17°

32°

L'INCHIESTA

Edifici e aree abbandonate: in 3 anni niente è cambiato

Edifici e aree abbandonate: in 3 anni niente è cambiato
Ricevi gratis le news
10

Parma, città inerte: potrebbe essere questo lo slogan, riadattato ai tempi rispetto al famoso «Parma, città cantiere» degli anni di Ubaldi, che riassume al meglio la situazione della nostra «petite capitale» per quel che riguarda edifici e aree pubbliche (ma in qualche caso anche private) che da tempo sono abbandonate.
Esattamente tre anni fa, a settembre del 2011, il nostro giornale aveva denunciato la situazione di degrado e abbandono di parti importanti del territorio urbano, per alcune delle quali esistevano anche progetti di riqualificazione o quantomeno di risistemazione. Da allora, molto tempo è trascorso, sono cambiati gli amministratori, ma il bilancio attuale è desolante: di tutte le aree e gli edifici in degrado o abbandono presi in esame dalla «Gazzetta» all'epoca, soltanto in un paio di casi qualcosa è cambiato e si tratta, comunque, di interventi affidati a privati: l'area dell'ex kartdromo a Fraore, l'ex deposito di auto di via Fleming trasformato in un moderno edificio direzionale e residenziale. Per quanto riguarda le proprietà pubbliche, invece, le cose, se possibile, sono peggiorate, perché nulla è stato fatto e altri casi eclatanti si sono aggiunti. 
Il Teatro dei Dialetti, la nuova scuola europea, Duc 2 e ex mercato bestiame, via Zarotto e via Padre Onorio, ex Stuard e ex Romanini e l'ex canile ridotto a discarica. 

L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • sabcarrera

    25 Agosto @ 11.39

    La logica dell'industria del cemento dal dopoguerra in poi è stata di fare edifici ma mai completarli. Completarli voleva dire fare dei lavori di ultimazione che non avrebbero avuto i ricarichi di costi che hanno quelli dove si fanno delle semplici colate di cemento. Per questo i lavori erano in progetti inutili evitando così la necessità di finirli.

    Rispondi

  • Barbara

    25 Agosto @ 09.53

    Sono rammaricata nel sapere che neanche dal prossimo anno scolastico (2014-2015) la Scuola per L'Europa di Parma avrà la sua sede definitiva. I primi fondi arrivarono quando mia figlia era al secondo anno del ciclo secondario di I grado ed ora è all'università... Si parla del 2006. Ci hanno sempre detto che avrebbe potuto andare nella nuova sede per frequentare il ciclo secondario di II grado, ma nulla è stato fatto. La stessa cosa si è ripetuta per il secondo figlio che a ottobre inizia pure lui l'università. Si può sapere come e da chi vengono gestiti i fondi? L'Efsa è venuta a Parma perchè era stato promesso che i figli dei dipendenti e dirigenti avrebbero avuto modo di frequentare una scuola europea di un certo livello, ma dov'è?

    Rispondi

  • Davide

    25 Agosto @ 02.00

    Dany ha le idee chiarissime. Infatti chi comandava in URSS era il PCUS (cosa mai vorrà dire?) Quanto alle "fabbrichette" trasferite all'estero, un piccolo imprenditore non può continuare a subire un'imposizione fiscale che supera l'80%. Dal Piemonte, per esempio, ci si trasferisce in Alta Savoia (Francia), dal Veneto in Carinzia (Austria) o in Slovenia. Terzo mondo? Una cosa è scappare nei paradisi fiscali, tutt'altra è fuggire da quell'inferno fiscale, burocratico e senza servizi cui è stata ridotta l'Italia. Ti sei mai chiesto perché tanti grandi gruppi italiani e/o esteri che investono in Italia scelgano come sede amministrativa l'Olanda, l'UK o il Lussemburgo? Terzo mondo anche quello?

    Rispondi

  • HARRIS

    24 Agosto @ 22.58

    Tra pochi giorni è settembre. Data ancora da decidere ma si sta avvicinando e si vede. Si tratta di cantieri non ultimati molti iniziati anni e anni fa. Grazie a Pizzarotti che ha messo come priorità la chiusura dei cantieri si sono portati a termine tante cose che erano delle ferite aperte nella nostra città e penso ad esempio alla stazione. Ci altri cantieri aperti ma si fanno le cose per volta in un momento in cui il comune non ha soldi a causa sia per i debiti lasciati dalle passate amministrazioni sia per un governo targato PD che ha tagliato i trasferimenti ai comuni. Ora ci sono cose più importanti da portare avanti. Anche se Pizzarotti ha detto che il Teatro dei Dialetti lo porterà a termine io credo che sia un'opera insensata e uno spreco di soldi inutile. Lo stesso vale il WCC (welfare city center, all'epoca di Vignali c'era la mania dell'inglese). Insomma Pizzarotti si è trovato in mano questi cantieri iniziati in un'epoca (escludiamo il periodo successivo allo stop della metropolitana dove per ordini dall'alto Vignali doveva criticato) in cui nessuno ma proprio nessuno mise in discussione progetti, cantieri e cementificazioni assurde che avrebbero portato Parma non solo al dissesto ma anche cantieri mai terminati. Ma la città come mai non si è mai interrogata allora? Oggi non ha senso dire "oh ci sono questi cantieri aperti": la città doveva interrogarsi allora. Oggi è giustissimo che siano aperti perchè ci sono priorità molto più importanti e urgenti che pensare a queste inutilità. Non possiamo pensare che il prezzo da pagare per la pessima ammnistrazione di allora e di una città dormiente e complice siano solo gli 800 milioni di debiti. La città doveva interrogarsi allora quando si parlava di WWC, di teatro dei dialetti e di tutte quelle cementificazioni assurde. Nessuno allora che lo fece. Troppo facile adesso, anzi secondo me adesso c'è da apprezzare se qualche cantiere è stato portato a termine.

    Rispondi

  • Marzio

    24 Agosto @ 20.05

    Però è strano, quando rubavano (milioni di euro) i soldi c'erano per tutti.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Salva un uomo che sta annegando e lo rianima

LA STORIA

Salva un uomo che sta annegando e lo rianima

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

Terremoto

I parmigiani ad Ischia: «Notte di paura»

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

Due colpi in poche ore

Nuova rapina ad un bancomat

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

Fontevivo

Arrivano i nomadi: sgombero lampo

Fontevivo

Tre rottweiler liberi: paura in paese

Tendenze

Il tradimento al tempo dei social

COLORNO

50 anni fa Mazzoli divenne il re della motonautica

TRIBUNALE

Blitz notturno nel bar di via Bixio, condannato il ladro

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

1commento

meteo

Da giovedì ancora caldo torrido: arriva Polifemo Video

1commento

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

Anteprima gazzetta

Traversetolese eroe salva la vita ad un uomo che stava annegando

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti