Parma

Elisabetta Gardini: «Dall'Europa più fondi per il nostro Paese»

Elisabetta Gardini: «Dall'Europa più fondi per il nostro Paese»
Ricevi gratis le news
0

Quello di Elisabetta Gardini è uno dei volti noti della televisione italiana, come conduttrice tv (da «Uno
Mattina» a «Domenica in») e come attrice, sia di fiction che di teatro. Ma dal 2004 la sua passione è la politica, nelle fila di Forza Italia (di cui è stata portavoce nazionale): prima candidata alle europee (dove ha ottenuto 34 mila preferenze, ma non è stata eletta), poi consigliere regionale del Veneto (è padovana), nel 2006 deputata e nel 2008 parlamentare europea subentrando a Brunetta. E ora si ricandida per Strasburgo con il Pdl, nel collegio Nord-Est.
Qual è stata la sua esperienza al Parlamento europeo?
«Ho lavorato alla commissione ambiente, che si occupa di tanti temi, dalla sicurezza alimentare all'energia. Mi sono occupata subito di quello che è considerato il pacchetto non solo ambientale ma anche economico più importante della legislatura, il pacchetto clima-energia. Sono anche nella delegazione che cura i rapporti con la Russia».
In che modo l'Italia dovrebbe stare nel Parlamento europeo?
«La strada corretta la si è imboccata con l'incompatibilità fra l'essere parlamentari europei e il ricoprire altre cariche in Italia. Un altro passo importante è lo sbarramento al 4%, per cui dovremmo avere una riduzione della frammentazione e riuscire di più a fare sistema Paese, come fanno gli altri: perché quando sono in ballo gli interessi della nazione gli inglesi sono inglesi (e non socialisti o popolari), mentre noi siamo frammentati e litigiosi».
Ha accennato all'incompatibilità, che però c'è anche fra l'essere parlamentare europeo e capo di governo. Eppure Berlusconi si candida...
«I leader quando sono veri leader si espongono e non hanno paura di essere “pesati” alle elezioni. Se poi qualcuno, perché non ha un leader, vuole  impedire agli altri di candidarsi, è un problema che non ci riguarda».
Politica estera, politica economica (specie in un periodo di crisi come questo) e politiche per l'immigrazione: tre ambiti in cui sarebbe necessaria un'Europa più unita?
«L'Europa purtroppo è debole là dove i cittadini la vorrebbero forte, e invece tante volte è forte e invasiva su temi non sempre così importanti. Abbiamo bisogno assolutamente di un'Europa che parli con un'unica voce in politica estera, e quindi di un ministro europeo degli esteri. Avremmo bisogno anche di una politica dell'immigrazione europea: noi italiani chiediamo che ci siano norme comuni per regolamentare le richieste di asilo e una guardia costiera che pattugli i nostri mari, perché non si può scaricare solo sui Paesi che si affacciano sul Mediterraneo il ruolo di controllare confini che sono europei. Mi piacerebbe anche un esercito comune europeo, che permetterebbe un risparmio del 50% delle spese militari dei singoli Paesi. Quanto alla politica economica, abbiamo visto con la crisi che sono stati i singoli Stati a reagire. Come italiani dobbiamo impegnarci a portare a casa più fondi  e dobbiamo difendere di più gli interessi dell'Italia».
Questa campagna elettorale si distingue per l'assenza dal dibattito politico dell'Europa in quanto tale.
«È vero. Siamo sommersi da una valanga di veleni e di fango. Eppure la gente che incontro non chiede questo, ma ha interesse per il posto di lavoro,  i figli,  la crisi, la produttività delle imprese: chiede cose concrete».
Lei è un volto noto entrato in politica. Ma non sono troppi i personaggi conosciuti che si candidano?
«Sicuramente c'è uno sfruttamento della notorietà di persone che vengono catapultate da un mondo all'altro senza nessuna gavetta. E molti non reggono, perché non è semplice se non c'è un percorso sentito e motivato. D'altra parte, con la seconda repubblica  non sono più solo i politici di professione a occuparsi della cosa pubblica, quindi non si può generalizzare, ma bisogna vedere caso per caso».
Le mancano la tv e il teatro?
«Sono esattamente dove vorrei essere. Il bello del teatro è avere un rapporto con il pubblico: in questo caso non è il pubblico ma sono gli elettori e i concittadini. Comunque intendo mantenere un contatto con il mio mestiere: non voglio che la politica diventi il mio mezzo di sostentamento».
Nel suo programma scrive che i suoi valori di riferimento sono quelli della tradizione.
«Essendo veneta, figlia della mia terra, mi sento radicata sui nostri valori, che sono quelli di sempre dell'Occidente: la centralità della persona, la famiglia, il lavoro, il sentirsi appartenenti a una comunità. Il mio ideale è essere conservatrice nei valori, ma riformista e moderna nella loro applicazione alle politiche concrete».f.ban.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Ascolti: fiction Canale 5 a 2,2 mln, Sarà Sanremo 11.36%

televisione

Ascolti tv: la fiction Sacrificio d'amore vince di misura su Sarà Sanremo

Guerre stellari tra solennità e disco music

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il nuovo video sulle 5 regole per non toppare l’anolino di fidenza

TRADIZIONI

Anolini, a Fidenza li fanno così (video). E voi? Inviate video e foto

Lealtrenotizie

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

BASSA

Donna investita da un'auto a San Secondo: è grave

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale alle 14,30

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

ALLUVIONE

Tra ruspe e "angeli del fango": a Lentigione si lavora senza sosta Foto

Messa domenicale sul sagrato della chiesa

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

2commenti

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

8commenti

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

La rabbia degli abitanti oltre il confine con Brescello. «Nessuno ci ha avvertiti e così abbiamo perso tutto»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

1commento

MANTOVA

Bimbi uccisi: indagato anche il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta la squadra

SOCIETA'

CUNEO

La salma di Vittorio Emanuele III tornerà in Italia

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260