-2°

COMUNE

Alinovi: "Piaga vandalismi nei parchi"

L'assessore e le manutenzioni: "Piantati 1131 alberi a costo zero e 400 interventi a giochi e arredi: ma dopo una settimana sono già rovinati"

L'ingresso della Cittadella

L'ingresso della Cittadella

7

Manutenzione ai giochi bimbi e nei parchi e nuovo verde pubblico: è questo il tema affrontato questa mattina dall'assessore al Lavori pubblici Michele Alinovi. E subito i numeri citati: si parte dai 1131 alberi piantati quest'anno a costo zero per il Comune, che avrà in carico la successiva cura. La cifra è stimata in 250 mila euro per i prossimi tre anni. 

Tra l'autunno e la primavera sono stati invece contati 400 interventi di manutenzione nei parchi, tra i giochi bimbi e l'arredo urbano compromesso. In tutto 50 mila euro per lavori che hanno riguardato San Pancrazio, la Cittadella, Corcagnano, Vicofertile, Baganzola, il parco Falcone e Borsellino, il parco Nord e il Parco Ducale, dove sono state riparate 54 panchine.

"Peccato che - sottolinea l'assessore - spesso sia un lavoro inutile: dopo una settimana viene tutto vandalizzato". La definisce la "piaga vandalismi", Alinovi, e cita con amarezza le catene rubate dalle altalene, i giochi "sradicati" e rubati, i colonnotti rubati. Soprattutto al parco Ferrari e al Falcone e Borsellino. "E in periodo di poche risorse a disposizione è davvero un bel problema".

Il comunicato del Comune

Il progetto di “Incremento del patrimonio arboreo cittadino”, promosso dal Comune di Parma, ha conosciuto, nell’ultimo anno, un potenziamento significativo a seguito della piantumazione di 1.131 nuovi alberi.

“La piantumazione di oltre 1.000 alberi era un impegno che avevamo preso nel dicembre del 2012 – ha spiegato l’assessore all’urbanistica, edilizia, lavori pubblici ed energia Michele Alinovi – e che abbiamo rispettato”. Nella parte nord della città sono stati collocati 480 alberi, in quella sud ovest 218 e altri 433 nella parte sud est. “Il Comune, poi, – ha proseguito Alinovi – ha messo a bilancio 200 mila euro per il 2014 per effettuare le potature e porre in sicurezza gli alberi pericolosi. A questo si aggiungono 50 mila euro per la manutenzione di giochi bimbi e arredo urbano. Per il prossimo anno il Comune ha deciso di incrementaree le risorse a favore della manutenzione di giochi bimbi e arredo urbano mettendo a bilancio 200 mila euro. Grazie all’impegno degli uffici comunali preposti e nonostante l’esiguità delle risorse è stato possibile effettuare interventi puntuali sul tutto il territorio del Comune, senza escludere le frazioni”. L’assessore ha aggiunto che il Comune, per il 2014, ha stanziato 1.680.000 euro per la manutenzione ordinaria del verde, che comprende, per esempio, gli sfalci.

La nota dolente è legata al fatto che molti dei danni agli arredi urbani come giochi bimbi e panchine sono dovuti dall’inciviltà di alcune persone. I costi, per porre rimedio a tali comportamenti, gravano, però, sulla collettività.

Gli alberi messi a dimora sono stati a costo zero per l’Amministrazione in quanto derivano da compensazioni da parte di privati. Mentre saranno a carico del Comune le spese di manutenzione successive alla messa a dimora, con costi pari a circa 250 mila euro per i primi tre anni. In particolare, il Comune garantirà l’innaffiamento tramite l’utilizzo di autobotti e personale adeguato. Gli interventi sono stati programmati sulla base di uno studio specifico della situazione arborea presente sul territorio comunale. Il “patrimonio verde” della città è costituito da 3.200.000. metri quadrati di aree verdi fruibili dalla cittadinanza. Sono 40 mila gli alberi presenti dotati di caratteristiche diverse in rapporto alla specie ed anche all’età: nel Parco Ducale esistono esemplari messi a dimora nel 1730, per esempio. Alle piante, alle loro condizioni, sono legati alcuni benefici importanti in quanto esse trattengono le polveri sottili sospese nell’aria, attenuano il riverbero di calore nei mesi estivi, accumulano CO2 ed altre emissioni dannose. Hanno, quindi, una funzione strategica nel tessuto urbano anche per quanto riguarda la qualità della vita dei residenti. Il mantenimento delle condizioni ottimali di crescita degli alberi ed il loro controllo rappresentano un altro fronte su cui il Comune è impegnato per verificare costantemente le condizioni di salute degli alberi stessi provvedendo alle potature ed agli abbattimenti laddove necessario. Il piano di “Incremento del patrimonio arboreo cittadino” ha posto rimedio alle mancanze di alcuni alberi lungo i viali, nei parcheggi e nei Parchi urbani. Inoltre sono stati sostituiti in toto gli alberi di alcuni viali o alcune tratte di viali. L’incremento numerico e qualitativo del patrimonio arboreo della città risponde ad un preciso obiettivo del Patto dei Sindaci: migliorare l’ambiente urbano e di conseguenza la vita dei cittadini attraverso la riduzione delle emissioni di CO2 nell’aria. Fra gli interventi più significativi si segnalano 148 alberi messi a dimora nel Parco Ferrari, 33 al Parco del Dono, 34 in viale Piacenza, 29 in via Buffolara, 22 nel Parco della Raganelle, 42 in stradello Matilde di Canossa, 125 nei campi di Moletolo, 17 in via Lanfranco, 22 al parcheggio scambiatore Nord, 20 nel Parco 8 Ottobre, 10 in via Pastrengo, 10 nel prolungamento di via Sidoli, 14 in via Lagazzi, 29 in via Picasso e 18 in via Conforti, per segnalare i principali.
Tra novembre e marzo, sono stati potati 1.095 alberi con costi pari a poco più di 200 mila euro. Gli interventi di potatura hanno interessato la materna Aquilone, piazzale Salvo D’Acquisto, il Parco Ducale, via Atene, Gramsci, il Parco 1° Maggio, via Savani in corrispondenza della rotatoria, il parcheggio di via Provesi, viale Pasini, piazza della Pace, la scuola Toscanini, via Ognibene, viale dei Mille, viale Balestrazzi, via Soncini, via Atleti Azzurri d’Italia, via Italina Chiari, via Picelli e la scuola Coccinella, via Fattori, Casa Bianca, Hiroshima, Eistein, Basile, Bavagnoli, il Parco della Cittadella, Parco Ferrari, piazzale Maestri, piazzale della Pira, via Malaspina, via Campanini e via Basile.

Il Comune ha anche provveduto, nel periodo tra l’autunno e la primavera, alla manutenzione di giochi bimbi e dell’arredo urbano compromesso, principalmente panchine e staccionate di aree cani, in diverse zone verdi della città, effettuando circa 400 interventi, per un costo pari a 50 mila euro. Gli interventi hanno interessato alcune frazioni come San Pancrazio, Vicofertile, Corcagnano, Baganzola, alcune scuole comunali, i Parchi Falcone e Borsellino, la Cittadella dove si è intervenuti sistemando panchine, tavoli e giochi bimbi, il Parco Nord, il Parco Ducale dove sono state riparate 54 panchine e sistemati 2 giochi bimbi. Inoltre altri interventi sono stati effettuati in piazzale Lubiana dove si è intervenuti su 4 giochi bimbi e la staccionata dell’area cani, nel Parco Daolio a Fognano, al Centro Giovani Montanara, in via Evasio Colli e in via Argonne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio

    15 Giugno @ 19.14

    Non ne ho idea e me ne può fregar di meno, io di parmigiani ne conosco una marea, gente quasi sempre onesta me ne trovo tanti con genetica parmigiana che fanno atti di vandalismo e allora come la mettiamo?

    Rispondi

  • Maurizio

    15 Giugno @ 19.10

    Non ne ho idea e me ne può fregar di meno, io di parmigiani ne conosco una marea, gente quasi sempre onesta me ne trovo tanti con genetica parmigiana che fanno atti di vandalismo e allora come la mettiamo?

    Rispondi

  • carmelo

    14 Giugno @ 20.13

    maurizio quanti sono i parmigiani a parma???? per parmigiani intendo quelli nati da genitori parmigiani madre di parma e padre di parma con cognomi parmigiani vorrei da te avere una risposta quanti sono?????????????????????????????????? la genetica e' importantissima o no????

    Rispondi

  • Maurizio

    14 Giugno @ 12.14

    Bluebird continua così a dare la colpa a extra parmigiani che così i problemi non si risolvono, di vandali nostrani ne abbiamo sempre avuti e ne abbiamo tutt'ora, ad esempio quelli che sono stati sorpesi dai residenti a danneggiare puntualmente le auto in centro sai di dov'erano? Cosa credi che facciano nel tempo libero?

    Rispondi

  • carmelo

    13 Giugno @ 17.02

    il comune dovrebbe essere chiaro.......dovrebbe dire la verita'... cosi dicendo l avvento di extracomunitari stranieri e la salita dal sud di extracomunitari italiani sta mettendo in ginocchio il tessuto sociale di quello che una volta era il nord italia. gli insegnamenti dati a fatica al nord amor proprio rispetto ecc..... sono stati cancellati da questa marmaglia di persone che a noi non hanno nulla da insegnare ma che soffocano il bello che c era. la decisione del comune dovrebbe essere drastica. la cittadella e i parchi della citta' dovrebbero essere presidiati da camionette di polizia col manganello...ecco il problema come si risolve-

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Un coro di no per la chiusura del supermercato di via D'Azeglio

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

4commenti

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

1commento

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti