19°

29°

Rifiuti

Differenziata e polemiche: come se ne esce?

Fra accuse e controaccuse: cerchiamo di capire che cosa davvero non va...

Differenziata e polemiche: come se ne esce?

Rifiuti davanti al Comune (fotomontaggio)

Ricevi gratis le news
62

Stiamo ai fatti. Ormai da mesi uno dei temi più gettonati dello spazio commenti del nostro sito è sicuramente la questione rifiuti.

Segnalazioni di cittadini,  foto e polemiche politiche si accumulano ormai da tempo. E anche una volta fatta la tara dello scontro perpetuo maggioranza-opposizione, è evidente che iul tema è sentito. Ieri la polemica ha toccato una nuova punta, con il capogruppo Dall'Olio che ha ipotizzato di "abbandonare la spazzatura sotto il Municipio" e con la giunta Cinque stelle che ha replicato parlando di "intervento inqualificabile".  

Noi abbiamo riassunto la polemica con il fotomontaggio che illustra la "provocazione" di Dall'Olio. Ma in realtà vorremmo lanciare su questo sito un confronto vero e concreto, per capire davvero qual è il problema e come se ne può uscire.

1) Inciviltà dei cittadini - E' fuori di dubbio che, qualunque siano le lacune della regolamentazione attuale (di cui parleremo fra poco) allo spettacolo del degrado di Parma contribuiscono anche e soprattutto i troppi cittadini senza senso civico e senza coscienza ambientale. 

Le tante discariche abusive (Panocchia, Beneceto, trangenziale sud, perfino in via Toscana a pochi metri dalla stazione ecologica....) dicono che troppi parmigiani se ne fregano delle regole e del decoro urbano. Abbiamo detto "parmigiani": in realtà, proprio per non lasciar inevaso alcun aspetto del problema., sappiamo che molti lettori attribuiscono la colpa di queste situazioni soprattutto a cittadini immigrati.

Ovviamente, da sempre, in questo sito emarginiamo dal forum gli interventi razzisti o xenofobi. Si tratta semmai di capire fino a che punto questa fascia di cittadini è ben informata sui vari aspetti della raccolta: in altre città, come Reggio, sono stati distribuiti già da anni opuscoli in varie lingue compreso l'arabo. A Parma ci sono stati certamente numerosi incontri nei quartieri in cui di volta in volta la differenziata partiva o si allargava: forse occorre una comunicazione ancora maggiore. E contemporaneamente, è chiaro, questo non deve essere un alibi per non rispettare  leggi e regolamenti: nè per gli immigrati nè per i parmigiani...

2) Controlli e sanzioni - Se restiamo nell'ambito delle violazioni volontarie (ovvero di chi della raccolta ortodossa se ne frega), resta da capire quanto le autorità siano in grado di intervenire. In questi mesi si è parlato spesso di telecamere e sanzioni: l'impressione, però, è che in questo come in molti casi le armi a disposizione del Comune siano inadeguate per un contrasto efficace di un fenomeno così diffuso. 

A marzo si era detto di 38 sanzioni staccate in pochi mesi. Non conosciamo il dato aggiornato, ma di sicuro le sanzioni non hanno scoraggiato più di tanti gli incivili

3) La regolamentazione - Le principali obiezioni di chi critica la differenziata attuale sono tre, con il denominatore comune della "rigidità": il troppo tempo fra una raccolta e l'altra; la soppressione totale dei cassonetti (che obbliga chi ad esempio deve assentarsi il giorno della raccolta a tenere in casa i rifiuti per troppo tempo senza soluzioni alternative); ed infine le situazioni che troppo spesso si verificano in occasione delle festività.

Tutte obiezioni su cui si può almeno discutere. Ovviamente, gli eventuali rimedi non sarebbero invece sufficienti per quelle 5mila famiglie che neppure hanno ritirato i sacchetti...

E per chi volesse approfondire l'argomento e vedere davvero di che cosa si discute, ecco qui il sito di Iren per la differenziata

4) L'erba del vicino - In casi del genere, può sempre essere utile capire che cosa fanno gli altri. I nostri lettori, anche stamattina, si sono sbizzarriti nell'indicare luoghi e soluzioni.

In provincia di Parma, tantissimi comuni svolgono da tempo la differenziata. E' chiaro che chi vive in spazi ampi non ha gli stessi problemi che possono esserci ad esempio in un condominio cittadino, ma sarebbe importante capire fino a che punto i problemi di Parma sono condivisi da altre realtà del Parmense (nei giorni scorsi ci sono state alcune polemiche a Salso, ma ci sono anche paesi che dalle polemiche sono rimaste indenni).  Resta chiaro che le esigenze del capoluogo sono e saranno sempre diverse da quelle della maggior parte degli altri comuni: però, le testimonianze dei lettori potrebbero essere in questo senso molto interessanti.

In Italia e all'estero - Come vanno le cose altrove? I nostri lettori-navigatori, ma evidentemente anche viaggiatori, ci hanno segnalato diverse situazioni che si possono prendere a modello: ad esempio le isole ecologiche o altre soluzioni che vanno dal Trentino a Barcellona. Qui sotto, abbiamo raccolto i regolamenti di alcune città vicine e più lontane, spingendoci fino in Svizzera:

Reggio

Piacenza

Treviso

Trento

Novara

Lugano

5) Come venirne fuori? - Al di là degli aspetti strettamente politici, la fotogallery mostra che un problema di decoro urbano c'è. E alla lunga potrebbe diventare anche un problema igienico. Noi ci siamo limitati ad un "inventario" della situazione: agli addetti ai lavori, ma anche ai semplici cittadini e lettori, il compito di sviluppare gli spunti. Il dibattito è (ri)aperto...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • silvia

    11 Giugno @ 13.51

    s!lvia

    @Maurizio: grazie! Ce n'è da leggere^_^ molto interessante

    Rispondi

  • Maurizio

    10 Giugno @ 18.18

    Silvia, avevo scritto un messaggio più completo sulle mie esperienze avute con caf cgil in provincia (mi hanno compilato male i bollettini ici o imu del 2009 non ricordo cosa fossero e per circa 9 euro non pagati ho pagato circa 150 euro tra multe e tutto il resto, del resto come i commercialisti ti fanno firmare documenti in cui ti lasciano la responsabilità di qeullo che è stato presentato nella dichiarazione dei redditi) e sulle esperienze positive avute con il caf di via spezia ma non mi è stato pubblicato, evidentemente si sarà perso, comunque ti scrivo il link del rapporto rifiuti regionale 2013 con i dati 2012 http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/rifiuti/informazioni/documenti-e-pubblicazioni

    Rispondi

  • silvia

    09 Giugno @ 22.25

    s!lvia

    Per il sondaggio di Vercingetorige sulla TASI: altro che mandarla a casa, a me l'hanno anche sbagliata, è un mese che sono in ballo, c'è da diventare matti per la complicazione delle tasse! Chiedo conferma a Maurizio sull'efficienza del Caf dove va lui e se lo consiglia... Riguardo ai rifiuti, a Parma i sacchi sono solo per la plastica e il barattolame, per il residuo ci sono bidoni con chip (che fino al 2015 non è attivo), forse il signor Rossi ha contribuito a mettere a punto questo sistema scomodo e rigidissimo. @Maurizio: per favore metta il link dove si possono vedere i dati reali della differenziata. Ragazzi che caldo!

    Rispondi

  • Maurizio

    09 Giugno @ 21.14

    No mi dispiace signor vercingetorige ma io lo dico da anni che i dati sui rifiuti sono balle come da prima degli scandali comunali scrivevo che il nuovo sindaco di parma avrebbe vinto sul tema inceneritore (addirittura quando si parlava di ricandidatura di vignali io davo lui per vincente, poi sono successe alcune cose) e a candidature fatte ho sempre detto che bernazzoli avrebbe perso le elezioni perchè la sua unica colpa è sempre stata quella di essere onesto e coerente sulla questione inceneritore quando gli avversari giocavano sall'equivoco autorizzazione provinciale e mi creda, io l'ho sempre detto perchè con i rifiuti e le varie autorizzazioni o robe simili ci lavoro. Per quanto riguarda la tares pensi che a me è arrivata una comunicazione via e-mail del comune che mi avvisava della proroga di 15 giorni per il pagamento... si peccato che io avevo già pagato l'ultimo giorno utile, troppo comoda avvisare quando tutti hanno pagato, tra l'altro sono gli stessi addetti che mi hanno scritto via mail che io i 6 euro circa per la mini imu li dovevo pagare per legge, peccato per loro che io non ho abboccato perchè sotto una certa cifra (se ben ricordo 15 euro, non lo so) non si doveva pagare, per la tari poi si sa che lo mandano a casa i comuni, è la vecchia tassa sui rifiuti, tassa che alcuni soloni credono ancora sia stata abolita perchè accorpata all'imu e diventata una tassa unica.... però penso che su questo ultimo punto lei la pensi come me

    Rispondi

  • Vercingetorige

    09 Giugno @ 18.26

    MAURIZIO , I MIEI "TONI" SONO COMMISURATI AI SUOI , COME FACCIO SEMPRE CON TUTTI , quindi , se lei provvederà ai suoi , io provvederò ai miei. Se il suo CAF le fa il servizio straordinario di mandarle a casa l' "F24" , con l' importo della TASI già predisposto , buon per lei (è la terza volta che glie lo dico) MA IL MODULO PRECOMPILATO PER LA TASI NON VIENE MANDATO A CASA . Ciascuno deve calcolarselo da sè , ed è per questo che ci sono file chilometriche davanti ai patronati , che chiedono una proroga al 31 luglio per il pagamento , perchè non ce la fanno. Dovrebbe essere invece mandato al domicilio quello per la TARI ( se ci riescono, perchè pare che , con la TARES di novembre 2013 , abbiano avuto problemi......) QUELLO CHE , DA ANNI, avverte , su questo "forum" , che i dati sbandierati da Folli sulla "differenziata" sono balle , sono io . Lei tendeva ad accreditarli , poi si è documentato ed ha dovuto ammettere che avevo ragione io. Di solito rispetto le opinioni altrui , anche quando cambiano , ma non posso non notare che sono cambiate.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

2commenti

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Protesta

«Cittadella abbandonata»

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

7commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

NAPOLI

In codice rosso aspetta 4 ore: muore 23enne

3commenti

SPORT

Moto

Travolto dopo l'incidente, paura per Federico Caricasulo

il personaggio

«Chicco» Taverna l'ex rugbista che doma le onde

SOCIETA'

perugia

Oca lo becca al parco, nonno risarcito dalla Regione

IL DISCO

Elton John e quell'omaggio a John Lennon

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti