Parma

Il ricercatore faccia a faccia con i premi Nobel

Il ricercatore faccia a faccia con i premi Nobel
Ricevi gratis le news
1

Pierluigi Dallapina
L'immaginario comune li descrive come persone perennemente impegnate in ricerche astratte, e disinteressate di quanto succede nel mondo. Nulla di più lontano dalla realtà, come può dimostrare chi ha avuto la fortuna e il merito di trascorrere una settimana con 23 premi Nobel. Tutti concordi su un fatto: la Terra, a causa del riscaldamento globale prodotto dall'uomo, è in grave pericolo. «Quello che mi ha colpito di questi scienziati è la loro lontananza dallo stereotipo del topo di laboratorio», spiega Roberto Pattacini, chimico parmigiano di 33 anni e da quattro all'università di Strasburgo, che dal 28 giugno al 3 luglio è stato selezionato fra 20 mila giovani ricercatori di tutto il mondo per partecipare alla 59esima edizione del «Meeting of Nobel Laureates» a Lindau in Germania.

E l'argomento di quest'anno era proprio la chimica, una passione che ha spinto Pattacini a proseguire i suoi studi sulla chimica organometallica nel Laboratoire de Chimie de Coordination dell'università di Strasburgo. In questo laboratorio, dal 2005 Pattacini studia come le molecole organiche interagiscono con gli atomi di metallo in modo da rendere estremamente più rapide interazioni altrimenti lentissime. Le applicazioni industriali di queste ricerche sono infinite: vanno dall'industria dei materiali, ai polimeri fino alla creazione di nuovi farmaci.
Ma più che di parlare delle sue scoperte, a Lindau Roberto Pattacini ha avuto la fortuna di confrontarsi con i maestri della chimica, che per quanto riguarda il suo campo si chiamano Royoji Noyori, Richard Schrock e Robert Grubbs. «Ho avuto l’onore di conoscere personalmente alcuni di questi scienziati - spiega il ricercatore appena rientrato a Parma dalla Germania -. Mi ha colpito il fatto che, assieme alle loro grandi capacità intellettuali, tutti mostrano una grande umanità e semplicità». E gli esempi non mancano, come conferma il ricercatore «adottato» dalla Francia. «Howard Kroto, Nobel nel '96 - aggiunge - ha un’associazione per l’educazione dei bambini ed è attivo in molte associazioni umanitarie. A Walter Kohn, Nobel nel '98, morirono i genitori ad Auschwitz. Negli anni Sessanta aprì la strada alla chimica computazionale. Osamu Shimomura, Nobel nel 2008, era a Nagasaki, insieme alla sua futura moglie, quando esplose la l'atomica. Ha studiato nella povertà assoluta del Giappone post-bellico».

 Ma oltre al prestigio dei nomi, quello che rende unico il meeting di Lindau è il clima di dialogo che si viene a creare fra i Nobel e i giovani ricercatori. Tanto che lo slogan dell'incontro è «Educare. Ispirare. Connettere». «Al mattino si svolgevano le conferenze dei Nobel - racconta - mentre al pomeriggio si formavano i gruppi con una cinquantina di persone dove noi ricercatori discutevamo in inglese con gli scienziati». Tanto per dimostrare come le scoperte dei Nobel presenti al meeting non hanno nulla di astratto, basta citare gli esempi di Richard R. Ernst, che ha sviluppato la risonanza magnetica nucleare, di Mario Molina, che ha scoperto il ruolo dei cfc nel generare il buco dell'ozono, di Robert Huber, che ha determinato la struttura delle proteine e l'esempio di Gerhard Ertl, che con i suoi studi sulla chimica delle superfici ha contribuito alla scoperta della marmitta catalitica. Dalle discussioni degli scienziati è emersa una verità preoccupante. «I 23 premi Nobel - spiega il ricercatore - sono d'accordo sul fatto che il riscaldamento globale è in larga parte causato dall’uomo ed è dovuto all’impiego di combustibili fossili. La situazione è già critica e serve un’azione a breve. Contrariamente al senso comune, le tecnologie attuali non permettono di risolvere il problema e serve quindi un grande sforzo di ricerca. Perché non finanziare queste ricerche con lo stesso impegno dedicato per la scoperta della bomba atomica?».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • remedia

    28 Settembre @ 14.32

    ciao roberto complimenti

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

2commenti

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

1commento

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

3commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

7commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

28commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove sono

1commento

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS