19°

Parma

Marocchino ubriaco tenta di violentare una donna, poi fugge dalla finestra e viene investito da un furgone

Marocchino ubriaco tenta di violentare una donna, poi fugge dalla finestra e viene investito da un furgone
Ricevi gratis le news
32

Denuncia e incidente. E' finita così, per un marocchino  di 27 anni che ha dato vita ad un movimentato tentativo di violenza sessuale in Oltretorrente.

Questa la ricostruzione dei fatti. L'uomo, ubriaco, ha seguito una 26enne parmnigiana che abita in borgo Cocconi, ed è riuscito ad entrare nella sua abitazione. Poi si è denudato e ha cercato di avere con la donna un rapporto sessuale. La giovane parmigiana è riuscita a fuggire dall'appartamento, e non avendo il cellulare ha dato l'allarme da una cabina telefonica.

All'arrivo dei carabinieri, il marocchino si è prontamente rivestito ed ha provato a fuggire dalla finestra (al primo piano). Ma appena si è trovato in strada, non si è accorto che stava sopraggiungendo un furgone, che lo ha investito. L'uomo ha riportato ferite lievi, ed è stato portato nella caserma dei carabinieri, dove è scattata una denuncia per tentata violenza sessuale, violazione di domicilio, ubriachezza e furto di 20 euro, che aveva rubato in casa della donna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Deb

    20 Giugno @ 04.32

    La gente di Parma, come quella di Milano, Lodi ec. non è diventata di colpo razzista, è solo decisamente esasperata. Continui episodi di questo genere, vedere quanto poco seriamente sono puniti, assistere alla tracotanza e alla prepotenza sfoggiate da persone portatrici di culture troppo diverse, contribuisce ad ingenerare in chiunque sia dotato di un minimo di attaccamento per il proprio Paese e le proprie origini un senso di fastidio profondo. E' inutoel continuarea negare l'evidenza: non è vero che siamo tutti uguali o tutti migranti o tutti clandestini come urla qualcuno in certi cortei. In questo Paese abbiamo avuto una guerra fratricida come è stato il Risorgimento pur di stabilire una volta e per tutte che lo Stato è una cosa e la Religione è ben altra. Non si pò dialogare alla pari con chi mi/ci considera degli infedeli e che ragiona con logiche di conquista, anche attraverso l'uso della violenza. E non mi si venga a parlare delle Crociate: abbiamo avuto un Papa pronto a chiedere scusa per tutti gli errori gravi commessi nel passato, ed ha fatto bene. Io però devo ancora vedere un Imam pronto a scusarsi per ogni volta che NEL PRESENTE un islamico stupra una donna perchè cagna infedele, o picchia a sangue la propria figlia o moglie perchè vuole vivere come le occidentali o vestirsi come loro. Sento parlare di diritti: alla preghiera del venerdi', alla carne halal, al velo modello Belfagor per le loro donne; solo diritti... ma i doveri dove li mettiamo? Cose come rispettare la Costituzione italiana, visto che sono qui e senza obblighi tra l'altro? Nel senso che nessuno li obbliga ad avere a che fare con noi infedeli mangiatori (e con gusto) di carne di maiale, se la cosa li turba così tanto perchè non cercano di colonizzare un qualche altro Paese, magari uno vegetariano? Scherzi a parte, prima di atteggiarsi a democratici politically correct super liberal puntando il dito contro chi, giustamente esasperato, chiede di porre un limite a certi comportamenti, proviamo per una volta a scendere dal pero (intellettualoide) e a metterci anche nei panni di chi protesta.

    Rispondi

  • Giuseppe

    19 Giugno @ 23.10

    Sono un ragazzo del sud,un terrone,uno dei tanti ...Ho vissuto due anni circa a Parma, e posso solo dire che la sera avevo piu paura di uscire per Parma che nella mia città di giu !Brutto problema il vostro...

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    19 Giugno @ 23.09

    Castrarli e rimandarli a casa loro, questi sono animali non persone!

    Rispondi

  • enrico 73

    19 Giugno @ 22.30

    che l'istigazione all'odio razziale sia un reato punibile dalla legge siamo tutti d'accordo...ma lasciatemi dire una cosa;anche da questi messaggi si percepisce che la misura e' colma e che la maggior parte delle persone(anche se magari in pubblico lo nega)e' o sta diventando razzista.Non voglio sindacare sul fatto che sia giusto o sbagliato,ma credo sia ormai un dato di fatto. Personalmente posso dire con tranquillita' di esserlo e credo che anche Mauro converra' con me che la legge italiana per il momento non me lo vieta. Quando mi vieteranno anche di pensare con la mia testa mi adeguero',ma fino ad allora portero' avanti il mio pensiero.Accoglienza,solidarieta',integrazione...belle parole che il piu' delle volte si rivelano scatole vuote o al piu' temi sentiti da chi a cuore per viverli. Io al pari di altri non sono tra questi.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    19 Giugno @ 21.02

    PER MAURO - In effetti su un punto le devo dare ragione: anche in molti dei commenti pubblicati siamo al lilmite. Diciamo che ho cercato di trovare qualche differenza fra chi invocava genericamente la pena di morte e chi scendeva in particolari più crudi. Ho distinto fra chi vorrebbe regimi più severi e chi esplicitamente (veda il mio commento nell'articolo sulla multa per pipì) cadeva in una fattispecie di apologia di fascismo. Ho tolto qua e là altri insulti... Se vuole posso andare avanti. Ma credo che il problema (e come vede non è che mi voglia sottrarre al confronto-dibattito con i lettori, anche critici come lei) non stia tanto nelle nostre scelte, che comunque ovviamente possono essere messe in discussione. Credo che il problema vero sia quello di capire quanto e perchè la gente la pensi in questo modo. E per questo ho cercato (magari con un colpo al cerchio e uno alla botte) di fare uscire un dibattito che rispecchiasse davvero i pensieri dei nostri lettori. Mi piacciano o no. (G.B.)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Le interviste sono state realizzate in diretta da Andrea Gatti su Radio Parma

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro