12°

22°

Parma

Benzinai in sciopero. Ma non tutti aderiscono

Benzinai in sciopero. Ma non tutti aderiscono
Ricevi gratis le news
5

E' scattata alle 19 di ieri sera, e durerà fino a venerdì mattina alle 7, la serrata dei distributori di carburante a livello nazionale. Una serrata che anche a Parma può contare su una massiccia adesione alla protesta. In città, su una novantina di stazioni di rifornimento, il 90 per cento circa dei gestori aderenti alle associazioni di categoria di Ascom e Confesercenti, la Figisc e la Faib, ha deciso di «mettere il lucchetto» agli impianti in aperta polemica con le compagnie petrolifere e il governo su bonus fiscale e rinnovi contrattuali.

A poche ore dalla chiusura delle pompe, ieri sera erano molti i parmigiani in fila a far rifornimento, anche se la serrata non sarà totale, perché nei giorni dello sciopero non tutti gli impianti resteranno chiusi. A rimanere aperte saranno le stazioni gestite direttamente dalle multinazionali - a Parma sono circa una decina - che assicurano il normale orario di lavoro negli impianti distribuiti in tutta la città: si va dal quartiere Cittadella al quartiere Pablo, dal Golese al San Leonardo, al San Lazzaro. Sulla rete ordinaria, la legge stabilisce che il 12 per cento delle stazioni deve restare in funzione, in quanto i distributori di carburante svolgono un servizio di pubblica utilità.

Il carburante sarà comunque assicurato a tutti gli organi di polizia e assistenza impegnati nelle emergenze, mentre per quanto riguarda gli automobilisti bisognerà aspettare fino a venerdì mattina prima di tornare alle pompe. La chiusura è scattata alle 19 di ieri e durerà fino alle 7 di venerdì, anche se in alcuni casi gli orari sono stati posticipati di circa mezzora.
Sulla rete autostradale, invece, la serrata è più corta rispetto a quella in vigore sulle strade normali: le pompe, chiuse dalle 22 di ieri, riapriranno alle 22 di domani, e in base a quanto stabilisce la legge, una stazione di rifornimento ogni cento chilometri dovrà restare aperta.

Intanto, anche i benzinai di Parma si uniscono al coro della protesta a livello nazionale, come hanno stabilito i vertici di Faib e Figisc. «Vogliamo che il governo ci garantisca il bonus fiscale (simile a uno sconto sulle tasse pagate dai gestori, ndr), trasformando questa misura contrattata ogni anno in un provvedimento strutturale», spiega Pietro Calersi, presidente provinciale della Faib. «Il bonus è importante per i gestori - aggiunge - perché noi facciamo una funzione esattoriale per conto dello Stato, in quanto il 68 per cento dell'incasso sul carburante se ne va in Iva e accise».
Ma fra le ragioni della protesta dei benzinai c'è anche la questione legata alla sicurezza. «Se veniamo rapinati - prosegue Calersi - nessuno ci tutela per l'incasso mancante. Per quanto mi riguarda, sei mesi fa mi hanno rubato 1500 euro, e quelli sono soldi che ho perso».

Oltre alla sicurezza e agli sconti sulle tasse, i gestori degli impianti di carburante contestano anche alcune norme che, dal loro punto di vista, sarebbero penalizzanti. «Noi non possiamo toccare le pompe  di rifornimento perché sono piombate - fa presente - ma su di noi ricade la responsabilità a livello metrico. Questo significa che ogni anno dobbiamo pagare 400 euro per i controlli».
In tempi di crisi economica, anche le stazioni di rifornimento subiscono il colpo, ed è per questo che dalla Figisc chiedono maggiore attenzione da parte del governo. «I consumi si sono ridimensionati, mentre sono aumentati i costi - dice il presidente provinciale della Figisc, Alide Tambassi -. Rispetto al 2002 i guadagni si sono ridotti del 15 per cento a fronte di un aumento delle spese pari al 25-30 per cento». P. D.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • emilia

    16 Dicembre @ 16.07

    Ce qualcuno che mi puo dire dove trovare un distributore aperto a Parma?? sono a secco

    Rispondi

  • emilia

    12 Dicembre @ 00.30

    Ce qualcuno che mi puo dire dove trovare un distributore aperto a Parma?? sono a secco

    Rispondi

  • luca

    08 Luglio @ 16.45

    verra' il giorno che diranno.... "LE'!!!!!!! IL PETROLIO è FINITO...... KAPUTT" AL 99,99% SARO' MORTO E SEPOLTO QUANDO ACCADRA' CIO'...... MA SE DOVESSI ESSERE ANCORA VIVO, NE GODRO' UN MONDO..... MA SARA' UNA GARA DURA...... STANNO "FORANDO" DAPPERTUTTO ED HO SENTITO CHE HANNO TROVATO NUOVI GIACIMENTI.... A QUANTO PARE..... COMBUSTIBILI FOSSILI.... LA NOSTRA ROVINA..... IDROGENO E SOLE LA NUOVA FRONTIERA....

    Rispondi

    • alberto

      09 Luglio @ 11.44

      Qualcuno sa dirmi dove trovo un distributore aperto tra quelli menzionati nell'articolo? Sono a secco!!!!!!!!!!

      Rispondi

      • GIULIANA RAMBALDI

        09 Luglio @ 16.29

        Io ieri sera ho visto il servizio di TV parma e hanno intervistato un benzinaio della ESSO di viale Fratti che non aderiva allo scipero. Ciao Giuliana

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

via repubblica

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

Anteprima Gazzetta

Anziani scippati, danni devastanti

Le anticipazioni della Gazzetta del direttore Michele Brambilla

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Borgotaro

Auto ribaltata sulla fondovalle a Ostia Parmense: un ferito

E' intervenuto anche l'elicottero del 118

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

2commenti

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

22commenti

Regione

Punti nascita, bagarre in Aula: salta il numero legale

Le opposizioni: "Ripensare la decisione su Borgotaro"

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

chiesa

Smentite le voci sulla salute di Papa Ratzinger

2commenti

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

CHAMPIONS

La Juve soffre e vince, la Roma strappa il pari in casa del Chelsea

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»