11°

Millecolori: "Braccio di ferro Iren-Comune, pagheranno solo i cittadini?"

L'associazione: "Da una parte i milioni di danni per la sospensione del cantiere, dall'altra quelli del ristoro ambientale: no ad aumentare le tariffe"

Millecolori: "Braccio di ferro Iren-Comune, pagheranno solo i cittadini?"
Ricevi gratis le news
1

 

"Il prossimo 27 febbraio è fissata la discussione al TAR di Parma della causa per il risarcimento dei danni pretesi da IREN per la sospensione dei lavori disposta nel luglio 2011 dal Comune di Parma." Parte da quella data l'associazione Millecolori per parlare della vicenda Iren-Comune in materia di inceneritore: da una parte la richiesta di danni di Iren al Comune per la sospensione del cantiere, dall'altra la richiesta di ristoro ambientale che potrebbe avanzare il Comune verso la multiutility nel caso arrivino i rifiuti extraprovinciale. E la domanda è: "Alla fine pagheranno solo i cittadini di Parma con l'aumento della tariffa?".
"La sospensione dei lavori - ricorda Millecolori nella nota - era stata disposta dall’amministrazione Vignali e poi dichiarata illegittima dal TAR.
Ricordiamo a tutti i frenetici contatti tra quella Amministrazione ed esponenti del CGR finalizzati anche a “confezionare” tale illegittima sospensione, contatti prima negati poi ammessi a seguito della pubblicazione di stralci di intercettazioni con il consigliere regionale Villani.
IREN, a seguito di quell’improvvida sospensione dei lavori, ha chiesto al Comune di Parma un rilevante risarcimento danni, si dice di circa 27 milioni di Euro.
In relazione a questo rischio di risarcimento, già da aprile dell’anno scorso avevamo invitato il Comune ed iREN a trovare un accordo senza penalizzare i cittadini di Parma, che di certo non hanno colpa per le azioni maldestre del precedente Sindaco, coadiuvato da Villani e dal GCR.
Da piazza Garibaldi era pervenuta una risposta piccata, affidata ai soliti guardiani della rivoluzione".
"Ora però i nodi sembrano venire al pettine, poiché il TAR dovrà decidere sull’eventuale risarcimento a carico del Comune (e relativo importo).- continua l'associazione - Ma pare profilarsi all’orizzonte un nuovo scenario.Nulla è certo, ma se nell’impianto di Parma dovessero trattarsi rifiuti extra provinciali, il Comune potrebbe richiedere ad IREN un rilevante ristoro ambientale per un importo che potrebbe “casualmente” avvicinarsi al risarcimento richiesto al TAR.
Non è chiaro se parte di tali somme verrebbe poi girata ad IREN. Fin qui la partita sembrerebbe regolare, anzi a vantaggio del Comune che incasserebbe somme e scongiurerebbe e/o ridurrebbe il pericolo o comunque l’entità dei danni, o comunque troverebbe le risorse per farvi fronte.
Così però non è!"
"La ragione è semplice - spiega Millecolori - : il ristoro ambientale costituirebbe per IREN un costo che, come tale, dovrebbe poi essere considerato nella determinazione della tariffa, con la conseguenza che quei milioni di euro diventerebbero una ulteriore gabella a carico di tutti i cittadini della provincia di Parma.
La conseguenza sarebbe una bella tassa aggiuntiva che i cittadini pagherebbero, di fatto per coprire i danni causati dalla sospensione lavori voluta da Vignali-Villani-CGR.
La speranza è che questo scenario non si verifichi, ed in merito si attende un chiarimento da parte del Sindaco e dell’Assessore Folli, che è stato anche uno dei principali esponenti di quel CGR che, come detto, sembrerebbe aver compartecipato alla sospensione illegittima.
Per parte nostra faremo il possibile perché ciò non accada, a tutela delle tasche di tutti noi e del principio generale del far pagare chi ha sbagliato (sia interno che esterno al Comune) e non la collettività.
Il 27 febbraio è vicino e quindi vedremo se le parti (IREN e COMUNE) concorderanno un bel rinvio in attesa della determinazione della nuova tariffa: questo sarebbe un segnale che quanto sopra ipotizzato potrebbe effettivamente verificarsi.
Da parte nostra ci limitiamo a formulare una proposta molto semplice: se mai dovessero venire a Parma rifiuti extra-provinciali - cosa che in linea di principio ci vede decisamente contrari, fatta eccezione per l’obbligo di restituzione nei confronti di chi per oltre 10 anni ha ospitato i rifiuti parmigiani – Parma dovrà pretendere un serio e rilevante ristoro ambientale (da destinarsi per la realizzazione di seri interventi nel settore dell’ambiente, ed in particolare della qualità dell’aria, nonché per la riduzione delle tariffe a carico dei cittadini parmigiani) e tali somme dovranno gravare sulle tariffe dei cittadini delle città che non sono dotate di impianti di smaltimento e che, pertanto, debbono smaltire altrove i loro rifiuti, come Parma ha fatto per oltre 10 anni.
E’ in realtà quello che per oltre 10 anni è avvenuto in “danno” dei cittadini di Parma, che hanno subito tariffe più elevate per la mancanza di impianti di trattamento, ed è giusto che ora avvenga in loro favore.
Il tutto, ovviamente, anche in attesa del completamento dei lavori del TMB di Reggio Emilia, in merito al quale, dopo tanti proclami, da tempo non si sente più nulla."

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Nocciolina

    03 Febbraio @ 08.31

    E' il GCR che deve pagare. Insieme a Pizzarotti e alla sua squadra che, fino a prova contraria, hanno fatto molta più cagnara dei precedenti amministratori che, tra l'altro, il termovalorizzatore lo volevano. Diversamente da "questi qua". Che non oso definire per decenza.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

Ruspe al lavoro sull'Enza: via al ripristino dell'argine

ALLUVIONE

Ruspe al lavoro sull'Enza: via al ripristino dell'argine

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

Colorno

Il libraio Panciroli: «Mai vista tanta acqua in Reggia»

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

AVEVA 52 ANNI

Langhirano piange Tarasconi, per anni gestore del bar Aurora

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

MALTEMPO

Corniglio, staffetta solidale nelle stalle

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS