17°

32°

Ospedale

Cura dimagrante per i dipartimenti del Maggiore

Le strutture passano da 12 a 5: esigenze di razionalizzazione, ma anche di risparmio

Cura dimagrante per i dipartimenti del Maggiore

Ospedale Maggiore

6

 

Rivoluzione nell'organizzazione interna dell'Azienda ospedaliero-universitaria. L'annunciato riordino dei dipartimenti (di cui si parla da oltre due anni, ossia dal varo della riforma Gelmini sull'università), dopo alcune false partenze e lo stop imposto dalle elezioni universitarie per il rinnovo del rettore, è in dirittura di arrivo e promette una drastica cura dimagrante, con i dipartimenti che passano da dodici a cinque.

Il lavoro, ci tiene a ribadire il direttore generale dell'ospedale Maggiore, Leonida Grisendi, è «in progress» (nei giorni scorsi il piano è stato presentato alla Conferenza territoriale sociale e sanitaria, ieri mattina al Collegio di direzione dell'ospedale Maggiore, il 3 marzo toccherà ai sindacati medici e il 6 marzo a quelli dei paramedici) e potrebbe subire modifiche nel corso dell'iter istituzionale prima della definitiva approvazione. Ma il progetto, redatto d'intesa fra il rettore dell'ateneo Loris Borghi - ex preside della facoltà di Medicina - e il direttore generale, è comunque già chiaro e abbastanza definito.
............................Tutti i particolari sulla Gazzetta di Parma

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • The Jolly Joker

    22 Febbraio @ 18.47

    Ai sensi di legge, non esiste più l' "infermiere professionale", ma l'INFERMIERE e basta. Professionista della salute.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    21 Febbraio @ 18.09

    " THE JOLLY JOKER" HA RAGIONE . Oggi , per fare l' Infermiere Professionale , bisogna essere laureati all' Università . C'è la "triennale " , e poi, volendo , anche la "Magistrale" . Questo dà , alla figura dell' Infermiere , una certa autonomia nel lavoro e gli consente di non essere più solo un "manovale" del Medico. ALL' OSPEDALE DI PARMA C' E' UN REPARTO AFFIDATO AD INFERMIERI , NEL QUALE I MEDICI ACCEDONO SOLO SU RICHIESTA DEGLI INFERMIERI STESSI . E' LA L.I.D.I. ( LUNGODEGENZA INTEGRATA A DIRIGENZA INFERMIERISTICA ). Nel primo periodo di applicazione di questo nuovo ordinamento professionale può sorgere qualche conflitto di competenze , che , però , dovrebbe essere superabile con un pò di buona volontà e di chiarezza di idee da una parte e dall' altra. In linea di massima , al Medico competono la prescrizione delle procedure diagnostiche e della terapia e l'esecuzione degli interventi chirurgici , mentre , all' Infermiere , compete l' organizzazione e la gestione del "nursing". Un ordinamento del genere esiste anche all' estero. Bisognerà però che anche la Magistratura ne prenda atto , perchè , finchè l' Infermiere era solo una figura subordinata , senza una propria autonomia , il Medico doveva rispondere di qualunque cosa facesse , ma , laddove diventa una figura professionale almeno in parte , autonoma , deve anche rispondere direttamente di ciò che fa. Questo non è ancora sempre chiaro a tutti. POST SCRIPTUM : gli Infermieri Professionali diplomatisi prima del nuovo ordinamento sono "todos caballeros" . Il termine "paramedic" esiste anche all' estero. Negli Stati Uniti , per esempio, viene attribuito agli Infermieri specializzati nel soccorso pre-ospedaliero , sulle ambulanze.

    Rispondi

  • Attolo

    21 Febbraio @ 16.52

    Queste sono le famose "riforme" di cui parlano i Monti, i Letta e i Renzi: tagliare, tagliare e ancora tagliare, fino a che la gente avrà bisogno di pagare un'assicurazione privata per potersi curare. Sarebbe ora che la gente aprisse gli occhi e, nonostante la disinformazione di stampa e tv, capisse dietro a queste meravigliose "riforme" esiste un progetto di riduzione dello Stato sociale e di cessione dei servizi pubblici a gruppi privati.

    Rispondi

  • The Jolly Joker

    21 Febbraio @ 13.11

    Non esistono più i paramedici!!!! Gli INFERMIERI sono professionisti laureati col titolo accademico di Dottore e con una loro autonomia!! Redazione, rettificate.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    21 Febbraio @ 12.41

    IO HO SEMPRE DIFESO , E I LETTORI ME NE SONO TESTIMONI , GLI OSPEDALI, I MEDICI , IL SERVIZIO SANITARIO PUBBLICO , PERO' IN QUESTI ULTIMI ANNI , A FORZA DI CHIUSURE DI OSPEDALI (scesi da 7 a 3 nella Provincia di Parma negli ultimi 30 anni ) E CHIUSURE DI POSTI-LETTO (scesi da oltre 2500 a poco più di 1000 negli ultimi 30 anni solo in Parma Città ) , SI RISCHIA DI SUPERARE DAVVERO I LIMITI DEL TOLLERABILE ! Ormai le parole d' ordine che dilagano in Ospedale sono : ricoverare il meno possibile , e , nei casi in cui si ricoveri , dimettere al più presto. E' vero che, una volta , si esagerava nei ricoveri , c' erano quelli che "svernavano" con due pillole al giorno , c' era "il vecchietto dove lo metto " che stava in Ospedale intanto che i famigliari andavano al mare. Che si sia posto fine a tutto questo è stato un bene , ma ora si esagera al contrario. Vengono dimessi pazienti in gravi condizioni , con l' alibi dell' affidamento ai Servizi Territoriali , che più di pochi minuti di assistenza al giorno non fanno, e non possono certamente sostituire l' Ospedale. I famigliari si sentono dire , dagli Operatori Sanitari , di mettere l' ammalato "da qualche parte" , spendendo migliaia di euro al mese . NO, SIGNORI , SIETE VOI AD AVERE IL DOVERE ISTITUZIONALE DI ASSISTERE GLI AMMALATI , NON IO , CHE , COI MIEI DUE SOLDI DI STIPENDIO, DEVO TIRARE AVANTI A STENTO TUTTA LA FAMIGLIA ! Il discorso sulle "badanti" in Ospedale poi , lo faremo magari un' altra volta.........A me è capitato , negli ultimi tempi, per due volte , di sentirmi dire di "portare a casa" miei parenti , chiaramente in condizioni terminali , perchè "tutto sommato, non stavano così male"... Io, a casa , non li ho portati e sono morti , in Ospedale, pochi giorni dopo. BISOGNA CHE I MEDICI NON SI LASCINO COINVOLGERE E SOPRAFFARE DALLA GESTIONE SALUMIERISTICO-BOCCONIAN-MANAGERIALE CHE , IN QUESTI ANNI , HA DEVASTATO LA NOSTRA SANITA'. DEVONO AGIRE SECONDO SCIENZA E COSCIENZA , NEL RISPETTO DEL GIURAMENTO DI IPPOCRATE ! Il Giuramento di Ippocrate viene prima del Direttore Generale. ANCHE I SINDACI DEI COMUNI , che compongono la Commissione Sanitaria Territoriale , non devono accontentarsi di un comizio annuale di circostanza dei Direttori Generali, ma farsi interpreti dei bisogni delle proprie Popolazioni. Va bene che , la Commissione Territoriale , conta come il due di coppe con briscola denari , perchè i Direttori Generali dipendono direttamente dalle Regioni .....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks

Cannes

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks - Gallery

La domenica pomeriggio al Colle San Giuseppe

FESTE

Un pomeriggio al Colle... foto

Il pallone di Totti ce l'ha Thomas: "Non lo vendo, è sacro"

la storia

Il pallone di Totti ce l'ha Thomas: "Non lo vendo, è sacro" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo - Laura Chimenti

L'INDISCRETO

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Nuova razzia in palestra. I ladri ripuliscono la Magik

DOPO IL PALACITI

Nuova razzia in palestra. I ladri ripuliscono la Magik

SALA BAGANZA

Investito sulle strisce: gravissimo

1commento

SORBOLO

Scoperti i ragazzi che «giocano» a buttarsi sotto auto e treno

VIA ALEOTTI

69enne travolto da un pirata

università

Lo sfogo di Gallese: "Ecco l'ultimo paradosso del Miur: escludere i migliori"

BASEBALL

Davide, il fuoriclasse che non dimenticheremo mai

VIA TOSCANA

Bertolucci, rubata una bici al giorno. E le telecamere?

1commento

RUGBY

Gavazzi, «ultimatum» alle Zebre

MUSICA

Il dj Luca Giudici: «Sarò al fianco di Clementino»

play-off

Lucchese (mercoledì): oltre 6mila biglietti venduti

Problemi on line, Majo: "Fisiologico quando c'è richiesta". Per il ritorno a Lucca: prevendita nella sede del Centro di Coordinamento

1commento

VIA BUDELLUNGO

Prima l'incidente, poi la lite e la "fuga" con il trattore: condannato agricoltore

1commento

Parma

Una lettrice: "Stazione, un uomo nudo nel piazzale ma nessuno interviene"

37commenti

PARMA

Ruba una borsetta nella chiesa dell'Annunziata: inseguita e bloccata 56enne parmigiana Video

1commento

San Leonardo

Al matrimonio arrivano i carabinieri

Via Amendola: i pusher si allontanano, gli invitati restano. E si arrabbiano

18commenti

baseball in lutto

Lo sport di Parma piange Davide Bassi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

La nostra vita blindata nell'epoca della paura

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

TORINO

Neonato abbandonato in strada, muore in ospedale

modena

Sniffano la "droga del diavolo" a una festa, due 30enni in coma

1commento

SOCIETA'

panama

E' morto Noriega, ex dittatore-presidente

Personaggio

Il pilota Leonardi: «Il rally mi ha salvato dal tumore»

SPORT

calciomercato

Voci dalla Liguria: "Faggiano in pole per il dg dello Spezia"

ROMA

L'addio di Totti, il capitano in lacrime abbraccia i figli: "Starei qui altri 25 anni" Foto

MOTORI

Volkswagen

Golf, è l'ora della variante a metano

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione