20°

Parma

Crac Parmalat, l'ex segretario di Tanzi: "Soldi in busta chiusa ai politici"

Crac Parmalat, l'ex segretario di Tanzi: "Soldi in busta chiusa ai politici"
Ricevi gratis le news
3

 «Consegnavo i soldi in busta chiusa, conoscevo il destinatario ma non sapevo se quei soldi provenissero da Calisto Tanzi oppure da Parmalat». Così Pier Giovanni Tanzi, suo ex segretario ma non suo parente, nel corso del processo Parmalat contro gli amministratori e sindaci accusati del crac del 2003.
Pier Giovanni Tanzi ha raccontato di aver consegnato soldi a esponenti politici di ogni partito, 50.000 euro a Romano Prodi, 20.000 euro a Renzo Lusetti «pagati attraverso un suo uomo». Altri soldi sono arrivati a politici parmigiani, tra cui l’ex sindaco Elvio Ubaldi, che ha ricevuto un finanziamento di circa 20 milioni di lire che li iscrisse a bilancio della lista civica Civiltà parmigiana. «Ottantamila euro nel 2003 furono consegnati a Romano Bernardoni, che per il Cavaliere Tanzi svolgeva compiti particolari, ad esempio teneva i contatti con i politici di Roma. In particolare con Gianni Alemanno, che ricordi io», ha detto l’ex segretario di Tanzi.
Al pm che gli chiedeva informazioni sulla società Eliair, creata da Tanzi per gestire i velivoli aziendali, Pier Giovanni Tanzi ha risposto di aver presieduto la società allo scopo di gestire i rapporti tra i piloti e la famiglia del patron di Parmalat. «Anni prima c'era stato un incidente che aveva coinvolto i figli del Cavaliere», ha spiegato Pier Giovanni Tanzi. L’Eliair era la società attraverso la quale Parmalat «offriva» tratte o voli gratuiti a personaggi dello spettacolo o della politica contravvenendo all’uso dei velivoli che avrebbe dovuto essere legato esclusivamente a ragioni aziendali. Tra le personalità che hanno viaggiato a spese del Cavaliere e di Parmalat c'è anche l’attuale sindaco di Roma Gianni Alemanno che, ha spiegato il segretario particolare di Tanzi, nel 2001 «andò a Reggio Emilia per farsi operare alla mano, con un volo pagato da Eliair».

Anche l’ex designatore arbitrale Paolo Casarin ha ricevuto una delle 'buste' che Calisto Tanzi, ex patron Parmalat, affidava per la consegna al suo segretario particolare. «All’epoca Casarin non era più designatore, ma svolgeva attività di consulenza per il Parma calcio», ha detto Pier Giovanni Tanzi in aula, spiegando che parte degli emolumenti pattuiti dalla società con Casarin venivano pagati in nero.
Nell’estate del 2003, a pochi mesi dal default di Parmalat, continuavano i voli a bordo dell’aereo privato che il cavaliere offriva ai suoi ospiti illustri. Tra questi anche Marco Rosi, ex presidente dell’Unione parmense degli industriali e titolare della Parmacotto, e la moglie dell’ex ministro Pietro Lunardi. Anche all’ex consigliere di Lunardi, Giovanni Paolo Bernini, e all’ex assessore allo Sport del Comune di Parma, Arturo Balestrieri, furono offerti soldi a sostegno delle rispettive attività politiche, così come adlessandro Duce. «Dieci milioni di lire a testa», ha spiegato Pier Giovanni Tanzi in aula. Secondo la Procura di Parma, Calisto Tanzi utilizzava i fondi del conto «valori bollati» per finanziare illecitamente partiti e uomini politici.

UBALDI: "ERANO CONTRIBUTI LEGALI A CIVILTA' PARMIGIANA, NON A ME" - Aveva già preso posizione nel 2004, Elvio Ubaldi, dopo che lo stesso Calisto Tanzi aveva inserito il suo nome tra i politici destinatari di finanziamenti. «Si è trattato - disse l'allora sindaco - di un contributo personale di Tanzi: qualche migliaio di euro che Piergiovanni Tanzi consegnò all'amministratore del mio movimento in modo del tutto regolare». E ieri Ubaldi ha spiegato: «Si ribadisce quanto a suo tempo già formalmente chiarito con gli inquirenti (e sostanzialmente riconfermato nell’udienza), e cioè che Calisto Tanzi, tramite il suddetto Piergiovanni Tanzi, diede in alcune occasioni suoi personali contributi ad un rappresentante del movimento di Civiltà Parmigiana, e non a Elvio Ubaldi. Tali contributi, avvenuti nei limiti di legge, furono regolarmente iscritti nel bilancio del Movimento».

CALISTO TANZI TORNA IN AULA A MILANO - PARMALAT: PROCESSO BANCHE; TANZI ATTESO IN AULA PER IL 6/5  – Calisto Tanzi, l’ex patron di Collecchio condannato dai giudici milanesi a 10 anni di carcere per aggiotaggio, verrà sentito il prossimo 6 maggio al processo Parmalat-banche in corso a Milano davanti alla seconda sezione penale del Tribunale.
 Tanzi è stato convocato nei giorni scorsi dalla Procura e verrà interrogato in qualità di testimone assistito nell’ambito del procedimento in cui sono imputati Deutsche Bank, Citigroup, Bank of America e Morgan Stanley Milan Branch, in base alla legge sulla responsabilità amministrativa degli enti, e alcuni loro funzionari ed ex dipendenti accusati di aggiotaggio.
Tanzi ha sempre sostenuto di essere corresponsabile, insieme alle banche, del crac della Parmalat.

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • roberto

    28 Aprile @ 01.17

    Sono un ingenuo: domanda: ma chi ha preso questi soldi hanno commesso un reato??? Oppure chi ha avuto, ha avuto e chi ha dato ha dato ha dato!!!

    Rispondi

  • Roberto

    28 Aprile @ 00.27

    A parma si mangia bene ma a roma si è sempre mangiato \" meglio \".. Insomma.. Un bel magna magna all\'italiana .. W la cucina italiana ;-)

    Rispondi

  • Luca

    27 Aprile @ 17.10

    Nooooo, Prodi?! Non l'avrei mai detto... :-)

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

IGERS

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrate le quote societarie di «Arte&Gusto»

VIA EMILIA EST

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrate le quote societarie di «Arte&Gusto»

2commenti

VIANINO

Furto all'alba nel supermercato

GAZZAREPORTER

Parma 2017, bello spettacolo Barriera Garibaldi...

4commenti

Euro Torri

Ruba una felpa e spacca una parete in cartongesso

Un giovane minorenne italiano

Via Bizzozzero

Auto pirata investe una bambina. Chi ha visto?

Appello della mamma della piccola

Incidente

Auto contro scooter a Fontevivo

Oltretorrente

«Ci riprendiamo il nostro quartiere: yoga in strada e biciclettate»

3commenti

Vandalismo

Strage di gomme in borgo Gazzola

1commento

COMUNE

Carte d'identità elettroniche, il trasporto per anziani e disabili

Appennino

Transumanza, lezione tra i monti per gli studenti del Bocchialini

FONTANELLATO

Riapre il box della torta fritta

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

7commenti

Comune

Sciopero generale di venerdì 27 ottobre, i servizi garantiti

ambiente

Prima l'acqua poi il vento, ma misure d'emergenza fino a giovedì

6commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

RUGBY

Doppia intervista: Minozzi e Giammarioli, «gemelli» azzurri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

3commenti

SPORT

GAZZAFUN

Lucarelli il migliore con l'Entella: consolida il primo posto

serie b

Le pagelle in dialetto

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

2commenti

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

L'UTILITARIA

Skoda Fabia Twin Color più ricca

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro