-2°

10 arresti

Doping in palestra: indagini anche a Parma

In manette anche il "discepolo" di un noto atleta morto a 33 anni

Culturisti (foto d'archivio senza riferimenti alla vicenda dell'articolo)
Ricevi gratis le news
3

(ANSA) - BRINDISI - "Un body builder professionista deve integrare la propria preparazione con l’utilizzo di sostanze vietate": lo aveva detto in un interrogatorio Daniele Seccarecci, noto body builder italiano. Era il 2011: due anni dopo, a 33 anni, il culturista professionista con il braccio più grande al mondo morì a Taranto, stroncato da un infarto. Proprio in quel periodo l’inchiesta dei carabinieri del Nas, coordinata dalla procura di Brindisi, e in particolare dal sostituto Milto Stefano De Nozza, era nel pieno del suo corso.
Agli inizi di settembre 2013, quando si verificò la tragedia, i magistrati stavano valutando se chiedere l’applicazione di misure cautelari. Anche Seccarecci era nel mirino, non personalmente in veste da indagato, ma per il "metodo" che gli investigatori ritengono che abbia adottato e trasferito anche ad altri. Ad una persona in particolare, il 'discepolo' Giuliano Bufano, 41 anni, titolare di una palestra a Mesagne (Brindisi), preparatore di numerosi atleti che partecipano a gare pubbliche di body building, con il quale avrebbero costituito - secondo l'accusa - un’associazione per delinquere a cui partecipano anche altre persone fra le 10 raggiunte stamani in Puglia da un provvedimento di custodia cautelare ai domiciliari (un’altra persona è stata arrestata in flagranza a Palermo, nel corso di una perquisizione). L’inchiesta coinvolge alcuni istruttori e proprietari di palestre del Brindisino ma ha interessato diverse province, tra cui Bari, Taranto, Lecce, Roma, Napoli, Palermo, Catania, Messina, Parma, Reggio Emilia e Ascoli Piceno.
In tutto sono 65 gli indagati nell’inchiesta chiamata "Belzebù", dal soprannome di uno dei presunti 'guru' che prescrivevano illegalmente farmaci a gente che non ne aveva necessità fisica per patologie, ma che voleva semplicemente, a quanto emerso dalle indagini, accrescere la propria massa muscolare per partecipare alle competizioni. Tra i 10 arrestati c'è anche Paolo De Vizzi, 40enne di Manduria (Taranto), disabile, noto alle cronache per aver centrato il record di permanenza in immersione. E’ ritenuto dagli investigatori uno dei fornitori dei farmaci dopanti.
I medicinali sono quelli usati per curare il nanismo, poi il testosterone, e perfino farmaci veterinari somministrati normalmente ai cavalli. Gli effetti collaterali sarebbero gravissimi, stando agli approfondimenti fatti dall’accusa: danni irreparabili all’apparato riproduttivo, alla prostata, problemi cardiovascolari: "Il rischio è concreto - scrivono i magistrati - in alcuni casi già tradottosi in danno, come nei casi di due assuntori uno colpito da infarto e l’altro da collasso". Due i malori accertati: in entrambi i casi a patirne le conseguenze body builder appena dopo una gara, al termine di un’estenuante settimana di trattamenti 'intensivì e poi di assunzione di altre sostanze per mascherare le tracce del doping in vista di eventuali controlli.
Flaconi e pillole venivano acquistate online attingendo dal mercato nero o da farmacisti del Brindisino, compiacenti, altri invece prontissimi a denunciare. Le ricette mediche venivano falsificate: un euro, tre euro al massimo per prodotti che costano al Servizio sanitario nazionale più di 370 euro a scatola. Ecco perchè fra le accuse, oltre all’associazione per delinquere, alla commercializzazione di steroidi e anabolizzanti, al falso e all’esercizio abusivo della professione, c'è anche la truffa allo Stato. Un falso medico è stato scoperto: è proprio colui che in passato fornì medicinali a Seccarecci. Anche un falso dietologo e finti farmacisti. Tutto un bluff, dunque, secondo l’accusa con un unico fine: costruirsi un fisico bestiale e vincere nelle competizioni sportive

(foto d'archivio senza riferimenti alla vicenda dell'articolo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gea

    12 Giugno @ 21.54

    Sig Stefano forse era un' altro l'articolo che voleva commentare ?

    Rispondi

  • cambogiano

    12 Giugno @ 10.30

    quello che fai su internet comprando prodotti dall'estero esula dall'articolo essendo la tematica ricetta-farmacia-acquisto prodotti a carico del sistema sanitario .

    Rispondi

  • Stefano

    12 Giugno @ 00.31

    reinard.alfa@gmail.com

    Il giorno che i magistrati scenderanno sulla terra e si faranno un giro tra i comuni mortali vado a piedi da traversetolo a fontanellato. Tutti ma proprio tutti, compreso i miei cani e i maiali del vicino sanno che in palestre di fa uso di sostanze vietate. Ma non lo dico io che non frequento le palestre, lo dicono tutti quelli che come me hanno fatto palestra in casa e pesi e sono un ventesimo di volume di quelli arrivati anni dopo e che guarda caso diventano enormi. Io cari magistrati non ho mai preso nulla di illegale, ma se invece di lavorare 4 ore al giorno per 15.000 euro al mese vi informaste un attimino, capireste che certe sostanze sono in vendita su internet e arrivano a casa con pacco anonimo. Già, lavorare.... sono andato tre volte a reggio emilia con l'avvocato per fare da testimone e dopo ore di attesa ( più il trasferimento mio e del legale ovviamente ) mi sento dire che il giudice non poteva essere presente senza nessun tipo di giustificazione. Non posso andare oltre perchè verrei indagato automaticamente come uno di questi figuri apre bocca, visto che la democrazia esiste solo per loro e quando lo decidono loro. A parte tutto propongo esami linguistici inanzitutto,( vedi il caro petrus che non sa parlare italiano ) e test QI. E come chiede da anni la CE responsabilità civile dei magistrati, e aggiungo responsabilità penale. perchè sinceramente se facessimo un sondaggio in quanti pensate che credano in voi visto che non sapete come vive la popolazione?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

8commenti

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

correggio

Intervenne per sedare una lite e venne "pestato": 6 denunciati

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III è arrivata a Vicoforte Foto

2commenti

SPORT

nuoto

Europei, bis d'oro dell'Italia: prima Dotto e poi Orsi

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

SOCIETA'

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260