15°

29°

consiglio comunale

Inizia la battaglia sul bilancio. Il Pd: "Documento fotocopia"

Volta: "E' diventato ordinario tassare le famiglie". Vagnozzi: "Troppi tagli dal Governo". La discussione continua venerdì, poi il 29 il voto

Inizia la battaglia sul bilancio. Il Pd: "Documento fotocopia"
Ricevi gratis le news
12

Bilancio 2014, è il tempo della battaglia. Dopo la presentazione di lunedì ("Il bilancio 2014 sarà quello della ripartenza", l'ha ribattezzato il sindaco Federico Pizzarotti - leggi) e le polemiche firmate dalla minoranza, in consiglio comunale inizia la discussione vera e propria. La cronaca in diretta sul nostro sito e lo streaming del Comune. Domani seduta bis e martedì 29 luglio la votazione finale.

Assente alla seduta l'assessore al Bilancio Marco Ferretti, che - comunica il presidente del Consiglio comunale Marco Vagnozzi - ha la febbre oltre 39°.

"Gli fischieranno un po' le orecchie..", è la battuta di Massimo Iotti (Pd), che dà il via agli interventi a tema bilancio. Iotti mette subito il dito nella piaga di Parma Infrastrutture, la partecipata il cui bilancio sarà votato a settembre e che versa in situazione particolarmente difficile: "Ha ancora l'abitudine di non pagare i lavori fatti. E nulla è stato fatto per le situazioni denunciate dal precedente amministratore Pedroni". E su Stt: "Paga il mancato accordo con le imprese che lavorano alla Scuola per l'Europa: grosso errore della Giunta. E le soluzioni per uscire sono le stesse che indicava Vignali: vendere aree". Iotti riassume: "E' un bilancio fotocopia col 2013, con investimenti a zero e nessuna scelta strategica, che tira a campare: l'unico investimento è la Scuola Racagni, finanziata però da Ciclosi e ad oggi senza vedere i lavori partiti". E subito il primo battibecco: al capogruppo 5 stelle Marco Bosi che commentava, Iotti ha replicato: "Era meglio se stavi a casa anche tu come Ferretti a guardare in streaming". Voci alte e il richiamo di Vagnozzi.

Tocca a Fabrizio Savani (M5s): "In questi anni con cantieri aperti e proliferare delle partecipate possibile che fosse solo colpa del sindaco e della giunta? Gli altri dov'erano finiti? Non vedevano cosa succedeva? C''è stata una crisi della classe politica locale, e adesso dobbiamo ripartire dall'etica, dal benessere e dall'ambiente. A Parma per far aumentare il pil abbiamo svenduto il territorio e peggiorato la qualità della vita". E Savani bacchetta anche i suoi: "Sto parlando di inceneritore e non di termovalorizzatore, come si vede nella relazione del bilancio: siamo una Amministrazione 5 stelle, almeno nei termini accordiamoci". Savani cita la difficoltà di far rientrare nei calcoli le necessità del sociale. "Sui derivati sembra che le Giunte passate abbiano giocato a poker con le tasche dei cittadini. Finalmente, invece, nel 2014 ci sarà la modifica del Psc: lo chiediamo da tempo". E chiede di continuare sulla strada della partecipazione, "che sembra abbia rallentato: il bilancio ad esempio è quasi incomprensibile". Chiede l'inserimento di una serie di progetti a costo zero, dall'aumento delle zone 30 in città ai pannelli che indicano il livello di Co2. Ma anche di non abbassare di 300mila euro il fondo per le nuove povertà.

Interviene Alessandro Volta (Pd): "Il bilancio rispecchia la visione politica che la Giunta ha della città. Si poteva fare meglio e diversamente, è un bilancio fotocopia. Ancora si punta su risanamento e rigore, dicono, ma restiamo in attesa dello sviluppo. E comunque il bilancio precedente era piuttosto pesante per tasse e tariffe delle scuole dell'infanzia. Avere famiglie così tassate è diventata ordinaria amministrazione dunque". E cita Tari, rette e mense e anche le multe. L'anno scorso le entrate di rette e mense sono state minori del previsto: ormai le famiglie cercano soluzioni alternative, fuori dai servizi comunali. Le cenerentole di questo bilancio sono i giovani e le politiche culturali. E siamo nelle mani delle banche".

Passa al ruolo di "semplice" consigliere il presidente del Consiglio Marco Vagnozzi (M5s), che comincia il suo intervento sulla differenza tra fare politica e amministrare, "che è molto difficile". E se la prende con i tagli dei trasferimenti e i mancati rimborsi da parte dello Stato. "E non sono nemmeno sicuro che non arriveranno nuovi tagli entro fine anno". Affronta anche il tema delle partecipate ("utilizzate per scaricare i debiti"), "e dobbiamo dare merito all'amministratore di Parma infrastrutture di aver fatto un bilancio in un solo mese. E comunque se Parma Infrastrutture non funziona, il Comune si riprenda il suo patrimonio e lo gestisca direttamente". "In generale comunque i cittadini di Parma saranno meno tassati rispetto all'anno precedente: questa Amministrazione ci ha lavorato, a partire dalla scelta di non aver voluto far pagare gli affittuari". "Quest'anno si riparte, e lo abbiamo dimostrato riportando al Comune lo sport e al Cosap, e nel 2015 ci sarà una azione più energica. L'unica pecca di questo bilancio è discuterne a fine luglio, ma questo non deve ricadere sulla Giunta".

La parola va a Nicola Dall'Olio (Pd), che attacca subito, "nello stile reprimenda del sindaco: la prima è che lui oggi non c'è. Forse poteva dedicare il suo tempo a sentire cosa ne pensano minoranza e anche maggioranza. La seconda è che il sindaco è il primo a disattendere la partecipazione: qualcuno fuori di qui conosce questo bilancio?". La terza: "Pizzarotti non fa un'operazione-verità: se come racconta ha fatto il risanamento perchè abbiamo queste tasse e tariffazioni? E' il bilancio dello struzzo, che rimanda tutto al 2015.". Dall'olio definisce deludente la partita della ricerca di finanziamenti. "E le spese di rappresentanza e pubblicità molto superiori del necessario. E poi: ci sono delle idee per l'aeroporto, per il Regio, per piazza della Pace?. E comunque senza risolvere il nodo partecipate non si va da nessuna parte".

E' il momento del capogruppo M5s Marco Bosi: "Come si può non tenere conto della situazione ereditata e dei tagli del Governo? Ed è mancata spesso una programmazione con i territori vicini, ad esempio sul turismo. Per il secondo anno comunque copriamo la spesa corrente con entrate correnti, e non in conto capitale: io ne sono orgoglioso. Abbiamo garantito il welfare e gli educativi: è vero che è lì la sfida e per farlo in questi due anni abbiamo ripagato 21 milioni di euro di indebitamento, saldato debiti fuori bilancio. Sugli investimenti, abbiamo fatto manutenzioni necessarie e valorizzato il nostro patrimonio. Finalmente abbiamo una stazione attiva".

La seduta viene sospesa per ricevere una delegazione di persone che hanno partecipato a una manifestazione dedicata alla situazione nella striscia di Gaza. Su questo tema, un ordine del giorno presentato da Ettore Manno (Comunisti italiani) e in discussione alla ripresa della seduta. E il bilancio sarà di nuovo in discussione venerdì e poi in votazione finale martedì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Enzo

    26 Luglio @ 00.18

    Insegnate a Savani cos'è la CO2. I pannelli che lui propone non hanno nessun senso, perché la CO2 è un inquinante globale, ovvero la CO2 non fa male se la respiri, il problema è il livello di CO2 sulla terra, che se alto provoca l'effetto serra (sul pianeta, non Su Parma). I pannelli avrebbero senso su pm10, SOx NOx eccetera, che se respirato fanno male. Purtroppo inventarsi ambientalisti da un giorno all'altro ha come effetto collaterale queste figuracce...

    Rispondi

  • SILENZIOSO

    25 Luglio @ 12.17

    Pizzarotti, nel suo piccolo (ma proprio piccolo) si comporta come Grillo. Per non ri-fare figure meschine con Renzi ha mandato avanti Di Maio, salvo poi sconfessarlo subito dopo. Pizzarotti, non avendo Di Maio, ha mandato avanti Bosi. Va detto, ad onor del vero, che, come Di Maio, figura meglio lui del suo principale.

    Rispondi

  • la camola

    25 Luglio @ 10.58

    questa giunta farà acqua, ma le precedenti cosa hanno fatto? almeno non vanno a letto con il B.

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    25 Luglio @ 02.29

    "i cittadini di Parma saranno meno tassati rispetto all'anno precedente: questa Amministrazione ci ha lavorato, a partire dalla scelta di non aver voluto far pagare gli affittuari" Ennesima mistificazione a 5 Stelle: gli affittuari non pagano la tasi perche' i proprietari di seconde case hanno gia' l'aliquota massima e una legge dello Stato vieta espressamente che ci siano ulteriori imposizioni, non per scelta e gentile concessione di questa amministrazione. Se fosse stato possibile, avrebbero tassato anche gli animali domestici ed i topi fra i rifiuti sulla strada... Ed a proposito, relativamente alla tari: seppur di una decina di euro, noi comunque paghiamo piu' di prima ed il servizio non e' sicuramente migliorato...

    Rispondi

  • annamaria

    25 Luglio @ 01.07

    Vediamo di restare sul pezzo: qui si parla del bilancio di Parma, dove governano i 5 stelle. Quando fa comodo Pizzarotti non c'entra col Grillo di Roma e quando conviene invece il Pd locale è l'ombra di quello nazionale. Due pesi e due misure, eh? Decidetevi

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

1commento

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti