'Isis cerca di dirottare il voto

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

televisione

Addio a Erin Moran, "Sottiletta" Joanie di Happy Days Videoricordo

1commento

nairobi

Difende gli animali, spari contro la scrittrice Kuki Gallmann: ferita

WEEKEND

VIDEO

Il ghepardo attacca la turista e cerca di azzannarla

foto dei lettori

Aspettando la 1000 Miglia: lo sguardo di Paolo Gandolfi Foto

SPORT

tragico schianto

Incidente mortale: addio al rugbysta Andrea Balloni

calcio

Dramma per Vidal: cognato ucciso a colpi di pistola alla testa

MOTORI

TOP10

Auto: il lusso delle limited edition

ANTEPRIMA

Audi e-tron Sportback Concept, nel 2019 il Suv-coupé "digitale"