Provincia

Bernazzoli: tagli per 3 milioni, la giunta resta al suo posto

Bernazzoli: tagli per 3 milioni, la giunta resta al suo posto
Ricevi gratis le news
1

Il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli e gli assessori della sua giunta restano al loro posto. "Non siamo gente che scappa di fronte alle difficoltà", ha detto Bernazzoli ai cronisti in conferenza stampa. Il presidente lamenta gli ulteriori tagli con cui l'ente deve fare i conti: circa 3 milioni di euro in meno, che si sommano ai tagli precedenti, che pesano su servizi, ad esempio la manutenzione delle strade.
Il Consiglio provinciale scadrà il 25 giugno, poi - come previsto dalla riforma - il presidente e gli assessori potranno lasciare oppure rimanere fino al 31 dicembre ad interim. Bernazzoli spiega che altre valutazioni saranno fatte dopo l'incontro con i sindaci già in calendario per il 12 giugno. 


Il comunicato stampa della Provincia 

E’ un taglio lineare di circa 3 milioni di euro quello che arriverà fra qualche giorno sulla Provincia di Parma, una conseguenza del decreto legge 66 varato dal Governo e che fra poco sarà legge. Una ulteriore e definitiva decurtazione di risorse che avrà ripercussioni pesantissime sull’attività dell’ente fino all’impossibilità di fornire servizi, strade e scuole comprese.
E’ questa la denuncia del presidente Vincenzo Bernazzoli e della sua Giunta, resa pubblica oggi in una conferenza stampa. “ E’ un taglio lineare che punisce in misura maggiore gli enti come il nostro che hanno governato il bilancio con maggiore oculatezza – ha detto Bernazzoli – Nel nostro bilancio già ridotto impatta in modo pesantissimo. Non abbiamo più margini e questo significa penalizzare i servizi”. In parole povere: niente più risorse per lo sgombro neve, per intervenire sulle buche o peggio sulle frane che stanno martoriando la rete provinciale del Parmense.
“E’ giusto che i cittadini sappiano in che situazione siamo – ha continuato – queste sono risorse che vengono dal territorio e portate a Roma. E non c’è incidenza dei costi della politica. Ci eravamo ridotti il compenso di carica ma questa spesa sarà azzerata dal 25 giugno prossimo”.
E’ quello il giorno in cui finisce la legislatura che si chiude nell’incertezza. Le Province sono nel pieno della fase di trasformazione in ente di secondo grado, il nuovo governo dovrà essere a regime entro l’anno. La transizione secondo la legge di riordino tocca agli uscenti a meno che non decidano di dimettersi, aprendo così le porte al commissariamento.
Su chi resta incombe l’incognita risorse perché, insiste Bernazzoli, l’Ente sarà di fatto paralizzato e quindi non in grado di agire in funzioni essenziali e che restano assegnate quali trasporti, edilizia scolastica, politiche di tutela ambientale.

Il presidente della Provincia di Parma farà due cose: il 12 incontrerà i sindaci, la metà quelli usciti dalle urne e un altro incontro lo avrà con le organizzazioni sindacali.
“E’ una situazione che va condivisa, bisogna ragionare insieme perché la permanenza implica, in queste condizioni, una responsabilità personale – ha spiegato Bernazzoli - Non siamo gente che scappa, ci siamo sempre stati là dove c’erano i problemi ma in questo contesto è quasi naturale lasciare la palla ad altri. La decisione la prenderemo dopo la riunione con i sindaci, perché non è una questione solo nostra”.
Sul tavolo della giunta uscente ci sono 140 segnalazioni arrivate nei soli primi 5 mesi dell’anno dai comuni, soprattutto dell’Appennino, per frane; ci sono le 5 provinciali ancora interrotte e gli interventi che non si è ancora riusciti a fare per mancanza di risorse.
Della progressiva riduzione della capacità di spesa parla l’assessore al Bilancio Roberto Zannoni. “Nel bilancio della Provincia le entrate nel periodo 2009-13 sono calate di circa 15 milioni di euro, 18 con questo ulteriore taglio – sottolinea - I mutui sono passati dai circa 62 milioni di euro della legislatura precedente a 14 milioni di euro, azzerandosi addirittura dopo il 2012”.
In questo contesto l’ente per garantire i servizi ha ridotto al minimo le spese, ricorda Zannoni citando alcuni esempi: la riduzione del 20% del costo personale che è passato da 513 dipendenti del 2009 ai 410 di oggi con i dirigenti che oggi sono 10 rispetto ai 21 di cinque anni fa. Azzerate le collaborazioni, ridotte del 70% le consulenze esterne, del 40% gli affitti, del 20% i carburanti, del 58% cancellerie e pubblicazioni sui quotidiani. Del 95% l’autonoleggio con autista, del 75% le spese postali, del 20% le pulizie, del 60% la telefonia e del 30% il numero degli automezzi, cominciando dalle auto blu eliminate in toto e destinando gli autisti ad altre funzioni. Un lavoro di limatura all’asso dunque “mantenendo il bilancio sano – dice Zannoni – e rispettando in modo puntuale i parametri, primo fra tutti il patto di stabilità e l’incidenza del costo del personale sulle entrate correnti”.
Ed è in questo modo che la Provincia di Parma ha continuato la propria azione soprattutto nei due ambiti prioritari che sono la scuola ( in 5 anni quasi 10,5 mln di euro) e le strade ( nella legislatura 55 milioni di euro di lavori). Tanto ma non certo paragonabile agli importi necessari I danni sulla viabilità provinciale ammontano a oltre 70 mln di euro di cui 18 milioni solo nei primi 5 mesi del 2014. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • presente

    06 Giugno @ 07.32

    Accidenti e noi che credevamo fosse la volta buona.... Manco se gli tagliano i soldi questi si schiodano la poltrona da sotto le chiappe....

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video

emergenza

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video 1-2

La sindaca: "State lontani dagli argini"

emergenza

Lentigione, la piena vista dall'alto Video

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

incidente

Pedone investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

PIENA

Enza, a Casaltone il peggio è passato. "Ma restate lontano dagli argini" Foto

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

2commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

1commento

IL CASO

Collecchio dichiara guerra al gioco d'azzardo

LUTTO

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

La storia

«Il mio viaggio da incubo sull'Intercitynotte»

San Prospero

«I lupi? Ci fanno più paura i ladri nelle case»

2commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

6commenti

SEMBRA IERI

Una "pennellata" di teatro con Maurizio Schiaretti (1993)

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

UNIVERSITA'

Smart Production Lab 4.0 al servizio del futuro

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

sudafrica

Rissa in carcere, ferito Pistorius

VAPRIO D'ADDA

Sparò e uccise il ladro: "Legittima difesa". Caso archiviato

1commento

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

2commenti

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS