11°

17°

La lettera

Maxi rissa in Pilotta, Casa: "Parma ha un sistema d’ordine all’altezza"

L'assessore sull'allarme sicurezza: "Non descriviamo la città per quella che non è, non gettiamo benzina sul fuoco"

Maxi rissa in Pilotta,  Casa: "Parma ha  un sistema d’ordine all’altezza"
Ricevi gratis le news
30

Due fazioni di immigrati si affrontano, in tutto una ventina di persone se la danno di santa ragione vicino al monumento a Verdi. Non solo pugni e calci, sono volati anche bottiglie e cestini dei rifiuti. Cittadini e l'associazione I Nostri Borghi lanciano un appello. In una lettera aperta interviene l’assessore alla Sicurezza Cristiano Casa.

“Quello che è successo in Pilotta l’altro giorno è un fatto grave. Chiunque minacci la quiete pubblica, la tranquillità e la serenità delle persone, che hanno tutto il diritto di godersi in santa pace la propria città, non possono che essere considerate di estrema inciviltà. Atti che non hanno nulla a che fare con il rispetto ed il riguardo verso la cosa pubblica ed i cittadini. Sentendomi con prefetto e questore mi sento di ringraziare le forze dell’ordine, che quella sera sono intervenute con tempestività: le risse, purtroppo, non si possono ancora prevedere ma si smantellano con professionale rapidità. E in questo Parma ha un sistema d’ordine all’altezza. Al tempo stesso corre l’obbligo di solidarizzare con tutti i cittadini che sentono la necessità di riappropriarsi dei propri spazi e degli angoli della città, liberamente e con serenità. E’ l’idea che abbiamo di Parma. Non è infatti un caso che per arrivare a questo obiettivo, e per la prima volta, la politica stia finalmente irrobustendo i suoi rapporti con prefettura e questura, quando prima si viaggiava in solitudine e senza sinergie: ai parmigiani l’idea di città che vorrebbero, allo Stato la prevenzione e la sicurezza. La politica non si sottrae al contesto e non nasconde lo sguardo, fa tutto quello che è possibile fare con i poteri che ha. Oltre parliamo di demagogia. Allora due le azioni principali: riappropriarsi degli spazi, prevenire possibili azioni negative. Se oggi, legittimamente, ci si ritrova a contestare l’inciviltà di alcuni individui (che probabilmente erano anche ubriachi), domani però non mi si dica che le ordinanze contro la somministrazione di bevande alcoliche equivalgono a proibizionismo e demagogia; se il nostro obiettivo è ricreare attenzione attorno ai luoghi caratteristici, popolando la Pilotta o altri parchi anche di notte così da allontanare individui poco rassicuranti, domani non mi si dica che i soldi spesi sono inutili o che tolgono clientela agli altri esercenti. Se il degrado o le cartacce per terra e ai piedi dei nostri monumenti attirano altro degrado e altro sporco, domani non mi si dica che le ordinanze sono ingiuste. Infine e in tutta onestà, pur condividendo lo spirito e l’attività civica de i Nostri Borghi, non mi sento comunque di condividere le parole del suo Presidente all’indomani della rissa in Pilotta: non descriviamo Parma per quella che non è, non gettiamo benzina sul fuoco per ridurre concetti come “sicurezza” e “prevenzione” a un dibattito ad uso e consumo del consenso politico, altrimenti da questa discussione non ne usciremo mai. Liberiamo il discorso dalle faziosità e dalle demagogie. Parma è una città che, come tutte le sue “sorelle” del nord, attraversa una difficile fase economico-sociale, con tutti i risvolti del caso. Ma vorrei che al tempo stesso fosse reso merito alle conquiste ottenute in fatto di sicurezza. Perché se è vero che una rissa crea attorno a sé attenzione, è altrettanto vero che ogni giorno, tutti i giorni, si ottengono importanti risultati: dallo smantellamento del commercio abusivo agli arresti per spaccio, passando anche dal fenomeno delle baby-gang.  La politica usa le armi che ha, e sarebbe contenta di averne di più e di più consistenti se lo Stato fornisse più unità e più fondi da investire: ci chiediamo, infatti, chi è quel politico che non ama la sicurezza e la tranquillità dei propri cittadini”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Nanni

    29 Aprile @ 22.14

    Certo che saranno un serbatoio di voti, ci sono partiti che non vedono l'ora di dare a loro la cittadinanza, sono gli stessi che si muovono sempre a loro favore derubando in modo ignobile i nostri poveri e il nostro proletariato , quindi fregando quelli che sono stati da sempre la base del loro elettorato.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    29 Aprile @ 16.44

    GLI EXTRACOMUNITARI NON SONO UN "SERBATOIO DI VOTI" per nessuno , perchè non sono iscritti alle liste elettorali , neanche quelli "regolari". LA KYENGE E' CITTADINA ITALIANA. BERGAMO , per il momento , è ancora in Lombardia , fino a quando non farà un "referendum senza quorum" per passare in Emilia.

    Rispondi

  • HARRIS

    29 Aprile @ 15.58

    @filippo. concordo con lei, in alcuni casi la questura, la prefettura dovrebbero usare il pugno duro e procedere con espulsioni. Le do ragione @r.t.. E' stato un lapus, lo so che Bergamo non è in emilia, volevo fare un confronto con città di provincia, e Parma ha una situazione simile ad altre realtà. La festicciola di Collecchio in realtà è campagna elettorale per la raccolta del consenso, c'è tanta ipocrisia di gente che fa 50 minuti di fila per prendersi del cous cous nello stand della Libia, oppure 30 minuti di coda sotto il sole per prendersi della carne preparata dai senegalesi e poi durante l'anno non consuma cous cous e non va mai in via palermo a comprare nei loro negozietti, e nessuna rezdora di Parma (che con ansia pidina fa la coda per prendersi un po' di riso nello stand del Kenya) si va poi a fare pettinare dai parrucchieri neri che ci sono in via Trento. C'è un'ipocrisia di fondo incredibile. Io non vedo mai per strada compagnie di giovani o adulti formati da bianchi e da neri. Vorrei sapere se Maurizio o Godlwords hanno un amico nero con cui escono abitualmente alla sera. E allora quella festicciola di Collecchio è una festa dove si respira una certa ipocrisia, e una festa quindi anche per ottenere consenso in quella che sarà la nuova base elettorale di quel partito. E come ciliegina sulla torta... la kyenge come ospiete che ci insegna come stare al mondo. Beh il colmo. E questa qua è la candidata al parlamento europeo per quel partito.. Non ce leviamo più dosso ormai. Inoltre r.t.. sappi che ho molto rispetto per gli emigrati e come vi ho spiegato ieri l'altro la colpa se sono qua è quasi tutta del mondo occidentale che ha impoverito quelle terre con lobby finanziarie, chimiche, belliche e alimentari. Restiamo ora a Parma e diciamo che si deve puntare su la collaborazione tra comune e prefettura e questura, e poi riempire tutto l'anno p.le della pace con eventi. La cantante Barbara Barbieri aveva lanciato una bella provacazione: fare delle serate estive in p.le della face un appuntamento tutto l'anno. Sarebbe fantastico. Il pubblico la scorsa estate ha risposto alla grande accontentando nelle diverse serate tutti i gusti. Infine il sindaco Pizzarotti è stato grandissimo quando ha dato la cittadinanza simbolica di Parma a quei bambini: loro si sentono parte della nostra comunità. Così si crea integrazione. Non con le feste ipocrite a Collecchio con certe bandiere che sventolano

    Rispondi

  • Nanni

    29 Aprile @ 15.33

    Avete visto il video in cui il nostro Primo Cittadino , durante una sua comparsa istituzionale, viene chiamato ironicamente "amore amore amore " e sempre la stessa persona si rivolge a lui dicendogli ripetutamente "tu non sei nessuno " gesticolandogli le mani sotto il naso? Quello che fa rabbrividire è vedere la reazione (anzi la non reazione ) dell'agente in divisa alle spalle Del nostro Sindaco. Vorrei chiedere a questo signore cosa sarebbe successo se un qualsiasi cittadino si fosse rivolto a lui in tal modo?... Anche se la risposta la conosciamo bene tutti. Come si può pensare che questi personaggi possano tutelarci?...? L'Amministrazione non è in grado di governare ed imporre la propria autorità al corpo della Polizia Municipale, ma questa non è una colpa di Pizzarotti, qualsiasi sindaco avrebbe le stesse difficoltà , certi poteri sono troppo forti...Pizzarotti e Casa imponetevi, se, invece, non riuscite a fare quello che volete o meglio quello che dovete perché qualcuno vi rema contro,dimettetevi e dite a tutta la città le ragioni che vi hanno indotto a farlo e smascherate i colpevoli....

    Rispondi

  • Vercingetorige

    29 Aprile @ 12.27

    CPSA , CDA , CARA e CIE in Sicilia e nel Sud Italia traboccano . i clandestini vengono avviati verso il Nord. Molti sono convinti , essendo poveri , che l' Europa e l' Occidente abbiano il dovere di mantenerli. Altri sono delinquenti che preferiscono venire in Italia perchè sanno di poter delinquere impuniti . Altri ancora pensano , una volta in Italia , di poter proseguire verso tutti gli altri Paesi d' Europa , violandone i confini come fanno con i nostri , ma trascurando che , altrove , la severità verso gli immigrati stranieri è ben diversa che da noi. La nostra Marina continua ad andarne a prendere per tutto il Mediterraneo. Gli altri Paesi fratelli d' Europa , così attenti a farci togliere le pensioni a i vecchi ed il lavoro ai giovani , rispondono , su questa materia , che sono affari nostri . ASSESSORE CASA , PERCHE' NON FACCIAMO UN BEL "REFERENDUM SENZA QUORUM" PER VEDERE QUAL' E' IL GRADO DI SODDISFAZIONE DEI PARMIGIANI SULL' ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICI ?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va