-0°

12°

Parma

I «veci e bocia» parmigiani all'Adunata di Latina

I «veci e bocia» parmigiani all'Adunata di Latina
Ricevi gratis le news
0

di Francesco Canali
Non esistono barriere e distanze insormontabili quando l’Adunata chiama.
Se solo quattro anni fa il grande evento dell’Adunata Nazionale degli alpini ha portato migliaia di «penne nere» nella nostra città mentre negli anni successivi questo grande evento si è fermato rispettivamente ad Asiago, Cuneo e Bassano del Grappa, quest’anno è la città di Latina ad accogliere i «veci e bocia» di tutta Italia. I numerosi chilometri che separano questa località del Lazio dal Nord Italia, maggior fulcro delle tradizioni alpine, non ha scoraggiato i numerosi soci e non dell’Ana che ieri, e molti già a partire dall’inizio settimana, avevano invaso pacificamente le vie della città e della prima periferia.
Tanti sono anche i rappresentanti della sezione parmigiana-la prima fondata dell’Emilia Romagna-per la maggior parte arrivati ieri. L’adunata di quest’anno ricorderà i novant’anni di costituzione dell’Associazione Nazionale Alpini nata più precisamente l’8 luglio 1919 per opera di alcuni reduci della prima guerra mondiale. Risale al 1920 la prima adunata che si svolse sull’Ortigara. A quel primo appuntamento ne seguirono altri venti per giungere, nel giugno 1940, a Torino.
Il secondo conflitto mondiale sospese la manifestazione per sette anni sino a quando, nel 1948, venne riproposta a Bassano del Grappa. Da allora, ogni anno l’allegria e la solidarietà degli alpini - l’associazione conta attualmente più di 380 mila soci con 81 sezioni in Italia, 31 sezioni nelle varie nazioni del mondo, più 6 gruppi autonomi (4 del Canada, Colombia e Romania) - non è mai venuta meno. Latina, che un tempo era chiamata Littoria, ha quindi quest’anno l’onore di ospitare questo grande evento che, pur non svolgendosi fra i monti, ha affinità con gli alpini; il motto dell'adunata prende lo spunto dal lavoro dei bonificatori e dalla tenacia alpina: «Dai ghiacciai alle paludi con tenacia a difesa del dovere».
Le opere della bonifica pontina iniziarono nel 1923, quella di Littoria nel 1927. Il periodo tra ottobre e novembre del 1932 fu caratterizzato dall'immigrazione di circa 60 mila contadini veneti, friulani ed emiliani che dovevano popolare il territorio bonificato. A loro furono affidate le unità poderali, dapprima a mezzadria quindi, dal 1942, a riscatto. Per ogni cento poderi furono creati i centri aziendali che si sarebbero poi sviluppati autonomamente e che attualmente sono dei centri popolosi molti dei quali mantengono tuttora la vocazione agricola: ad essi furono dati nomi delle località della Prima Guerra Mondiale ed oggi sono Borgo Isonzo, Borgo Grappa, Borgo Piave, Borgo Montello, Borgo Faiti, Borgo San Michele, Borgo Montenero, Borgo Pasubio, Borgo Vodice e Borgo Hermada.
Ecco quindi che questo raduno rievoca in alcune «penne nere» emiliane un ritorno alle origini. Oggi vi saranno numerose manifestazioni ufficiali prima della grande sfilata di domani. La sezione di Parma è presente a Latina con il suo presidente, Mauro Azzi e con il nuovo consiglio direttivo.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Incidenti due

Incidenti

Corcagnano e via Pellico: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

protezione civile

L'Enza fa paura: il ponte di Sorbolo resterà chiuso fino a domani (Paura a Vignale: il video)

5commenti

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

MALTEMPO

Ghiaccio (le foto) e black-out, Lucchi: "Berceto in ginocchio" Video: il Baganza fa paura

autostrada

Auto si capovolge in A1 a Campegine: conducente illeso Foto

squadra mobile

Vicofertile, quattro kg di droga in casa del pusher "impenitente" Video

3commenti

legambiente

La Brescia-Parma tra le peggiori linee ferroviarie d'Italia con la Circumvesuviana e l'Agrigento-Palermo

3commenti

ieri sera

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

28commenti

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

4commenti

GAZZAFUN

Dagli ex alle coppe vinte: 10 quiz per sapere tutto del Parma

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

1commento

tg parma

Guerra: "Per Fedez nessuna location bocciata. In settimana l'annuncio"

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

1commento

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

sos animali

Sospetto avvelenamento di un cane in Cittadella

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

L'ESPERTO

Naspi cumulabile con altri redditi? Sì, ma solo in determinati casi

ITALIA/MONDO

sondrio

Passanti travolti al mercatino di Natale: "Ne dovevo uccidere di più"

birmania

Metodici stupri dell'esercito sulle donne Rohingya: l'indagine dell'Ap Le foto-simbolo

1commento

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

cultura

L’Arabia Saudita riaprirà i cinema. Dopo 35 anni...

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS