-2°

terrorismo

Quei jihadisti "vicini di casa"

E quel curdo arrestato a Vigatto che si è dissociato

Jihadisti

jihadisti

Ricevi gratis le news
34

I calcoli li hanno fatti i nostri servizi segreti: 50 e 200. Cinquanta i jihadisti italiani arruolati dall'Isis e mandati a combattere in Siria e Iraq, di cui solo il 20 per cento figlio di immigrati. Il grosso, invece,  sono gli italiani convertiti all'Islam: giovani tra i 18 e i 25 anni, in media. Duecento invece sarebbero i residenti nel nostro Paese che fungono da "ufficiali di collegamento".  

E in generale le città di provenienza sono soprattutto al Nord: il Corriere della Sera- citando l'intelligence italiana - parla in particolare della vicina Cremona, di Brescia, Torino, Ravenna, Bologna, Padova e diversi piccoli centri del Veneto. 

C'era finita anche Parma qualche anno fa in questa lista, in particolare tra il 2002 e il 2004, col titolo di base operativa per il reclutamento di giovani leve islamiche. Ad aprile 2003 erano stati arrestati in città due curdi, Mohammed Tahir Hammid e Mohamed Amin Mostafà. Hammid, un impiego come muratore, è stato il primo "dissociato" delle indagini sul terrorismo islamico in Italia seguite all'epoca da un altro "parmigiano", il magistrato Stefano Dambruoso.

E agli inquirenti ha svelato come avvenivano in Emilia e in Lombardia i meccanismi di reclutamento dei jihadisti da inviare in Kurdistan e poi al fronte. Il fulcro era la moschea di via Jenner a Milano. Secondo il racconto dell'uomo, a Parma avvenivano gli incontri con una ltro reclutatore, il mullah Fouad, che allora inviava gente in Kurdistan sia dall'Italia che dalla Siria. Ai magistrati Hammid parlò anche dell'imam della moschea di Cremona, Mouad Trabelsi, a cui aveva dato una mano quando gli aveva chiesto aiuto per far arrivare dei volontari in Kurdistan o far arrivare nei campi di addestramento delle somme di denaro.Quando ha preso le distanze dal terrorismo islamico Hammid ha dichiarato: "Mi considero un islamista moderato, e non condivido la deriva terroristica dell'organizzazione". C.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Medioman

    27 Agosto @ 20.19

    Signor Vercingetorige, era probabilmente il 1973 (o forse 1974), quando nel goriziano, dal confine segnato semplicemente da reticolato e filo spinato, si alzò un "cespuglio" e mi puntò un'arma. Era un "titino" in esercitazione, e non era solo. Mi stava "avvisando" di non avvicinarmi troppo al "confine". Ovviamente, non gli ho chiesto "cosa stava facendo da quelle parti", l'ho semplicemente salutato, e me ne sono andato. Pensa che me lo sia sognato?

    Rispondi

  • Vercingetorige

    27 Agosto @ 18.28

    SIGNOR MEDIOMAN , PER AMOR DEL CIELO ! LE "TRUPPE DI TITO AMMASSATE SUL CONFINE" PER IL "COMPROMESSO STORICO " ? Ma cosa dice ? Il "compromesso storico" è stata l' operazione politica che ha dato vita ai Governi democristiani sostenuti dall' appoggio esterno determinante del Partito Comunista a metà degli anni settanta . Era la strategia politica prospettata da Enrico Berlinguer ed Aldo Moro , e qualcuno sospetta che il rapimento e l' uccisione di Moro ne siano state una conseguenza . Il Trattato di Osimo è precedente a quei Governi ! E lei , a metà degli anni settanta , ha visto "le truppe di Tito ammassate sul confine" per invadere l' Italia ? Signor Medioman , lei oggi è di buon umore e le va di scherzare !

    Rispondi

  • Medioman

    27 Agosto @ 17.17

    Signor Vercingetorige, ricordo bene gli anni del "compromesso storico": a Gorizia, ebbi occasione di vedere le truppe di Tito ammassate sul confine, "per esercitazioni", probabilmente pronto a "liberarci" dalla invasione degli Amerikani. Per rabbonirlo, dovemmo calare le braghe e concedergli il trattato di Osimo. Ma la "verità vera" delle trame sovietiche penso che ci rimarrà oscura; mi ricordo un piccolo episodio: in uno dei miei viaggi nei paesi dell'est, avendo problemi con l'auto, mi fermai in un piccolo paesino. Il primo "personaggio" che incontrai, che capiva perfettamente l'italiano, mi disse "Italia? Mussolini!!". E via con i festeggiamenti, e i soccorsi. Probabilmente, era uno dei tanti rifugiati "neri" che avevano ridipinto la casacca di rosso; chissà perché, si sentiva più "sicuro" a stare là, invece che rientrare in Italia! Oppure, magari, era semplicemente un sopravvissuto alle "centomila gavette di ghiaccio". L'autista del camion bulgaro che investì Berlinguer sarà stato un "comunista doc", oppure, magari, un "comunista di seconda mano"?

    Rispondi

  • Vercingetorige

    27 Agosto @ 12.32

    SIGNOR MEDIOMAN , ribadisco che i finanziamenti dell' Unione Sovietica al Partito Comunista Italiano facevano il paio con quelli degli Stati Uniti alla Democrazia Cristiana. Fu Enrico Berlinguer a rifiutarli , perchè era convinto che l' Italia dovesse seguire una via Nazionale verso un Socialismo dal volto umano , indipendente da Mosca. Si stava preparando il tentativo di "compromesso storico" . Per questo distacco dal Cremlino Enrico Berlinguer subì un attentato durante un viaggio in Bulgaria . La sua auto fu investita da un camion militare che cercò di buttarla fuori strada. Morì l' autista . Berlinguer ne uscì incolume , ma molto scosso. Quello che viaggiava con le "valigette di dollari" ( prima che Enrico Berlinguer li rifiutasse ) , non era Primo Greganti , ma una persona di cui non posso dirle il nome , anche perchè non credo che la Redazione me lo passerebbe.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    27 Agosto @ 12.17

    REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT , non prendetevela col mio amico Marirhugo ! Lui non può farsela nelle braghe solo perchè è rimasto in mutande.........

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo: Andrea Delogu

L'INDISCRETO

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Rubano alcune lanterne dai tavolini di un ristorante di via Mameli

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

4commenti

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

PARMA

Il centro muore? Lettori uniti: "Servono incentivi e sicurezza"

Continua il dibattito fra i parmigiani

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

PARMA

Eramo, Lavagetto e Pezzuto: "Niente sala civica per Forza Nuova, bastava modificare il Regolamento"

PARMA

L’anteprima di “Benvenuti a casa mia”: al cinema gratis con la Gazzetta

Il nostro giornale mette a disposizione 25 inviti per due persone

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

Giovanni Garani spiega le emozioni del suo viaggio in Norvegia assieme a Fabio Fornasari

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Riuscire a lamentarsi anche quando si vince

di Michele Brambilla

7commenti

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

olimpiadi

L'atleta russo di curling Krushelnitckii è positivo al doping: aperta una procedura

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa