Parma

Il boss Bidognetti ordinava gli omicidi da via Burla

Il boss Bidognetti ordinava gli omicidi da via Burla
Ricevi gratis le news
0

Anche il boss dei Casalesi  Francesco Bidognetti, detenuto nel carcere di via Burla, sarebbe riuscito ad inviare ordini e a  commissionare omicidi da dietro le sbarre, nonostante il regime del 41  bis (carcere duro) al quale è assoggettato.
A questa conclusione sono giunte le indagini della Dda di  Napoli, dopo una serie di intercettazioni tra i colloqui del boss con i suoi  familiari.
Nei giorni scorsi la Dia ha notificato a Francesco Bidognetti, 58  anni, conosciuto come «Cicciotto 'e mezzanotte», una nuova  ordinanza di custodia cautelare in carcere, nella quale gli si  contesta l’associazione per delinquere di stampo mafioso e la  fittizia intestazione di beni ad affiliati al clan. Venerdì si è svolto l'interrogatorio di garanzia, di fronte al gip Maria Cristina Sarli.
Per trasmettere all’esterno i suoi ordini - tra cui anche l’esecuzione di omicidi -  Bidognetti si sarebbe servito della  ex convivente, attualmente collaboratrice di  giustizia, del genero e negli ultimi tempi anche del fratello Michele, arrestato ad aprile. Anche il boss Ciro Sarno, capo dell’omonimo clan della  periferia orientale di Napoli, riusciva ad ordinare gli omicidi  nonostante fosse detenuto in regime di 41 bis. Il dato è emerso  dalle indagini di polizia e carabinieri che hanno portato il 15  luglio all’esecuzione di 56 ordinanze di custodia contro la  potente organizzazione camorristica.
 L’attività del clan dei Casalesi  era stata descritta in alcuni «pizzini» che sono stati trovati  nei mesi scorsi durante alcune perquisizioni, individuando poi  le nuove leve in ascesa. Così gli uomini della squadra mobile  di Caserta e quelli della Dia, coordinati dai pm Giovanni Conzo e Antonello Ardituro, hanno potuto  designare gli assetti sulle nuove alleanze e sulle tecniche  criminali praticate dai camorristi dal gruppo Bidognetti,  tuttora attivo nel settore delle estorsioni. Ma dalle indagini è emerso anche che la frangia che fa capo a  Francesco Bidognetti è in  grave difficoltà proprio a causa dei continui colpi assestati  dalle forze dell’ordine. In particolare a fronte dei 130mila  euro mensili «programmati» e necessari per pagare gli  affiliati, il clan ne avrebbe raccolto a stento solo un  terzo.
 Nato a Casal di Principe, Bidognetti, insieme a Francesco Schiavone, è ritenuto il capo incontrastato del clan dei Casalesi. Benne arrestato il 18 dicembre 1993 e recluso sotto il regime del 41 bis. Nel clan le sue attività criminali convergevano principalmente sullo smaltimento illegale dei rifiuti urbani, industriali e tossici, attività per cui è noto alla magistratura già all'inizio degli anni '90. Negli anni '90 ordinò l'assassinio del medico Gennaro Falco, colpevole di non aver diagnosticato in tempo una neoplasia di cui era affetta la moglie del boss.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Tom Schumacher è il produttore della versione musical di "Frozen"

Stati Uniti

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Allerta meteo livello giallo

meteo

Parma, allerta a livello giallo

1commento

tg parma

Le ex Luigine continueranno a esistere. La gestione passa a Proges Video

lettera aperta

Elezioni, le cinque richieste di Pizzarotti ai candidati

4commenti

Castell'arquato

Aggredisce moglie e figlio con chiave inglese: trasportati in fin di vita al Maggiore

viale bottego

Fiamme in studio dentistico: evacuato tutto il palazzo. Due intossicati Foto

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

16commenti

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse Il video del blitz

TRAFFICO

Tamponamento nel pomeriggio sulla tangenziale nord

furti

Svaligiate le sedi delle associazioni per i disabili. E allora, "Caro ladro ti scrivo..."

1commento

tg parma

Parmigiano 60enne prestanome per una banda di ladri dell'Est Video

Bonifica Parmense

Parte il progetto che metterà in sicurezza Bocca d'Enza

salute

Vincere il tumore: la testimonianza di tre parmigiani

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

CURIOSITA'

Il colore del cartello è sbagliato: Langhirano diventa... provincia (o regione) Foto

EDUCAZIONE

Femmine, maschi e gli stereotipi che ingabbiano

Differenze di genere, Torti: «Diamo la libertà di scegliere qualsiasi strada»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

3commenti

GAZZAFUN

Ex rimpianti e non: riconosci questi giocatori del Parma?

ITALIA/MONDO

Genova

Mamma salva il figlio di un mese e mezzo seguendo le istruzioni telefoniche del 118

SAN POLO D'ENZA

Operazione Copper Field: sgominata la banda del rame

SPORT

sport

La discesa d'Oro di una favolosa Sofia Goggia Foto

baseball

Un mancino per il Parma Clima: Escalona rinforza il monte

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

UNESCO

Città Creative per la Gastronomia: il progetto entra nel vivo

MOTORI

ANTEPRIMA

Volvo, ecco la nuova V60 Fotogallery

motori

Ferrari: ecco la 488 Pista, sarà presentata a Ginevra