11°

22°

Parma

Via Colorno e via Emilia Ovest: arrivano due autovelox fissi

Via Colorno e via Emilia Ovest: arrivano due autovelox fissi
Ricevi gratis le news
6

Due autovelox, in via Colorno e in via Emilia ovest, per migliorare la sicurezza stradale in vie che, fra il 2007 e il 2008, hanno registrato numerosi incidenti. Sono stati infatti 39, nel caso di via Emilia ovest, e 18, in via Colorno, gli incidenti che fra il 2007 e i primi cinque mesi del 2008 si sono verificati nei tratti dove saranno installati i due autovelox. Strade che la centrale operativa della Polizia municipale definisce ad alto rischio: mentre in nessun’altra via del territorio comunale il tasso di incidentalità supera il 2%, in via Emilia ovest nel 2007 la percentuale è arrivata al 2,9 e in via Colorno, nei primi mesi del 2008, al 2,5. Lo studio, promosso dal Comune, ha evidenziato come alcune strade siano state ripetutamente teatro di numerosi incidenti, anche gravi.

«L’alto tasso di incidentalità nel caso di via Colorno e via Emilia ovest – sostiene il comandante della Polizia municipale Emma Monguidi - è stato sicuramente favorito dall’elevato volume di traffico e dalla presenza di numerosi mezzi pesanti, ma è stato soprattutto determinato dal sempre più frequente superamento dei limiti di velocità». Per questo motivo il Comune ha disposto due autovelox (presegnalati da segnaletica verticale) da posizionare in via Colorno al km 6+950 (tra Paradigna e San Polo di Torrile) ed in via Emilia Ovest in prossimità dell’intersezione con strada del Macchione, a Fraore. Ambedue le postazioni saranno posizionate su strade extraurbane secondarie nelle quali, va ricordato, c’è il limite dei 90 km/h.

Domani è previsto l’inizio dei lavori per l’installazione, mentre il via ai controlli sarà comunicato nei prossimi giorni. I rilevatori elettronici, del tipo «Autovelox 104 E», saranno operativi tanto di giorno quanto di notte e alimentati in un primo tempo da speciali batterie a lunga durata, per poi passare nel giro di circa 20 giorni all’utilizzo di celle fotovoltaiche ad alta efficienza.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    18 Giugno @ 17.09

    Bene, allora, per chiudere , almeno momentaneamente, l' argomento, aspettiamo la pioggia di lettere alla Gazzetta nei prossimi mesi, cosi' ,poi, mi faro' quattro risate, visto che il riso fa buon sangue..... Perche' siamo Italiani , per cui , se LUI fa 95 chilometri all' ora , bisogna metterlo in prigione, se IO faccio i 180 , ci vuole un po' di buon senso e di tolleranza. Quindi, telefonate all' amico Vigile , ricorso al Prefetto e al Giudice di Pace (conviene il Giiudice di Pace) , certificato medico in cui si attesta che si stava correndo per portare all' Ospedale la suocera incinta che stava per partorire...

    Rispondi

  • Francesco

    18 Giugno @ 11.58

    Sono vessatorie ed inutili . Si rallenta quando ci si passa davanti , e poi si riparte "a razzo". Servono solo , come dice Berlusconi , a "mettere le mani in tasca" alla Gente ! Almeno , si modifichi la normativa sulla detrazione dei punti dalla patente, stabilendo , per esempio , che la detrazione avviene se si supera il limite di velocita' di almeno 50 chilometri orari . Al di sotto , solo sanzione pecuniaria . Peraltro, non so nemmeno se , la detrazione di punti, sia legittima , perche' , se si accetta di pagare una sanzione di maggior importo , si puo' non dichiarare chi era alla guida, e , poi, le strade italiane sono piene di automobilisti e camionisti stranieri . Se questi superano il limite, i punti, dalla patente, chi glie li va a togliere ? Ma , la Legge, dev' essere uguale per tutti. C' e' scritto anche in Tribunale ! Quelli, poi, che dichiarano che, alla guida, c' era la nonna di 94 anni , non li calcoliamo ..... Ed, anche per i punti , facciamo un po' di beneficienza alle Scuole Guida , coi Corsi di "recupero". E tutti i Santi finiscono in gloria , laddove gloria = euro...

    Rispondi

  • Francesco

    18 Giugno @ 11.19

    Si tratta di apparecchiature vessatorie contro i Cittadini onesti. Con la sicurezza non c' entrano niente. E' vero che l' eccessiva velocita' e' pericolosa , ma le variabili che consentono di classificarla come "eccessiva" sono tali e tante che vanno valutate caso per caso, e non ha senso un limite fisso per tutti. La velocita' va commisurata all' auto che si ha ed alle sue condizioni di manutenzione. Va commisurata alle condizioni del traffico. Va commisurata al fondo stradale. Va commisurata alla visibilita'. Va commisurata alle condizioni psicofisiche del Conducente in quel momento., ed alla sua esperienza. Se un automobilista e' esperto, se ha un' auto di cilidrata medio-alta , di recente costruzione ed in buone condizioni di manutenzione, se e' in condizioni psicofisiche efficienti , se il traffico e' scarso , la visibilita' buona ed il fondo asciutto e non sconnesso , puo' viaggiare tranquillamente a 150 chi- lometri all' ora senza pericoli per nessuno. Viceversa , se l' auto e' un vecchio catorcio cadente, in condizioni di manutenzione pessime, il Conducente e' inesperto , stanco o distratto , c' e' nebbia fitta, traffico intenso , il fondo e' bagnato o sconnesso, anche 80 chilometri all' ora sono un pericolo mortale. Non c' e' niente di meno sensato che pretendere di stabilire una velocita' massima sempre uguale per tut- ti ! Non e' vero , peraltro, come si sente tanto dire, che la velocita' e' la prima causa degli incidenti . Le cause principali sono il mancato rispetto della precedenza ed il sorpasso , in curva, in dosso, o quando ci sono altri veicoli in arrivo dalla direzione opposta. La velocita' e' causa di incidente solo per certe uscite di strada notturne , da parte di persone che, oltre ad aver fatto rifornimento all' auto , di solito hanno anche fatto rifornimento a se stesse. Certo , la velocita' aggrava le conseguenze dell' incidente, ma non ne e' la causa. E' chiaro che, se due veicoli si scontrano a 20 chilometri all' ora , si sbocciano solo le carrozzerie. Se si scontrano ai 180 , ne vien fuori un macello ! Se un' auto arriva ad un incrocio ai 180 , salta uno "stop" e fa una strage , la colpa non e' dei 180 , la colpa e' del mancato rispetto dello "stop" ! Questi "autovelox" , dunque, servono solo a mettere "le mani in tasca" , come dice Berlusconi, alla gente per bene. Pensate che , a volte , la loro gestione e' perfino data in appalto a Societa' private, che ci lucrano sopra. Si ricevono multe da "autovelox" da Societa' private di Rimini, per presunte infrazioni commesse a Cuneo.....Non ci si rende conto che, cose di questo genere, non sono dignitose neanche per i Corpi di Polizia ? Il Poliziotto dev' essere sulla strada , con la sua "paletta" e la sua Uniforme, a testimoniare la presenza delle Istituzioni e a perseguire chi viola le Leggi. Un Poliziotto che sta ad una scrivania a spedire fotografie per posta non serve a niente ! E che magra figura ci fanno anche i Prefetti , quando emettono "ordinanze" con le quali dichiarano che , in un certo tratto di strada, gli Agenti non possono fermare i veicoli, per esigenze di traffico ! Facciano "ordinanze" con cui dicono agli Agenti di mettere l' "autovelox" cento metri piu' in la' ! E che brutta figura fanno quegli Agenti che si nascondono , col "macchinino" , dietro i cespugli ! I cespugli sono un nascondiglio per i ladri , non per le Istituzioni dello Stato ! E, poi, 'sti "autovelox fissi" servono a poco o nulla , perche' la loro presenza e' segnalata , e' registrata sui navigatori satellitari , cosi' gli automobilisti arrivano ai 180, frenano , passano davanti all' "autovelox" ai 20 all' ora , poi ripartono ai 180 !

    Rispondi

    • Maurizio

      18 Giugno @ 14.24

      cosa centra? I cittadini onesti non hanno da temere nulla perchè sanno guidare da cittadini onesti.... Sarebbe vessatorio se fossero nascosti ma ti avvisano sul giornale e ti dicono dove sono e come funzionano!!!! Cosa vuoi di più????

      Rispondi

    • andrea

      18 Giugno @ 11.36

      non sono vessatori, perchè le postazioni fisse sono segnalate e costringono a rallentare, andrebbero messe all'ingresso di ogni paese. Dove' il problema? basta rispettare i limiti di velocità, che sono sempre indicati sulla strada.

      Rispondi

  • andrea

    18 Giugno @ 11.10

    andrebbero installati in ogni strada.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Stop ai disel euro 4 ed altre misure emergenza per la qualità dell'aria da domani venerdì 20 fino a lunedì 23 ottobre

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

23commenti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

ANTEPRIMA GAZZETTA

Busseto, un altro odioso caso di stalking

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

tg parma

Via Lagoscuro: arrestato in Romania la mente del racket della prostituzione Video

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

2commenti

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

7commenti

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

2commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

5commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

tg parma

Prostituzione, arrestato un rumeno ricercato

Fermato in patria, indagato a Parma

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

salute

L'Università di Parma studia la chirurgia contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

Calcio

L'exploit di Federico: esordio in Azzurro con gol

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto