12°

22°

Scuola Bottego

Emergenza in mensa: «Vermi, plastica e capelli nei piattii»

I genitori chiedono l'intervento dei Nas. La direzione: «Mai ricevuto segnalazioni». Il Comune: «Allarmismo fuori luogo»

Emergenza in mensa:  «Vermi, plastica e capelli nei piattii»
Ricevi gratis le news
14

«Vermi nell'insalata, capelli, residui di plastica che accompagnano il pesce come contorno e ripieno». Raccontata così sembra la descrizione di una di quella cucine da incubo che spopolano su alcuni canali tv. Ma se poi si scopre che questo raggelante menu viene proposto a dei bambini lo sconcerto lascia il posto all'indignazione. E alla speranza che si tratti di una esagerazione.
«Non lo è per nulla: piuttosto si tratta di un grido d'allarme per provocare una reazione. E fare in modo che l'attenzione per qualità del cibo, e la cura dell'igiene, siano al massimo». A parlare è Roberta Garzi, rappresentante di classe della 5ªA della scuola Bottego. E firmataria, a nome di genitori della stessa classe, di una raccomandata inviata ai carabinieri dei Nas, all'Ausl , ai servizi educativi del Comune oltre che ovviamente al dirigente dell'istituto Puccini. 

L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

La replica del Comune: "Allarmismo fuori luogo"

Sulla questione interviene il Comune con una lunga nota. Eccola in versione integrale.

"Si parla in queste ore addirittura di “emergenza alla mensa”, con riferimento ad un episodio denunciato da un genitore della scuola “Vittorio Bottego”. L’allarmismo è del tutto fuori luogo.
Il Comune, destinatario per conoscenza di una comunicazione pervenuta in data 6/5/2014 da parte della signora Roberta Garzi genitore della 5° della Scuola primaria Bottego, informa che le procedure di controllo previste dai capitolati d’appalto e regolarmente effettuate dai tecnici incaricati dal Comune nel corso dell’anno scolastico, i sopralluoghi svolti dai rappresentanti della commissione mensa della scuola, le testimonianze dirette del dirigente della scuola e del personale scolastico attestano l’irrilevanza di quanto denunciato dalla signora ai NAS dei Carabinieri e all’Azienda ASL di Parma.
Ferma restando l’ovvia disponibilità del competente Ufficio ristorazione scolastica ad accogliere segnalazioni e richieste di genitori, dirigenti e docenti, è infatti attiva in tutte le Scuole la sottocommissione per il controllo della qualità della ristorazione scolastica (Commissione mensa), organismo di partecipazione e controllo del servizio di ristorazione composto da genitori e docenti (1 rappresentante per sezione).

Entrando nel merito di quanto affermato dalla signora in questione, in ordine alla presunta scarsa quantità delle pietanze somministrate, si sottolinea che le grammature dei prodotti messi in produzione sono in linea con quanto previsto da “Linee strategiche per la ristorazione scolastica in Emilia Romagna” (2009) ed in base alle “Linee guida per l’offerta di alimenti e bevande salutari nelle scuole e strumenti per la sua valutazione e controllo” (Delibera regionale n.418 del 10/04/2012), e se ne conferma la corretta applicazione da parte della ditta, in quanto in sede di verifica in loco non sono mai state evidenziate problematiche in merito. Anzi il personale scolastico ha spesso segnalato avanzi delle pietanze a fine pasto. Peraltro, la classe in cui la signora Garzi è rappresentante dei genitori aderisce al progetto di auto-somministrazione con le portate in centro al tavolo a disposizione dei bambini.

Quanto a quella che viene definita come “frequente impossibilità di consumare il pasto da parte degli alunni in conseguenza della presenza di vermi nell’insalata, capelli, residui di plastica nel pesce”, il Comune precisa che, a seguito di quanto segnalato, si è provveduto immediatamente a disporre attraverso la ditta incaricata, ulteriori controlli di verifica che hanno rilevato due soli episodi: il ritrovamento di un piccolo moscerino nell'insalata e di piccolo e sottile frammento di plastica nel pesce, che sono stati gestiti prontamente dalla cucina con l’immediata sostituzione della pietanza consentendo la normale consumazione del pasto da parte dell’alunno. Nei controlli suddetti è stata coinvolta anche la rappresentante della commissione mensa.

Si fa notare che, né a seguito di sopralluoghi, né nell’attività di relazione con l’utenza dell’Ufficio ristorazione sono state segnalate criticità nell’erogazione del servizio presso la Scuola Bottego in cui, al contrario, gli esiti delle procedure di controllo cui il servizio di ristorazione scolastica è soggetto da parte dei tecnici incaricati dello Studio Multiline, hanno sempre evidenziato un livello di qualità superiore agli standard.

Si precisa infine che nessuno degli organi preposti al controllo, vale a dire rappresentanti della Commissione mensa e Comune di Parma, nonché nessun docente né il dirigente scolastico, erano stati informati di quanto direttamente segnalato dalla signora a NAS e ASL
Agli atti dell’Ufficio sono conservate, e quindi producibili in qualsiasi momento, le comunicazioni inoltrate nell’occasione da parte del dirigente scolastico, dott. Michele Salerno, delle insegnanti delle classi seconde della Scuola, della Rappresentante della Commissione mensa Stefania Fantini oltre che gli esiti dei sopralluoghi e dei controlli sopra descritti che sottolineano e attestano la conformità del servizio di ristorazione erogato presso la Scuola."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Margherita

    10 Maggio @ 19.16

    Se non vi piace la mensa portate il pranzo da casa.....ma temo che la legge non lo consenta, e questo non è giusto.

    Rispondi

  • gherlan

    10 Maggio @ 12.32

    sulle presunte schifezze non mi pronuncio, mi preoccupa invece un genitore che si lamenta della "scarsa quantità di cibo". Perché queste "mamme" vogliono trasformare sempre e comunque i loro "piccini" in palle di lardo?

    Rispondi

  • Gian

    10 Maggio @ 01.39

    ragazzi abituati troppo bene e i genitori che come al solito per ogni cosa: poverino mio figlio lo volete uccidere... va bene lamentarsi ma questo stare sempre attaccati ai propri figli come se dovessero morire da un momento all'altro lo trovo veramente irritante... e poi ci troviamo la gioventu bruciata che non sa fare nulla abituata alla servitu più spudorata... ma piantatela... invece di fare i divi a chiamare dio per qualsiasi cosa, bastava andare dal preside e farglielo notare e finiva li... invece asl e nas.... chimate anche i ris la prossima volta non si sa mai... !! ma piantatela!!

    Rispondi

  • annamaria

    10 Maggio @ 00.20

    Mi chiedo se non ci sia un pò di esagerazione, in un tempo in cui le strumentalizzazioni, le urla retoriche e la presenza dei genitori nelle scuole sono spesso eccessive e senza freno.

    Rispondi

  • Oberto

    09 Maggio @ 21.42

    ma poi l'alunno è andato con il piatto in mano dall'insegnante? chi ha visto oltre al ragazzo gli insetti e capelli nel piatto?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

«Anziana scippata, evento traumatico»

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

VIAGGI NELLA FRAZIONE

«Carignano, auto troppo veloci e pochi controlli»

FIDENZA

Muore a 51 anni 11 giorni dopo l'incidente in bici

SORBOLO

«Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

Lesignano

Festa per i 18 anni dei due migranti

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

Anteprima Gazzetta

Anziani scippati, danni devastanti

Le anticipazioni della Gazzetta del direttore Michele Brambilla

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Borgotaro

Auto ribaltata sulla fondovalle a Ostia Parmense: un ferito

E' intervenuto anche l'elicottero del 118

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

2commenti

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

chiesa

Smentite le voci sulla salute di Papa Ratzinger

2commenti

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

CHAMPIONS

La Juve soffre e vince, la Roma strappa il pari in casa del Chelsea

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»