Parma

Viale Solferino, ritrovati reperti archeologici

Viale Solferino, ritrovati reperti archeologici
Ricevi gratis le news
4

Arrivano anche i reperti archeologici nell'interminabile cantiere di viale Solferino, chiuso ormai da oltre due mesi e mezzo e la cui riapertura completa è prevista per i primi giorni di settembre. A metà della strada, infatti, durante il profondo scavo effettuato dall'Enìa per l'installazione delle tubazioni del teleriscaldamento e il completo rinnovo anche di quelle dell'altra impiantistica, sono infatti emersi alcuni reperti archeologici che proprio in questi giorni vengono analizzati dagli esperti della Soprintendenza archeologica di Parma per capire la loro origine e poterli catalogare.

(...)Il ritrovamento, avvenuto alcuni giorni fa, ha portato a sospendere momentaneamente i lavori nella zona in cui si trovano i reperti. Per il momento, però, non si sono ancora accumulati ritardi significativi nella realizzazione delle opere, in quanto l'impresa assegnataria dei lavori ha continuato ad operare negli altri tratti della via.(...)

(...)Intanto chi abita nella zona e anche i commercianti si lamentano per l'andamento del cantiere. «All'inizio sembrava che i lavori dovessero procedere per stralci, in modo che qualche tratto del viale potesse sempre essere percorribile. Invece, adesso è diventato persino difficile passare in bicicletta e a piedi durante le ore dei lavori. Dato che i lavori andavano fatti, serviva però maggiore attenzione alle esigenze di chi abita qui e che di fatto per più di 3 mesi è stato quasi “murato” in casa propria".

L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • E. Piovani

    29 Luglio @ 18.39

    purtroppo temo che sia il contrario... Cioè se i privati trovano qualcosa, ho lo distruggono o se lo portano via senza dire nulla. Quante costruzioni private sono sorte a parma? E quante hanno denunciato il ritrovamento di reperti? Direi...quasi nessuna. Invece caso strano quando i lavori sono pubblici....trovano quasi sempre qualcosa.... Cio' conferma l'idea iniziale, e cioè che i privati molto spesso fanno finta di niente e vanno avanti. Per gli enti pubblici invece non è così facile... Ad ogni modo, di fronte alla nostra storia, che è il nostro inestimabile patrimonio, che si fermi pure tutto per anni se ce n'è motivo.

    Rispondi

  • Francesco

    29 Luglio @ 17.29

    Caro signor Giulio , io ho esperienza personale di un Condominio in Città, nel cui cantiere , per disgrazia , sono stati trovati i resti di una villa romana. I lavori hanno subito un ritardo di quasi due anni. Non solo, ma la Sovrintendenza ha imposto al costruttore l' allestimento di una sorta di "tunnel" per dare la possibilità di visitare il rudere che nessuno è mai andato a vedere. Però i ritardi nella consegna dell' edificio ed i costi di realizzazione delle opere imposte dalla Sovrintendenza hanno prodotto un serio danno al costruttore come agli acquirenti. Quindi , quello che "dà fiato alle parole a caso" , direi che è lei , con tutto il rispetto per la Civiltà Romana. Per quanto riguarda i reperti archeologici trovati in Ghiaja , come quelli a suo tempo trovati sotto via D' Azeglio ed in altri Luoghi Pubblici, è meglio che lasciamo perdere , perché poi potrebbe saltar fuori qualcuno a dire che la Legge è uguale per tutti, ma,per qualcuno,è più uguale che per gli altri ! In altre parole che, quando si trova anche solo un mattone antico in un cantiere per lavori privati ne vien fuori un Affare di Stato , mentre , quando si trovano sepolture di Cavalieri Templari in un cantiere pe Lavori Pubblici , si copre tutto di terra alla sveltina, come fanno i gatti, quando ne hanno bisogno !

    Rispondi

  • Giulio

    29 Luglio @ 13.22

    In un paese civile, di fronte a ritrovamenti archeologici importanti, si darebbe il giusto tempo di valutare, studiare e prendere azioni, che normalmente comunque portano a procedere nei lavori con limitati ritardi...invece scommetto che dopo due/tre giorni i lavori ripartiranno senza intoppi dalla sovraintendenza. Ma la gente che parla si e' mai informata quanto ritardo si accumula nei cantieri per indagini archeologiche e quanto per mancanze dei committenti opere? Pensate che in Ghiaia i lavori procedano piano per via della sovraintendenza? Ci vorrebbe piu' informazione, prima di dar fiato alle parole a caso....

    Rispondi

  • Francesco

    29 Luglio @ 10.38

    Gli abitanti ed i commercianti di viale Solferino , che si lamentano perché sono "murati in casa propria da più di tre mesi" non sanno cosa li aspetta adesso. Bisognerà fermare i lavori , aspettare che la Sovrintendenza alle Antichità faccia uno o più sopralluoghi per stabilire l' importanza dei reperti , poi dica cosa bisogna fare per la tutela dei reperti stessi, poi si potranno riprendere i lavori apportandovi le modifiche chieste dalla Sovrintendenza ..............Campa cavallo, chè l' erba cresce ! Speriamo che mi sbagli, ma ho paura che gli abitanti ed i commercianti di viale Solferino saranno ancora chiusi in casa propria per Natale ! Così potranno fare il Natale "in famiglia" (battutaccia).

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Arrestato insegnante di musica: i due anni da incubo di un'allieva

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

1commento

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

colorno

Approfittano del caos dovuto alla piena per svaligiare due case Video

solidarietà

"Chi vuole ospitare sfollati di Lentigione?": Sorbolo e Mezzani aprono uno sportello

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

5commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS