-2°

Parma

La presidente di Alba: "Bus, negozi, banche: molto resta da fare per i disabili"

La presidente di Alba: "Bus, negozi, banche: molto resta da fare per i disabili"
Ricevi gratis le news
1

Parma, i disabili e le barriere architettoniche. Voto per la sensibilità dimostrata dai cittadini: 8. Voto al Comune: 5 per l'accessibilità, 6 e mezzo per gli interventi realizzati nei luoghi pubblici per abbattere gli ostacoli.
A dare i voti è Bruna Bucci Guerra, presidente di Alba (Associazione per la lotta alle barriere architettoniche), che raccoglie una ventina di soci attivi. È Gazzettadiparma.it a chiederle di dare i giudizi come a scuola, per sintetizzare quello che in realtà è un pensiero ben più articolato sulla situazione delle barriere architettoniche a Parma.
Bruna Bucci Guerra ci riceve nella sua casa nella zona di Langhirano: sul tavolo ha una copia del «Libro bianco su accessibilità e mobilità urbana» e diversi raccoglitori con documenti e normative. Ha un figlio in carrozzella ma in questo periodo, dopo un intervento, lei stessa ha problemi motori: gira con le stampelle. Studia, per proseguire nell'attività dell'associazione. Sul Libro bianco ha qualche riserva ma lei stessa vuole discutere dei problemi dei disabili in generale. «Come giustamente dicono tutti i politici, occorre superare le barriere architettoniche, ma la realtà è un'altra».

Parma è una città accessibile, per chi ha problemi di disabilità motoria? «Per le scuole e gli edifici pubblici il Comune ha avuto una certa sensibilità. C'è attenzione per i marciapiedi e alcune strade. Negli edifici di edilizia residenziale pubblica ci sono gli ascensori (accessibili ai disabili, ndr). Riconosco le cose positive. La mia rabbia riguarda la costruzione di edifici privati: per una persona con handicap è impossibile o quasi scegliere liberamente dove abitare. Abbiamo segnalato al Comune palazzine nuove che, a giudicare dai progetti, non sono a norma per i disabili. Ma se vogliamo maturare la cultura giusta, queste cose devono finire».

Quanto sono accessibili i luoghi privati aperti al pubblico, come i negozi o i locali? «Molti hanno un gradino all'entrata. Anche le banche: ce n'è una con alcuni gradini, per superare i quali è stato messo un cingolo. Un disabile deve suonare un campanello, un addetto deve collegare il cingolo alla carrozzella e farla salire. Ma su una carrozzella elettrica il cingolo non si può attaccare: chi ce l'ha, deve restare fuori. Questa non è accessibilità. E nei locali: il bancone dovrebbe avere una parte alta non più di 90 centimetri, ma non ci pensano mai».

Perché dice di avere riserve sul Libro bianco? «Contiene dei princìpi di civiltà che mi hanno quasi commossa: si parla della disabilità quasi come un valore, di una città senza ostacoli e di rispetto della persona. Il Libro bianco però mi lascia molto perplessa: quanto tempo impiegherà il Comune perché queste cose siano veramente assorbite nei regolamenti? Servirà molto tempo, vista la sua complessità. Mi chiedo cosa possa fare il Disability manager. Vorrei anche sapere perché restano da fare interventi nella stazione provvisoria».

Avete segnalato al Comune barriere architettoniche da abbattere? «Nell'ultimo anno abbiamo fatto una quarantina di segnalazioni all'Agenzia per i disabili, soprattutto per l'accessibilità dei luoghi aperti al pubblico. Ma le risposte sono state poche e insoddisfacenti. Altri problemi ci sono con gli autobus. Spesso i casi sono due: o la pedana per i disabili non c'è oppure non funziona. Ho provato con mio figlio poco tempo fa: un autista si è offerto di caricarlo anche se la pedana non funzionava ma ho rifiutato. Puoi accettare una cortesia ma così non è dignità per le persone. La Consulta dell'handicap ha incaricato la facoltà di Ingegneria di studiare un modo per modificare le pedane dei bus».

In aprile avevate minacciato di fare esposti in Procura per casi di barriere architettoniche... «Non ne abbiamo fatti e su questo sono perplessa. Finora abbiamo fatto collaborazione più che denuncia. La legge dice che il Comune deve segnalare i problemi agli ordini professionali e alla Procura della Repubblica».

Ma in generale a Parma la gente è attenta o indifferente verso i disabili? «Indifferente no, però va aiutata a capire il problema. Si trova disponibilità all'aiuto più spesso che imbarazzo o indifferenza. Nei condomini spesso si rifiuta di mettere un ascensore o un servoscala: ci sono dei contributi, ma se si costruissero bene subito si risparmierebbe». (A. V.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Antonio

    07 Luglio @ 11.46

    Bruna, sei forte. Continua. I risultati maturano in tempi lunghi, lunghissimi. 30 anni fa avevo prodotto un documentario sulle barriere architettoniche e lo facevo vedere a studenti futuri geometri. Qualcosa è cambiato, anche se tanto resta da fare. Credo che il valore più alto del \"libro bianco\" sia questo: finalmente l\'Ente Pubblico prende coscienza di precisi doveri e proclama princìpi che da molto tempo prima sono nell\'animo di cittadini come te, coscienziosi, sensibili e responsabili.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo: Andrea Delogu

L'INDISCRETO

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Rubano alcune lanterne dai tavolini di un ristorante di via Mameli

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

4commenti

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

1commento

TV PARMA

Parma calcio, stasera a Bar Sport parla la società: in studio Malmesi

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

PARMA

Il centro muore? Lettori uniti: "Servono incentivi e sicurezza"

Continua il dibattito fra i parmigiani

1commento

Iren

Parma-Venezia al Tardini, esposizione contenitori rifiuti sabato entro le 9: le vie coinvolte

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

PARMA

Eramo, Lavagetto e Pezzuto: "Niente sala civica per Forza Nuova, bastava modificare il Regolamento"

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

1commento

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa