21°

33°

Le iniziative della Gazzetta

«Parma in posa»: la città che cambia in seicento scatti

Montan: «Raccontano un mondo dimenticato». Molossi: «Una collana che fa grande il giornale»

Presentazione di "Parma in posa"

Presentazione di "Parma in posa"

Ricevi gratis le news
0

Presentati i sei volumi fotografici
curati da Romano Rosati e Katia Golini.
Prima uscita

 

C'è la Parma che soffre sfregiata dalle bombe della guerra, la Parma fascista e quella partigiana, la Parma che rinasce dalle proprie macerie, che torna a sperare e a sorridere con la ricostruzione e la ripresa della sua vita sociale, economica, culturale e politica. Ci sono i fatti di cronaca, i volti dei personaggi noti e della gente comune. C'è la piccola grande storia di un'intera città nei seicento scatti che il fotografo Romano Rosati, insieme alla giornalista della Gazzetta di Parma Katia Golini, ha selezionato all'interno della propria sterminata collezione. Seicento scatti che sono divenuti una collana di sei volumi fotografici, «Parma in posa», editi dalla Gazzetta di Parma, stampati da Grafiche Step e presentati ieri in Pilotta alla Galleria nazionale. Il primo, dedicato agli anni '40, sarà in edicola sabato 22 febbraio (nella scheda sotto il calendario completo delle uscite).
«Questa pubblicazione è stata fatta anche pensando ai giovani, gente che non sa com'era la città una volta: non solo l'ultima generazione, ma anche quelle precedenti». Così Romano Rosati, uomo di poche parole, che ieri non ha voluto mancare di ricordare anche l'amico Flavio Mora, suo collega al Resto del Carlino, al quale ha dedicato l'ultimo volume, costruito interamente con i suoi scatti. «Una collana - ha detto la Golini - che vuole raccontare la storia di Parma e della parmigianità», attraverso immagini «che si possono definire piccoli capolavori dell'obiettivo».
«Sul giornale raccontiamo la città di oggi, questi libri invece permettono di raccontare un mondo altrimenti dimenticato», ha detto l'amministratore delegato della Gazzetta di Parma Matteo Montan, che da ex giornalista del Carlino ha ricordato di quando Rosati, «nelle pause in redazione, apriva il suo scrigno e ci mostrava le sue foto: era così schivo che nessuno pensava che un giorno le avrebbe pubblicate». Invece quel giorno è arrivato: «Spero piacciano ai lettori di oggi e a quelli di domani».
Nella carrellata di immagini, il direttore della Gazzetta Giuliano Molossi ha ritrovato anche quella del 18 settembre 1960 con l'inaugurazione della sede del giornale in via Casa: «Io sono il bambino di sei anni con il papillon accanto a Giovannino Guareschi», ha rivelato ieri. «Sono le iniziative editoriali come questa - ha aggiunto - che fanno della Gazzetta un piccolo grande giornale: grande per la sua storia e il suo prestigio». E parlando degli scatti di Rosati, ha parlato di «immagini particolarmente curate, scelte con attenzione, in cui si nota il talento del grande collezionista».
A firmare l'introduzione ai volumi è il critico d'arte Pier Paolo Mendogni. «Queste immagini - ha detto - hanno un valore notevole per chi ha vissuto quegli anni. E per chi non li ha vissuti rappresentano un documento storico». Parla di «emozione» quando si rivedono gli edifici sventrati dalle bombe: «A chi come me doveva scappare di casa per correre nei rifugi antiaerei, fanno ricordare i momenti tragici di quegli anni». Ma poi gli scatti della ricostruzione «danno speranza e forse sono anche un invito a superare le tante difficoltà dell'oggi».
«Senza gli studi di Rosati, a Parma la storia della fotografia non esisterebbe», ha detto Carlo Mambriani, docente di storia dell'architettura all'Università. Che come «itinerario» delle seicento foto individua quello dal quale «esce uno spaccato completo di storia urbana: la storia dello spazio civico e la storia della vita dei cittadini e delle loro attività».
«Oggi, ai tempi della velocità e dei social network, nulla più della fotografia può fare breccia nelle nostre sensibilità e tenere vivo quel senso di appartenenza che anche i musei cercano di stimolare nei cittadini». A sostenerlo è stata Maria Utili, soprintendente ai Beni storici e artistici.
Partner dell'iniziativa editoriale della Gazzetta è Cepim, la società che gestisce l'interporto di Fontevivo, che quest'anno festeggia i propri 40 anni. Una ricorrenza che Cepim - ha spiegato il presidente Johann Marzani - ha deciso di festeggiare sostenendo la pubblicazione di «Parma in posa», «un'opera di qualità dal punto di vista artistico e dei contenuti».

 

LE USCITE 

Ecco il calendario completo delle uscite dei sei volumi di «Parma in posa», in edicola con la Gazzetta a 10 euro più il prezzo del quotidiano.

Sabato 22 febbraio
        1° volume - Anni '40
Sabato 1° marzo
        2° volume - Anni '40
Sabato 22 marzo
        3° volume - Anni '50
Sabato 29 marzo
        4° volume - Anni '50
Sabato 19 aprile
        5° volume - Anni '60
Sabato 26 aprile
        6° volume - Anni '60

 


 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una corona per Miss Parma: chi sarà la più bella del reame?

concorso

Una corona per Miss Parma: chi sarà la più bella del reame?

Finta ricerca su Star Wars finisce su 3 riviste scientifiche

FAKE NEWS

Finta ricerca su Star Wars finisce su tre riviste scientifiche

William, Harry e quell'ultima breve telefonata con Diana

documentario

William e Harry: "Quell'ultima telefonata con mamma Diana" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Rapina un'anziana sul treno durante la sosta a Parma, arrestato

tg parma

Rapina un'anziana sul treno durante la sosta a Parma: arrestato Video

Aveva anche molestato altri viaggiatori e spaventato tutti azionando il freno d'emergenza

DELITTO DI VIA SIDOLI

«Elisa voleva andare a un concerto, io ho perso la testa»

2commenti

parma

Lascia la figlia addormentata in auto sotto il sole: denunciato

MERCATO

Dezi e Insigne jr, doppio colpo del Parma

1commento

tortiano

Vede scappare i ladri sull'auto della cliente. Ora il lieto fine

L'INCHIESTA

Viale Vittoria, è sempre emergenza spaccio

23commenti

Fraore

Black-out programmato. Ma nessuno lo sapeva

1commento

UN MACEDONE

Ricercato per condanna a Parma, arrestato al confine a Trieste

fontevivo

Schianto tra furgone e bicicletta: un ferito

SALA

E' morta la Milla, regina della torta fritta

Traversetolo

Escluso dai servizi scolastici chi non paga

1commento

langhirano

Un "dolce" Festival del Prosciutto: arriva Ernst Knam Foto

Incredibile

Straordinaria scoperta nel Po: trovata la mandibola di un leone

5commenti

INTERVISTA

Bonatti, utili triplicati e maxi-commessa in Egitto

Intervista al presidente Paolo Ghirelli: il 90% dei ricavi (saliti a 800 milioni) all'estero. E il portafoglioordini sale a 1,4 miliardi di euro

Lutto

Alberto Greci, una vita per il museo Lombardi

MILANO

Sala: "Il Pd ha sbagliato a non dare credito a Pizzarotti"

Il sindaco di Parma alla Festa dell'Unità a Milano si schiera con Gori sull'immigrazione: "Lo Stato faccia di più"

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

2commenti

AMARCORD/1

Quando c'era "Un disco per l'estate" Video

di Vanni Buttasi

ITALIA/MONDO

trentino

Ferito da orso: ordinata la cattura. "E abbattimento se necessario"

3commenti

torino

Assalti ai bancomat, presi i banditi mascherati da Trump Video

SPORT

Calciomercato

Cassano: "Mia moglie ha sbagliato, mi ritiro"

Formula 1

Kubica torna davvero in pista in F1

SOCIETA'

il caso

Bibbia in ebraico, Verde respinge le accuse di Klaus Davi

degrado

Venezia: e ora i turisti si tuffano (anche) dal ponte di Calatrava

1commento

MOTORI

BMW

Serie 2 Coupé e Cabrio, debutta il restyling

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori