Parma

Bernazzoli: «I cittadini hanno apprezzato un certo stile di governo»

Bernazzoli: «I cittadini hanno apprezzato un certo stile di governo»
Ricevi gratis le news
0

di Marco Federici 

Il segnale è che  a Parma c'è un centrosinistra che vince». Lo dice  chi lo guida, quel centrosinistra:  Vincenzo Bernazzoli, confermato alla presidenza della Provincia con venti punti percentuali in più del suo avversario. E quando lo dice  si rivolge a tutti: agli avversari, ma  anche -  per non dire soprattutto -  ai suoi, a quel centrosinistra che non vince. Che non ha vinto in passato, non ha vinto  quindici giorni fa (otto i Comuni persi per strada)    e non ha vinto ieri:  già, perchè l'affermazione  netta  nella corsa per piazza della Pace è stata annacquata dalla sconfitta  arrivata sul  filo dei voti da Fidenza.  «Il  risultato positivo che ho ottenuto   - aggiunge Bernazzoli  -  dimostra che  i cittadini hanno apprezzato un certo stile e una certa cultura di governo,  molto orientata a realizzare progetti più che a fare annunci».

Fin qui il concentrato  del suo commento politico alla vittoria. Adesso c'è spazio per il «colore» della maratona elettorale. Sono circa le sei  e mezza del pomeriggio quando  in via della Costituente, circolo del Pd, si può brindare.  La bottiglia  di spumante classico,  del Trentino, è pronta per essere sturata col botto. «Ma no dai, sembra Capodanno» sorride e scuote la testa Bernazzoli. Compare persino un pupazzo caricato a pile, assomiglia ad un asinello  su due piedi,  che balla. Cin, gragnuola di flash e foto della giornata che finisce  in archivio.  Il ballottaggio di Bernazzoli comincia alle tre del pomeriggio, quando si chiudono le porte dei seggi   e si aprono le urne. Lui, che è pure sempre il presidente uscente, deve presenziare all'assemblea dell'Unione parmense degli industriali: si mette in prima fila tra il prefetto e il  presidente della Camera di commercio. Dal pulpito parla il presidente dell'Upi Daniele Pezzoni, Bernazzoli è attento,  ma si vede che frigge da come aggrotta la fronte. E difatti   appena sul palco sale  il presidente della Camera Gianfranco Fini, il  candidato presidente sgattoiola fuori dal Regio e raggiunge un'abitazione  di amici, lontano dai supporters e dalle telecamere,  per seguire l'esito dello scrutinio. Che non è mai in discussione: fin dalle prime sezioni  Bernazzoli si assesta sul sessanta per cento e da lì non si schioderà più. Mano a mano che sui siti della Provincia  e del ministero dell'Interno vengono caricati i dati la vittoria è sempre più saldamente nella  sue  mani.  Non fosse che Fidenza lascia tutti con il fiato sospeso,  in via della Costituente sarebbe già festa grande.  E' vero che i ribaltoni possono sempre accadere, ma quando  ci sono venti punti percentuali di differenza dopo un terzo delle sezioni scrutinate, l'esperienza insegna che è fatta. Non c'è più storia.  E quando alle sei Bernazzoli sbuca da piazzale Picelli - al suo fianco c'è Alfredo Peri, assessore regionale ai Trasporti - parte un lungo applauso. «Meglio dell'altra volta - si schermisce  il presidente confermato -  gente di poca fede».  Le pacche sulle spalle  si sprecano. Gli abbraccipure, a ben  guardare  più o meno calorosi. Sfumature, certo,  perchè il giorno della vittoria non c'è spazio per le occhiate oblique.    Gli si fanno incontro gli assessori uscenti: alla rinfusa,  Ugo Danni e Manuela Amoretti,  Gabriella Meo  e  Gabriele Ferrari.  E sempre alla rinfusa  si congratulano l'eurocandidata Simona Caselli, i consiglieri comunali  Matteo Caselli, Franco Torreggiani, Massimo Iotti e Gabriella Biacchi, i neo eletti in Consiglio provinciale  - adesso sicuri di essere in maggioranza -    Cristina Merusi, sindaco di Sala Baganza,   e Massimo Pinardi.  Oppure consiglieri uscenti come Antonio Bertoncini,  gente  della  area-Bernazzoli  come Johann  Marzani.
 
Nella saletta,  dove c'è un computer aperto sul sito della Provincia,  ci sono il suo capo di gabinetto Jenny Sandei e l'ex vice presidente della Fondazione Cariparma Marcella Saccani.  L'elenco non può essere completo, anche perchè c'è tanta gente che va e viene, facce note della politica, persone che lavorano nell'ombra e gente comune, magari semplici elettori che mettono un attimo dentro il naso. A  Bernazzoli passano  cellulari come se piovesse: nemmeno lui sa  con chi deve parlare. «Chi è?», urla il presidente per   avere la meglio sulla mancanza di campo. «Ah, ciao Titti...». Stretta di mano e altro cellulare: stavolta è una direttrice  di non si capisce bene quale istituto privato. Uno telefonata, invece,   tiene a farla lui.  «Ciao Antonio, visto, è andata bene...». Antonio, dipendente Enìa in pensione, è quel signore con i capelli grigi che si è messo al volante dell'auto e in tre mesi ha macinato 18mila chilometri per portare Bernazzoli dall'Appennino alla Bassa, andata e ritorno chissà quante volte.

Poi si passa all'analisi del voto, all'esito del  ballottaggio. Alle sei e mezza del pomeriggio c'è già stata una telefonata con l'avversario Lavagetto. «Sì, ci siamo sentiti poco fa.  Ci siamo fatti reciprocamente i complimenti perchè nessuno dei due ha portato attacchi personali all'altro.  Ci siamo anche detti che collaboreremo nel reciproco rispetto dei nostri ruoli:  gli ho ribadito che  non ho pregiudizi ideologici e che  sono pronto a valutare  buone proposte».  Una forbice così ampia, nemmeno Bernazzoli se l'aspettava. «Dopo il primo turno - dice il presidente - non ho  fatto previsioni. Poi va detto che  l'astensionismo  rappresentava un elemento di incertezza oggettivo».   Poi il lavoro, a partire da  oggi. «Appena tornerò in ufficio  - aggiunge - comincerò subito ad occuparmi della crisi economica perchè l'autunno è già alle porte e bisogna subito prenderla di petto:  contatterò di nuovo tutte le realtà del territorio. Quindi comincerò a lavorare  per realizzare quanto promesso nei primi cento giorni di governo».  Quando è sera, a Bernazzoli   cade  in testa la tegola di Fidenza. Catini ha vinto e Montanari no: «Faremo un'analisi dettagliata  di quanto successo per individuare anche le responsabilità che ci sono state. Colgo l'occasione per ringraziare Montanari: una persona seria che si è messa in gioco  e si è spesa gratuitamente». Una macchia nera nel bianco della festa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo: Andrea Delogu

L'INDISCRETO

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

PARMA

Renzi: "Da noi proposte concrete, dagli altri invenzioni"

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

4commenti

anteprima gazzetta

60 anni della legge Merlin, cosa è cambiato nella prostituzione (a Parma)

tg parma

Edicola in stazione ultimo giorno: domani saracinesca chiusa Video

METEO

Perturbazione in arrivo: previste piogge e neve fra collina e montagna

Sarà colpito prima il centro-sud, poi anche il nord Italia (Emilia-Romagna compresa)

gazzareporter

I cinghiali attraversano la strada a Tabiano Video

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

1commento

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

2commenti

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

parma

Lucarelli non molla: "Per la A ci proveremo fino alla fine"

1commento

parma calcio

Le pagelle in dialetto parmigiano Video

Iren

Parma-Venezia al Tardini, esposizione contenitori rifiuti sabato entro le 9: le vie coinvolte

PARMA

Il centro muore? Lettori uniti: "Servono incentivi e sicurezza"

Continua il dibattito fra i parmigiani

1commento

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

SOCIETA'

roma

Via vai di calvi in negozio: droga nascosta nei bigodini, arrestato parrucchiere

salute

Infertilità maschile, la prima causa è l'inquinamento

MOTORI

MOTORI

Mazda CX-5 subito amici: il Suv dal feeling immediato

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto