-1°

la lunga battaglia

Il Tar: la moschea resta in via Campanini

Bocciato il ricorso di Cesare Piazza e degli artigiani del quartiere. Il Comune: "Finalmente finisce questa crociata"

Il Tar: la moschea resta in via Campanini
37

A darne notizia è il Comune, che dice di voler credere che questa sia la fine della crociata anti-moschea: "Il Tar ha bocciato il ricorso di Cesare Piazza e degli altri artigiani e ha dato ragione al Comune e alla Comunità Islamica, che potrà così continuare la sua attività nei locali del quartiere artigianale di via Mantova". Ricorso "improcedibile", secondo quanto arriva dai Portici del Grano. E ricorso aggiuntivo “inammissibile per difetto di interesse”.

La moschea resta dunque in via Campanini: nessun obbligo di demolizione.

"Dopo una ”crociata” lunga sei anni, iniziata immediatamente non appena il Comune accolse la domanda della Comunità Islamica per costruire un capannone da dedicare ad uso di culto (quindi con modifica di destinazione d’uso), ora il Tar di Parma sembra scrivere la parola “fine” sull’interminabile vicenda - recita la nota del Comune - : con una sentenza articolata e dettagliata, lunga ben 12 pagine, il Tribunale ha respinto il ricorso presentato da Cesare Piazza ed altri artigiani insediati nel comparto, che miravano ad ottenere l’annullamento di una serie di atti del Comune e a far decretare il conseguente ordine di demolizione della struttura".
"La sentenza è inequivocabile - si legge ancora nel comunicato -: il ricorso presentato viene ritenuto “improcedibile” e il ricorso aggiuntivo “inammissibile per difetto di interesse”.
Il Tar ha anche deciso che le spese di giudizio saranno a carico dei ricorrenti, che dovranno rifondere al Comune di Parma all’Associazione Comunità Islamica 4.000 euro ciascuno.
La vicenda giudiziaria è stata tutt’altro che lineare, con ricorsi che si sono susseguiti da una parte e dall’altra e con i conseguenti provvedimenti amministrativi assunti dall’ente locale.
Il Comune di Parma, infatti, aveva adottato tutti gli atti per dare corso a sentenze precedentemente e pronunciate dal Tar e confermate dal Consiglio di Stato, con ingiunzioni di demolizioni e sanzioni pecuniarie in alternativa, prese d’atto di ripristino dei locali e adeguamento di funzione degli stessi alle previsioni originarie.
Tutto questo fino a quando l’iscrizione dell’Associazione Comunità Islamica al registro delle APS e la modifica del RUE da parte del Consiglio Comunale, che ha previsto la possibilità di usi diversi da quello produttivo per gli edifici che insistono sul comparto artigianale di via Mantova hanno modificato il quadro normativo, dando luogo al giudizio articolato e preciso formulato dal Tar".
"In questo modo - si augurano dai Portici del Grano - è possibile che si scriva la parola “fine” su quella che era stata impropriamente ma efficacemente definita “crociata anti-moschea”. E in ogni caso, a questo punto, la Comunità Islamica avrà tutto il tempo per svolgere la sua attività in attesa di riflettere sul suo futuro."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • presente

    18 Giugno @ 14.02

    @GEA, no mi spiace, ma non sono ne solo ne arrabiato col mondo, anzi, posso dirle di avere una bella famiglia, un bel gruppo di amici. Arrabiato lo sono con le persone come lei, piene di livore, sempre pronte a difendere l' extra di turno, non importa su quale argomento.... Del resto il suo lessico e la sua vulgata, la collocano in un determinato segmento politico dove lei è stata indottrinata a dovere.

    Rispondi

  • Gea

    18 Giugno @ 09.11

    @PRESENTE, il mio commento e' il nulla assoluto? :) può essere, i suoi non è che siano poi così edificanti, lo è molto di più quello di ANNAMARIA . PRESENTE... deve essere una persona molto sola e arrabbiata col mondo intero. Mi dispiace per lei. Firmato , Rossastra XD . P.S. Dopo questa dica quello che vuole io non risponderò più alle sue misere provocazioni, i suoi commenti non sono altro. Cheese !!!!!!!!

    Rispondi

  • presente

    18 Giugno @ 06.58

    @GEA, il suo commento è ..... Il nulla assoluto. Se proprio vuole, cara la mia rossastra, vada con il sig. Zeroquattro in quel de Marocco, si faccia accompagnare da lui in una bella chiesa, ovviamente in strada velo in testa e testa bassa, e attenzione a non incrociare lo sguardo di un uomo. Poi, entrata in chiesa preghi.... di uscirne viva e ci spedisca anche lei una bellissima cartolina. @ANNAMARIA, bellissime parole

    Rispondi

  • Gea

    17 Giugno @ 15.47

    Io sto con zeroquattro . PRESENTE , mi consenta XD , ma va va .

    Rispondi

  • annamaria

    17 Giugno @ 15.36

    Caro Zeroquattro,una domanda: la sua è una crisi tipica degli adolescenti che, nel loro disorientamento, sentono la necessita di appartenere ad un gruppo, o la sua convinzione che questo non è il suo paese, è profonda? E quanti sono gli immigrati di seconda generazione che la pensano come lei? vede, mi vengono alcune considerazioni: 1) per integrarsi bisogna essere sempre in due, in questo caso il paese che la ospita e lei che ci è nato. Se lei decide che non vuole, allora non c'è niente da fare (glielo dice una che nella sua vita ha fatto parecchi traslochi con figli a carico) 2) A cosa serve insistere nel dare la cittadinanza Italiana, quando questa non è per niente desiderata? 3) I suoi genitori qui hanno trovato un lavoro, e hanno usufruito di tutte le strutture che hanno trovato già pronte e che non avevano costruito , e lei di questo paese ha usato tutto ciò che spetta a ciascuno: asilo, scuola, Sanità ( che sta per esplodere), strade, (io sono certa di avere per tutto pagato la mia parte con 40 anni di lavoro dipendente): nessuno chiede gratitudine, ma non le sembra il caso di ricordarsene? 4) Avrà trovato situazioni di disagio, ma certamente avrà trovato anche grosse aperture, a scuola,ad esempio, dove si investono soldi ed energie in corsi di ogni tipo per favorire l'integrazione. 5) Molti italiani non amano gli immigrati, ma è altrettanto vero il contrario. Guardi che i problemi non ci sono solo per gli immigrati ma anche per gli altri 6) Lei afferma che "la moschea a parma siamo liberi di farla". Ha ragione, lei usa un diritto che questo paese concede ( per la verità qui a quanto pare c'è anche lo zampino del sindaco che per evitare problemi, ha agito da consumato politico), lei usa di una libertà che si è trovato senza conquistarsela e che le permette di esprimersi liberamente e di dire che questo non è il suo paese. Non so come sia in Marocco, né come la pensi lei,ma so che questa libertà, per imperfetta che sia, è il MIO bene più prezioso nel MIO paese e vorrei che nessuno lo dimenticasse nè che se ne approffitasse. Le auguro davvero un buon soggiorno in Marocco, penso che sia un paese con paesaggi stupendi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

WEEKEND

Una domenica già immersa nel... Natale

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

Fidenza

Incendio nel negozio: proprietari salvati dai carabinieri

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Salsomaggiore

Greta, promessa del karate

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti