15°

29°

COMUNE

Bivacco in movida? Solo con acqua

Il nuovo regolamento è definitivo e sarà in vigore dal 26 giugno: ecco cosa prevede

Movida in via D'Azeglio
Ricevi gratis le news
56

Ora è definitivo e sarà operativo dal 26 giugno: è il n uovo regolamento della movida, con occhi puntati soprattutto sull'Oltretorrente. Ed ecco cosa prevede: dalla somministrazione di alcolici al bivacco, consentito solo per bere acqua.


"L’11 giugno, dopo un anno di sperimentazione, è stato pubblicato il Regolamento definitivo per la convivenza che entrerà in vigore dal prossimo 26 giugno, data entro cui sarà emessa anche l’ordinanza sindacale sugli orari di chiusura degli esercizi pubblici operanti nelle aree zonizzate- recita un comunicato del Comune - .Il Regolamento tiene conto degli aspetti positivi e delle criticità emerse dalla sperimentazione: si propone, infatti, di semplificare le procedure, prevedendo sanzioni severe in caso di violazioni, una maggior efficacia dei controlli, l’introduzione di una disciplina speciale per il comparto D’Azeglio in cui sono stati riscontrati problemi di ordine e sicurezza pubblica derivanti da comportamenti individuali degli avventori e da cattiva gestione di alcuni esercenti, e il contrasto ai comportamenti individuali scorretti degli avventori (occupazione della sede stradale, sporcizia etc.).
Le semplificazioni a vantaggio degli esercenti vanno, a titolo esemplificativo, dall’eliminazione dell’obbligo di esporre cartellonistica, alle manifestazioni musicali che, se effettuate nel rispetto dei vigenti limiti di rumorosità, potranno avvenire presentando una semplice Segnalazione Certificata di Inizio Attività, valida fino ad eventuali modifiche strutturali o della strumentazione utilizzata e senza imitazioni numeriche o temporali (mentre in passato era prevista un autorizzazione comunale, un limite di 21 serate annue di cui non più di 2 settimanali, una durata non superiore a 4 ore e comunque da esaurire entro le ore 23,30). Parallelamente, il mancato rispetto di quanto dichiarato con la segnalazione, oltre alla sanzione pecuniaria consente il sequestro della strumentazione, nonché la chiusura del’esercizio fino a tre giorni in caso di reiterazione. L’inasprimento del regime sanzionatorio riguarda anche le violazioni del divieto di vendita di alcoolici da parte degli artigiani (Kebab, etc.) disgiuntamente dai beni di produzione propria che, rispetto alla precedente versione regolamentare, prevede la sospensione dell’attività fino a tre giorni già in caso di prima violazione.
La disciplina speciale per il comparto D’Azeglio, motivata da ragioni di ordine e sicurezza pubblica evidenziate in un parere della Questura e pienamente coerente con le norme in materia di liberalizzazioni e con la Giurisprudenza del Consiglio di Stato, non limita gli esercenti ma modula gli orari di chiusura in relazione all’impatto esercitato da ciascuno di essi, prevedendo la liberalizzazione degli orari per gli esercizi che non producono alcun tipo di impatto, la possibilità di accedere alle deroghe di un ora per tutti coloro che siano in grado di assicurare la minimizzazione del proprio impatto, la riduzione dell’orario solo per gli esercenti le cui modalità gestionali e l’assenza di misure dirette a minimizzare l’impatto comportino un effetto esterno ascrivibile direttamente a loro.
L’ambito di responsabilità di ciascun esercente rimane limitato ai 10 metri di distanza dal locale come nella versione sperimentale del Regolamento: tale responsabilità è prevista espressamente dalla Legge regionale sulla somministrazione a tutela della residenza.

Il controllo delle modalità gestionali avverrà mediante apposita attività d’indagine, anche a mezzo di videosorveglianza e, in caso di accertamento della diretta correlazione tra attività e occupazione della strada da parte della propria clientela, sono previste sanzioni fino alla revoca della licenza.

 

 

Infine le norme di condotta, che non sono dirette ad impedire l’aggregazione ma a contrastare comportamenti individuali scorretti (abuso di alcool, sporcizia, rumore, etc.) sono le seguenti:
- divieto di detenzione di alcoolici per il consumo, dalle ore 23.00 alle ore 06.00, derogabile entro gli orari massimi di chiusura degli esercizi pubblici di ciascun comparto, a condizione che il consumo avvenga a seguito di somministrazione in bicchieri di plastica o vetro e all’esterno delle aree adibite alla circolazione veicolare;
- divieto di sedersi, sdraiarsi o fermarsi, per consumare alimenti e/o bevande (ad eccezione del consumo di acqua), sporcare, accalcarsi, schiamazzare o diffondere musica o canti, etc. in relazione ai seguenti immobili tutelati dal Codice dei beni culturali:
Ospedale Vecchio e sue pertinenze;
Palazzo Municipale e sue pertinenze (Portici del Grano);
Teatro Regio e sue pertinenze;
Palazzo della Pilotta (gradoni, porticato e monumento a G. Verdi);
Battistero e sue pertinenze;
Duomo e sue pertinenze.
- La contestazione della violazione sarà preceduta da diffida a cessare il comportamento, e solo in caso di mancata ottemperanza gli agenti provvederanno ad elevare la sanzione pecuniaria che, qualora sia necessario, può disporre anche l’obbligo di ripristino del precedente stato dei luoghi.
La disposizione, ovviamente, non si applica a soste con consumo di alimenti e bevande legate alle funzioni istituzionali dei beni o a forme di aggregazione o animazione organizzate ed autorizzate."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Claudio

    17 Giugno @ 12.00

    Ben detto, Signora Bastet! Finalmente qualcuno che hai coraggio di dire le cose come stanno senza untuose ipocrisie! Fino a pochi anni orsono la nostra città era una meravigliosa oasi di decoro, di dignità e di felice convivenza civile! Sfido chiunque a sostenere il contrario! Confrontiamo l'attuale LATRINA di strada D'Azeglio con la strada di pochi anni fa. E qualcuno si ostina a difendere l'indifendibile! Pietosi.

    Rispondi

  • Bastet

    17 Giugno @ 10.51

    non so per quale motivo mi ha mangiato delle frasi.... comunque : cambogiano:certo certo....noi,staremmo meglio anche senza di lei....provveda quanto prima! ^^ per il resto...i commenti di giulio si palesano per quello che sono..e lo palesano per quello che è....

    Rispondi

  • Bastet

    17 Giugno @ 10.26

    SONO VENUTA IN CENTRO a 23 anni,.,...e di sera mi attentavo a rientrare da sola....ora,neanche morta! e quando mio marito fa tardi per lavoro....non è assolutamente contento di sapermi ,eventualmente fuori ,specie in inverno,con il bimbo!!!! perché le risorse a voi tanto care,lo preoccupano! lei è solo l'ennesimo ingnorante convinto davvero che,il suo diritto di vomitare sotto i portono altrui venga prima del mio di risposare. LE FETTE DI PROSCIUTTO ,SE LE LEVI DAGLI OCCHI!!!!!

    Rispondi

  • Claudio

    17 Giugno @ 09.51

    Proprio così, Gio: i baristi per bene - e non sono pochi - dovrebbero prendere SDEGNOSAMENTE le distanze dai 4-5 bar che infangano il nome della categoria e che, in definitiva, recano grave danno alla professione. Prendere le distanze: questo dovrebbero fare i baristi onesti e intelligenti, ma alcuni stanno già iniziando a prendere consapevolezza e non ci stanno più ad essere confusi con i cialtroni (mi riferisco sia ad ALCUNI bar che alla loro incivile clientela). Baristi, aprite gli occhi!!!!!

    Rispondi

  • Maurizio

    16 Giugno @ 21.58

    Andrea benissimo i bagni pubblici ma bisogna anche dire che i gestori a parole hanno dato la disponibilità, e questo credo già alla giunta Vignali, a far utilizzare i propri servizi per arginare lo scempio dell'urinare all'esterno (che poi questa è propria maleducazione così come i vandali sui beni comuni e privati), peccato che buona parte degli esercenti ti chieda una consumazione minima non un semplice caffè e bicchiere d'acqua, peccato che parte degli esercenti continui a dare alcolici a clienti ubriachi che, visto con i miei occhi e che chi frequenta la movida ha sicuramente visto, non riescono nemmeno ad aprire il portafogli e pagare il giusto, peccato che talvolta si danno alcolici anche ai minori di 16 anni nonostante sia vietato (ho visto solo 2 locali chiedere i documenti)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Magiafuoco/2

monchio

Se in Appennino arriva Mangiafuoco Video

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

6commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

2commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

10commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

2commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

22commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

1commento

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SOCIETA'

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

Usa

Quando la "diva" Luna oscura totalmente il sole  Foto

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti