13°

23°

Consiglio comunale / 1

Scontro sulla gestione di Asp. Tasi prorogata al 30 giugno

Scontro sulla gestione di Asp. Tasi prorogata al 30 giugno
Ricevi gratis le news
2

Nuova riunione del Consiglio comunale: fra i punti all'ordine del giorno, la proroga della scadenza della Tasi. Come annunciato nei giorni scorsi, la prima rata non andrà più pagata entro il 16 giugno ma entro lunedì 30. 

Nella prima parte della seduta, discutendo le interrogazioni, è emerso che fra 2013 e 2014 sono stati emessi numerosi verbali in seguito ai controlli su chi pratica massaggi e 4 attività abusive sono state chiuse. 

Il consigliere Manno ha reso noto il caso di una donna di 83 anni che ha lasciato esposti in strada i propri contenitori dei rifiuti: è stata multata dalla Municipale. La donna ha spiegato a Manno che si trovava in ospedale per assistere un'amica e non ha potuto ritirare i contenitori. Il consigliere stigmatizza l'accaduto e auspica un intervento di sindaco e assessore nei confronti dei vigili, affinché si concentrino su casi più gravi. 

Lungo dibattito sul bilancio e sul piano industriale e programmatico di Asp Ad Personam. Dopo il tentativo non andato a buon fine di vendere parte del patrimonio immobiliare ora si punta sulla ristrutturazione parziale del Romanini-Stuard con la modalità del project financing. Il bilancio 2013 è in leggero avanzo grazie a 800mila euro straordinari entrati grazie a un'eredità. Critiche dall'opposizione per il cambiamento di rotta nella strategia, il cosiddetto "piano B" rispetto ai progetti del 2012. Asp Ad Personam ha perdite pregresse per 4 milioni: anche su questo è scontro fra maggioranza e opposizione, che chiede che siano ripianate dal Comune. 

Video: la diretta streaming 

Delibera - Bilancio 2013 di Asp Ad Personam e piano industriale e programmatico.
L'avanzo di esercizio è di 19.937 euro nel 2013, spiega l'amministratore Marco Giorgi. Nel 2014 diminuirà la "somministrazione di lavoro", cioè il ricorso a personale di agenzie interinali, ed è prevista la compartecipazione del Comune all'attività per 300mila euro.
L'assessore Laura Rossi spiega che è stata avviata una razionalizzazione finanziaria in Asp, che prevede anche la riorganizzazione del lavoro e la riduzione degli interinali. Era previsto anche l'abbattimento della struttura Tamerici, con la costruzione di nuove strutture. "Possiamo iniziare a parlare ora di rilancio aziendale", aggiunge la Rossi. Prevista l'unificazione con l'Asp di Colorno e, per alcuni servizi, non è escluso in futuro un ulteriore allargamento.  
Per la struttura Tamerici, il piano programmatico prevede in parte alienazione del Romanini-Stuard e in parte una ristrutturazione in project financing (il bando sarà redatto e pubblicato dopo l'approvazione del piano in votazione oggi). 

Il Pd presenta un ordine del giorno per chiedere che il Romanini-Stuard mantenga le funzioni socio-sanitarie. Il consigliere Pier Paolo Scarpino critica le dismissioni, sebbene siano ridotte rispetto alle previsioni passate, e il fatto che 50 posti passeranno alla gestione privata. In passato le gare per alienazioni sono andate deserte: Scarpino chiede se esiste "un piano B". 
Maria Teresa Guarnieri (Altra Politica) contesta il piano programmatico: "Chiude la stalla quando la maggior parte dei buoi sono scappati", perché a suo avviso si cerca di rimediare ad alcuni errori. Il risultato di bilancio, fa notare la Guarnieri, è dovuto a 800mila euro di un'eredità. A suo giudizio, le difficoltà dipendono dalla decisione dell'amministrazione di far uscire servizi senza abbattere i costi. 
Alessandro Volta (Pd) elogia l'amministratore Giorgi, che ragiona non solo di alienazioni e di aspetti economici ma con una visione più organica. 
Giuseppe Pellacini (Udc) lamenta che si è perso tempo: a suo avviso si poteva ricorrere al project financing già due anni fa. "E' importante guardare al privato con un occhio di riguardo e di attenzione". Il consigliere chiede anche quanti posti nuovi si avranno in futuro. 
Giuseppe Bizzi (Pd) parla di "fallimento del piano precedente". Esprime solidarietà all'assessore per i cartelli contro di lei in aula ma critica la gestione del caso Asp e la richiama alla coerenza con il programma del M5S: "Ma ormai probabilmente siamo rimasti io e Beppe Grillo a leggerlo...". Critiche anche per la svalutazione del Romanini-Stuard: 2,5 milioni, rispetto ai 6,9 milioni iniziali. 
Patrizia Ageno (M5S) fa notare che all'arrivo dell'attuale maggioranza "ci siamo trovati una situazione difficilissima, dove l'Asp era la ciliegina sulla torta. C'erano altre difficoltà e non era il caso di prendere altre strade". Quello in discussione oggi era "il piano B" ma "tentare era doveroso". 
Maurizio Vescovi (Pd) dice che nel comune di Parma vivevano 21.637 anziani con più di 75 anni al 31 dicembre 2013 e rimarca l'importanza della cultura della domiciliarità nel campo assistenziale. 
Paolo Buzzi, capogruppo di Forza Italia, contesta la consigliera Ageno, che parla di "piano B": "Governare e amministrare non è certamente cosa facile, si commettono errori che danno adito a ripensamenti e cambi di strategia". Buzzi chiede "un segnale di discontinuità rispetto al passato". 
Massimo Iotti (Pd) critica l'amministrazione e il "piano B" su Asp, su cui si apre una sfida: "Assessore, ce la vogliamo giocare? Noi ci stiamo. Si tratta di fare chiarezza, ammettere di aver sbagliato e iniziare a ragionare su una direzione importante per la città". 
Marco Vagnozzi interviene in qualità di consigliere di maggioranza: si è "perso" un anno ma a suo avviso non si è perso tempo, sono stati fatti diversi cambiamenti nel frattempo. Sul ripianamento delle perdite pregresse, Vagnozzi vorrebbe capire in quale modo si sono generate e se ci sono responsabilità o meno da parte degli amministratori. Alfonso Feci (M5S): la vendita prevista dal piano precedente "è andata fallita ma era da provare".
Nicola Dall'Olio, capogruppo del Pd, parla di "gestione fallimentare" e il Pd voterà contro. "Si sono persi due anni. Si è creduto di poter risolvere tutto alienando il patrimonio: non c'era un progetto, non c'era una visione e il Comune deve assumersene la responsabilità. Il nuovo piano fa tabula rasa" di quanto previsto finora. Dall'Olio chiede autocritica all'amministrazione e dice che se il Comune crede in questo piano deve ripianare le perdite su una prospettiva triennale perché, volendo, a suo avviso i soldi ci sono (cita fondi accantonati dal commissario Ciclosi e dall'ex assessore Gino Capelli e gli avanzi di bilancio). L'assessore Marco Ferretti replica che "prima di parlare di fondi del commissario bisognerebbe leggere attentamente le carte". 

L'assessore Laura Rossi respinge le accuse arrivate da diversi consiglieri. Nel 2012 "mi sono trovata fra le mani una bomba a orologeria, con 4,5 milioni di debiti e una situazione di accreditamento assolutamente allucinante. Allora potevamo liquidare tutto oppure potevamo tentare di salvare la gestione pubblica". La Rossi fa notare che tutte le Asp sono in perdita, strutturalmente. Alla fine ci saranno da 20 a 30 posti in più, dipenderà dal project financing. 
L'amministratore Giorgi nota che nell'eredità Negri rientrano numerosi beni appetibili, che confida di vendere agevolmente.  

Il voto sul bilancio di Asp: 16 sì e 9 no


L'assessore Rossi dice che l'ordine del giorno presentato dal Pd non può essere accolto. 
Maria Teresa Guarnieri (Altra Politica) contesta il piano programmatico. Nicola Dall'Olio (Pd) accusa la giunta di presentare un piano che a suo giudizio non rispetterà. Sulla gestione: "Se era così disastrosa si poteva cambiare subito l'amministratore, senza fargli fare un piano strategico poi cestinato". Per Giuseppe Pellacini (Udc) il ripianamento delle perdite pregresse di Asp da parte del socio unico, il Comune, è un obbligo di legge. 
Patrizia Ageno (M5S): "Sappiamo che dobbiamo ripianare il debito ma è spiegato che c'è un piano per andare avanti nel tempo" e farlo in modo graduale. La consigliera sottolinea che l'assessore "non ci è stato imposto" e non ci sono divergenze con l'amministratore di Asp. 

Il voto sul piano programmatico di Asp: 19 voti favorevoli e 9 contrari 

Delibera - La proroga dal 16 al 30 giugno della prima rata della Tasi. Il tributo si pagherà con il modulo F24. E' stata decisa la proroga della prima rata: in attesa che il governo chiarisca, il Comune può differire il pagamento. Due settimane e non di più perché in questo modo la cassa del Comune può "reggere" e si evita di pagare interessi passivi. L'assessore al Bilancio Marco Ferretti consiglia di non aspettare l'ultimo giorno per pagare, per evitare i problemi emersi in questi giorni. 
Massimo Iotti (Pd) avrebbe preferito una proroga al 15 luglio e sottolinea che la decisione di prorogare la scadenza è del Consiglio comunale e non della giunta. 
Ferretti aggiunge che i caf "sono nel caos" anche perché, come diceva il Sole 24 Ore, per il 16 giugno erano fissate 29 scadenze tributarie in tutto, nel nostro Paese. Nella prima delibera, comunque, la data del 16 giugno è stata inserita perché indicata dal ministero. Sull'ultima osservazione, Ferretti ribadisce l'importanza del Consiglio. 
La delibera è approvata all'unanimità, con 23 consiglieri presenti. 

Nicola Dall'Olio, capogruppo Pd, auspica che il Comune faccia in modo che sia applicato al nuovo amministratore delegato delle Fiere un compenso che non sia più alto di quello del sindaco e che non gli si riconoscano compensi per consulenze alle Fiere, una modalità che a suo giudizio è impropria. Se dovesse accadere, dice Dall'Olio, partirà una segnalazione alla Corte dei Conti. 

Ettore Manno denuncia il caso di un'anziana multata in Oltretorrente per la raccolta rifiuti (leggi)

Bizzi (Pd) fa comunicazioni sull'area camper e sulla rassegna "Tutta colpa della luna". L'area camper è ancora chiusa, sottolinea, contrariamente a quanto era stato annunciato in Consiglio in precedenza. E' sparito anche il cartello che avverte che l'area è chiusa (da ottobre 2013) e c'è incuria, dice Bizzi: "Abbiamo perso almeno 400 camper, quindi almeno 800 persone". Il vicesindaco Paci risponde che è stata fatta una riunione e gli uffici del Comune stanno lavorando. 

La rassegna culturale "Tutta colpa della luna" sostituì il festival della poesia: Bizzi dice che ad oggi non si hanno notizie di una seconda edizione della rassegna. Bizzi accusa le politiche culturali dell'assessorato di "estemporaneità". 

Giuseppe Pellacini (Udc) interviene sul caso di un minore sottratto ai genitori dai servizi sociali, chiedendo i dettagli e le ragioni di quanto accaduto. "Non leggo gli organi di stampa" perché si deve procedere in altro modo, dice Pizzarotti, che fa ironia sul fatto che l'Udc si sia "avvicinata al Movimento nuovi consumatori" e accusa il capogruppo di strumentalizzare il tema per fare polemica. L'assessore Laura Rossi: "Sui bambini non abbiamo mai scherzato in questo Comune. Nessuno si diverte ad allontanare bambini: quando viene fatto, ci sono sempre ragioni dietro. Motivazioni assolutamente documentate" anche in seguito "a un colloquio con il bambino". Se i servizi non fossero intervenuti in quel caso, dice la Rossi, avrebbero commesso un'omissione in atti d'ufficio. Il provvedimento è stato notificato ai genitori e trasmesso in Procura, come previsto dalla procedura. "Mi dispiace per i genitori ma non credo che attaccare i servizi giovi. I servizi non sono mai nemici in queste situazioni". Quando il bambino poteva tornare in famiglia, il provvedimento è stato revocato. 

Paolo Buzzi (Forza Italia) chiede al sindaco di intervenire affinché il Tar di Parma continui ad esistere (si parla infatti di abolizione da ottobre). Pizzarotti spiega che affronterà il tema anche se, in generale, le riorganizzazioni "non sono un male a prescindere". E se razionalizzazione dev'essere, dovrebbe essere fatta "con una logica d'insieme che spesso non vediamo" nella Pubblica amministrazione. 

Maurizio Vescovi (Pd) fa una comunicazione sulla biblioteca di Alice, che non sarà più attivo nell'Ospedale del Bambino: "Penalizzazione di un'utenza fragile, il settore biblioteche del Comune ha deciso di impoverire il servizio", una scelta che "colpisce bambini e adolescenti".  
Pizzarotti: "Me lo annoto e verificheremo". Rispondendo, però, lamenta il fatto che non di rado le comunicazioni urgenti hanno contenuti tipici delle interrogazioni. 

Dopo l'appello, il sindaco comunica al Consiglio che Giuliano Chiari è stato nominato alla guida di Parma Infrastrutture. In futuro si parlerà in una commissione ad hoc dei cambiamenti nella società partecipata. 

Vescovi (Pd) torna sul problema delle barriere architettoniche e richiama i problemi relativi a Cibus, di cui si è già parlato in Consiglio in precedenza: "La legge per il superamento delle barriere architettoniche è un caposaldo" ed è per questo che il consigliere chiede al sindaco di intervenire per fare in modo che, in futuro, espositori che non rispettino le disposizioni in materia siano escluse dalle rassegne organizzate a Parma. 
Il sindaco Federico Pizzarotti ribadisce che le Fiere sono a norma nell'accessibilità, mentre il problema riguarda gli espositori. Il sindaco ha chiesto una relazione sul tema. Probabilmente non si potrà escludere chi avrà stand non accessibili, non ci sarà possibilità di provvedimenti coercitivi, ma si può puntare sugli strumenti educativi, per sensibilizzare e far conoscere la normativa sulle barriere architettoniche. 
Vescovi ribatte: "Se c'è una legge, c'è l'obbligo di rispettarla". 

Buzzi (Forza Italia) presenta un'interrogazione sulla riorganizzazione dei dipartimenti dell'azienda ospedaliero-universitaria, nell'aprile scorso, che aveva provocato polemiche. L'interrogazione è rivolta al sindaco in qualità di massima autorità sanitaria territoriale.
Il sindaco Pizzarotti parla di domande poste "in modo strumentale" poiché molte delle tematiche toccate da Buzzi sono di competenza regionale: "Poteva chiederle a Villani, che è il suo rappresentante in Regione...", dice con ironia. L'interrogazione ha una risposta scritta, con spiegazioni fornite "dal direttore Grisendi per rispondere alle illazioni o ai quesiti con giudici intrinseci di Buzzi". Il capogruppo di Forza Italia parla di "allarme" lanciato "sulle condizioni del nostro ospedale, che si sta destrutturando" progressivamente, e ribatte piccato all'ironia del sindaco: "Non ho titolo per chiedere alla Regione, chiedo al mio sindaco". 

I tempi di realizzazione del polo socio-sanitario di via XXIV Maggio: interrogazione di Scarpino e Vescovi (gruppo Pd), anche per chiedere i motivi del ritardo nell'avanzamento del progetto. L'assessore Michele Alinovi conferma che l'opera è ritenuta prioritaria: nel bilancio di previsione 2014 che sarà discusso in Consiglio c'è uno spazio sulla realizzazione del centro socio-sanitario Lubiana-San Lazzaro. L'opera costerà 1,3 milioni di euro, una somma che l'Ausl deve al Comune di Parma; 800mila euro però risultano a copertura delle opere fatte in via Carmignani dalla giunta precedente. In realtà sarà riconosciuto 1,35 milioni ma bisognerà accendere un mutuo di 750mila euro per coprire l'opera, quindi serve l'approvazione del bilancio preventivo. 

Interrogazione di Pellacini (Udc) e Vescovi (Pd) sulla sede Avis Volturno. Ha sede in via Bixio, in un locale ad uso commerciale. L'associazione è in difficoltà economica e ha dovuto disdettare il contratto d'affitto. I consiglieri chiedono se ci sono ipotesi per trovare una sede al sodalizio. Il vicesindaco Nicoletta Paci conferma il sostegno alle associazioni. Ieri la Paci ha incontrato il settore Patrimonio e i rappresentanti dell'Avis, anche di Avis Ghiaia. Si stanno valutando varie ipotesi e "a breve" il Comune troverà una "soluzione adeguata".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    17 Giugno @ 18.28

    NON HO DUBBI CHE , AL PROSSIMO ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DEL CORPO DEI VIGILI URBANI , L' ASSESSORE FOLLI debba attribuire un Encomio Solenne al Nucleo di Igiene Ambientale per la brillante operazione di "repressione" contro una vecchietta di 83 anni .

    Rispondi

  • Straiè

    17 Giugno @ 17.15

    Non vi è ormai dubbio che con questa amministrazione Parma ha toccato il fondo!!!

    Rispondi

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

OGGi

Gli Stones a Lucca: mandateci le vostre foto

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

2commenti

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Borgotaro, quattro feriti in uno scontro camion-auto. Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

incidenti

Camion perde tubo, auto schiacciata: quattro feriti Foto

Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

INCHIESTA

La Massese resta piena di pericoli

2commenti

POLIZIA

Al setaccio le strade della droga

1commento

weekend

Tra porcini, stinco e giardini incantati: l'agenda del sabato

DELITTO DI BASILICAGOIANO

Il giudice: «Habassi colpito e seviziato per un'ora»

BORGOTARO

Laminam, tornano i cattivi odori

Calcio

Parma, riscatto a Venezia?

1commento

SALSO

Addio all'imprenditore Nando Bellini

Fontanellato

Addio a Spinazzi, agricoltore all'avanguardia

AL «GULLI»

In passerella le miss «Over 80»

1commento

nel pomeriggio

Cade in bici in via Garibaldi: ottantenne ricoverato in gravi condizioni Video

tg parma

Viadotto sul Po chiuso, il Governo vaglia la fattibilità del ponte di barche Video

5commenti

Università

Cambiamento climatico: a Parma + 1,8° dagli anni '60 Video

anteprima gazzetta

Massese, i mesi passano e nulla cambia: resta pericolosa

gazzareporter

Strada allagata in via Gramsci

Pilotta

Verdi Off, le emozioni di Brilliant Waltz Video - 2

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

sisma

Terremoto in Messico: il bilancio è di 293 morti, 8 sono stranieri

uragani

Maria: cede una diga a Portorico, evacuazione di massa

SPORT

motogp

Aragon, seconde libere: Rossi 20° Domina Pedrosa

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

Il disco compie 50 anni

"Days of future passed", il capolavoro dei Moody Blues che ispirò anche i Nomadi

CHICHIBIO

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery