12°

Ospedale

Cura dimagrante per i dipartimenti del Maggiore

Le strutture passano da 12 a 5: esigenze di razionalizzazione, ma anche di risparmio

Cura dimagrante per i dipartimenti del Maggiore

Ospedale Maggiore

Ricevi gratis le news
6

 

Rivoluzione nell'organizzazione interna dell'Azienda ospedaliero-universitaria. L'annunciato riordino dei dipartimenti (di cui si parla da oltre due anni, ossia dal varo della riforma Gelmini sull'università), dopo alcune false partenze e lo stop imposto dalle elezioni universitarie per il rinnovo del rettore, è in dirittura di arrivo e promette una drastica cura dimagrante, con i dipartimenti che passano da dodici a cinque.

Il lavoro, ci tiene a ribadire il direttore generale dell'ospedale Maggiore, Leonida Grisendi, è «in progress» (nei giorni scorsi il piano è stato presentato alla Conferenza territoriale sociale e sanitaria, ieri mattina al Collegio di direzione dell'ospedale Maggiore, il 3 marzo toccherà ai sindacati medici e il 6 marzo a quelli dei paramedici) e potrebbe subire modifiche nel corso dell'iter istituzionale prima della definitiva approvazione. Ma il progetto, redatto d'intesa fra il rettore dell'ateneo Loris Borghi - ex preside della facoltà di Medicina - e il direttore generale, è comunque già chiaro e abbastanza definito.
............................Tutti i particolari sulla Gazzetta di Parma

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • The Jolly Joker

    22 Febbraio @ 18.47

    Ai sensi di legge, non esiste più l' "infermiere professionale", ma l'INFERMIERE e basta. Professionista della salute.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    21 Febbraio @ 18.09

    " THE JOLLY JOKER" HA RAGIONE . Oggi , per fare l' Infermiere Professionale , bisogna essere laureati all' Università . C'è la "triennale " , e poi, volendo , anche la "Magistrale" . Questo dà , alla figura dell' Infermiere , una certa autonomia nel lavoro e gli consente di non essere più solo un "manovale" del Medico. ALL' OSPEDALE DI PARMA C' E' UN REPARTO AFFIDATO AD INFERMIERI , NEL QUALE I MEDICI ACCEDONO SOLO SU RICHIESTA DEGLI INFERMIERI STESSI . E' LA L.I.D.I. ( LUNGODEGENZA INTEGRATA A DIRIGENZA INFERMIERISTICA ). Nel primo periodo di applicazione di questo nuovo ordinamento professionale può sorgere qualche conflitto di competenze , che , però , dovrebbe essere superabile con un pò di buona volontà e di chiarezza di idee da una parte e dall' altra. In linea di massima , al Medico competono la prescrizione delle procedure diagnostiche e della terapia e l'esecuzione degli interventi chirurgici , mentre , all' Infermiere , compete l' organizzazione e la gestione del "nursing". Un ordinamento del genere esiste anche all' estero. Bisognerà però che anche la Magistratura ne prenda atto , perchè , finchè l' Infermiere era solo una figura subordinata , senza una propria autonomia , il Medico doveva rispondere di qualunque cosa facesse , ma , laddove diventa una figura professionale almeno in parte , autonoma , deve anche rispondere direttamente di ciò che fa. Questo non è ancora sempre chiaro a tutti. POST SCRIPTUM : gli Infermieri Professionali diplomatisi prima del nuovo ordinamento sono "todos caballeros" . Il termine "paramedic" esiste anche all' estero. Negli Stati Uniti , per esempio, viene attribuito agli Infermieri specializzati nel soccorso pre-ospedaliero , sulle ambulanze.

    Rispondi

  • Attolo

    21 Febbraio @ 16.52

    Queste sono le famose "riforme" di cui parlano i Monti, i Letta e i Renzi: tagliare, tagliare e ancora tagliare, fino a che la gente avrà bisogno di pagare un'assicurazione privata per potersi curare. Sarebbe ora che la gente aprisse gli occhi e, nonostante la disinformazione di stampa e tv, capisse dietro a queste meravigliose "riforme" esiste un progetto di riduzione dello Stato sociale e di cessione dei servizi pubblici a gruppi privati.

    Rispondi

  • The Jolly Joker

    21 Febbraio @ 13.11

    Non esistono più i paramedici!!!! Gli INFERMIERI sono professionisti laureati col titolo accademico di Dottore e con una loro autonomia!! Redazione, rettificate.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    21 Febbraio @ 12.41

    IO HO SEMPRE DIFESO , E I LETTORI ME NE SONO TESTIMONI , GLI OSPEDALI, I MEDICI , IL SERVIZIO SANITARIO PUBBLICO , PERO' IN QUESTI ULTIMI ANNI , A FORZA DI CHIUSURE DI OSPEDALI (scesi da 7 a 3 nella Provincia di Parma negli ultimi 30 anni ) E CHIUSURE DI POSTI-LETTO (scesi da oltre 2500 a poco più di 1000 negli ultimi 30 anni solo in Parma Città ) , SI RISCHIA DI SUPERARE DAVVERO I LIMITI DEL TOLLERABILE ! Ormai le parole d' ordine che dilagano in Ospedale sono : ricoverare il meno possibile , e , nei casi in cui si ricoveri , dimettere al più presto. E' vero che, una volta , si esagerava nei ricoveri , c' erano quelli che "svernavano" con due pillole al giorno , c' era "il vecchietto dove lo metto " che stava in Ospedale intanto che i famigliari andavano al mare. Che si sia posto fine a tutto questo è stato un bene , ma ora si esagera al contrario. Vengono dimessi pazienti in gravi condizioni , con l' alibi dell' affidamento ai Servizi Territoriali , che più di pochi minuti di assistenza al giorno non fanno, e non possono certamente sostituire l' Ospedale. I famigliari si sentono dire , dagli Operatori Sanitari , di mettere l' ammalato "da qualche parte" , spendendo migliaia di euro al mese . NO, SIGNORI , SIETE VOI AD AVERE IL DOVERE ISTITUZIONALE DI ASSISTERE GLI AMMALATI , NON IO , CHE , COI MIEI DUE SOLDI DI STIPENDIO, DEVO TIRARE AVANTI A STENTO TUTTA LA FAMIGLIA ! Il discorso sulle "badanti" in Ospedale poi , lo faremo magari un' altra volta.........A me è capitato , negli ultimi tempi, per due volte , di sentirmi dire di "portare a casa" miei parenti , chiaramente in condizioni terminali , perchè "tutto sommato, non stavano così male"... Io, a casa , non li ho portati e sono morti , in Ospedale, pochi giorni dopo. BISOGNA CHE I MEDICI NON SI LASCINO COINVOLGERE E SOPRAFFARE DALLA GESTIONE SALUMIERISTICO-BOCCONIAN-MANAGERIALE CHE , IN QUESTI ANNI , HA DEVASTATO LA NOSTRA SANITA'. DEVONO AGIRE SECONDO SCIENZA E COSCIENZA , NEL RISPETTO DEL GIURAMENTO DI IPPOCRATE ! Il Giuramento di Ippocrate viene prima del Direttore Generale. ANCHE I SINDACI DEI COMUNI , che compongono la Commissione Sanitaria Territoriale , non devono accontentarsi di un comizio annuale di circostanza dei Direttori Generali, ma farsi interpreti dei bisogni delle proprie Popolazioni. Va bene che , la Commissione Territoriale , conta come il due di coppe con briscola denari , perchè i Direttori Generali dipendono direttamente dalle Regioni .....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Romanzo famigliare supera i 5 milioni di spettatori è campione di ascolti in tv

TELEVISIONE

Romanzo famigliare supera i 5 milioni di spettatori è campione di ascolti in tv

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta

LONDRA

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta Video

Fiocco rosa per Kim Kardashian e Kanye West

STATI UNITI

Fiocco rosa per Kim Kardashian e Kanye West Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Ponte Verdi a Ragazzola

roccabianca

Schianto tra due auto e un camion sul Ponte Verdi: muore un 60enne

Ferito un 43enne parmigiano. E torna la protesta per un tratto "ad alto rischio"

1commento

5 stelle

Parlamentarie: i nomi dei 28 parmigiani in corsa. E le esclusioni che fanno discutere

1commento

Anniversario

Filippo Ricotti, un anno dopo. La mamma: "Massese, nessuno fa nulla"

Lettera della madre del 17enne travolto e ucciso sulla Massese un anno fa a Cascinapiano

1commento

tg parma

Donna denuncia taxista: si lavora per un accordo Video

PARMA

Scuole elementari: due casi di scabbia al Maria Luigia

Confconsumatori

Telegramma in ritardo, donna saltò concorso: Poste condannate 

Poste Italiane condannate per “perdita di chance”

CONDANNA

Si avventa contro la fidanzata e le fa sbattere la testa contro la portiera dell'auto

2commenti

LUTTO

E' morto Luigi Renzi, popolare ex gestore del bar Capriccio

tg parma

Parma, tutto su Ciciretti. Piacciono Fossati e Morleo. Gazzola titolare

Salsomaggiore

Addio al prof Vighi, una vita per lo sport

DEGRADO

Parma, quei 18 luoghi abbandonati in cerca di futuro: foto-storia

6commenti

Ferrovia

I pendolari della Parma-Brescia: «Ogni giorno è un'odissea»

TRASPORTI

Voucher, sconti, tariffe: tutte le novità nel servizio taxi a Parma

Prevista anche la Carta dei servizi

PARMA

E' morta al Maggiore la 71enne ucraina travolta in via Langhirano Video

L'incidente è avvenuto il 2 gennaio

gazzareporter

La notte buia di via Marchesi. "E' così da un mese"

FOTOGRAFIA

"I miei occhi per l'India": foto di viaggio di Niccolò Maniscalco

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché l'atomica torna a fare paura

di Paolo Ferrandi

3commenti

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

di Daniele Rubini*

1commento

ITALIA/MONDO

GIALLO

Omicidio a Mantova: 57enne accoltellato lungo una pista ciclabile

bologna

Praticante avvocata in aula con il velo, il giudice la fa uscire

SPORT

GAZZAFUN

Un anno di Parma: scegli i momenti più belli

CALCIO

Ecco Marcello Gazzola con la maglia del Parma

SOCIETA'

IL CASO

Il ministero della Salute: "Nessun insetto autorizzato nei menu"

BLOG

Il "bugiardino dei libri" di Marilù Oliva - 2

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

DETROIT

Le novità del Salone: è sfida tra pick-up Gallery