Consiglio comunale

Movida: altra telecamera in via D'Azeglio, gestori "vigili" entro 10 metri

La minoranza contesta: "Troppe responsabilità per gli esercenti"

Movida: altra telecamera in via D'Azeglio,  gestori "vigili" entro 10 metri
Ricevi gratis le news
12

Rifiuti, emergenza topi, parcheggio di via Lombardia, camping Parma (via Montebello) l'opposizione all'attacco durante la seduta del consiglio comunale. Per il consigliere Ghiretti è "necessario monitorare il lavoro di Iren" e "intervenire urgentemente", visto che "la situazione spazzatura è peggiorata", come sul versante topi "L'area ex Bormioli è un rifugio per i ratti". L'assessore Folli, dopo aver sottolineato le segnalazioni inviate a Iren, in attesa di risposta, ha promesso in prima persona il resoconto dell'attività di spazzatura delle strade ed eventuali disservizi. Sul parcheggio di via Lombardia, l'assessore Alinovi ha ricordato la fine dei lavori e il collega Folli ha annunciato che a breve, dopo l'affidamento e le relative questioni burocratiche, sarà aperto. Sul Camping e l'area attrezzata di via Montebello, intervento del consigliere Vescovi: "Attrezzatura (in primi le casette ndr) e spazio mai utilizzati". Replica dell'assessore Paci che - dopo aver elencato i vari interventi di messa in sicurezza dell'area e delle varie strutture - ha annunciato l'ipotesi dell'utilizzo delle casette in legno da parte dei City Angels, una possibilità che deve passare, attraverso, a breve,  alcuni atti burocratici.

Tassa di soggiorno e turismo

Al voto modifiche alla tassa di soggiorno. L'assessore Casa ha annunciato come da settembre ad aprile siano stati incamerati, grazie alla tassa, 432mila euro e per il 2014 siano previsti guadagni per 600mila euro. Soldi, come ha spiegato Casa, che andranno per metà al festival Verdi i restanti per  iniziative turistiche. La minoranza, in parte, ha richiesto una maggiore attenzione a spese (anche infrastrutturali) che, a loro volta, ricaderebbero in senso positivo sul settore turistico. Per la Guarnieri sì agli "abbellimenti", ma molto deve essere fatto per la promozione turistica. La stessa esponente della minoranza ha poi espresso svariate perplessità sugli aspetti burocratici del "recupero crediti", che sostanzialmente non devono ricadere e causare spese al  Comune. 

Un tema che, ovviamente, porta a parlare di turismo. Casa: "Il piano strategico per il turismo è pronto", sono disposto a discuterne. Venerdì 6 faremo tre incontri distinti con altrettante categorie, per illustrare i nostri obiettivi e le nostre strategie, stabilendo le regole. La destinazione dei fondi è legato anche a questo. Noi abbiamo ascoltato gli addetti ai lavori, ma loro vogliono più spese sulla promozione. Ma noi crediamo serva anche investire nelle infrastrutture". Sulla promozione: "E' fondamentale, per noi, la promozione esterna". L'assessore casa ha poi fornito i dati: "I turisti sono in aumento a Parma". Ghiretti ha poi suggerito come lo sport sia "magna pars" della vita della nostra città e che, per questo, meriti più attenzione "non solo quando si tratti della Licenza Uefa". Per il consigliere Iotti: "I dati vanno interpretati, ad esempio il pernottamento medio è diminuito". Per l'esponente del Pd questi soldi andrebbero investiti con più cura, e cita l'esempio dei "servizi igienici minimi, come quelli di fianco al Regio: renderli decenti costerebbe poco". Insomma per lui un turista in città "dovrebbe trovare tutto quello che è necessario, e questo lo dovremmo monitorare". La promozione, secondo Pellacini, "Non dovrebbe essere limitata ai soliti depliant". E sottolinea l'importanza di sapere come andranno spesi questi soldi.

Regolamento per la convivenza: regolamento per la movida

 "Non solo per la movida, ma è un regolamento per la città", ha introdotto Casa. "Abbiamo avuto un riscontro positivo delle norme vigenti adesso, molte città ci hanno contattato (Firenze, Genova e Catania) per avere informazioni". In sintesi, sulle modifiche discusse e in via dì approvazione, vengono aggiunti dettagli a quello esistente con più misure preventive. 

1) Semplificazione per gli adempimenti (cartellonistica, porta bicchieri all'esterno dei locali e somministrazione in determinati bicchieri). 

2) Inasprimento per le sanzioni (per le recidive: in riferimento al comportamento e al contesto) per gestori e avventori

3) Controlli più incisivi 

4) Più attenzione alla persecuzione di comportamenti dei singoli

5) Più attenzione ai Beni Culturali nel centro storico (tolto il concetto di bivacco,  sono stati individuati edifici sottoposti a particolari attenzione - e sanzioni-)

6) Piccole manifestazioni musicali (al chiuso) dal vivo e "amplificate" non avranno limitazioni di tempo. Ma servono certificazioni (sull'impianto e sulle emissioni sonore) e una precisa comunicazione agli organi competenti

7) I locali potranno utilizzare gli steward 

8) L'agente, prima di sanzionare, dovrà invitare l'avventore che "non si comporta bene" a interrompere il suo comportamento. E dovrà specificare questo invito nel redigere la sanzione

 Due i filoni di controllo:

1) Comportamento dei gestori (Il regolamento individua in 10 metri le eventuali responsabilità e relazioni con le irregolarità)

2) Comportamento degli avventori (dentro e nelle immediate vicinanze del locale)

Il comandante della Polizia Municipale, Noè, ha poi comunicato l'intenzione di installare un'altra telecamera nella zona "calda" di via D'Azeglio per valutare  eventuali irregolarità (è stata sottolineato comunque che ci sarà, in generale, un maggior impiego dell'utilizzo di riprese video)  

Manno: "Una delibera che va monitorata  e rendicontata costantemente". Per la Guarnieri: "Troppi dettagli che potrebbero creare confusione", poi evidenzia: "Quali strumenti hanno gli agenti nei confronti di chi esce dal locale e staziona, disturbando, sotto una finestra? E che colpe ha il gestore? Questo regolamento, invece che risolvere le cose, aumenta i motivi peri creare dei contenziosi". E poi "La Polizia municipale che turni avrà di notte? La questura che tipo di collaborazione può dare e offre? Insomma rischiamo anche di non avere gli strumenti per far rispettare questo regolamento". Ghiretti: "Un regolamento che non affronta un'emergenza sociale: i nostri ragazzi vengono usati come lavandini. Non li stiamo aiutando, mettiamo solo regole che di fatto vanno sui commercianti, buoni e cattivi: su di loro scarichiamo tutto". Per Iotti: "C'è confusione sugli orari di somministrazione e sull'impatto nei confronti dei residenti: un tema centrale". Un testo che, per l'esponente del Pd "meritava ulteriori approfondimenti, in primis, con le associazioni di categoria". Volta: "Non si può normare l'educazione". Poi, il consigliere del Pd, invoca una "maggiore sorveglianza video" oltre a una "maggiore presenza di agenti sul territorio". "Si caricano eccessivamente i gestori dei locali", evidenzia Pellacini. "Non sarà questo regolamento a cambiare le cose, ma il percorso è iniziato. Un percorso partecipato con tutti che tenta di trovare un punto di incontro tra interessi che spesso sono contrastanti. A volte manca il tentativo di trovare un punto di incontro da parte delle parti in causa: alcuni gestori, però, hanno collaborato, così come va dato atto che su questo regolamento c'è stato un buon lavoro con la minoranza in Commissione", ha spiegato Bosi. "La Polizia municipale ha il mio appoggio e la mia fiducia: sapranno far mantenere il regolamento", ha detto l'esponente del M5S. Nuzzo pone l'attenzione su via D'Azeglio, "Dove ci sono i problemi maggiori. E dove non tutti gli esercenti si comportano nello stesso modo. E lì non deve essere più concesso il menefreghismo verso le regole: devono cambiare modalità di gestione". Tornando all'opposizione, Bizzi invoca un ritorno in Commissione (e a incontrare nuovamente i commercianti) e: "sarà traumatico il passaggio dalla carta alla realtà". Poi: "Non tutte le esigenze sono uguali tra salute dei residenti, divertimento dei giovani e interessi dei gestori: la salute deve avere la priorità". Dall'Olio: "Bisogna cercare anche di trovare il modo di applicare il regolamento. Non deve essere sanzionato solo il gestore: va sanzionato anche l'avventore che si comporta in modo incivile". Casa, nella sua replica, puntualizza come: "Sull'abuso di alcol abbiamo organizzato molte iniziative, non è vero che non abbiamo fatto nulla", così come "Le associazioni sono state consultate.

La delibera è approvata con 21 sì su 24 votanti.

 

Tutti i particolari nella Gazzetta in edicola mercoledì 28 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Claudio

    28 Maggio @ 19.31

    Era ora che si prendesse finalmente atto ufficialmente del vergognoso degrado di strada D'Azeglio, senza confondere questo scempio con altre "movide" molto più civili e regolamentate, come quella di Via Farini! E ora speriamo che seguano rigorosi controlli e severe sanzioni! E' quello che si augurano tutti i residenti del quartiere! AD MAIORA!

    Rispondi

  • Vercingetorige

    28 Maggio @ 11.27

    SI MAURIZIO , CONDIVIDO la necessità di mettere di nuovo gli utilissimi "vespasiani" (in luoghi un pò "defilati" ) , in giro per la città , come c' erano una volta. In certe cose andiamo indietro, invece che avanti....... Ci sono solo un paio di problemini : PRIMO ,quello di tenerli puliti ; SECONDO : sono antifemministi.......

    Rispondi

  • Claudio

    28 Maggio @ 09.18

    @Labandieraitaliana: i tuoi timori sono i miei! E cmq da tempo qui in Strada D'Azeglio la situazione è diventata insostenibile e occorreva un bel giro di vite! Chi nega questo è in mala fede (per interessi di bottega).

    Rispondi

  • Macchia

    27 Maggio @ 23.33

    "Behhh, Iren, dal punto di vista della raccolta differenziata, è un'azienda estremamente efficiente che ha risposto mettendo in piedi un sistema di raccolta che rispondeva ai bisogni della città." (Raphael Rossi alto consulente di nomina grillino). Link al video http://www.tubechop.com/watch/2936444 per i vari "non-ci-credo". L'alto consulente grillino (e presumo la Giunta che lo ha nominato) la pensa differentemente dal Maurizio visto che è soddisfatto dall'efficienza del sistema di raccolta che risponde ai bisogni della città... secondo lui.

    Rispondi

  • Labandieraitaliana

    27 Maggio @ 21.07

    @claudio e ci credo che i controlli saranno blandi l ordinanza come al solito è inapplicabile! E poi vogliamo dire qualcosa sul fatto che gli agenti hanno l obbligo prima di eventuali sanzioni di chiedere a chi disturba di smetterla?! È come se ad uno che guida col cellulare si debba fare la multa solo se dopo avergli detto di smettere di telefonare continua ad usarlo! Siamo all assurdo completo! Non si norma l educazione delle persone si fanno atti concreti o si chiude il circo della movida!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

9commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Scomparso a 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

Gara

La grande sfida degli anolini

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

calcio

Il Parma s'accontenta

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

4commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

PARMA-cesena

D'Aversa: "Soddisfatto dell'interpretazione della gara. Peccato non aver fatto gol" Video

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

GAZZAFUN

Parma - Cesena 0 - 0: fate le vostre pagelle

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

fuori programma

Birre e suggestioni dal coro Maddalene di Revò al Mastiff Video

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande