20°

34°

COMUNE

Raccolta porta a porta: Parma "guarda" a Treviso

Visita di Folli nella città veneta

Raccolta porta a porta: Parma "guarda" a Treviso
Ricevi gratis le news
4

Treviso città virtuosa. In poco più di un anno dall’introduzione della raccolta porta a porta, con tariffazione puntuale per il residuo, i dati lo dimostrano: siamo circa al 75%. Un dato che fa riflettere se paragonato alla media nazionale che si attesta sul 43 %, Parma, a un anno e mezzo dalla introduzione delle differenziata spinta, ha raggiunto il 70 %.

Lo scrive il Comune di Parma in una nota, che continua: 
E la parola chiave secondo i responsabili di Contarina Spa, la società che si occupa della raccolta e della gestione dei rifiuti nella città di Treviso ed in altri 50 Comuni della provincia, è una sola “responsabilizzare” gli utenti. Questo, attraverso l’applicazione della tariffazione puntuale.

L’assessore all’ambiente Gabriele Folli, assieme ad Alessandro Angella responsabile della Struttura operativa Ambiente, Cinzia Giuffredi della stesso settore ha fatto visita, nei giorni scorsi, alla sede di Contarina Spa a Fontane di Villorba. La ditta conta 645 addetti, ha un fatturato relativo all’anno in corso di circa 80 milioni di euro e nasce dall’unione di due Consorzi: Priula e TVTRE, fornendo una gestione integrata per un bacino di utenti di circa 550 mila abitanti.
L’assessore è stato ricevuto in azienda da Paolo Contò direttore del Consorzio Priula, da Michele Rasera direttore di Contarina, da Franco Zanata presidente di Contarina e da Luca Zanini responsabile area ricerca e sviluppo dell’azienda. L’incontro è proseguito poi nel Municipio di Treviso dove l’assessore ha incontrato, il sindaco Giovanni Manildo ed il vicesindaco con delega all’ambiente Roberto Grigoletto.

Treviso si presenta come una città pulita, accogliente ed ordinata. Lungo le strade sono stati tolti tutti i cassonetti, comprese le campane per il vetro e quelli per gli scarti vegetali. Solo poche deroghe, come ad esempio in un angolo del centro dove sono presenti bidoni per raccolta, che sono chiusi a chiave e adibiti solo a specifici utenze. La tariffazione puntuale è stata introdotta da luglio 2014. La raccolta dei rifiuti avviene secondo il sistema del porta a porta con l’obiettivo di finalizzare gran parte del rifiuto conferito a riciclo. Un modello che si fonda sul concetto di responsabilizzazione dell’utenza attraverso l’applicazione delle tariffazione puntuale sul residuo per quanto riguarda le utenze domestiche ed all’applicazione delle tariffazione puntuale a gran parte delle frazioni di rifiuto per quanto riguarda le utenze non domestiche.

“Il nostro modello – ha spiegato Paolo Contò – è basato sulla responsabilità degli attori che a vario titolo sono coinvolti nella filiera della raccolta differenziata a partire da formazione, educazione alle regole, separazione corretta dei rifiuti e applicazione della tariffa puntuale che prevede sgravi in bolletta per i cittadini virtuosi ed ovviamente maggiori oneri per chi produce più rifiuto indifferenziato”.

La differenziata a Treviso prevede la raccolta domiciliare di umido, VPL – Vetro, plastica e lattine; residuo, carta e scarti vegetali (per chi ne fa richiesta), con frequenze di raccolta simili a quelle di Parma modulate in funzione della complessità urbanistica del quartiere (come peraltro avviene anche qui da noi dove il centro storico ha frequenze maggiori per residuo ed organico). Interessante la soluzione adottata a Treviso relativa agli orari di esposizione e raccolta, dove per il centro storico nella cerchia interna alle mura prevede un esposizione entro le 22 di sera ed una raccolta che procede fino alle 3 del mattino ed un’esposizione notturna per il resto della città con il servizio che parte intorno alle 5 del mattino in modo da liberare la maggior parte delle strade alla ripresa dell’attività mattutina.
Sul fronte delle tariffe vediamo come il modello veneto, dove esiste da anni una cultura diffusa sulla raccolta differenziata, produca effetti benefici per le tasche dei cittadini grazie anche ad una minore produzione di rifiuto procapite che si attesta su 350 kg totali di cui solo 87 avviati a smaltimento, contro i valori di Parma (550 kg totali di cui 160 avviati a smaltimento).
Se applicassimo i risultati di Treviso a Parma ai costi attuali di smaltimento vi sarebbe un risparmio di oltre 2 milioni di Euro per le bollette dei cittadini, confermando la convenienza economica oltrechè ambientale per fare una raccolta di buona qualità.

“L’esperienza di Contarina applicata a Treviso – spiega l’assessore all’ambiente Folli – rappresenta senza dubbio un modello di riferimento per poter migliorare anche il lavoro che stiamo portando avanti qui a Parma. Con il Comune di Treviso abbiamo instaurato un rapporto di collaborazione che ci vede impegnati come amministratori in una sfida importante e coraggiosa di cui beneficeranno le future generazioni”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Maurizio

    03 Settembre @ 21.42

    Beh, nonostante lei signor vercingetorige non le abbia mai viste, le isole ecologiche come le intende lei con bidoni differenziati di diverso colore sono esistiti a parma da almeno gli anni 90 fino a qualche anno fa quando è partita la porta a porta e i risultati che ha dato (si vada a vedere sui siti istituzionali arpa ad esempio o quello dell'emilia romagna i risultati con le percentuali di rifiuto effettivamente differenziato dove parma era sotto il 20%) sono stati pessimi

    Rispondi

  • Vercingetorige

    03 Settembre @ 18.44

    PRIMA DI TUTTO non è detto che i contenitori delle isole ecologiche debbano per forza essere "interrati" . Possono anche essere comuni cassonetti , differenziati per tipo di rifiuto. IN SECONDO LUOGO sono talmente "irrealizzabili" che le fanno dappertutto.L' ESSENZIALE E' CHE LA GENTE POSSA VUOTARE LA PROPRIA PATTUMIERA IN QUALUNQUE MOMENTO NE ABBIA BISOGNO !

    Rispondi

  • Vercingetorige

    03 Settembre @ 11.52

    BASTA RACCONTARE FROTTOLE , FOLLI ! Quelli di fronte ai quali s' è fatto fotografare sono bidoni differenziati condominiali , non sacchettini infami ! INOLTRE PARMA DEVE GUARDARE A CHI FA MEGLIO, NON A CHI FA PEGGIO ! ALLORA VADA A VEDERE LA COMUNITA' DELLE GIUDICARIE ! Lo sa dov' è Tione , o la sua "Zafira" , oltre Capannori non ci va ? La Comunità delle Giudicarie è una Comunità di Valle del Trentino che presta particolare attenzione al problema dello smaltimento dei rifiuti . LA RACCOLTA E' INTERAMENTE BASATA SULLE ISOLE ECOLOGICHE ! Isole ecologiche stradali , isole ecologiche condominiali , perfino la possibilità di isole ecologiche private " in deroga" ! A NESSUNO E' VENUTA IN MENTE LA SCEMPIAGGINE DEI SACCHETTINI INFAMI ! I CITTADINI POSSONO VUOTARE LE LORO PATTUMIERE IN QUALUNQUE MOMENTO NE ABBIANO BISOGNO , come anche i Parmigiani sognerebbero di poter fare . Non ci sono sacchettini per strada , ma , d' altronde , i sacchettini per strada ce li fa mettere lei e poi se ne lamenta ? LA PERCENTUALE DI "DIFFERENZIATA" NELLE GIUDICARIE E' DELL' 81 % ! BASTA RACCONTARCI FROTTOLE !

    Rispondi

  • Maurizio

    02 Settembre @ 22.15

    Beh è normale che i risultati siano ottimi, come si vede dalla foto si utilizzano i bidoni e non i sacchi anche se quì la colpa non è del comune (mi piacerebbe che i tanti critici del sito spiegassero per quale motivo la colpa su scala provinciale è di pizzarotti...) ma di altri. Questa è la soluzione migliore poichè le isole ecologiche interrate sono irrealizzabili perchè troppo costose, ad esempio nella cittadina di firenze (vedi harris, i problemi che tu racconti io non li ho visti e non esistono essendoci anche le isole ecologiche interrate) hanno iniziato a metterle da anni e ho visto l'altro giorno un programma che parlava dei costi, sono 40 mila euro a raccoglitore, calcoliamo che per ogni punto di raccolta occorrono 4 raccoglitori, mettendo in ogni via o quasi le isole ecologiche quanto si spenderebbe? Calcoliamo che ogni via si spende circa 160 mila euro a cui poi vanno aggiunti i costi di adeguamento dei camion

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Laura Freddi a 45 anni sarà mamma

gossip

Laura Freddi sarà mamma: è al quarto mese

Mai dire Baganzai, il video dei Trapiantati vince (anche) per acclamazione

calestano

Mai dire Baganzai, il video dei Trapiantati vince (anche) per acclamazione

Madonna festeggia il suo compleanno ballando la pizzica in Puglia

social network

Madonna balla la pizzica alla sua festa di compleanno in Puglia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzafun, ecco i 7 quiz top: scoprili e giocali subito

GIOCHI ESTIVI

Gazzafun, ecco i 7 quiz top: scoprili e gioca subito

Lealtrenotizie

Amici e centro d'accoglienza di Cianica sotto shock per la morte di Diawara

BORGOTARO

Annegato dopo un tuffo: amici e operatori sotto shock per Diawara Video

Si cerca di contattare i parenti in Costa D'Avorio

Medesano

Cade dalla finestra e resta sospesa nel vuoto: paura per una donna a Ramiola

Sul posto il 118 e i vigili del fuoco

ANTEPRIMA GAZZETTA

Il suicidio di Samuele Turco: aperto un fascicolo per omicidio colposo Video

La Gazzetta di Parma di domani: le anticipazioni del vicedirettore Claudio Rinaldi

Lutto

Addio al medico Giovanni Mori

PARMENSE

Incendio vicino ai binari: disagi sulla ferrovia tra Parma e Fornovo Foto

Le foto dei nostri lettori

temperature

Torna l'allerta caldo: verso un giovedì e un venerdì a oltre 35°

chiesa

Parroci, si cambia. Dalla città alla montagna: le nomine del vescovo

Il saluto degli "storici" don Mora e don Fontana. Novità anche per Marano, Langhirano, Corniglio

1commento

Tg Parma

Ferragosto a Parma, qualche turista e città chiusa per ferie. San Paolo compreso Video

1commento

STAZIONE

Parcheggi «kiss and go»: dopo 15 minuti a Parma scatta il pedaggio Foto

2commenti

acqua

Guasti alle tubature: Fontevivo e Berceto senz'acqua

Lucchi: "Chi innaffia è un criminale. Farò piombare i contatori ai trasgressori"

2commenti

gazzareporter

Ferragosto: "picco" di materassi abbandonati vicino ai cassonetti Foto

Segnalazioni e foto su via Nello Brambilla (zona Montebello) ma anche viale Duca Alessandro e strada Sant'Eurosia

Carabinieri

Parma malata di sballo, parla chi lotta contro la droga

6commenti

Parlamento

OpenPolis, Pagliari guida la top ten della produttività

Il senatore il più presente, al voto il 97,41% delle volte

incidente

Caduta in moto: paura per marito e moglie a Viazzano

2commenti

storia

Quei benzinai di una volta... Foto

incendio

Sterpaglie a fuoco a Noceto vicino alle case

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

1commento

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

roma

Donna fatta a pezzi: trovati busto e testa in cassonetto. Il fratello confessa

giallo

Modella rapita e messa all'asta: un arresto in Gran Bretagna

SPORT

Tg Parma

Parma, Caputo vuole un club ambizioso. Evacuo e Giorgino ai saluti Video

Gossip Sportivo

Diletta Leotta, anche il compleanno è social

SOCIETA'

ZURIGO

"Ebrei fatevi la doccia": proteste per l'avviso in una piscina svizzera

montanara

«D(io)», la web series dell'ottimismo: un inno alla passione

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti