20°

34°

Politica

Pizzarotti promuove il sindaco: "Marzo, che mese prolifico"

Su Facebook il primo cittadino "celebra" gli ultimi 30 giorni: dai cantieri chiusi in zona Efsa alla ripulitura della discarica di Panocchia

Pizzarotti promuove il sindaco: "Marzo, che mese prolifico"
Ricevi gratis le news
23

"Marzo è stato un mese davvero prolifico". Pizzarotti "celebra" Pizzarotti (e Giunta, ovviamente) sul suo profilo Facebook. In un post a fine mattina ha riepilogato  l'ultimo mese di lavoro: "In 30 giorni abbiamo: chiuso i cantieri ereditati in zona Efsa, adesso c’è una nuova viabilità e infine avremo una piscina e nuovi campi da calcetto; inaugurato il nuovo Informastranieri, dove ogni anno arrivano 27 mila persone; iniziato la riqualificazione delle nostre piste ciclabili (la prima in viale Milazzo); ripulito la discarica di Panocchia; concesso ai dehors un mese gratis per combattere la crisi; sistemato nuove piante in piazzale Picelli, richieste dagli stessi abitanti. E il lavoro per la nostra #Parma non finisce qui."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo Bertozzi

    02 Aprile @ 06.24

    postilla per maurizio: dici di avere un isee piu' basso del mio, ma non dici quanti figli hai... Non e' secondario, visto che l'isee non tiene adeguatamente conto (come succede invece in francia e germania) del numero di componenti il nucleo familiare. Altro esempio semplice, per favorirne la comprensione: al netto di dichiarazioni dei redditi veritiere, chi e' piu' "ricco" (ma sarebbe meglio dire meno povero...) fra un nucleo di 3 componenti con 15.000€ di isee ed un nucleo di 5 componenti con 18.000€ di isee?! Il quoziente parma non faceva altro che riequilibrare il divario, dando un "peso" adeguato alle famiglie piu' numerose, in cui le spese sono ovviamente maggiori. Paci e rossi lo hanno eliminato, affermando che concedeva vantaggi ingiustificabili a livello territoriale, e tanto per confermare la loro assoluta onesta' intellettuale, nei giorni scorsi il comune ha indetto due bandi: uno senza contributi, per la famiglia "tradizionale", ed uno con contributi, a sostegno delle politiche di genere...

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    01 Aprile @ 06.50

    @maurizio: anche se non posso credere che tu non colga la questione, ma credo tu voglia apposta fingere di non capirla, te la spiego come si farebbe con un bambino di tre anni: tanto quanto e' sacrosanto pagare i debiti pregressi con i fornitori, e' altrettanto giusto non cambiare le rette in corso d'anno, una volta stabilite ed accettate dai clienti di un servizio. Se lo fai, nascondendoti dietro una questione di lana caprina affermando di non avere aumentato le tariffe ma solo tolto le agevolazioni, non solo abusi gravemente del tuo potere, ma commetti anche un atto illegittimo dal punto di vista contrattuale. Poi, il fatto di aver negato la realta' per oltre un anno per poi ammettere sottovoce che quanto affermava chi lo denunciava era vero, ti squalifica definitivamente come persona. Adesso lo capisci, o no?! Aver deciso di aumentare le tariffe per coprire quelle che tu ritieni altre piu' importanti priorita', per quanto io non lo condivida, e' un atto politico che verra' giudicato insieme al resto, quando si tornera' a votare.

    Rispondi

  • Maurizio

    28 Marzo @ 21.37

    Filippo, nessuno ha mai parlato di te, comunque che non ci siano soldi è un dato di fatto, che voi pagavate molto meno della media è un dato di fatto, che persone che abbiano perso il lavoro è un dato di fatto, io al posto di pizzarotti avrei attuato scelte dolorose ma preferirei pagare chi ha lavorato per me piuttosto che dare servizi agevolati se non posso permettermelo.... Tra l'altro tu tempo fa hai parlato del tuo isee, bene io non voglio fare i conti in tasca alla gente e tantomeno non posso permettermelo ma io pur avendo un isee molto più basso del tuo (tutto relativo comunque, potrei essere un evasore fiscale e fregare tutti, è così in italia) pago molto più di te e in linea generale tanta gente in provincia è nelle mie stesse condizioni quindi non capisco il motivo per cui vi lamentate, se non si possono mantenere servizi ecco che si tolgono. Ricordiamoci che ci sono milioni di euro di debiti da pagare, contratti da onorare, il patto di stabilità non consente sforamenti a meno di ulteriori futuri minori introiti statali e multe dalla crote dei conti, come la mettiamo? Comunque non sono militante, non sono grillino, non ho mai votato e mai voterò 5 stelle perchè non mi ispirano ma non mi sento di accusare del tutto pizzarotti, lui ha le mani legate in tutto (esempio possono essere i filobus della tep, probabilmente chi ha fatto ipotesi sulla mancata messa in funzione dei bus ha centrato il problema, vuoi che regaliamo altri soldi?)

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    28 Marzo @ 13.09

    @redazione: l'accusa di aver detto falsità per oltre un anno sulle rette dei servizi per l'infanzia è ampiamente documentabile in tutte le interviste rilasciate alla GdP e TV PR, smentite alla fine dalla sommessa ammissione che le tariffe sono rincarate per il 73% delle famiglie, solo dopo la trasmissione Agorà sul tema, come dal Comitato Famiglie denunciato fin dall'inizio. Mi stupisce come per primi i compagni di Movimento, tanto paladini di onestà e trasparenza, non abbiano imposto le dimissioni a chi le ha ripetute incessantemente come un disco rotto. Non temo nessuna querela. REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Gliene lasciamo la piena responsabilità

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    28 Marzo @ 11.17

    @Maurizio: io non ho mai difeso la vecchia giunta, e so bene che i problemi vengono anche da più lontano, ma da qui a cercare di far passare che l'attuale stia facendo bene, ce ne passa! Al di là dell'immobilismo totale, e dell'ideologia giacobina nascosta dietro ognuna delle pochissime scelte fatte, quello che non può esser accettato è che questi falsi difensori della trasparenza raccontino BALLE alla città, e malgrado vengano sbugiardati con documenti alla mano, si guardino bene dal trarne le conseguenze, come dovrebbero. Io non solo contesto l'aumento delle rette, incondivisibile, ma soprattutto il fatto che per giustificarlo, non hanno fatto altro, per oltre un anno, di raccontare falsità e dare numeri volutamente scorretti, sbertucciando chi li denunciava: alla fine s'è visto chi aveva ragione, ma chi raccontava balle (seguito a ruota da tanti ignoranti) è ancora al suo posto. REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Ancora una volta richiamo i lettori a controllare toni e contenuti: un conto è una critica politica, più che legittima, un conto è una accusa di falso (che in atti pubblici è anche un reato). Se vogliamo un clima e una politica migliori, iniziamo a fare la nostra parte: anche perchè,altrimenti, sarei costretto a usare il cestino, per evitare possibili querele ai lettori e a noi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Conferenza stampa per l’uscita di “Gracias a la vida” il singolo di Gessica Notaro

MUSICA

Esce il 23 agosto "Gracias a la vida", il singolo di Gessica Notaro

Mai dire Baganzai, il video dei Trapiantati vince (anche) per acclamazione

calestano

Mai dire Baganzai, il video dei Trapiantati vince (anche) per acclamazione

Madonna festeggia il suo compleanno ballando la pizzica in Puglia

social network

Madonna balla la pizzica alla sua festa di compleanno in Puglia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzafun, ecco i 7 quiz top: scoprili e giocali subito

GIOCHI ESTIVI

Gazzafun, ecco i 7 quiz top: scoprili e gioca subito

Lealtrenotizie

Amici e centro d'accoglienza di Cianica sotto shock per la morte di Diawara

BORGOTARO

Annegato dopo un tuffo: amici e operatori sotto shock per Diawara Video

Si cerca di contattare i parenti in Costa D'Avorio

Lutto

Addio al medico Giovanni Mori

temperature

Torna l'allerta caldo: verso un giovedì e un venerdì a oltre 35°

chiesa

Parroci, si cambia. Dalla città alla montagna: le nomine del vescovo

Il saluto degli "storici" don Mora e don Fontana. Novità anche per Marano, Langhirano, Corniglio

1commento

Parlamento

OpenPolis, Pagliari guida la top ten della produttività

Il senatore il più presente, al voto il 97,41% delle volte

Tg Parma

Parma, Caputo vuole un club ambizioso. Evacuo e Giorgino ai saluti Video

Tg Parma

Ferragosto a Parma, qualche turista e città chiusa per ferie. San Paolo compreso Video

STAZIONE

Parcheggi «kiss and go»: dopo 15 minuti a Parma scatta il pedaggio Foto

Carabinieri

Parma malata di sballo, parla chi lotta contro la droga

3commenti

gazzareporter

Ferragosto: "picco" di materassi abbandonati vicino ai cassonetti Foto

Segnalazioni e foto su via Nello Brambilla (zona Montebello) ma anche viale Duca Alessandro e strada Sant'Eurosia

acqua

Guasti alle tubature: Fontevivo e Berceto senz'acqua

Lucchi: "Chi innaffia è un criminale. Farò piombare i contatori ai trasgressori"

2commenti

gazzareporter

"C'è chi ha dimenticato le valigie in città..." Foto

2commenti

incidente

Caduta in moto: paura per marito e moglie a Viazzano

2commenti

Stazione

Pusher in guerra per la gestione dello spaccio

8commenti

incendio

Sterpaglie a fuoco a Noceto vicino alle case

Incidente in montagna

Precipitata per 50 metri sul Cusna: resta in Rianimazione la 42enne ferita

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

1commento

GAZZETTA

Oggi il quotidiano non sarà in edicola. Tutte le notizie sul nostro sito

ITALIA/MONDO

roma

Donna fatta a pezzi: trovati busto e testa in cassonetto. Il fratello confessa

giallo

Modella rapita e messa all'asta: un arresto in Gran Bretagna

SPORT

Tg Parma

Parma, cercasi punta: Caputo in pole, idee Antenucci e Ceravolo Video

Gossip Sportivo

Diletta Leotta, anche il compleanno è social

SOCIETA'

ZURIGO

"Ebrei fatevi la doccia": proteste per l'avviso in una piscina svizzera

montanara

«D(io)», la web series dell'ottimismo: un inno alla passione

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti