19°

Politica

Pizzarotti promuove il sindaco: "Marzo, che mese prolifico"

Su Facebook il primo cittadino "celebra" gli ultimi 30 giorni: dai cantieri chiusi in zona Efsa alla ripulitura della discarica di Panocchia

Pizzarotti promuove il sindaco: "Marzo, che mese prolifico"
23

"Marzo è stato un mese davvero prolifico". Pizzarotti "celebra" Pizzarotti (e Giunta, ovviamente) sul suo profilo Facebook. In un post a fine mattina ha riepilogato  l'ultimo mese di lavoro: "In 30 giorni abbiamo: chiuso i cantieri ereditati in zona Efsa, adesso c’è una nuova viabilità e infine avremo una piscina e nuovi campi da calcetto; inaugurato il nuovo Informastranieri, dove ogni anno arrivano 27 mila persone; iniziato la riqualificazione delle nostre piste ciclabili (la prima in viale Milazzo); ripulito la discarica di Panocchia; concesso ai dehors un mese gratis per combattere la crisi; sistemato nuove piante in piazzale Picelli, richieste dagli stessi abitanti. E il lavoro per la nostra #Parma non finisce qui."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo Bertozzi

    02 Aprile @ 06.24

    postilla per maurizio: dici di avere un isee piu' basso del mio, ma non dici quanti figli hai... Non e' secondario, visto che l'isee non tiene adeguatamente conto (come succede invece in francia e germania) del numero di componenti il nucleo familiare. Altro esempio semplice, per favorirne la comprensione: al netto di dichiarazioni dei redditi veritiere, chi e' piu' "ricco" (ma sarebbe meglio dire meno povero...) fra un nucleo di 3 componenti con 15.000€ di isee ed un nucleo di 5 componenti con 18.000€ di isee?! Il quoziente parma non faceva altro che riequilibrare il divario, dando un "peso" adeguato alle famiglie piu' numerose, in cui le spese sono ovviamente maggiori. Paci e rossi lo hanno eliminato, affermando che concedeva vantaggi ingiustificabili a livello territoriale, e tanto per confermare la loro assoluta onesta' intellettuale, nei giorni scorsi il comune ha indetto due bandi: uno senza contributi, per la famiglia "tradizionale", ed uno con contributi, a sostegno delle politiche di genere...

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    01 Aprile @ 06.50

    @maurizio: anche se non posso credere che tu non colga la questione, ma credo tu voglia apposta fingere di non capirla, te la spiego come si farebbe con un bambino di tre anni: tanto quanto e' sacrosanto pagare i debiti pregressi con i fornitori, e' altrettanto giusto non cambiare le rette in corso d'anno, una volta stabilite ed accettate dai clienti di un servizio. Se lo fai, nascondendoti dietro una questione di lana caprina affermando di non avere aumentato le tariffe ma solo tolto le agevolazioni, non solo abusi gravemente del tuo potere, ma commetti anche un atto illegittimo dal punto di vista contrattuale. Poi, il fatto di aver negato la realta' per oltre un anno per poi ammettere sottovoce che quanto affermava chi lo denunciava era vero, ti squalifica definitivamente come persona. Adesso lo capisci, o no?! Aver deciso di aumentare le tariffe per coprire quelle che tu ritieni altre piu' importanti priorita', per quanto io non lo condivida, e' un atto politico che verra' giudicato insieme al resto, quando si tornera' a votare.

    Rispondi

  • Maurizio

    28 Marzo @ 21.37

    Filippo, nessuno ha mai parlato di te, comunque che non ci siano soldi è un dato di fatto, che voi pagavate molto meno della media è un dato di fatto, che persone che abbiano perso il lavoro è un dato di fatto, io al posto di pizzarotti avrei attuato scelte dolorose ma preferirei pagare chi ha lavorato per me piuttosto che dare servizi agevolati se non posso permettermelo.... Tra l'altro tu tempo fa hai parlato del tuo isee, bene io non voglio fare i conti in tasca alla gente e tantomeno non posso permettermelo ma io pur avendo un isee molto più basso del tuo (tutto relativo comunque, potrei essere un evasore fiscale e fregare tutti, è così in italia) pago molto più di te e in linea generale tanta gente in provincia è nelle mie stesse condizioni quindi non capisco il motivo per cui vi lamentate, se non si possono mantenere servizi ecco che si tolgono. Ricordiamoci che ci sono milioni di euro di debiti da pagare, contratti da onorare, il patto di stabilità non consente sforamenti a meno di ulteriori futuri minori introiti statali e multe dalla crote dei conti, come la mettiamo? Comunque non sono militante, non sono grillino, non ho mai votato e mai voterò 5 stelle perchè non mi ispirano ma non mi sento di accusare del tutto pizzarotti, lui ha le mani legate in tutto (esempio possono essere i filobus della tep, probabilmente chi ha fatto ipotesi sulla mancata messa in funzione dei bus ha centrato il problema, vuoi che regaliamo altri soldi?)

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    28 Marzo @ 13.09

    @redazione: l'accusa di aver detto falsità per oltre un anno sulle rette dei servizi per l'infanzia è ampiamente documentabile in tutte le interviste rilasciate alla GdP e TV PR, smentite alla fine dalla sommessa ammissione che le tariffe sono rincarate per il 73% delle famiglie, solo dopo la trasmissione Agorà sul tema, come dal Comitato Famiglie denunciato fin dall'inizio. Mi stupisce come per primi i compagni di Movimento, tanto paladini di onestà e trasparenza, non abbiano imposto le dimissioni a chi le ha ripetute incessantemente come un disco rotto. Non temo nessuna querela. REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Gliene lasciamo la piena responsabilità

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    28 Marzo @ 11.17

    @Maurizio: io non ho mai difeso la vecchia giunta, e so bene che i problemi vengono anche da più lontano, ma da qui a cercare di far passare che l'attuale stia facendo bene, ce ne passa! Al di là dell'immobilismo totale, e dell'ideologia giacobina nascosta dietro ognuna delle pochissime scelte fatte, quello che non può esser accettato è che questi falsi difensori della trasparenza raccontino BALLE alla città, e malgrado vengano sbugiardati con documenti alla mano, si guardino bene dal trarne le conseguenze, come dovrebbero. Io non solo contesto l'aumento delle rette, incondivisibile, ma soprattutto il fatto che per giustificarlo, non hanno fatto altro, per oltre un anno, di raccontare falsità e dare numeri volutamente scorretti, sbertucciando chi li denunciava: alla fine s'è visto chi aveva ragione, ma chi raccontava balle (seguito a ruota da tanti ignoranti) è ancora al suo posto. REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Ancora una volta richiamo i lettori a controllare toni e contenuti: un conto è una critica politica, più che legittima, un conto è una accusa di falso (che in atti pubblici è anche un reato). Se vogliamo un clima e una politica migliori, iniziamo a fare la nostra parte: anche perchè,altrimenti, sarei costretto a usare il cestino, per evitare possibili querele ai lettori e a noi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

1commento

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

9commenti

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

borgotaro

Oggi i funerali di Danilo Savani

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CALCIO

Buffon a quota 1000

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

CONCERTO

Mario Biondi al Regio, voce e ricordi

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

LEGA PRO

Parma, Ferrari: "Crediamo nei play-off, servono nuovi stimoli" Video

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

2commenti

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

L'ATTACCO

Il sindaco di Londra: sventati 13 attacchi in 4 anni Video

Luca Donadel

"La verità sui migranti": il video che fa discutere il web

5commenti

SOCIETA'

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

PGN

In campo con la Polisportiva gioco

SPORT

F1: SI PARTE

Il calendario 2017 e le dirette tv

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano