-3°

Parma

Crac Parmalat: Stefano Tanzi è fra i creditori privilegiati

Crac Parmalat: Stefano Tanzi è fra i creditori privilegiati
Ricevi gratis le news
12

Stefano Tanzi, figlio dell’ex patron della Parmalat Calisto, coinvolto nel crac dell’azienda tanto da essere arrestato e condannato sia in Italia che in Svizzera, è da considerarsi formalmente anche una delle vittime del crack stesso. È quanto si deduce dalla decisione del tribunale di Parma che il 20 maggio (ma la notizia si è appresa solo oggi) lo ha inserito nell’elenco dei creditori privilegiati del gruppo.

L'ex presidente del Parma calcio (sul piano giuridico una società diversa da quella attuale) ha patteggiato una pena di quattro anni e dieci mesi in Italia ed è stato condannato a 720 ore di lavori socialmente utili in Svizzera. Stefano Tanzi si è visto riconosciuto un credito di 184.499,22 euro come dipendente dell’azienda. I suoi legali, gli avvocati Stefano Andreoli e Renzo Costi, hanno infatti presentato ai giudici alcuni cedolini paga che testimoniano la presenza di un rapporto di lavoro subordinato per cui il figlio del patron della Parmalat meriterebbe di entrare a far parte dei creditori del gruppo di Collecchio.

In realtà la sentenza del collegio presieduto da Nicola Sinisi, giudici a latere Giuseppe Coscioni e Silvia Cavallari, ha accettato solo parte delle istanze economiche presentate dai legali di Stefano, che erano più elevate, ma ha anche rigettato le istanze dei legali della Parmalat di Enrico Bondi che si erano opposti alla richiesta. Gli avvocati della nuova Parmalat avevano avanzato poi una richiesta di sospensione o la compensazione di quanto richiesto da Stefano, in attesa delle decisioni del tribunale che dovranno quantificare il danno che lo stesso Tanzi avrebbe arrecato all’azienda nel crack del gruppo. Richieste respinte perchè, si legge nella sentenza, «allo stato attuale nessun credito della procedura verso Tanzi è stato accertato giudizialmente». La nuova Parmalat potrà comunque chiedere la compensazione, scrivono sempre i giudici, «in sede esecutiva».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Sergioker

    20 Luglio @ 21.30

    Fa bene, che si prenda almeno lo stipendio. Alla famiglia hanno fregato la società o meglio tutta l'industria mondiale e il marchio. Bastava il sostegno di altri bond dalle banche e si sarebbe tirato avanti come tutte le altre società quotate. Famiglia generosa e capace, nel lavoro e nello sport. Chi si permette di criticare vada a vedere a che livello sono le società rimaste in piedi in Borsa, dove azionisti investono da anni. E Allora!....

    Rispondi

  • Michele

    20 Luglio @ 14.23

    Scusa Stefano, ma non è moralmente accettabile. Saranno anche delle brave persone nel senso che si comportavano più che civilmente e sono educate, per chi li ha conosciuti, ma questo non li salva da responsabilità che hanno accettato, anche se per sostenere l'azienda. Il fatto che il bene dell'azienda li abbia anche solo "costretti" a tenersi strette amicizie influenti non li giustifica assolutamente. Anzi, in una società seria e con un senso della morale maggiore (o anche solo con un senso della morale e basta), un'imprenditore in una situazione del genere la denuncia, questa cosa. Ma in Italia no, nessuno lo fa. Perciò ci si trova spesso di fronte a queste schifezze, con la gente comune che paga e ci rimette soldi anche per colpa loro, non solo perchè politici e banchieri hanno trovato la gallina dalle uova d'oro (e per questo dovrebbero pagare anche loro...). Se poi il vortice in cui si sono infilati ha trascinato a fondo l'imprenditore, è una cosa che non dovrebbe toccarci. Il problema è che, al di là della faccia persa e la bancarotta, sembra che quel vortice li abbia appena sfiorati se nessuno è in galera (come finirebbe in una nazione seria, vedi i recenti casi negli Stati Uniti) e chi resta fuori riesce a far leva su leggi garantiste per avere dei quattrini. La legge non ammette ignoranza. Ma a volte sembra che fare gli ignoranti paghi.

    Rispondi

  • stefano

    20 Luglio @ 12.53

    Per me Stefano Tanzi e tutta la famiglia Tanzi sono delle brave persone, gente umile, e credo che il Cavaliere sia stato uno dei migliori imprenditori che abbiamo mai avuto. Purtroppo la famiglia Tanzi è stata vittima dei politici (anche locali che erano sempre alla villa di Alberi di Vigatto ad elemosinare soldi, anche uno pelato...), per non parlare dei banchieri. Alla fine chi ci ha mangiato non è stata la famiglia TAnzi, ma bensì i politici, i revisori, i banchieri. Una domanda: ma pensate che l'economia italiana, o quella parmigiana, sia così pura? Tornando a Stefano Tanzi se avesse rubato così tanto ora andrebbe a lavorare a Reggio Emilia .... tra l'altro in un'azienda che sta soffrendo in modo incredibile questa crisi e sta mettendo a casa lavorartori. Ah una cosa: chi ha prestato l'aereo al Cavaliere per andare in Ecuador in quel famoso inverno del crack? Chi è era ai vertici della società di factoring della Parmalat?

    Rispondi

  • GIO'

    20 Luglio @ 12.42

    NON C'E' MAI FINE , LA DIGNITA' DI QUESTI PERSONAGGI CHE POSSONO MUOVERSI E FARE RICHESTE ASSURDE DOPO QUELLO CHE HANNO COMBINATO. BRAVO E BRAVISSIMI QUELLI CHE ASCOLTATO E ACCOLTO LE TUE RICHIESTE........

    Rispondi

  • Mario

    20 Luglio @ 12.10

    ogni commento é superfluo....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Incassi esplosivi per Star Wars

CINEMA

Incassi esplosivi per Star Wars

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

carabinieri sera

GUASTALLA

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 24enne

Il giovane aveva un tasso alcolico di oltre 4 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

5commenti

LUDOPATIA

Gioco d'azzardo, allarme a Parma: spendiamo in media 1.525 euro a testa (neonati compresi)

2commenti

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

AUTOSTRADA

Incidente in A1: code fra Parma e Reggio Emilia questa mattina

Problemi anche fra Lodi e Casalpusterlengo, a Modena e a Bologna

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

BRUXELLES

Evasione di tasse in Olanda: l'Unione europea apre un'indagine su Ikea

LIBANO

Diplomatica violentata e uccisa: arrestato un uomo

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento