11°

Salute

Virus West Nile, trovate zanzare portatrici in zona Colorno

Affetta anche una cornacchia. Via alla disinfestazione anche in città, nella zona a nord della via Emilia

Virus West Nile, trovate zanzare portatrici in zona Colorno
Ricevi gratis le news
5

Nei giorni scorsi, la Regione Emilia-Romagna, con apposita nota, ha informato i Comuni che la sorveglianza entomologica e veterinaria ha evidenziato la circolazione di virus West Nile nell’area della bassa pianura della provincia di Parma, in particolare nella zona di Colorno.
A comunicalro è il Comune in una nota. "Si tratta complessivamente di 1 pool di zanzare e di una cornacchia mentre, a tutt’oggi, non si sono riscontrati casi umani o equini.
Tale situazione, comunque, configura il livello di attenzione “2b” (probabilità di epidemia moderata), previsto dal piano regionale per il 2014, che comporta la messa in atto di interventi di controllo del vettore (la zanzara) e di prevenzione dell’infezione nell’uomo.
Ciò comporta, in particolare, in particolare: attuazione di interventi di lotta antilarvale intensificando le attività di controllo e sostegno alle attività effettuate dai privati secondo le modalità e le prescrizioni indicate nell’ordinanza sindacale n. 405 del 7/05/2010; effettuazione di interventi straordinari preventivi con adulticidi ogniqualvolta sia in programma una manifestazione che comporti il ritrovo di molte persone nelle ore serali in aree all’aperto; rafforzamento della comunicazione ai cittadini circa l’opportunità di proteggersi dalle punture delle zanzare, in particolare nelle ore crepuscolari e notturne e nelle aree di pianura.
In conformità con le direttive regionali, il Settore Ambiente del Comune di Parma ha adeguato le proprie linee di azione per la lotta integrata alle zanzare vettrici del virus West Nile.
In particolare, per tutte le manifestazioni organizzate nella zona a nord della Via Emilia del Comune di Parma, all’aperto ed in orario serale - notturno, sarà prescritta l’effettuazione di una preventiva disinfestazione.
Ai cittadini viene richiesto di mettere in atto una serie di comportamenti utili ad evitare l’insediamento delle zanzare e quindi a ridurre il rischio del contagio: a titolo esemplificativo, evitare di tenere acqua stagnante su balconi, terrazze e altri luoghi all’aperto, trattare con prodotti larvicidi le acque di scarico presenti in tombini e altri luoghi potenzialmente accessibili alle zanzare, mantenere libere da sterpaglie le aree dove si può raccogliere acqua stagnante, non lasciare contenitori d’acqua all’aperto in orti e giardini, e in generale mettere in atto tutti gli accorgimenti utili ad evitare ristagni d’acqua di ogni genere".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Straziato

    18 Luglio @ 12.25

    @Straiè e tutti i non migranti parmigiani che vanno a fare i vacanzieri sul Mar Rosso dove li mette??? Di quelli ci scordiamo sempre, eh? Vogliamo vedere che anche sta volta, come in altre occasioni, sono dei nostrani che non si sono cautelati abbastanza??

    Rispondi

  • Vercingetorige

    17 Luglio @ 20.51

    LA FOTOGRAFIA E' DI UNA ZANZARA TIGRE , COMUNQUE E' VERO : il virus può essere trasmesso da zanzare differenti , sia la "culex" che la "tigre" . Considerato che colpisce anche gli uccelli , la zanzara può succhiare il virus da qualunque uccello, specialmente se migratore. Diversi portatori sani sono stati individuati tra i donatori di sangue in Veneto.

    Rispondi

  • Straiè

    17 Luglio @ 20.11

    La West Nile Fever non è trasmessa dalla zanzara tigre, ma dalla zanzara Culex, ossia quella che VIVE DA SEMPRE nelle nostre regioni. Tuttavia, prima dell’arrivo in massa dei migranti (SENZA CONTROLLI SANITARI), non veniva registrato neppure un caso di febbre del Nilo. Allora sorge spontanea la domanda: CHI HA INTRODOTTO IL VIRUS in Italia? La risposta non mi sembra particolarmente difficile.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    17 Luglio @ 19.57

    LA WEST NILE FEVER (febbre del Nilo Occidentale ) , COSI' COME LA DENGUE ( detta febbre spacca ossa) NON SI TRASMETTONO DIRETTAMENTE DA PERSONA A PERSONA , MA INIZIANO CON L' INOCULAZIONE DEL VIRUS ATTRAVERSO LE PUNTURE DI ZANZARA , in particolare della cosiddetta zanzara tigre. Le due malattie non sono provocate dallo stesso virus , ma da virus differenti. Le zanzare tigre si sono diffuse in tutto il Mondo portate dai carichi di navi ed aerei. IL VIRUS DELLA FEBBRE DEL NILO OCCIDENTALE NON ATTACCA SOLO L' UOMO , MA ANCHE GLI UCCELLI. Se notate un' insolita morìa di uccelli (cornacchie , corvi , ecc... ecc...) , avvisate l' Ufficio di Igiene Pubblica dell' AUSL.

    Rispondi

  • Straiè

    17 Luglio @ 16.43

    Essendo il Nilo un fiume che scorre in prossimità del Circolo Polare Artico, è logico supporre che il virus sia stato introdotto in Italia da individui provenienti dall’Alaska e dalla Siberia.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un talento parmigiano in finale al Tour Music Fest: The European Music Contest

Palcoscenico

Un talento parmigiano in finale al "Tour Music Fest"

Shakira

Shakira

musica

Shakira sta male: "Emorragia alle corde vocali". Concerti rimandati

 Mangiamusica, gran finale  con le Sorelle Marinetti

Fidenza

Mangiamusica, gran finale con le Sorelle Marinetti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Straser: «Ecco perché si è risvegliata la linea sismica del Taro»

L'ESPERTO

Straser: «Ecco perché si è risvegliata la linea sismica del Taro»

TERREMOTO

A Fornovo tra la gente: «Mi tremavano le gambe»

Vicino al Regio

Ubriaco cerca di rapinare tre ragazzi

TUTTAPARMA

La storia dei carabinieri a Parma

QUARTIERI

Sport e solidarietà , i 50 anni del circolo «Frontiera '70»

Tornolo

Lisa, nonna coraggiosa. Ha detto addio a 101 anni

FIDENZA

Tangenziale Sud, oggi via a nuovi lavori

TERREMOTO

Sciame sismico in Appennino, 17 scosse. Le più forti avvertite in tutta la provincia

A Fornovo la più forte (4.4). Non segnalati danni

5commenti

ULTIM'ORA

Uno dei terremoti più profondi in Emilia Romagna

La scossa più forte su un basamento roccioso

2commenti

Le reazioni

La sindaca di Fornovo: "Tanta paura, ma niente danni"

Il sindaco Pizzarotti "La scossa è stata sentita a Parma, ma non è di particolare rilievo"

Gattatico

«Mi hanno derubato». Ma è una truffa

VIA MILANO

Bocconi avvelenati nel parco dei Vetrai, animali a rischio

La polizia municipale ha circoscritto l'area e sta effettuando rilievi

2commenti

Incidente

Scontro su strada Pilastro, un ferito

2commenti

PARMA

Riina: l'addio senza lacrime (e lite con i cronisti) della vedova e dei figli

Maria Concetta Riina se la prende con i giornalisti. L'avvocato: "Andatevene, è scandalismo". Conclusa l'autopsia sul corpo del boss (Ipotesi tecnica di "omicidio colposo" contro ignoti) : i risultati tra 60 giorni

15commenti

FUNERALE

La lettera della mamma di Mattia

IN PENSIONE

Roncoroni, chirurgo a tutto campo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La figlia di Totò Riina e una rabbia che offende

di Georgia Azzali

4commenti

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

Ris di Parma

Scomparse due mogli di un allevatore: trovate ossa nella stalla

3commenti

Il caso

Cerca la madre naturale. Lei la gela: "Sei il simbolo della violenza subita"

2commenti

SPORT

SERIE A

Crolla la Juve, l'Inter batte l'Atalanta ed è seconda

SERIE B

Pari fra Salernitana e Cremonese: Parma sempre in testa

SOCIETA'

GENOVA

Uomo aggredito da un cinghiale nei boschi del genovese

LA PEPPA

Pollo e peperoni ripieni

1commento

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto