10°

22°

carcere

Via Provenzano, è arrivato Riina

Mafia: percorso inverso fra Parma e Milano per i due boss

Via Provenzano, è arrivato Riina
Ricevi gratis le news
14

Ora è Totò Riina detenuto nel penitenziario di via Burla. Il ministro Orlando chiede chiarimenti al Dal

Il boss di Cosa Nostra Bernardo Provenzano è stato ricoverato ieri pomeriggio all'ospedale San Paolo di Milano dopo essere stato trasferito un paio di giorni fa dal carcere di Parma a quello di Opera, nel Milanese. Uno spostamento su cui il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, che di recente ha firmato la proroga del carcere duro per il boss, ha chiesto chiarimenti al Dap.

Provenzano, 81 anni, condannato a 20 ergastoli, affetto da patologie neurologiche, sarebbe stato trasferito da Parma a Milano nell'ambito di un avvicendamento "di routine" dei detenuti al 41 bis, che ha riguardato anche altri boss mafiosi in regime di carcere duro. Tra gli altri, secondo quanto si è potuto apprendere, anche Totò Riina, che sarebbe stato spostato da Opera a Parma, facendo il percorso inverso di Provenzano.

Quest'ultimo, dal carcere milanese - secondo quanto si è appreso - è stato portato all'ospedale San Paolo per una verifica, da parte dei responsabili del nuovo istituto di pena in cui è stato ristretto, delle sue condizioni di salute. Il capomafia veniva infatti dal reparto detenuti dell'ospedale Civile di Parma, che ha dato il nulla osta al trasferimento. E dopo due giorni dall'arrivo ad Opera è stato per lui disposto il ricovero

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ilaria

    10 Aprile @ 21.26

    Curarli? Mantenerli? Ma in che mondo viviamo??????

    Rispondi

  • Vercingetorige

    10 Aprile @ 19.44

    NON C' E' NESSUNA "LEGGE" che proibisca la detenzione di un condannato per Mafia all' Ucciardone , MA NON E' IL CASO DI METTERCELO , E MI DEVO FERMARE QUI . Il contagio al Nord della Criminalità Organizzata del Sud è un drammatico fenomeno in atto da decenni, e, purtroppo , a lungo ignorato , se non negato , ma non è sostenuto tanto dai detenuti al "41 bis" , ma da quelli mandati a domicilio coatto . Sono quelli al domicilio coatto da rimandare a casa , e da non inviarci più , non quelli al "41 bis". Un appello in questo senso potrebbe essere rivolto al Governo dalle Autorità Locali, come , per esempio , i Sindaci , tra una canzonetta e l' altra.

    Rispondi

  • Gio

    10 Aprile @ 18.11

    Giorgio R.

    Curarli si ma non qui. Loro sono la causa di tante cose che non funzionano al sud. A Palermo "non ci vuole molta fantasia" ecc. E' del tutto inutile che per legge non tornino da dove sono venuti.Non serve a nulla. Hanno spostato i loro "amici" qui da noi fuori dalle carceri in mezzo a noi. Parma città rovinata da gente come questa. 'Ndrangheta, camorra, mafia ecc.Tornate a casa vostra se non avete voglia di lavorare e avete abitudini che distruggono tutto compresa la vita.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    10 Aprile @ 17.42

    IL CARCERE DI PARMA ha un Centro Clinico al quale vengono avviati detenuti ammalati. Riina non è alla "Circondariale" , ma alla "Penale" , cui il Centro Clinico è annesso. I detenuti vengono trasferiti periodicamente da una prigione all' altra perchè non si stabiliscano rapporti di troppa confidenza col personale di custodia e perchè loro stessi , o i loro famigliari ed amici , non possano arrivare a conoscerne troppo bene la struttura e le procedure , fino a trovare qualche eventuale "falla" nella sorveglianza. E' VERO che i carcerati ammalati devono essere curati , ma ci sono Paesi , come , ad esempio , gli Stati Uniti , in cui i Centri Clinici carcerari sono veri e propri Ospedali , nei quali i detenuti vengono curati e , se necessario , anche operati , senza essere ricoverati negli Ospedali Civili , coi problemi che ciò comporta. C' è stato un tempo in cui anche a San Francesco ( San Francesco , non San Francisco ) , c' era qualcosa di simile ( cinquant' anni fa...). Gaetano Badalamenti , il noto "Don Tano" , anche lui "capo dei capi" come Riina , era ammalato di cancro e di epatite . E' morto all' età di 81 anni nel Centro Medico Federale del Penitenziario di Devens , nel Massachussets. Non lo hanno mica portato all' Ospedale Civile....................

    Rispondi

  • Gius

    10 Aprile @ 16.16

    La giustizia deve fare il, suo corso. Ma chiunque, e ribadisco chiunque, ha diritto ad essere curato se malato. Negare la cura non è una pena addizionale: è barbarie. La società civile non deve scendere al livello di coloro che combatte. Giuseppe

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

AUTOVELOX

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

Lealtrenotizie

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

Trasporto pubblico

Autobus: accolto dal Tar il ricorso Tep

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

3commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 il finalista del gruppo 8

Lutto

Neviano piange il sarto Daniele Mazza: vestì tutto il paese

Fidenza

I ladri si ripresentano alla Pinko

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

Dramma

Tragica maratona, muore 49enne di Polignano Video

L'esperto: "Non sottovalutare i campanelli di allarme" (Video)

Tg Parma

Via Langhirano: 16enne a piedi travolta da un'auto, è al Maggiore Video

Parco Bizzozero

Donna presa a pugni dai tifosi pescaresi

5commenti

sicurezza idrica

Ecco come funziona la "diga" sulla Parma

A "lezione" dai tecnici dell'Aipo

Regione

Chiusura centri vaccini di Colorno, Salso, Fidenza e Busseto, protesta FdI-An

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

NOSTRE INIZIATIVE

Con la Gazzetta lo speciale Salute e benessere

EDITORIALE

La stretta di mano che va oltre la retorica

di Patrizia Ginepri

1commento

ITALIA/MONDO

iraq

Kirkuk, Trump: "Non ci schieriamo, non dovevamo stare lì"

Catalogna

Due leader indipendentisti arrestati per sedizione

SPORT

Indonesia

Portiere muore dopo scontro in campo Video choc

SERIE B

Parma, bisogna cambiare rotta

SOCIETA'

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

tg parma

Gattile: ecco il corso per volontari

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel