17°

Parma

Pagliari scrive a Mora: "No alla pista ciclabile di via Montebello" E l'assessore: "La pista si fa per motivi di sicurezza"

Ricevi gratis le news
10

Chiede di fermare i lavori e di rivedere il progetto. Di ascoltare i residenti e i commercianti della zona e di agire "nell'interesse pubblico". Il capogruppo del Pd in Consiglio comunale Giorgio Pagliari ha scritto una lettera aperta a Davide Mora, assessore alla Viabilità, elencando i problemi connessi alla pista ciclabile in via Montebello. La pubblichiamo:
 
"Caro Assessore,
Ti scrivo come abitante della zona, prima e più che non come Consigliere comunale.
So bene che la pista ciclabile di Via Montebello rappresenta per Te una eredità e non una Tua decisione.
La continuità amministrativa Ti impone di farTi carico della situazione, avendo, insieme con l’onere, il vantaggio di essere libero dal naturale condizionamento determinato dalla responsabilità diretta della scelta precedente. E ciò rilevo senza dimenticare la convinzione che ritornare sulle scelte è segno di intelligenza e non necessariamente un atto di “autoaccusa”: solo chi non opera, infatti, non ha il problema di verificare la puntualità delle proprie decisioni e non viene a trovarsi nella condizione di ripensarle.
In passato, ho già esposto le ragioni della contrarietà alla pista ciclabile di Via Montebello: inutile, controproducente per la percorribilità complessiva della strada e dannosa per il sistema del commercio della strada medesima e della zona circostante.
In questi giorni, vedendo la posa dei primi cordoli di perimetrazione della pista ciclabile mi sono domandato e mi domando: e la sicurezza? E la funzionalità del nuovo assetto tanto per il traffico veicolare quanto per quello ciclabile?
Il cordolo, in particolare, è un pericolo evidente: chi dovesse cadere e battere contro quest’ultimo dovrebbe affidarsi alla provvidenza o al caso (a seconda delle convinzioni individuali) e sperare di non subire conseguenze traumatiche.
Non solo: l’organizzazione del cantiere sta creando disagi infiniti ai cittadini e agli esercizi commerciali. Questi ultimi sono paralizzati nella loro attività tanto sul piano dei rapporti con i fornitori (carico e scarico), quanto sul piano dell’esercizio della propria attività imprenditoriale.
Convengo che quest’ultimo è un disagio temporaneo, ma un’organizzazione più attenta ne attenuerebbe la portata. Cerca di intervenire e, soprattutto, oggi che è ancora possibile, ferma i lavori e rivedi il progetto.
Ti assicuro la massima collaborazione, senza polemiche, del Gruppo del PD, ma, in particolare, posso garantirTi, per aver sentito gli esercenti e la gente per strada che avrai il sostegno dei residenti e dei commercianti della zona.
Sia ben chiaro: non Ti sto dicendo di agire demagogicamente, ma Ti sto sottolineando che il disagio è profondo e sentito e non immotivato e che, pertanto, riprendendo in mano la questione agiresTi nell’interesse pubblico con il consenso della gente.
Con i migliori saluti"
 
Giorgio Pagliari
  Capogruppo PD

LA CONTRO-LETTERA DI MORA:
 
“Caro consigliere Pagliari, ho avuto venerdì scorso un incontro in via Montebello con i commercianti, abbiamo fatto insieme un giro sul cantiere e abbiamo condiviso alcune scelte che ho già messo in pratica”. Inizia dalla fine, cioè dalle decisioni, la contro lettera aperta dell’assessore alla Viabilità Davide Mora sulla pista ciclabile di via Montebello.
“Posto che l’opera è importante perché è importante, per l’Amministrazione, la sicurezza di chi va in bicicletta, ho avuto la settimana scorsa un incontro con i commercianti, che mi hanno presentato proposte concrete per migliorare un’opera che non subirà nessun dietrofront. Le loro richieste sono state accolte ieri, giovedì, quando ho firmato quattro ordinanze: sia nel parcheggio fra via Alberti e via Galimberti che in quello di via Martiri di Cefalonia abbiamo istituito stalli di sosta regolamentati da disco orario, dalle 8 alle 19 dei giorni feriali, per dare il tempo di fare la spesa ai clienti. Inoltre sono stato istituiti tre stalli di carico/scarico presso via Galimberti, a ridosso dei negozi, in via Brambilla e in via Montebello davanti all’80/b.
Venendo poi alla questione cordolo – conclude Mora - anch’io avevo espresso alcuni dubbi. Tuttavia è quanto prescrive la legge: il dm 557 del 30/11/99 infatti prevede forme e modi, ad esempio la larghezza di 50 centimetri, per il cordolo che separa le piste ciclabili in sede propria dalla carreggiata stradale proprio per motivi di sicurezza”.
 

Voi che ne pensate? Dite la vostra nello spazio commenti legato a questo articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • roberto e giancarla

    04 Luglio @ 12.38

    fare,disfare,rifare,serve benone per appalti,sub-appalti,sottosubappalti,ci hanno preso gusto.Puo'darsi che qualcuno ci guadagni?????????

    Rispondi

  • giancarla

    04 Luglio @ 12.32

    Sappiamo per esperienza, vedi Via Zarotto, che i nostri amministratori, per principio non ritornano mai sulle proprie decisioni, prese con totale disprezzo delle esigenze reali e dei disagi dei cittadini. La pista ciclabile di Via Montebello , quindi non verrà mai toccata. La strada non reggerà la mole di traffico, quindi ci aspettiamo: senso unico, altre tre rotatorie e aumento a dismisura di traffico nelle residenziali vie laterali, senza nessuna logica di persone dotate di normale raziocinio.

    Rispondi

  • franco

    03 Luglio @ 20.29

    PROPONGO DI ISTITUIRE IL DIVIETO DI TRANSITO IN VIA MONTEBELLO, NATURALMENTE ANCHE AI BUS E AI TAXI!!!! SOLO BICICLETTE E PEDONI, E FESTE CAMPESTRI E MERCATINI E E AMBIENT E MAGARI UN PO' DI MOVIDA MA DI QUELLA "ISTITUZIONALE"QUELLA CHE "NON DISTURBA"......... NATURALMENTE TUTTI A PIEDI ANCHE I RESIDENTI CON L' AUTORIMESSA! MA VOLETE METTERE QUANTO INQUINAMENTO IN MENO E QUANTI INCIDENTI IN MENO A CAUSA DI CICLISTI RIMBAMBITI!!!!!! NATURALMENTE SCHERZO, MA SECONDO ME C'E' QUALCOSA CHE STRUSA!!!!! MEDITATE GENTE....MEDITATE!

    Rispondi

  • Bruno

    03 Luglio @ 19.00

    Forse chi parla non ha mai percorso quel tratto di strada in bicicletta, o semplicemente non usa la bici come mezzo di spostamento. Sono state istituite isole pedonali e piste ciclabili nel resto della città, senza per questo che il commercio ne abbia risentito, producendo anzi una riqualificazione urbana molto profonda. Parlare di scarsa sicurezza nel momento in cui creo un nuovo percorso ciclo pedonale mi sembra errato e diseducativo. Seprarare il flusso ciclabile da quello viabilistico è forse l'unica soluzione per ridurre il rischio infortuni per i ciclisti.

    Rispondi

  • Flavia

    03 Luglio @ 18.52

    Sono d'accordo ! La pista ciclabile e'troppo grande e penalizza la circolazione. Il tratto di via Montebello piu' pericoloso per i ciclisti e' quello che costeggia la scuola elementare e si immette su viale Rustici (dove da un paio d'anni e' stato ripristinato il doppio senso di circolazione). Purtroppo pero' , fino ad ora non e' stato previsto alcun intervento

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Le interviste sono state realizzate in diretta da Andrea Gatti su Radio Parma

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro