22°

Parma

Comune e Università: insieme nella Città delle Scienze

Ricevi gratis le news
0


COMUNICATO STAMPA

Ricerca, residenzialità, cultura e accessibilità:
nuovi rapporti di collaborazione fra Comune e Università

Parma, 20 giugno 2008 - Obiettivo del Protocollo che è stato siglato oggi tra il Comune di Parma e l’Università degli Studi di Parma è quello di instaurare rapporti di collaborazione tra Comune e Università sulle principali linee di sviluppo che riguardano la città e il suo sviluppo economico, sociale e culturale, oltre a condividere quanto più possibile le scelte su specifici ambiti di intervento. In particolare, questi ultimi che rivestono un  ruolo strategico sono: la ricerca e il trasferimento tecnologico; la valorizzazione culturale del territorio; i servizi a supporto del sistema universitario: la residenzialità, l’accessibilità e l’alta formazione.
“La cultura e l’agroalimentare – spiega il sindaco Pietro Vignali - sono gli ambiti di eccellenza della nostra città che dobbiamo mantenere e potenziare per il futuro. Su questi temi serve dunque l’alleanza di tutta la città e delle sue istituzioni più importanti e rappresentative, l’università e il comune innanzitutto. La creazione di una Fondazione per la Cultura e le Arti contemporanee e la costruzione di una Città delle scienze sono progetti strategici che vanno in questa direzione”.

“Noi consideriamo l’Università  - prosegue Vignali - come il centro di quel sistema della innovazione necessario al territorio e al suo tessuto di piccole e medie imprese per unirsi in rete e raggiungere una massa critica sufficiente ad una attività di ricerca competitiva. Un centro nevralgico di sviluppo integrato e sinergico con la città come avviene in realtà europee come Cambridge o Salamanca”.

“Attraverso forme di partnership  con atenei stranieri e la nuova collocazione, in area adiacente al Campus da concordare con l’Università, della Scuola europea – conclude il sindaco - , avremo un Ateneo sempre più internazionale, capace di attirare e produrre talenti ed eccellenze. La fermata della Metropolitana renderà il Campus più accessibile e integrato nella città”.

“Ritengo di particolare importanza – sottolinea il rettore Gino Ferretti - il protocollo di intesa che Università e Comune siglano insieme che rappresenta la riprova di una sintonia di obiettivi e di una progettualità comune i quali potranno diventare un reale vantaggio competitivo per l’Ateneo e la città di Parma”
“La coesione di intenti sul futuro sviluppo integrato della nuova area del trasferimento tecnologico denominata Città delle Scienze, la predisposizione di piani comuni relativamente alla valorizzazione delle urgenze culturali della Città e dell’Ateneo e l’attuazione degli accordi precedentemente siglati sul tema della residenzialità degli studenti, rappresentano il valore aggiunto dell’accordo relativamente alle future ricadute in termini di sviluppo economico, sociale e culturale del nostro territorio.”


“La valorizzazione del ruolo dell’Università nello sviluppo locale – conclude il rettore - non potrà che stimolare la nascita di nuovi progetti e di nuove competenze che renderanno il territorio più attrattivo a livello nazionale ed internazionale”.

Ricerca e trasferimento tecnologico
Il Piano Strutturale Comunale individua un’area, adiacente all’attuale Campus Universitario, denominata “Città delle Scienze” da destinare allo sviluppo di attività inerenti la ricerca industriale e lo sviluppo tecnologico.
Considerata la valenza strategica che l’industria agro-alimentare riveste per il tessuto economico locale e la forte competizione a livello globale a cui tale settore sarà soggetto, l’obiettivo è quello di migliorare la capacità competitiva della filiera agro-alimentare, della filiera impiantistica ad essa legata, e dei servizi connessi (logistica ecc…), attraverso la ricerca e l’innovazione.
Pertanto prenderà avvio un progetto, legato in particolar modo all’agro-alimentare, volto alla realizzazione di un parco scientifico tematico, seppur aperto ad altre filiere del tessuto economico locale, nazionale e internazionale, quali la farmaceutica, l’automazione e l’energia, che rappresenti un motore di sviluppo e un integratore di sistema che promuova e rafforzi anche il collegamento tra la ricerca di base e industriale, favorendo il trasferimento tecnologico.
Ad oggi risultano avviati diversi progetti che vedono la partecipazione e il coinvolgimento di varie realtà istituzionali in ambito locale. E’ intendimento di Comune e Università promuovere l’integrazione di tali progetti al fine di far convergere tutte le risorse dedicate e investite in un unico importante progetto che coinvolga anche la realtà industriale.
Questa integrazione, oltre che progettuale, sarà anche societaria, rispetto alle iniziative già intraprese e programmate, per lo sviluppo di un grande e strategico progetto comune a favore della ricerca e della competitività del territorio. Il progetto è promosso da Città delle Scienze SpA, società partecipata pariteticamente da Università di Parma, SPIP SpA, e SOPRIP SpA.

Valorizzazione culturale

Comune e Università, consapevoli della rilevanza che le attività di ricerca e la loro divulgazione hanno sul territorio, si impegnano a condividere iniziative e a realizzare progetti congiunti per promuovere insieme il valore culturale della città, anche attraverso la predisposizione di modelli gestionali comuni per la valorizzazione di importanti “contenitori culturali”, nonché di materiali e raccolte da destinare a esposizioni, mostre, eventi, nel perseguimento della crescita culturale e sociale.
In particolare, le due Istituzioni si impegnano a promuovere, anche con il coinvolgimento di altri soggetti pubblici e/o privati, la costituzione di una Fondazione per le arti visive contemporanee, che rappresenti una forma associativa per la gestione condivisa di patrimoni culturali, quali il Palazzo del Governatore e i giacimenti museali dell’Università.

Residenzialità degli studenti
In un’ottica di collaborazione si deve considerare che vi è la necessità strategica di rivolgere una maggiore attenzione alla residenzialità degli studenti. Anche con l’approvazione del Piano Strutturale Comunale è stato riconosciuto di pubblico interesse lo sviluppo e la valorizzazione dell’area individuata per la nascita di una Città delle Scienze che potrà ospitare, oltre a nuovi laboratori in cui promuovere ricerca e innovazione, anche funzioni complementari, tra le quali nuove residenze per studenti. La residenzialità per studenti va, infatti, inquadrata nella più ampia finalità di promuovere azioni comuni a favore dell’attrattività della città di Parma e della sua Università.
A tal fine si rende necessario coordinare le iniziative del Comune e dell’Università nella definizione di un programma di sviluppo edilizio universitario.
Costituisce impegno del Comune la promozione di iniziative che rendano la città sempre più accogliente e attraente per gli studenti e per i soggetti equivalenti delle istituzioni internazionali, anche attraverso interventi di riqualificazione di importanti aree e zone da recuperare in termini di spazi pubblici (ad esempio nell’Oltretorrente) e l’organizzazione di servizi specifici a favore degli studenti.
Verrà individuata di concerto, inoltre, l’area destinata alla realizzazione della fermata e del deposito della Metropolitana relativa al Campus universitario, finalizzata a ottimizzare l’accessibilità e ad aumentare l’attrattività dell’Università e della “Città delle Scienze”.

Formazione
Nel campo della formazione, il Comune e l’Università intendono rafforzare la loro collaborazione, ritenendo importante sperimentare una serie di iniziative volte:
al proseguimento della collaborazione relativa ai tirocini formativi e di orientamento dei laureandi/laureati in ambiti di interesse del Comune;
al perfezionamento della collaborazione tra le parti nell’adesione a iniziative di sostegno regionale e/o comunitario nel campo della formazione dello sviluppo delle risorse umane, della loro specializzazione e qualificazione;
alla realizzazione di progetti comuni di formazione anche attraverso l’attivazione di Master che garantiscano percorsi formativi di natura manageriale finalizzate ad esigenze aziendali sia nel settore privato che pubblico;
Impegno dei sottoscrittori sarà quello di monitorare le necessità delle aziende pubbliche e private potenzialmente interessate e, su questa base, concertare parte dei contenuti dei master.


Il Comune potrà promuovere, anche attraverso l’istituzione di borse di studio, studi di marketing territoriale e ricerche specifiche volte ad analizzare le condizioni per legare sempre più ricerca e imprenditoria.
Il Comune, inoltre, si impegna alla realizzazione, all’interno di un’area appositamente individuata con l’Università, della nuova sede della Scuola Europea, finalizzata ad aumentare l’integrazione con le istituzioni europee presenti in città e l’offerta del sistema formativo cittadino.
Verranno promosse collaborazione al fine di organizzare, convegni internazionali e attivare forme di partnership con Università di prestigio internazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

4commenti

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

1commento

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

1commento

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Anteprima Gazzetta

Intervista all'avvocato parmigiano che sparò ai ladri

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

CATALOGNA

200mila manifestanti in piazza a Barcellona

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

2commenti

SPORT

CHAMPIONS

Napoli battuto a Manchester: recrimina per un rigore sbagliato

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»