19°

FOTO DEI LETTORI

La cappa di Parma. E ieri sforamento "doppio"

PM10: toccati i 101 microgrammi per metro cubo. E siamo già a 27 sforamenti

La cappa di Parma. E ieri sforamento "doppio"
Ricevi gratis le news
14

La cappa di Parma.
Inviata da Massimo Bianchi

La foto del lettore, purtroppo, si abbina ai dati ancora più crudi forniti dalò sito dell'Arpa. Ieri, infatti, la stazione di via Montebello ha fatto registrare 101 microgrammi per metro cubo di Pm10. Siamo, cioè, a più del doppio della soglia prevista dalla legge.

Un dato che si aggiunge agli sforamenti registrati anche nelle stazioni della Cittadela (92) e di Colorno (86). E, soprattutto, si tratta già del 27° sforamento dall'inizio dell'anno. 27 sforamenti su 75 giorni, ricordando che il totale complessivo di sforamenti "tollerabili" in un anno è di 35.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • HARRIS

    18 Marzo @ 13.14

    @Antonio, quello che dici è tutto giusto e tutto bello però il problema numero uno sono i comportamenti dei singoli e ci sono, come si legge sempre in questo spazio, dei testoni (o meglio sucloni come diciamo a Parma) che appena c''è un blocco del traffico si lamentano e vogliono sempre viaggiare in auto, e criticano e criticano (alcuni anche in malafede). Allora bisogna trovare delle soluzioni per cambiare i comportamenti del singolo cittadino e sensibilizzarlo. Mi piacerebbe però, siccome quella foto è scattata sulle colline di Felino o Sala, un commento da parte di voi tutti (in particolar modo dalla signora Annamaria, david€ e Maurizio ...) di questo secondo inceneritoredel Poggio di Felino che brucia gli scarti animali della Citterio. Siamo già messi molto male come aria ... ci mancava solo che qualcuno (ditemi voi chi....) autorizzasse il cogeneratore del Poggio a Felino. Chi è che governa lì? ok, ci siamo già risposti. E poi sarebbe interessante se magari un giorno la GdP facesse un articolo nella sezione "Italia/Mondo" su Tirreno Power a Savona, controllata da Sorgenia, accusata dalla procura di 440 morti come si apprende in questi giorni sui quotidiani. Di chi è Sorgenia? Ok ci siamo già risposti di nuovo. Le soluzioni sono due: cambiare i comportamenti dei singoli attraverso campagne di sensibilizzazione e provvedimenti sempre più restrittivi; spazzare via (non votandolo) un partito che ha autorizzato tanti inceneritori in Italia e impianti che hanno causato morti e non ha mai avuto un minimo rispetto per l'ambiente e il territorio. harris REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Harris è troppo impegnato a fare il paladino del Comune per poter essere informato sulla Gazzetta. Il brutto è che nonostante questo pretende di dissertare anche su di noi, e così si espone sempre a figuracce: la GdP, infatti, ha GIA' dedicato un articolo alla Tirreno Power nelle pagine Italia/Mondo, non più tardi di mercoledì scorso. Documentarsi meglio e poi eventualmente criticare, grazie.

    Rispondi

  • salamandra

    18 Marzo @ 11.45

    @andrea66, è vero che i motori sono migliorati e da ciclista me ne rendo conto "a naso" anche se non so quanto sia affidabile come rilevamento. Tuttavia la quantità di veicoli e le distanze degli spostamenti sono significativamente aumentate. A 13 anni andavo tranquillamente in bicicletta su via Mantova e via Emilia anche fuori città e non c'era l'ombra di una ciclabile. A mio figlio oggi lo impedirei.

    Rispondi

  • Antonio

    18 Marzo @ 11.13

    Salve a tutti. Bisogna ripensare Parma e la sua provincia come una grande area metropolitana in cui puntare sui trasporti pubblici integrati eco-sostenibili. Tutta la macroarea formata dai comuni della Bassa, dalla cintura di Parma e l’area Fidentina gravitano comunque sulla città e su tutte le aree industriali/artigianali che danno da lavorare alla stragrande maggioranza persone della zona. Ciò genera un movimento di autoveicoli e mezzi pesanti elevatissimo, con conseguente impatto sull’inquinamento atmosferico. Le grandi aree produttivo/logistiche sono praticamente servite poco e male dai mezzi pubblici: SPIP, Interporto, Lemignano, San Polo, solo per citarne alcuni. Ed il riferimento non è soltanto per coloro che vivono a Parma città ma soprattutto per i pendolari che da tutta questa grande zona della provincia si muovono verso tali luoghi. Chi da Fidenza lavora allo SPIP deve necessariamente andare in auto, così come quelli che da Sorbolo magari lavorano nella zona sud. E di casi ce ne sono tanti. Provincia e Comuni tutti dovrebbero fare un censimento dei lavoratori e delle zone produttive per capire dove ci sono le maggiori concentrazioni di pendolari provinciali e potenziare con mezzi pubblici ecosostenibili le relative tratte. Non è pensabile avere autobus in certe ore di punta solo ogni 30-40 minuti, o non avere gli autobus serali o notturni anche tra Parma e i principali comuni della provincia. Quante attività (soprattutto commerciali) portano i lavoratori a lasciare i luoghi di lavoro verso le 19,30 / 20,00. A quell’ora, chi non è automunito praticamente resta a piedi (se non è abbastanza fortunato da vivere in un comune raggiunto dai treni). Ma queste cose i ns. governanti le pensano oppure no? A questo punto a cosa servono le province se non badano ai bisogni primari delle comunità che gestiscono? Mah. Saluti. Antonio Carpentieri.

    Rispondi

  • tiziana

    18 Marzo @ 10.02

    Parlano i dati : a MILANO, che è enormemente più grande di Parma e con una densità di abitanti (e conseguente traffico veicolare...) non paragonabile alla nostra città , il massimo della media giornaliera rilevato dalle centraline è stato di 59 microgrammi di polveri fini per metro cubo d'aria. Parma è arrivata a 101, vuol dire che gli spot orari sono schizzati a valori molto, molto più alti. Il SINDACO dovrebbe, come MINIMO richiedere all'ARPA anche i valori max orari. Mi pare che NULLA venga fatto realmente. Da un sindaco a 5 stelle mi sarei aspettata azioni significative ;il Sindaco di Roma , Marino è arrivato a minacciare di bloccare la città se non avessero riconosciuto il decreto Roma. Cosa sta facendo Pizzarotti?

    Rispondi

  • andrea66

    18 Marzo @ 09.22

    Romeo, vedo che non hai capito il senso del mio commento. Non sto mettendo in dubbio che che PM10 ci siano e siano pericolose per la salute, volevo dire che la tecnologia dovrebbe essere così tanto "migliorata" (es. i motori delle automobili) da aver ormai sorpassato questi problemi, invece vogliono solo farcelo credere, anzi, le cose vanno addirittura peggio seppure questa "nuova e migliore" tecnologia ci costi comunque un occhio della testa..... e allora non c'è giornata senz'auto che tenga, non c'è niente da fare..... e non è neanche colpa del termovalorizzatore o del cogeneratore o della nebbia o delle emissioni delle stalle. Siamo spacciati qualsiasi cosa facciamo, a meno che di tornare all'età della pietra....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Le interviste sono state realizzate in diretta da Andrea Gatti su Radio Parma

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro