Criminalità

Nasce a Parma un osservatorio contro le mafie

Marco Vagnozzi ha presentato l’accordo fra Comune e Regione Emilia Romagna

Nasce a Parma un osservatorio contro le mafie
Ricevi gratis le news
2

E’ stato presentato in Municipio l’accordo di programma fra Comune di Parma e Regione Emilia-Romagna relativo al “Progetto di Centro Studi per la promozione di attività finalizzate al sostegno della legalità ed al contrasto dei fenomeni della criminalità organizzata sul territorio”.
Il progetto rientra in un percorso sostenuto dalla Regione nell’ambito delle misure per l’attuazione coordinata delle politiche volte alla promozione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile.

“E’ un argomento, questo, caro all’Amministrazione – ha affermato il presidente del Consiglio Comunale Marco Vagnozzi - che attraverso questo progetto intende promuovere la cultura dalla legalità a tutti i livelli, da quello informativo a quello legato alle procedure della Pubblica Amministrazione. Niente allarmismi – ha aggiunto – ma la criminalità organizzata vuole non far parlare di sé, noi dobbiamo far emergere il fenomeno e mettere in guardia contro i rischi. Il Comune di Parma è il primo ad attivarsi direttamente in materia, e la collaborazione dell’Università e delle associazioni “Libera” e Itaca” sarà davvero preziosa per a buona riuscita del progetto”.

Il comandante della Polizia Municipale Gaetano Noè ha messo in evidenza il ruolo che può assumere il Corpo nel coordinamento dell’attività di studio del fenomeno e di contrasto alla criminalità mafiosa.

“Una buona indagine è metà dell’opera – ha affermato Gianguido Nobili, rappresentante della Regione – la creazione dell’osservatorio arriva al termine di un lungo percorso di lavoro sul territorio. La nostra azione si concentrerà su tutte le branche di attività dove la presenza della criminalità si fa maggiormente sentire, a cominciare dall’edilizia e dall’autotrasporto, e anche in settori dove girano fiumi di denaro, come quelli del gioco”.

Assicurata anche la collaborazione dell’Università: “Io insegno finanza e gestione bancaria – ha detto Giulio Tagliavini – e il nostro contributo potrà essere utile soprattutto sul versante del riciclaggio e della conoscenza dei crimini di natura finanziaria”.

“L’osservatorio di Parma – ha affermato Carlo Cantini di Libera – sarà uno strumento prezioso per condurre sul piano culturale una battaglia contro le mafie al nord, di cui c’è tento bisogno”.

Il progetto è stato sottoposto all’attenzione della Regione Emilia Romagna dall’assessorato alle attività produttive, turismo, commercio e sicurezza urbana, nel settembre 2013 ed è stato finanziato dalla stessa Regione per un importo pari a 13 mila e 300 euro, su una previsione di spesa pari a 21.500 euro.

Il Comune di Parma darà vita ad un centro studi dedicato al monitoraggio degli atti illeciti collegati alla criminalità mafiosa e ad elaborare indicazioni utili ad impedire alle organizzazioni di stampo mafioso di inserirsi negli appalti pubblici indetti dal Comune o dalle sue società partecipate.

Inoltre, l’ufficio che verrà aperto in Municipio fornirà formazione ed indicazioni utili ai diversi settori del Comune per le tematiche di anticorruzione e contrasto alla criminalità. e svolgerà una funzione di sensibilizzazione della cittadinanza, a cominciare dal mondo scolastico, sui temi della legalità.

Fra gli obiettivi anche quello di stimolare il coordinamento tra le diverse istituzioni sul territorio e fra soggetti pubblici e privati. A questo si aggiunge la promozione di iniziative di monitoraggio di sequestro e confisca dei beni mafiosi, per il loro riutilizzo in una funzione sociale ed economica.
Per questa attività, il Comune si avvarrà di una struttura dedicata e si impegnerà a reperire le risorse necessarie per la realizzazione delle attività previste dal progetto e a convocare periodicamente incontri di verifica sull’andamento del progetto in collaborazione con la Regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giovanna

    30 Luglio @ 11.16

    Bravi! Continuate a "studiare", "osservare" le varie forme di criminalità presenti nel territorio, intanto questi signori se la ridono e continuano imperterriti a fare quello che vogliono, anzi magari vi manderanno anche dei bei selfie a tema, tanto sappiamo tutti che le maggiori collusioni sono proprio quelle tra STATO E MAFIA, e quelle non le "osserva" o "monitora" nessuno, sopratutto gli addetti ai lavori in uniforme. Vorrei sapere quanto costerà a noi contribuenti questo speciale"Osservatorio", in quanti ci mangeranno gratis, ma temo che non avrò mai risposta. In compesnso sò per certo che questa pagliacciata avrà vita molto breve, ed entrerà a far parte delle c....e pentastellate, ma non ci sarà niente da ridere quando noi popolino ce ne ricorderemo. Giovanna

    Rispondi

  • Marzio

    30 Luglio @ 10.42

    Io comincerei col monitorare le attività legate alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé

STATI UNITI

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé Foto

La Royal Mail ha preparato i francobolli dedicati al Trono di spade

filatelia

Royal Mail, francobolli dedicati al Trono di spade

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza

Maleducazione, inciviltà e bullismo: quei ragazzini che invadono il centro

10commenti

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

1commento

nel pomeriggio

Momenti di paura e tensione in via Duca Alessandro Video

anteprima gazzetta

Inchiesta sulle nomine al Maggiore, il punto della situazione Video

ragazzola

Più controlli sul ponte Verdi, ma c'è chi chiede l'intervento della magistratura Video

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

GUIDA

Gambero Rosso dà i voti alle gelaterie: vince l'Emilia-Romagna, anche grazie a Parma

"Tre coni" anche a Ciacco e Sanelli di Salsomaggiore. A Treviso il cioccolato migliore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

gazzareporter

Piazzale Buonarroti, un salotto o una discarica?

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani tra i candidati supplenti. Capofila in Toscana 2 un giovane universitario della Scuola europea di Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un anno di Trump, il presidente che divide

di Marco Magnani

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Abusivo caricava ragazze davanti alle disco e le violentava Il video che lo incastra

orrore a BANGKOK

Italiano ucciso e bruciato in Thailandia, caccia alla ex e all'amante

SPORT

Norvegia

Stella della pallamano: “Colleghi hanno diffuso mie foto intime”

lutto

Addio a Franco Costa, volto mitico di 90° minuto. Celebri le interviste all'avvocato Agnelli

SOCIETA'

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

hi tech

Amazon apre supermercato 4.0: è senza casse

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video