21°

la lunga battaglia

Il Tar: la moschea resta in via Campanini

Bocciato il ricorso di Cesare Piazza e degli artigiani del quartiere. Il Comune: "Finalmente finisce questa crociata"

Il Tar: la moschea resta in via Campanini
37

A darne notizia è il Comune, che dice di voler credere che questa sia la fine della crociata anti-moschea: "Il Tar ha bocciato il ricorso di Cesare Piazza e degli altri artigiani e ha dato ragione al Comune e alla Comunità Islamica, che potrà così continuare la sua attività nei locali del quartiere artigianale di via Mantova". Ricorso "improcedibile", secondo quanto arriva dai Portici del Grano. E ricorso aggiuntivo “inammissibile per difetto di interesse”.

La moschea resta dunque in via Campanini: nessun obbligo di demolizione.

"Dopo una ”crociata” lunga sei anni, iniziata immediatamente non appena il Comune accolse la domanda della Comunità Islamica per costruire un capannone da dedicare ad uso di culto (quindi con modifica di destinazione d’uso), ora il Tar di Parma sembra scrivere la parola “fine” sull’interminabile vicenda - recita la nota del Comune - : con una sentenza articolata e dettagliata, lunga ben 12 pagine, il Tribunale ha respinto il ricorso presentato da Cesare Piazza ed altri artigiani insediati nel comparto, che miravano ad ottenere l’annullamento di una serie di atti del Comune e a far decretare il conseguente ordine di demolizione della struttura".
"La sentenza è inequivocabile - si legge ancora nel comunicato -: il ricorso presentato viene ritenuto “improcedibile” e il ricorso aggiuntivo “inammissibile per difetto di interesse”.
Il Tar ha anche deciso che le spese di giudizio saranno a carico dei ricorrenti, che dovranno rifondere al Comune di Parma all’Associazione Comunità Islamica 4.000 euro ciascuno.
La vicenda giudiziaria è stata tutt’altro che lineare, con ricorsi che si sono susseguiti da una parte e dall’altra e con i conseguenti provvedimenti amministrativi assunti dall’ente locale.
Il Comune di Parma, infatti, aveva adottato tutti gli atti per dare corso a sentenze precedentemente e pronunciate dal Tar e confermate dal Consiglio di Stato, con ingiunzioni di demolizioni e sanzioni pecuniarie in alternativa, prese d’atto di ripristino dei locali e adeguamento di funzione degli stessi alle previsioni originarie.
Tutto questo fino a quando l’iscrizione dell’Associazione Comunità Islamica al registro delle APS e la modifica del RUE da parte del Consiglio Comunale, che ha previsto la possibilità di usi diversi da quello produttivo per gli edifici che insistono sul comparto artigianale di via Mantova hanno modificato il quadro normativo, dando luogo al giudizio articolato e preciso formulato dal Tar".
"In questo modo - si augurano dai Portici del Grano - è possibile che si scriva la parola “fine” su quella che era stata impropriamente ma efficacemente definita “crociata anti-moschea”. E in ogni caso, a questo punto, la Comunità Islamica avrà tutto il tempo per svolgere la sua attività in attesa di riflettere sul suo futuro."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • presente

    18 Giugno @ 14.02

    @GEA, no mi spiace, ma non sono ne solo ne arrabiato col mondo, anzi, posso dirle di avere una bella famiglia, un bel gruppo di amici. Arrabiato lo sono con le persone come lei, piene di livore, sempre pronte a difendere l' extra di turno, non importa su quale argomento.... Del resto il suo lessico e la sua vulgata, la collocano in un determinato segmento politico dove lei è stata indottrinata a dovere.

    Rispondi

  • Gea

    18 Giugno @ 09.11

    @PRESENTE, il mio commento e' il nulla assoluto? :) può essere, i suoi non è che siano poi così edificanti, lo è molto di più quello di ANNAMARIA . PRESENTE... deve essere una persona molto sola e arrabbiata col mondo intero. Mi dispiace per lei. Firmato , Rossastra XD . P.S. Dopo questa dica quello che vuole io non risponderò più alle sue misere provocazioni, i suoi commenti non sono altro. Cheese !!!!!!!!

    Rispondi

  • presente

    18 Giugno @ 06.58

    @GEA, il suo commento è ..... Il nulla assoluto. Se proprio vuole, cara la mia rossastra, vada con il sig. Zeroquattro in quel de Marocco, si faccia accompagnare da lui in una bella chiesa, ovviamente in strada velo in testa e testa bassa, e attenzione a non incrociare lo sguardo di un uomo. Poi, entrata in chiesa preghi.... di uscirne viva e ci spedisca anche lei una bellissima cartolina. @ANNAMARIA, bellissime parole

    Rispondi

  • Gea

    17 Giugno @ 15.47

    Io sto con zeroquattro . PRESENTE , mi consenta XD , ma va va .

    Rispondi

  • annamaria

    17 Giugno @ 15.36

    Caro Zeroquattro,una domanda: la sua è una crisi tipica degli adolescenti che, nel loro disorientamento, sentono la necessita di appartenere ad un gruppo, o la sua convinzione che questo non è il suo paese, è profonda? E quanti sono gli immigrati di seconda generazione che la pensano come lei? vede, mi vengono alcune considerazioni: 1) per integrarsi bisogna essere sempre in due, in questo caso il paese che la ospita e lei che ci è nato. Se lei decide che non vuole, allora non c'è niente da fare (glielo dice una che nella sua vita ha fatto parecchi traslochi con figli a carico) 2) A cosa serve insistere nel dare la cittadinanza Italiana, quando questa non è per niente desiderata? 3) I suoi genitori qui hanno trovato un lavoro, e hanno usufruito di tutte le strutture che hanno trovato già pronte e che non avevano costruito , e lei di questo paese ha usato tutto ciò che spetta a ciascuno: asilo, scuola, Sanità ( che sta per esplodere), strade, (io sono certa di avere per tutto pagato la mia parte con 40 anni di lavoro dipendente): nessuno chiede gratitudine, ma non le sembra il caso di ricordarsene? 4) Avrà trovato situazioni di disagio, ma certamente avrà trovato anche grosse aperture, a scuola,ad esempio, dove si investono soldi ed energie in corsi di ogni tipo per favorire l'integrazione. 5) Molti italiani non amano gli immigrati, ma è altrettanto vero il contrario. Guardi che i problemi non ci sono solo per gli immigrati ma anche per gli altri 6) Lei afferma che "la moschea a parma siamo liberi di farla". Ha ragione, lei usa un diritto che questo paese concede ( per la verità qui a quanto pare c'è anche lo zampino del sindaco che per evitare problemi, ha agito da consumato politico), lei usa di una libertà che si è trovato senza conquistarsela e che le permette di esprimersi liberamente e di dire che questo non è il suo paese. Non so come sia in Marocco, né come la pensi lei,ma so che questa libertà, per imperfetta che sia, è il MIO bene più prezioso nel MIO paese e vorrei che nessuno lo dimenticasse nè che se ne approffitasse. Le auguro davvero un buon soggiorno in Marocco, penso che sia un paese con paesaggi stupendi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Highlander: San Patrick's

Pgn

Highlander: San Patrick's, le foto della festa

E' morto Thomas Milian

Tomas Milian aveva 84 anni

Lutto

Addio a "Er monnezza": è morto Tomas Milian Gallery Video

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

1commento

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi nell'area cani Foto

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Il candidato

Laura Cavandoli: Il centrodestra si divide

1commento

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

4commenti

Formaggio

La grana del grana

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano

Sentenza

Multa ingiusta, Equitalia condannata

Autostrada

Auto sbanda in A1: muore un 53enne, traffico in tilt per ore Video

Diversi chilometri di coda anche tra Fidenza e Fiorenzuola verso Milano a causa di un altro incidente

Testimonianza

Bloccata in coda in A1: "Ho spento la macchina, attesa senza fine"

6commenti

Bedonia

Domani riapre la stagione di pesca

PARMA

Suonava in Pilotta: multato per la terza volta il fisarmonicista Giovanni 

19commenti

gazzareporter

Fontanini o.... Corcagnano?

ANTEPRIMA GAZZETTA

Raffaele Sollecito si trasferisce a Parma: intervista esclusiva Video

Accusato con Amanda Knox dell'omicidio Kercher, Sollecito è stato assolto. Ha scelto di vivere a Parma

4commenti

PONTETARO

I ladri svaligiano l'auto in pochi minuti con la chiave clonata

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

Treviso

Il giudice girerà armato: "Lo Stato non c'è, devo difendermi"

2commenti

Milano

Il convivente spegne la tv in camera, lei tenta di ucciderlo

3commenti

WEEKEND

ELEONORA RUBALTELLI

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella

IL DISCO

Nasce il fenomeno Sex Pistols

SPORT

Formula 1

La prima pole è firmata Hamilton

Mondiali

l'Italia batte l'Albania (2-0)

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery